Nottingham Forest Football Club

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nottingham Forest F.C.
Calcio Football pictogram.svg
Nottingham Forest.svg
Forest, The Reds, Garibaldi Reds, Tricky Trees
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Rosso e Bianco.svg Rosso-bianco
Dati societari
Città Nottingham
Paese Inghilterra Inghilterra
Confederazione UEFA
Federazione Flag of England.svg FA
Campionato Football League Championship
Fondazione 1865
Presidente Kuwait Omar Al-Hasawi
Allenatore Inghilterra Stuart Pearce
Stadio City Ground
(30.576 posti)
Sito web www.nottinghamforest.co.uk
Palmarès
Premier league trophy icon.png FA Cup.pngFA Cup.png Carling.pngCarling.pngCarling.pngCarling.png CommunityShield.png Coppacampioni.pngCoppacampioni.png Supercoppaeuropea.png
Titoli d'Inghilterra 1
Coppe d'Inghilterra 2
Coppe di Lega inglesi 4
Charity/Community Shield 1
Trofei internazionali 2 Coppe dei Campioni/Champions League
1 Supercoppe UEFA
Si invita a seguire il modello di voce

Il Nottingham Forest Football Club, meglio noto come Nottingham Forest, è una società calcistica inglese con sede a Nottingham, militante nel Football League Championship.

Il club ha una storia ed un palmarès che annovera due Coppe dei Campioni, una Supercoppa Europea, un titolo nazionale, due FA Cup e quattro Coppe di Lega.Inoltre è una delle più antiche squadre inglesi e del mondo,essendo nata nel lontano 1865.

La squadra prende il nome dal Forest Recreation Ground, il primo campo a nord di Nottingham, in cui il club giocò nei primi anni della sua fondazione e che ora è diventato sede di una prestigiosa fiera annuale, la Nottingham Goose Fair. La squadra è spesso conosciuta anche semplicemente come Forest (da non confondersi con la squadra amatoriale del Forest F.C.), nome che è ormai diventato il suo "biglietto da visita". L'abbreviazione corretta del nome del club è Nott'm Forest: infatti Notts è l'abbreviazione di Nottinghamshire (il nome della contea, da cui deriva Notts County), ma non è corretta se riferita alla città di Nottingham. Il City Ground, lo stadio del Forest, dedicato al grande allenatore Brian Clough, è situato su una riva del fiume Trent, a sud della città a ridosso del quartiere residenziale di West Bridgeford. Appena dall'altro lato del Trent si scorge lo stadio dell'altra squadra di Nottingham, il Notts County, che disputa il campionato di Football League One.

In seguito alla retrocessione in Football League One del 2005, il Nottingham Forest è diventato il primo club nella storia del calcio ad aver vinto la Coppa dei Campioni e ad essere retrocesso fino alla terza divisione della propria federazione nazionale. È anche l'unica squadra europea ad aver vinto più Coppe dei Campioni che campionati nazionali.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Nottingham Forest fu fondato nel 1865 subito dopo la fondazione del club rivale del Notts County nel 1862. I vertici del club scelsero come colore sociale il Garibaldi Red[1], in onore del famoso generale italiano che guidava le camicie rosse. La squadra si unì alla Football Alliance nel 1888 e vinse il titolo nel 1892. Un anno dopo, con la fusione delle due organizzazioni, il club divenne membro della Football League.

Il primo trofeo vinto dal Forest fu l'FA Cup del 1898, battendo il Derby County per 3-1 a Crystal Palace. Nonostante tutto, il Nottingham Forest ha militato per la prima metà del ventesimo secolo nella Second Division. Nel 1949 la squadra venne retrocessa nella Third Division ma riuscì a risalire dopo due anni. Negli anni cinquanta il Forest ebbe il suo primo momento di gloria, infatti riuscì a risalire in First Division e a vincere la FA Cup nel 1959. Da quel momento il Forest diventò la prima squadra di Nottingham, superando gli acerrimi nemici del Notts County. Negli anni successivi il Forest arrivò molte volte vicino alla conquista del suo primo scudetto, e nel 1972 venne retrocesso nella First Division.

Il Forest era considerato a quei tempi un club minore, ma la situazione cambiò radicalmente con la seconda metà degli anni settanta, quando Brian Clough e il suo assistente Peter Thomas Taylor presero la guida della squadra. Clough aveva vinto il titolo nazionale nel 1971-1972 guidando i rivali del Derby County (squadra di cui era anche tifoso), guadagnandosi un contratto dal Leeds United, che però lo licenziò dopo appena 44 giorni di lavoro. Venne così chiamato, il 6 gennaio 1975, dal Forest (che a quei tempi non aveva un consiglio di amministrazione) dopo una sconfitta casalinga per 0-2 contro il Notts County, prendendo il posto del licenziato Allan Brown. Clough riuscì a classificarsi terzo nella Second Division l'anno successivo, riuscendo a far risalire il Forest. Nessuno però avrebbe potuto predire il successo che Clough avrà nei successivi tre anni.

Il Nottingham Forest divenne una delle poche squadre neopromosse a vincere il campionato inglese (nella stagione 1977-78). L'anno successivo vinse la Coppa dei Campioni battendo allo Stadio Olimpico di Monaco il Malmö per 1-0, successo ripetuto l'anno seguente battendo a Madrid l'Hamburger SV (sempre con il minimo scarto), grazie ad un'ottima prestazione del portiere Peter Shilton. Il Forest vinse anche la Supercoppa UEFA e due Football League Cup. Oltre a Shilton, tra i giocatori chiave di quell'epoca vi erano il difensore Viv Anderson, il centrocampista Martin O'Neill, il centravanti Trevor Francis ed un trio di nazionali scozzesi: l'ala John Neilson Robertson, il centrocampista Archie Gemmill e il difensore Kenny Burns.L'epopea del Forest in Coppa dei Campioni finì l'anno successivo al trionfo del Bernabeu,nella stagione della Coppa dei Campioni 1980-1981 dove venne eliminato al primo turno dai bulgari del CSKA Sofia perdendo sia all'andata che al ritorno(1-0 0-1). La squadra raggiunse le semifinali di Coppa UEFA nella stagione 1983-84, ma fu eliminata dall'Anderlecht dopo una controversa partita in cui fu annullato un gol al Forest. Successivamente emerse che nella partita di ritorno l'Anderlecht aveva corrotto l'arbitro[2].

Nella stagione 1988-89 il Nottingham Forest vinse la sua terza Coppa di Lega inglese battendo il Luton Town. Per la maggior parte della stagione il Forest rimase in lotta per un treble, ma concluse il campionato al terzo posto dietro all'Arsenal e al Liverpool, e fu battuta dai reds nella semifinale di FA Cup, rigiocata perché sospesa dopo sei minuti a causa di incidenti che causarono la morte di 96 tifosi del Liverpool. La vittoria in Coppa di Lega fu bissata l'anno successivo a spese dell'Oldham Athletic, e nei due anni successivi la squadra raggiunse la finale in FA Cup, dove venne superata in rimonta dal Tottenham Hotspur a Wembley, e nuovamente in Coppa di Lega nel 1991-92, persa poi dal Manchester United. Durante questo periodo il Forest vinse anche la Full Members Cup nel 1989 e nel 1992.

Coppa dei Campioni 1978-79

Monaco, Olympiastadion, 30 maggio 1979

Nottingham Forest Nottingham Forest - Malmo FF Malmö FF 1-0

Marcatori: Soccerball shade.svg 45' Francis

NOTTINGHAM FOREST: Shilton, Anderson, Clark, McGovern, Lloyd, Burns, Francis, Bowyer, Birtles, Woodcock, Robertson. Allenatore: Brian Clough

MALMÖ: Möller, R. Andersson, Erlandsson, Jönsson, M. Andersson, Staffan Tapper (Malmberg), Ljungberg, Prytz, Tommy Hansson (T. Andersson), Cervin, Kinnvall. Allenatore: Bob Houghton

Arbitro: Austria Linemayr.

Al termine della stagione 1992-93, in cui il Forest retrocesse in First Division, Brian Clough lasciò la panchina della squadra dopo 18 anni, lasciando il posto all'ex giocatore Frank Clark, facente parte della rosa campione d'Europa 1978-79. Alla sua prima stagione alla panchina del Forest Clark raggiunse subito la promozione in Premier League. Nella stagione successiva, il Nottingham Forest raggiunse il terzo posto ottenendo la qualificazione per la Coppa UEFA, la prima da quando le squadre inglesi erano state bandite dalle competizioni UEFA dopo la Strage dell'Heysel. Due stagioni dopo però il Forest si trovò nelle ultime posizioni di classifica e a dicembre Clark fu esonerato in favore di Stuart Pearce, divenuto allenatore-giocatore della squadra. A marzo la dirigenza decise di togliere la mansione di allenatore a Pearce per affidarla all'ex allenatore del Crystal Palace Dave Bassett. Il Forest alla fine della stagione retrocesse in First Division concludendo il campionato all'ultimo posto, ma già la stagione seguente la squadra tornò in Premier League concludendo il campionato di First Division in prima posizione.

Nel gennaio del 1999 Dave Bassett fu esonerato dopo un inizio di campionato disastroso in favore di Ron Atkinson che però non riuscì ad evitare la retrocessione a causa di un susseguirsi di risultati scarsi, tra cui una sconfitta per 8-1 contro il Manchester United.

Dopo la retrocessione fu assunto David Platt in qualità di allenatore-giocatore della squadra. Platt rimase alla guida della squadra per due stagioni lasciando il Forest nel 2001 in cattive acque a livello economico (nel 1999, dopo la retrocessione, erano stati spesi circa 12 milioni di sterline in giocatori). In sostituzione di Platt fu chiamato Paul Hart che raggiunse al suo primo campionato la sedicesima posizione a causa della vendita di diversi giocatori chiave della squadra in seguito alle varie difficoltà economiche. Ciononostante, nella stagione successiva il Forest arrivò fino alle semifinali dei play-off per essere poi battuto dallo Sheffield United. All'inizio della stagione 2003-04 il Forest si trovò nelle ultime posizioni della classifica e così a febbraio Hart fu esonerato in favore di Joe Kinnear che riuscì a salvare la squadra dalla retrocessione raggiungendo il quattordicesimo posto. Nella stagione successiva il Forest retrocesse dopo 54 anni nella Football League One dopo aver cambiato tre allenatori nel corso della stagione (Kinnear fu sostituito a dicembre prima da Mick Harford e poi da Gary Megson).

Coppa dei Campioni 1979-80

Madrid, Stadio Santiago Bernabéu, 28 maggio 1980

Nottingham Forest Nottingham Forest - Amburgo Amburgo 1-0

Marcatori: Soccerball shade.svg 21' Robertson

NOTTINGHAM FOREST: Shilton, Anderson, Gray (Gunn), Lloyd, Burns, O'Neill, McGovern, Bowyer, Mills (O'Hare), Robertson, Birtles. Allenatore: Brian Clough

HAMBURGER SV: Kargus, Kaltz, Nogly, Buljan, Jakobs, Hieronymus (Hrubesch), Magath, Memering, Keegan, Reimann, Milewski. Allenatore: Branko Zebec

Arbitro: Portogallo Garrido da Silva.

Anche in League One il Nottingham Forest incontrò delle difficoltà: la squadra infatti, dopo un inizio a metà classifica, si trovò a quattro punti dalla zona retrocessione dopo una sconfitta per 3-0 contro l'Oldham Athletic. A seguito di questa sconfitta, nel febbraio del 2006 Megson si dimise per lasciare il posto a Frank Barlow e Ian McParland che ottennero dieci risultati utili consecutivi (sei partite vinte, tra cui un 7-1 contro lo Swindon Town e quattro pareggiate) portando la squadra al settimo posto. Per la stagione successiva fu chiamato Colin Calderwood alla guida della squadra, dodicesimo allenatore in tredici anni per il Forest. L'avvio di campionato fu favorevole alla squadra che a novembre si trovò in prima posizione. Tuttavia nelle giornate successive la squadra cedette perdendo la posizione valevole per la qualificazione automatica. Il Forest concluse la stagione al quarto posto, valevole per la qualificazione ai play-off dove fu eliminata dallo Yeovil Town che alla sconfitta all'andata per 2-0 rimediò con un 5-2 al ritorno.

Per la stagione 2007-08 il Nottingham Forest fu indicato per il terzo anno consecutivo tra le favorite alla promozione, ma inizialmente deluse le aspettative disputando le prime sei partite senza vincerne nessuna. Successivamente la squadra si riprese disputando otto partite senza perdere (cinque vinte e tre pareggiate), segnando diciassette goal. La serie positiva fu interrotta con la sconfitta contro il Luton Town, ma il Nottingham Forest giocherà altre sei partite senza sconfitta, portandosi così al primo posto della League One. Nonostante l'arrivo a gennaio del centravanti Garath McCleary, nelle partite successive il Forest fu protagonista di alcune prestazioni negative (soprattutto in trasferta) che consentirono il sorpasso del Doncaster Rovers e del Carlisle United. La svolta è avvenuta dopo la vittoria contro il Carlisle United: il Forest giocherà altre sette partite consecutive senza perdere (sei vittorie e un pareggio) riuscendo così a raggiungere un posto valido per la promozione diretta in Football League Championship, dove milita tuttora. Nelle stagioni successive riesce sempre a conquistare un posto play off, ma senza riuscire mai a centrare la promozione in Premier League. Il 14 giugno 2011 la dirigenza annuncia che il nuovo allenatore sarà Steve McClaren. McClaren tuttavia durerà poco sulla panchina del Forest e il nuovo presidente Frank Clark (già giocatore e allenatore del team), chiamerà a sostituirlo Steve Cotterill. Il Nottingham disputa una stagione al di sotto delle sue aspettative salvandosi a sole poche giornate dalla fine del campionato.

Nel luglio 2012 viene reso noto che la famiglia Al-Hasawyi del Kuwait ha acquistato il club inglese. Ad annunciarlo è stato lo stesso club con un comunicato ufficiale sul proprio sito[3].

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Nottingham Forest Football Club
  • 1865 - Nasce il Nottinhgam Forest Football Club.
  • 1888-1889 -
  • 1889-1890 - Inizio dell'attività professionistica, Football Alliance 11º posto.

FA Cup.png Vince la FA Cup (1º titolo).





FA Cup.png Vince la FA Cup (2º titolo).


Carling.png Vince la League Cup (1º titolo).
Coppacampioni.png Vince la Coppa dei Campioni (1º titolo).
Carling.png Vince la League Cup (2º titolo).
CommunityShield.png Vince il Community Shield (1º titolo).
Supercoppaeuropea.png Vince la Supercoppa UEFA (1º titolo).
Coppacampioni.png Vince la Coppa dei Campioni (2º titolo).

Carling.png Vince la League Cup (3º titolo).
Vince la Full Members Cup (1º titolo).
Carling.png Vince la League Cup (4º titolo).

Vince la Full Members Cup (2º titolo).


  • 2010-2011 - Football League Championship: 6º posto.
  • 2011-2012 - Football League Championship: 19º posto.
  • 2012-2013 - Football League Championship: 8º posto.
  • 2013-2014 - Football League Championship: 11°posto.

Partecipazioni alle coppe europee[modifica | modifica wikitesto]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Trofei nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1977-1978
1897-1898, 1958-1959
1977-1978, 1978-1979, 1988-1989, 1989-1990
1978
1907, 1922, 1998
1951

Trofei minori[modifica | modifica wikitesto]

1892
1988-1989, 1991-1992
1988
  • Coppa Anglo-Scozzese: 1
1977
  • Bass Charity Vase: 3
1899, 2001, 2002
  • Trofeo Brian Clough: 3
2009, 2010, 2011
  • Dallas Cup: 1
2002
  • Torneo di Norimberga: 1
1982
  • Trofeo Colombino: 1
1982

Trofei internazionali[modifica | modifica wikitesto]

1978-1979, 1979-1980
1979

Rosa 2014-2015[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata il 12 settembre 2014.[4]

N. Ruolo Giocatore
1 Inghilterra P Karl Darlow
2 Stati Uniti D Eric Lichaj
3 Inghilterra D Dan Harding
4 Inghilterra D Michael Mancienne
5 Galles D Danny Collins
6 Inghilterra D Kelvin Wilson
7 Inghilterra A Matty Fryatt
8 Inghilterra C Chris Cohen (capitano)
9 Inghilterra A Britt Assombalonga
10 Inghilterra C Henri Lansbury
11 Irlanda C Andy Reid (vice)
13 Scozia D Danny Fox
14 Paesi Bassi A Lars Veldwijk
15 Inghilterra D Greg Halford
N. Ruolo Giocatore 600px Rosso con inserti Bianchi.png
16 Inghilterra D Jamaal Lascelles
17 Inghilterra D Jack Hunt
18 Inghilterra C Michail Antonio
21 Inghilterra A Jamie Paterson
23 Antigua e Barbuda A Dexter Blackstock
24 Galles C David Vaughan
25 Inghilterra D Jack Hobbs
27 Scozia C Chris Burke
29 Paesi Bassi P Dorus de Vries
30 Irlanda C Stephen McLaughlin
32 Germania C Robert Tesche
38 Inghilterra C Ben Osborn
39 Algeria C Djamel Abdoun

Rivalità[modifica | modifica wikitesto]

Derby County[modifica | modifica wikitesto]

Totale di gare giocate Vittorie Nottingham Forest Pareggi Vittorie Derby County
79 33 19 27

I tifosi del Forest vedono il Derby County come i loro peggiori nemici, oltre al Leicester City. L'odio dei tifosi del Forest è ricambiato da quelli del Derby, infatti l'East Midlands Derby era una delle partite più spettacolari e sentite del campionato, quando tutte e due le squadre militavano nella stessa serie. Dal 2007 i due club partecipano al Brian Clough Trophy, il quale serve per raccogliere fondi per il Brian Clough Statue Fund e altre organizzazione di benificenza scelte dai due club.

Questo infuocato derby è tornato ad essere disputato nella stagione calcistica 2008-09 in Football League Championship, grazie alla promozione del Forest e alla contemporanea immediata retrocessione del County dalla Premier League. La partita di andata di campionato al Pride Park Stadium si è conclusa con il punteggio di 1-1. I due club si sono incontrati anche in FA Cup, al quarto turno, pareggiando sempre per 1-1 a Derby. Nel replay disputato al City Ground, il Derby si è imposto con il risultato di 3-2. Poche settimane dopo, nella gara di ritorno di campionato, arriva di nuovo una vittoria esterna per il Derby, questa volta per 3-1.

Notts County[modifica | modifica wikitesto]

Totale di gare giocate Vittorie Nottingham Forest Pareggi Vittorie Notts County
139 52 42 45

Nonostante la vicinanza geografica tra le due squadre, il Forest e il County hanno raramente giocato partite nella stessa divisione recentemente; l'ultimo scontro avvenne nel 1994 quando tutte e due le squadre erano nella Division One. Recentemente le due squadre si sono affrontate in un incontro amichevole pre-campionato, incontro però macchiato da scontri tra le tifoserie avversarie.

Leicester City[modifica | modifica wikitesto]

La rivalità nei confronti del Leicester City è sentita molto di più dai tifosi del Leicester stesso che da quelli del Forest.

Liverpool[modifica | modifica wikitesto]

Ai tempi d'oro del Nottingham Forest, sul finire degli anni settanta e all'inizio degli ottanta, un'accesa rivalità nacque nei confronti del Liverpool. Dalle sfide in Coppa Campioni con il Liverpool, nacque il canto dei tifosi del Forest Are You Watching, Are You Watching, Are You Watching Liverpool! Questo venne inizialmente cantato quando il Nottingham riuscì ad eliminare gli acerrimi rivali che ebbero per lo più la colpa di aver preso la maglietta (rossa) e il relativo soprannome The Reds dal Forest.

Fu proprio durante un match di FA Cup contro il Liverpool, a Sheffield il 15 aprile 1989, che si verificò la spaventosa strage di Hillsborough in cui persero la vita 96 tifosi della squadra della Merseyside.

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

(*) La squadra partecipò una sola volta alla Coppa Intercontinentale perché declinò la partecipazione alla finale del 1979,la quale fu invece disputata dal Malmö,vice-campione europeo di quell'anno.

Record[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori del Nottingham Forest

Maggior numero di presenze (in tutte le competizioni):

  1. R. McKinlay: 692
  2. I. Bowyer: 564
  3. S. Chettle: 526
  4. S. Pearce: 522

Maggior numero di gol (in tutte le competizioni):

  1. A. G. Morris: 217
  2. N. Clough: 131
  3. W. Ardron: 124
  4. J. G. Dent: 122
  • Record di affluenza:
49.946 spettatori nella partita contro il Manchester United di Division One, 28 ottobre 1967
  • Affluenza minima:
2.013 spettatori nella partita contro il Brentford valida per il Johnstone's Paint Trophy, 31 ottobre 2006
  • Record di incasso:
499.099 sterline nella partita contro il Bayern Monaco valida per i quarti di finale della Coppa UEFA, 19 marzo 1996
  • Maggior striscia di vittorie consecutive:
7 vittorie, dal 9 maggio 1922 al 1º settembre 1922
  • Maggior striscia di sconfitte consecutive:
14 sconfitte, dal 21 marzo 1913 al 27 settembre 1913
  • Maggior serie di partite senza sconfitte:
42 partite, dal 26 novembre 1977 al 25 novembre 1978
  • Maggior serie di partite senza una vittoria:
17 partite, dal 25 ottobre 2003 al 28 febbraio 2004
  • Gol più veloce:
23 secondi, Paul Smith nella partita contro il Leicester City valida per la Carling Cup, 18 settembre 2007.[6][7]
  • Prima partita nella Football League:
3 settembre 1892, partita giocata contro l'Everton (fuori casa), finita in parità con il punteggio di 2-2
  • La migliore vittoria (in tutte le competizioni):
14-0, contro il Clapton (fuori casa), primo turno della FA Cup, 17 gennaio 1891
  • La peggior sconfitta (in tutte le competizioni):
1-9, contro il Blackburn Rovers, Division Two, 10 aprile 1937
  • Maggior numero di punti conquistati in una stagione:
94 punti, nella stagione 1977-78 di Division One
  • Maggior numero di gol segnati in una stagione:
101, nella stagione 1950-51 di Division Three
  • Miglior realizzatore in una stagione:
Wally Ardron con 36 reti segnate, stagione 1950-51 di Division Three
  • Maggior numero di presenze per una nazionale:
Peter Shilton, 125 presenze con la maglia dell'Inghilterra
  • Giocatore convocato più volte in nazionale:
Stuart Pearce, 78 convocazione per la nazionale inglese
  • Più giovane esordiente:
Craig Westcarr, 16 anni nella gara contro il Burnley, 13 ottobre 2001
  • Maggior cifra pagata per un calciatore:
3.500.000 sterline per Pierre van Hooijdonk, acquistato dal Celtic nel marzo 1997.
  • Maggior cifra ricevuta per un calciatore:
8.500.000 sterline per Stan Collymore, venduto al Liverpool nel giugno 1995

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Robin Hood meets Garibaldi, Fútbologia.it, 13 gennaio 2014
  2. ^ (EN) Forest sues Anderlecht over '84 bribery scandal, BBC News.
  3. ^ Calcio inglese - La famiglia Al-Hasawi ha acquistato il Nottingham Forest, sporteconomy.it, 11 luglio 2012.
  4. ^ Player Profiles, Nottingham Forest F.C.. URL consultato il 5 settembre 2013.
  5. ^ traghettatore per un breve periodo fino all'arrivo di Billy Davies
  6. ^ Fair Play: il caso di Nottingham Forest - Leicester City, CalcioBlog.it.
  7. ^ (EN) Nottingham Forest 2 v 3 Leicester City, Sito ufficiale del Nottingham Forest.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]