Agustín Cejas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Agustín Cejas
Agustin Cejas.jpg
Dati biografici
Nome Agustín Mario Cejas
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 185[1] cm
Peso 80[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Portiere
Ritirato 1972
Carriera
Giovanili
1959-1962 Racing Club Racing Club
Squadre di club1
1962-1970 Racing Club Racing Club [2]
1970-1975 Santos Santos 73 (-57)
1975 Huracan Huracán  ? (-?)
1975-1976 Gremio Grêmio 18 (-15)
1977-1980 Racing Club Racing Club 313 (-?)[2]
1981 River Plate River Plate 8 (-?)
Nazionale
1964-1969 Argentina Argentina 11 (-?)
Carriera da allenatore
1984 Racing Club Racing Club
 ???? Racing Club Racing Club portieri
2004-2005 Arabia Saudita Arabia Saudita portieri
Palmarès
Flag of PASO.svg Giochi Panamericani
Argento San Paolo 1963
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 18 aprile 2010

Agustín Mario Cejas (Buenos Aires, 22 marzo 1945) è un allenatore di calcio ed ex calciatore argentino, di ruolo portiere.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Portiere dalla buona resistenza fisica, era bravo nelle uscite e giocava con sicurezza e tranquillità.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nelle giovanili del Racing Club di Avellaneda, vi debuttò a diciassette anni, dopo essersi seduto in panchina per la prima volta durante la Coppa Libertadores 1962. Si stabilì come titolare nel 1964, vincendo il primo titolo nazionale due anni dopo; nel 1967 arrivò la doppietta Copa Libertadores-Coppa Intercontinentale. Nel 1970 si trasferì al Santos, in Brasile, con il quale rimase fino al 1975: il 1973 fu l'anno migliore, dato che oltre al campionato Paulista, il portiere vinse, a pari merito con Atílio Ancheta, la Bola de Ouro, ovvero il trofeo riservato al miglior giocatore del campionato brasiliano. Nel 1975 passò all'Huracán, dove però rimase un solo anno, prima tornare in Brasile, al Grêmio. Nel 1977 fece invece ritorno al Racing, società con la quale stabilì il primato di presenze, segnando la numero 313 al termine della stagione 1980. L'anno successivo chiuse la carriera al River Plate, facendo da riserva a Ubaldo Fillol.[3]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Giocò le Olimpiadi di Tokyo 1964 con l'Argentina, giocando due partite e subendo quattro reti,[1] proseguendo la carriera in Nazionale fino al 1969; in tutto conta undici presenze a livello internazionale.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Racing: 1966
River Plate: Nacional 1981
La formazione del Racing che vinse l'Intercontinentale 1967; Cejas è il primo in piedi da sinistra.
Santos: 1973

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Racing: 1967
Racing: 1967

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1973

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Agustín Cejas, sports-reference. URL consultato il 18-4-2010.
  2. ^ a b Totale con la maglia del Racing.
  3. ^ a b (ES) Agustín Cejas (Archiviato), Fútbol Factory. URL consultato il 18-4-2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]