Promozione e retrocessione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In molti sport i termini promozione e retrocessione indicano il trasferimento delle squadre da un campionato a un altro rispettivamente superiore e inferiore alla fine della stagione agonistica. Le squadre meglio piazzate in classifica sono premiate con la promozione nella divisione gerarchicamente superiore, mentre le compagini peggio classificate sono declassate nella divisione inferiore. In alcuni casi per stabilire quale squadra debba essere promossa oltre alla prima classificata si disputano, dopo la stagione regolare (regular season), ulteriori partite, i play-off, cui corrispondono i play-out, volti a designare la squadra o le squadre che devono retrocedere oltre all'ultima classificata.

In genere per ogni coppia di divisioni le squadre che si trasferiscono annualmente da una divisione all'altra sono in numero uguale, a meno che la divisione superiore non abbia la necessità di cambiare il numero di squadre partecipanti o abbia perso uno o più club (a causa di insolvenze finanziarie, per esempio) e intenda ripristinare il numero di squadre precedente. In quest'ultimo caso esiste l'eventualità che da quella divisione siano retrocesse meno squadre o che meno squadre siano promosse dalla divisione inferiore. Questi cambiamenti stravolgono inevitabilmente la struttura di tutto l'apparato dei campionati inferiori.

Si usano sovente i termini lotta per la promozione o lotta per la salvezza (o per non retrocedere) per indicare la competizione tra le squadre che aspirano alla promozione o alla permanenza in una determinata divisione.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

sport Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport