Parodi Ligure

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Parodi Ligure
comune
Parodi Ligure – Stemma
Il centro storico
Il centro storico
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Alessandria-Stemma.png Alessandria
Amministrazione
Sindaco Bruno Merlo (lista civica) dal 26/05/2014
Territorio
Coordinate 44°40′15″N 8°45′35″E / 44.670833°N 8.759722°E44.670833; 8.759722 (Parodi Ligure)Coordinate: 44°40′15″N 8°45′35″E / 44.670833°N 8.759722°E44.670833; 8.759722 (Parodi Ligure)
Altitudine 330 m s.l.m.
Superficie 12,50 km²
Abitanti 747[1] (31-12-2010)
Densità 59,76 ab./km²
Frazioni Cadegualchi, Cadepiaggio, Cadimassa, Tramontana, Tramontanino
Comuni confinanti Bosio, Gavi, Montaldeo, Mornese, San Cristoforo, Castelletto
Altre informazioni
Cod. postale 15060
Prefisso 0143
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 006126
Cod. catastale G338
Targa AL
Cl. sismica zona 3A (sismicità bassa)
Cl. climatica zona E, 2 662 GG[2]
Nome abitanti parodesi
Giorno festivo 16 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Parodi Ligure
Sito istituzionale

Parodi Ligure (Paódi nel dialetto locale, Paròd Ligurin in piemontese, Parodi in ligure) è un comune di 739 abitanti in Provincia di Alessandria situato sulle estreme propaggini collinari dell'Appennino Ligure.

Storia[modifica | modifica sorgente]

È citato come Palode in un documento dell'anno 973, relativo alla sua vendita, assieme ad altri territori, al prete Roprando da parte di Lamberto, figlio del marchese Ildebrando (forse una vendita fittizia orchestrata dalla moglie del marchese allo scopo di impedire che tali territori passassero in eredità ai parenti di lui). Giunto in possesso dei marchesi della discendenza degli Obertenghi, fu da questi assegnato, nel 1033, al monastero parmense di Santa Maria di Castiglione. Questi monaci benedettini bonificarono la zona e costruirono, nel fondovalle solcato dal torrente Albedosa, l’abbazia di San Remigio che raggiunse notevole prestigio nei secoli medioevali. Nell’XI secolo, sullo sperone roccioso più alto, venne edificato un castello in cui si succedettero almeno cinque generazioni di feudatari che si fregiarono del titolo di Marchesi di Parodi. A metà del XII secolo venne costruita una cinta muraria che racchiudeva il castello e tutta la sommità della collina, la zona viene ancora oggi chiamata Reguardia. La giurisdizione dei Marchesi comprendeva una vasta area che arrivava a confinare con la potente Repubblica di Genova, la quale aveva sulla zona mire espansionistiche, non tanto in senso militare quando in senso mercantile mal digerendo i dazi imposti dai feudatari locali. Nel 1148 il marchese Alberto di Parodi, tenuto prigioniero dai signori di Castelletto, venne liberato grazie all'intervento dei Genovesi che ottennero in cambio la vendita del castello. Seguirono alterne vicende e la cessione definitiva di ogni diritto avvenne nel 1223, da allora Parodi seguì le sorti della Repubblica di Genova. Ad oggi quasi nulla rimane del castello e ben poco della fortificazione. I colpi più duri, che portarono al diroccamento di queste costruzioni, risalgono al 1625 durante la guerra mossa da francesi e savoiardi alla (non riuscita) conquista di Genova e al secolo successivo con le ripercussioni della guerra di successione austriaca. Nel marzo 1945 fu oggetto di una rappresaglia nazifascista, a causa degli attacchi partigiani nella zona, con l'incendio di numerose case e del municipio. I parodesi, attraversando nottetempo il bosco, si rifugiarono nel vicino borgo di San Cristoforo. Ancora oggi, una lapide affissa all'ingresso del nuovo municipio ricorda l'episodio, nel nome dell'antica amicizia e solidarietà che lega gli abitanti dei due paesi.[3] Poco dopo la liberazione, le frazioni di Bosio, Capanne di Marcarolo, Costa San Stefano, Maietto, Mogreto, Serra, Spessa, Val Pagani formarono il nuovo comune di Bosio (66,88 km²) portando la superficie comunale da 79,38 km² a soli 12,50 km².

Persone legate a Parodi Ligure[modifica | modifica sorgente]

Feste e ricorrenze[modifica | modifica sorgente]

  • Sagra dei Seisi (ceci), in frazione Tramontana, terza settimana di agosto
  • Festa dei Mestieri Antichi, a Parodi, primo sabato/domenica di agosto

Feste del Santo patrono:

  • 16 agosto - San Rocco - Parrocchia di Parodi
  • 10 agosto - San Lorenzo - Parrocchia di Cadepiaggio
  • 8 settembre - Natività di Maria SS. - Parrocchia di Tramontana

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[4]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Fatti Storici
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte