Grotta di Massabielle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Grotta di Massabielle
La grotta di Massabielle
La grotta di Massabielle
Stato Francia Francia
Regione Midi-Pyrénées flag.svg Midi-Pirenei
Province Blank.pngBlason65.PNGBlank.png Alti Pirenei
Comuni Lourdes
Altitudine 3,80 m s.l.m.
Profondità 9,50 m
Lunghezza 9,85 m
Origine Carsica
Coordinate 43°05′51.17″N 0°03′30.62″W / 43.097546°N 0.058505°W43.097546; -0.058505Coordinate: 43°05′51.17″N 0°03′30.62″W / 43.097546°N 0.058505°W43.097546; -0.058505
Mappa di localizzazione: Francia
Grotta di Massabielle

La grotta di Massabielle è una grotta naturale di Lourdes, situata all'interno del santuario di Nostra Signora di Lourdes, divenuta dal 1858 luogo di pellegrinaggio cristiano a seguito delle apparizioni della Vergine Maria a Bernadette Soubirous[1].

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La grotta di Massabielle è una cavità carsica alta poco meno di quattro metri, larga e profonda circa nove e presenta all'interno circa una decina di nicchie: data la sua natura, la roccia si presenta lisca e umida; nei pressi della grotta, dove un tempo si portavano a pascolare maiali e per questo anche conosciuta come tana dei maiali, scorre il fiume Gave de Pau[1].

Immagine d'epoca della grotta

Dal 1858 la grotta è diventata meta di pellegrinaggio religioso, in quanto, in una nicchia al suo interno, dove oggi è posta una statua raffigurante l'Immacolata Concezione, opera del 1864 dello scultore Joseph-Hugues Fabisch, si ritiene che si apparsa la Vergine Maria ad una pastorella di nome Bernadette Soubirous: due epigrafi ricordano il luogo dove questa ha pregato durante la prima apparizione ed il vecchio corso del fiume[1]. Nel corso degli anni la grotta ha subito diversi interventi che in parte ne hanno modificato l'aspetto per renderla più accessibile ai pellegrini, mentre al di sopra di essa è stata costruita la basilica dell'Immacolata Concezione. L'interno è adornato con un altare in pietra ed un grosso candelabro ed è devozione dei pellegrini toccare la roccia lungo tutta la cavità, tant'è che con il passare degli anni questa è diventata lucida. Per alcuni anni, nel periodo subito dopo le apparizioni, l'accesso alla grotta è stato interdetto da un cancello in ferro, mentre lungo tutto il costone erano esposte numerose stampelle donate come ex voto, poi rimosse[1].

All'interno della grotta, protetta da una lastra di vetro, è una sorgente ritrovata dalla stessa Bernadette nel luogo in cui la Madonna le chiese di scavare: si tratta di una delle otto sorgenti della zona che alimentano il fiume e le sue acque vengono bevute dai pellegrini ed utilizzate per il bagno nelle piscine poste a poca distanza, come segno del rinnovamento del battesimo e di purificazione; sotto la cavità, un cofanetto in metallo permette di raccogliere preghiere ed intenzioni[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Descrizione della grotta di Massabielle. URL consultato il 13-09-2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]