Viv Anderson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Viv Anderson
Dati biografici
Nome Vivian Alexander Anderson
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Ritirato 1995
Carriera
Squadre di club1
1974-1984 Nottingham Forest Nottingham F. 328 (15)
1984-1987 Arsenal Arsenal 120 (9)
1987-1991 Manchester Utd Manchester Utd 54 (3)
1991-1993 Sheffield Weds Sheffield Weds 70 (8)
1993-1994 Barnsley Barnsley 20 (3)
1994-1995 Middlesbrough Middlesbrough 2 (0)
Nazionale
1978-1988 Inghilterra Inghilterra 30 (2)
Carriera da allenatore
1993-1994 Barnsley Barnsley giocatore-all.re
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Vivian Alexander Anderson, meglio noto come Viv (Nottingham, 29 luglio 1956), è un allenatore di calcio ed ex calciatore inglese, di ruolo difensore.

È primatista di presenze (33) con il Nottingham Forest nelle competizioni calcistiche europee.[1]

È stato il primo uomo di colore a giocare nella Nazionale inglese.[senza fonte]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Viv debutta in Nazionale la sera del 29 novembre 1978, nell'1-0 inflitto dall'Inghilterra alla Cecoslovacchia, in una gara amichevole.

La sua carriera nelle squadre di club è legata in modo particolare al Nottingham Forest, la squadra della sua città, dove milita dal 1974 al 1984, metà della sua carriera, giocando 328 gare e segnando 15 gol. In questo periodo ottiene due Coppe dei Campioni, nel 1979 e 1980. Vince la finale contro l'Amburgo disputata il 27 maggio '80 a Madrid.

Pochi giorni dopo si apre la fase finale, in Italia, dell'Europeo. Anderson gioca, delle 3 partite sostenute dall'Inghilterra, solo quella contro la Spagna, come sostituto di Phil Neal. Non gioca mai, invece, pur convocato, al mondiale spagnolo del 1982.

Passato all'Arsenal per 220.000 sterline, qui gioca fino al 1987, sommando 120 gare e 9 gol. in questo periodo gioca anche in Nazionale, segnando il suo primo gol nelle qualificazioni al Mondiale messicano, nell'8-0 inflitto ai turchi. Viene convocato per la fase finale ma anche stavolta non gioca mai. Eguaglia in ciò George Eastham (1962-1966) e Martin Keown (1998-2002). Nel 1987, contro la Jugoslavia, qualificazioni all'Europeo Tedesco del 1988, Anderson segna il suo secondo e ultimo gol in Nazionale. In Nazionale Anderson sommò 30 presenze e 2 gol.

A settembre del 1987 inizia la sua nuova avventura alle direttive di Alex Ferguson. Nel Manchester United Anderson gioca fino al 1990, sommando 54 gare e 3 gol.

A 37 anni passa allo Sheffield, dove in tre stagioni somma 70 presenze e 8 segnature. nel finale di carriera firma un contratto annuale col Barnsley (20 gare e 3 gol) e uno col Middlesbrough (2 presenze). Le ultime due stagioni sono da allenatore-giocatore, e nel Middlesbrough allenerà fino al 2001.

Attualmente[quando?] gestisce, insieme a Anthony Stewart Woodcock, altro ex calcdiatore, una agenzia di notiziari sportivi in Inghilterra. È inoltre impegnato nella gestione del Museo Calcistico Nazionale di Londra.[senza fonte]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Notthingham Forest: 1977-1978
Notthingham Forest: 1977-1978, 1978-1979
Arsenal: 1986-1987
Notthingham Forest: 1978
Manchester United: 1990
Manchester United: 1989-1990

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Notthingham Forest: 1978-1979, 1979-1980
Notthingham Forest: 1979
Manchester United: 1990-1991

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nottm Forest. URL consultato il 10 febbraio 2014.