Sergej Belov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sergei Belov
Sergei Belov 2012.jpg
Sergej Belov nel 2012
Dati biografici
Nome Sergej Aleksandrovič Belov
Сергей Александрович Белов
Nazionalità URSS URSS
Russia Russia
Altezza 190 cm
Peso 82 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Guardia
Allenatore
Ritirato 1980 - giocatore
2002 - allenatore
Hall of Fame Naismith Hall of Fame (1992)
FIBA Hall of Fame (2007)
Carriera
Squadre di club
1964-1967 Ural. Sverdlovsk Ural. Sverdlovsk
1967-1980 CSKA Mosca CSKA Mosca
Nazionale
1967-1980 URSS URSS
Carriera da allenatore
1981-1982 CSKA Mosca CSKA Mosca
1983-1989 CSKA Mosca CSKA Mosca (giov.)
1990-1993 Cassino
1993-1999 Russia Russia
1999-2002 Ural Great Perm' Ural Great Perm'
Palmarès
Bandiera olimpica  Olimpiadi
Bronzo Città del Messico 1968
Oro Monaco di Baviera 1972
Bronzo Montréal 1976
Bronzo Mosca 1980
Gnome-emblem-web.svg  Mondiali
Oro Uruguay 1967
Bronzo Jugoslavia 1970
Oro Porto Rico 1974
Argento Filippine 1978
Argento Canada 1994
Argento Grecia 1998
Wikiproject Europe (small).svg  Europei
Oro Finlandia 1967
Oro Italia 1969
Oro Germania Ovest 1971
Bronzo Spagna 1973
Argento Jugoslavia 1975
Argento Belgio 1977
Oro Italia 1979
Bronzo Spagna 1997
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Sergej Aleksandrovič Belov, in russo: Сергей Александрович Белов[?] (Nashevoko, 23 gennaio 1944Perm', 3 ottobre 2013), è stato un cestista, allenatore di pallacanestro e dirigente sportivo sovietico, dal 1992 russo.

Simbolo del CSKA Mosca e della nazionale sovietica degli anni sessanta e settanta, nel ruolo di guardia è stato uno dei dominatori del basket della sua epoca. Considerato come uno dei migliori europei di tutti i tempi, è stato il primo giocatore non statunitense ad essere inserito nel Naismith Memorial Basketball Hall of Fame.

Nel suo palmarès figurano 2 Coppe dei Campioni, 11 campionati sovietici e 2 coppe nazionali vinte da giocatore con il CSKA, oltre allo storico oro olimpico a Monaco 1972, a 2 Mondiali e 4 Europei. Da allenatore ha vinto 2 medaglie d'argento ai Mondiali e un bronzo europeo.

È morto a 69 anni, dopo una lunga malattia[1][2].

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

A livello di club con il CSKA di mosca ha vinto due Coppe dei Campioni. La prima nel 1969 è stata ottenuta a Barcellona contro il Real Madrid nella sua prima stagione con il club. Nella finale terminata 103 a 99 dopo due tempi supplementeri Belov ha realizzato 19 punti rimanendo in campo per tutti i cinquanta minuti dell'incontro[3].

Nel 1971 ha vinto la sua seconda coppa dei campioni, ad Anversa, in una finale che oppose le stesse squadre dell'anno precedente. La squadra russa si prese la rivincita su Varese, vittoriosa nel 1970, imponendosi 67 a 53.

In patria ha conquistato ben undici campionati e due coppe nazionali.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Con la nazionale ha partecipato a quattro tornei olimpici, ed era presente alla famosa finale del 1972 dove l'Unione Sovietica vinse il titolo contro gli Stati Uniti in uno dei finali di partita più controversi della storia della pallacanestro.

Ai giochi olimpici ha vinto anche tre medaglie di bronzo e nell'edizione di Mosca 1980, scelto come ultimo tedeforo, ha avuto l'onore di accendere la fiamma olimpica.

Con la nazionale è stato campione del mondo nel 1967 e 1974 e quattro volte campione d'Europa.

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Finita la carriera di giocatore è passato nel ruolo di allenatore, ha cominciato con la prima squadra del CSKA passando poi al settore giovanile, successivamente ha allenato anche in Italia, a Cassino e poi di nuovo in Russia nell'Ural Great Perm'.

È stato presidente della federazione russa di pallacanestro dal 1993 al 1998.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

CSKA Mosca: 1968-1969, 1970-1971
1969, 1970, 1971, 1972, 1973, 1974, 1976, 1977, 1978, 1979, 1980
1972, 1973

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Ural Great Perm': 2001
Ural Great Perm': 2001, 2002

Individuale[modifica | modifica sorgente]

  • MVP della finale della Coppa dei Campioni: 3
1970, 1971, 1973

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Legend Belov passes away, fiba.com. URL consultato il 3 ottobre 2013.
  2. ^ Basket, addio a Belov: uno degli eroi di Monaco in Corriere della Sera, 3 ottobre 2013. URL consultato il 3 ottobre 2013.
  3. ^ 50 Years interview: Sergey Belov, CSKA Moscow - 50 YEARS - Welcome to EUROLEAGUE BASKETBALL

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]