Sport professionistico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nello sport professionistico, l'atleta riceve un compenso in ragione dell'attività agonistica praticata: il compenso può essere legato anche ai diritti sportivi e contrattuali dello stesso. Rispetto alla pratica amatoriale (dilettantistica) quella professionistica gode di maggiore rilevanza dai punti di vista economico, mediatico e culturale.

Tale differenza assume importanza nel contesto dei giochi olimpici: le prime edizioni erano infatti riservate ai dilettanti, sulla base del concetto espresso da Pierre De Coubertin secondo cui la partecipazione dell'atleta non doveva essere subordinata al denaro. All'epoca della guerra fredda gli atleti amatoriali provenienti dal blocco orientale intraprendevano di frequente una carriera nelle forze armate che concedeva loro la promozione ad atleta di stato.

L'ideale olimpico è basato sulla lealtà, sull'impegno e sul rispetto: princìpi, questi, richiesti sia all'atleta dilettante che al professionista.

L’attività sportiva può influenzare, in modo diretto ed indiretto, lo stato funzionale dell’asse ipotalamo-ipofisi-gonadi negli atleti di sesso maschile e femminile. L’allenamento sportivo, insieme a modificazioni muscolo-scheletriche e cardiovascolari, può indurre infatti differenti tipi di modificazioni qualitative e quantitative dello stato endocrino. Può manifestarsi una non adeguata secrezione degli ormoni ipotalamo-ipofisari (GnRH, FSH, e soprattutto LH per ridotta pulsatilità) e quindi degli ormoni gonadici (progesterone, estrogeni, testosterone), misurabile dalle relative concentrazioni nel sangue, con gli effetti extra-riproduttivi propri dell'ipogonadismo maschile e femminile, dovuti alla carenza di tali ormoni (aumento rischio cardiovascolare, osteopenia, osteoporosi, alterazioni metaboliche-composizione corporea, depressione, ridotta aggressività, ecc.). Per il calo di testosterone negli atleti maschi si ipotizza l'azione degli ormoni anti-gonadici da stress, un maggiore metabolismo del testosterone ridotto legame alle proteine di trasporto[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Prevenzione e fattori di rischio dell'infertilità, 18 Giugno 2012, incontri c/o Università la Sapienza di Roma, pubblicato su Salute.gov.it

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

sport Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport