Givanildo Vieira de Souza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hulk
Hulk 2012 bigger.jpg
Hulk allo Zenit San Pietroburgo nel 2012
Dati biografici
Nome Givanildo Vieira de Souza
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 180 cm
Peso 85 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Squadra Zenit Zenit
Carriera
Giovanili
Vilanovense Vilanovense
San Paolo San Paolo
Vitoria Vitória
Squadre di club1
2004-2005 Vitoria Vitória 2 (0)
2005-2006 Kawasaki Frontale Kawasaki Frontale 11 (1)
2006-2007 Consadole Consadole 38 (25)
2007-2008 Tokyo Verdy Tokyo Verdy 53 (44)
2008-2012 Porto Porto 99 (54)
2012- Zenit Zenit 38 (22)
Nazionale
2012
2009-
Brasile Brasile Olimpica
Brasile Brasile
7 (1)
32 (8)
Palmarès
FIFA Confederations Cup.svg  Confederations Cup
Oro Brasile 2013
Bandiera olimpica  Olimpiadi
Argento Londra 2012
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 15 marzo 2014

Givanildo Vieira de Souza, noto come Hulk (Campina Grande, 25 luglio 1986), è un calciatore brasiliano, attaccante dello Zenit San Pietroburgo e della Nazionale brasiliana.

Il suo soprannome è dovuto al padre, grande fan della serie TV L'incredibile Hulk.[1][2]

È stato insignito del premio calciatore portoghese dell'anno nel 2011.[3]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Giocatore forte fisicamente, dotato di un tiro molto potente di sinistro.[4] Ha uno scatto molto veloce[4] ed è un abile assist-man.[4]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Esordi[modifica | modifica sorgente]

Cresciuto nel Vilanovense ed in seguito trasferitosi al San Paolo, Hulk inizia la sua avventura nel calcio professionistico nel Vitória di Salvador, occupando la posizione di terzino sinistro. Riesce a collezionare 2 presenze, e alla fine della stagione decide di trasferirsi in Giappone, al Kawasaki Frontale.

Hulk nel 2010 al Porto

Dopo una stagione con 11 presenze ed un gol, all'inizio del 2006 la società decide di cederlo in prestito ad un'altra squadra nipponica, il Consadole Sapporo. Al termine della stagione avrà segnato 25 reti in 38 presenze, aiutato anche dal ruolo di attaccante propostogli dall'allenatore Masaaki Yanagishita. Alla fine dell'anno torna al Kawasaki Frontale, che decide nuovamente di cederlo in prestito, questa volta al Tokyo Verdy.

Agli ordini dell'allenatore Ruy Ramos mette a segno 37 gol in 42 partite, guadagnandosi la conferma nella società della capitale che ne acquista il cartellino nel 2008. In quest'anno disputa 11 presenze segnando 7 reti con la squadra, ed in seguito viene acquistato dalla squadra portoghese del Porto.

Porto[modifica | modifica sorgente]

Viene acquistato al 50% dal club portoghese per 5.5 milioni di euro. Esordisce con il Porto il 16 agosto 2008, nella partita di campionato persa in casa per 2-0 con lo Sporting Lisbona. Nella sua prima stagione colleziona 25 presenze e 8 gol in campionato e in quella successiva 19 presenze e 5 gol, ma sarà la stagione 2010-2011 a consacrarlo: vince la Primeira Liga 2010-2011 con cinque giornate d'anticipo, trascinando i "Dragoes" da capocannoniere della competizione con 23 gol in 25 partite. Trionfa anche in UEFA Europa League 2010-2011 il 18 maggio a Dublino in finale 1-0 contro lo Sporting Braga. In stagione effettua molti assist (24), realizza in tutto 36 gol e con il compagno di reparto Radamel Falcao García forma una coppia da 74 gol stagionali[4].

Zenit[modifica | modifica sorgente]

Il 3 settembre 2012 viene acquistato a titolo definitivo dallo Zenit.[5] per una cifra di circa 55 milioni di euro che verrà pagata in tre anni. Esordisce con la maglia numero 29.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Hulk in azione con la maglia del Brasile durante la Confederations Cup 2013

Hulk viene convocato per la prima volta in Nazionale nell'ottobre 2009: debutta con la Seleção il 14 novembre successivo, giocando nell'incontro Brasile-Inghilterra (finito 1-0 per i verdeoro). Non convocato per i Mondiali 2010 e per la Copa América 2011, le sue prestazioni con il Porto gli permettono di ritornare nel giro della Nazionale: il 26 maggio 2012, alla nona presenza, segna le sue prime reti realizzando una doppietta nell'amichevole contro la Danimarca.

Nello stesso anno, viene convocato per prendere parte alle Olimpiadi di Londra[6][7]: il 20 luglio gioca per la prima volta con la nazionale olimpica, in una gara amichevole contro la selezione del Regno Unito[8][9]. I verdeoro superano la fase a gironi con una giornata di anticipo, grazie alle vittorie contro Egitto[10][11] e Bielorussia[12][13] ma Hulk non va mai a segno. L'unico gol nel torneo lo realizza nella finale contro il Messico, che vede la sua squadra sconfitta: Hulk segna al 91' la rete del definitivo 2-1[14][15].

Il 12 ottobre torna a giocare con la Nazionale maggiore, segnando un gol nella partita vinta 6-0 contro l'Iraq[16][17]. Nel maggio 2013 viene convocato da Scolari per la Confederations Cup casalinga[18]: nel corso del torneo Hulk non segna nessuna rete, ma il 30 giugno conquista il primo trofeo con la Nazionale dopo la vittoria sulla Spagna per 3-0.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 6 aprile 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2004-2005 Brasile Vitória A 2 0 - - - - - - - - - 2 0
2005-2006 Giappone Kawasaki Frontale JL1 11 1 CG 2 2 - - - YN 1 0 14 3
2006-2007 Giappone Consadole Sapporo JL2 38 25 CG 3 1 - - - YN 0 0 41 26
2007-2008 Giappone Tokyo Verdy JL2 53 44 CG 0 0 - - - YN 0 0 53 44
2008-2009 Portogallo Porto PL 25 8 CP+CdL 6+1 1+0 CL 10 0 SP 1 0 43 9
2009-2010 PL 19 5 CP+CdL 3+0 2+0 CL 8 3 SP 1 0 31 10
2010-2011 PL 26 23 CP+CdL 7+3 4+1 UEL 16 8 SP 1 0 53 36
2011-2012 PL 26 16 CP+CdL 1+2 0+1 CL+UEL 6+2 4+0 SP+SU 1+1 0+0 39 21
ago.-set. 2012 PL 3 2 CP+CdL - - UCL - - SP 0 0 3 2
Totale Porto 99 54 23 9 42 15 5 0 169 78
2012-2013 Russia Zenit PL 18 7 KR 3 1 UCL+UEL 5+4 1+2 SR - - 30 11
2013-2014 PL 20 15 KR 0 0 UCL 10[19] 5[20] SR 0 0 30 20
Totale Zenit 38 22 3 1 19 8 0 0 60 31
Totale carriera 241 146 31 13 61 23 9 1 342 183

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Porto: 2008-2009, 2010-2011, 2011-2012
Porto: 2008-2009, 2009-2010, 2010-2011
Porto: 2009, 2010, 2012

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Porto: 2010-2011

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) David Hytner, Career of Chelsea target Hulk is more incredible than how he was named (London), The Guardian, 1º giugno 2012. URL consultato il 28 dicembre 2013.
  2. ^ (EN) Hulk: Porto's Andre Villas Boas is destined to be the greatest and I am flattered by AC Milan's interest, Goal.com, 11 maggio 2011. URL consultato il 7 settembre 2012.
  3. ^ Nuno Tavares, Hulk prende di petto il Barcellona, uefa.com, 25 agosto 2011.
  4. ^ a b c d Hulk, Falcao, Fernando: ecco gli affari da mandare in Porto, Sky.it.
  5. ^ (EN) Hulk is a Zenit player, Zenit. URL consultato il 4 settembre 2012.
  6. ^ Olimpiadi di calcio 2012: le convocazioni della nazionale brasiliana, super-calcio.it, 06-07-12. URL consultato il 12-07-12.
  7. ^ Olimpiadi, Brasile: i convocati di Menezes, golmania.it, 06-07-12. URL consultato il 12-07-12.
  8. ^ Il Brasile e Neymar convincono. Facile 2-0 alla Gran Bretagna, gazzetta.it, 20-07-12. URL consultato il 21-07-12.
  9. ^ E' già super-Brasile: Gran Bretagna regolata, eurosport.com, 20-07-12. URL consultato il 21-07-12.
  10. ^ Brasile e Uruguay col brivido. Sorpresa Giappone, Spagna ko, sky.iy, 26-07-12. URL consultato il 26-07-12.
  11. ^ Brasile 3 - 2 Egitto, london2012-com, 26-07-12. URL consultato il 26-07-12.
  12. ^ Neymar-Pato show: il Brasile è già ai quarti., sky.it, 29-07-12. URL consultato il 30-07-12.
  13. ^ Calcio: Brasile ai quarti, Spagna gia' fuori, ansa.it, 29-07-12. URL consultato il 30-07-12.
  14. ^ (EN) Peralta nets match-winning brace for Mexico, london2012.com. URL consultato il 13 agosto 2012.
  15. ^ Messico oro, battuto 2-1 il Brasile in finale, tuttosport.com, 11-08-12. URL consultato il 13-08-12.
  16. ^ Brasile-Iraq 6-0: a segno anche Kakà, tuttomercatoweb.com, 12-10-12. URL consultato il 12-10-12.
  17. ^ Amichevoli: Brasile-Iraq 6-0, ansa.it, 12-10-12. URL consultato il 12-10-12.
  18. ^ Mauricio Cannone, Brasile, Kakà e Ronaldinho non convocati. Non giocheranno la Confederations Cup in La Gazzetta dello Sport, 14 maggio 2013. URL consultato il 28 dicembre 2013.
  19. ^ 2 presenze nel Terzo turno preliminare.
  20. ^ 1 rete nel Terzo turno preliminare.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]