Aldo Ossola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aldo Ossola
Aldo Ossola.jpg
Ossola con la maglia dell'Ignis Varese
Nazionalità Italia Italia
Altezza 192[1] cm
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Playmaker
Ritirato 1980
Hall of fame Italia Basket Hall of Fame (2008)
Carriera
Giovanili
1955-1964 Robur Varese
Squadre di club
1964-1965 Pall. Varese
1965-1968 Pall. Milano
1968-1980 Pall. Varese
Nazionale
1967-1975 Italia Italia 35 (79)
Palmarès
Gold medal mediterranean.svg Giochi del Mediterraneo
Argento Tunisi 1967
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Aldo Ossola (Varese, 13 marzo 1945) è un ex cestista italiano.

Giocava come playmaker.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Aldo Ossola, a sinistra, con il fratello Luigi alla presentazione del libro "Gli Ossola", ottobre 2016

Inizia a giocare a 10 anni nei pulcini della Robur et Fides Varese. Esordisce in serie A con la maglia della Prealpi Varese Robur et Fides. Quando la squadra retrocede nella serie minore passa alla Ignis Varese già campione d'Italia partecipando alla Coppa Europa con l'americano di Coppa Tony Gennari. L'anno successivo passa al All'Onestà Milano, nel 1968 torna a giocare a Varese dove ottiene tutte le vittorie nella Pallacanestro Varese, dove gioca dal 1968 al 1980 sotto i marchi Ignis, Mobilgirgi ed Emerson.

Soprannominato "von Karajan" per la sua capacità di dirigere il gioco della squadra[2], crea un asse formidabile con il centro Dino Meneghin e la formazione varesina dà vita a scontri memorabili con Milano.

Ossola in maglia biancorossa vince 7 scudetti, 5 Coppe dei Campioni (giocando 10 finali consecutive), 2 Coppe Intercontinentali, 4 Coppe Italia e 1 Coppa delle Coppe.

Ha totalizzato 35 presenze in Nazionale, con la quale ha partecipato alle Olimpiadi del 1972. Per motivi personali, scegliendo di vivere maggior tempo con la propria famiglia, rinuncia alle successive convocazioni con la maglia azzurra.[3]

Ha continuato a giocare fino al 2009 quando, all'età di 64 anni, è stato tesserato per la Sporting Varese disputando il campionato di prima divisione.

Ha un fratello Luigi, che è stato calciatore in serie A, mentre un fratellastro, Franco, campione del grande Torino, è morto nella tragedia di Superga nel 1949.

Il 7 novembre 2008 è stato nominato dal commissario straordinario Dino Meneghin membro dell'Italia Basket Hall of Fame.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Pall. Varese: 1968-1969, 1969-1970, 1970-1971, 1972-1973, 1973-1974, 1976-1977, 1977-1978
Pall. Varese: 1968-1969, 1969-1970, 1970-1971, 1973
Pall. Varese: 1969-1970, 1971-1972, 1972-1973, 1974-1975, 1975-1976
Pall. Varese: 1979-1980
Pall. Varese: 1970, 1973
1972
1971 medaglia di Bronzo

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ossola l'intramontabile «Datemi il permesso di fare ancora canestro»
  2. ^ Ossola, 50 anni di canestri, gazzetta.it. URL consultato l'8 gennaio 2013.
  3. ^ Intervista. Ossola: «Io, Varese e 70 anni di canestri», avvenire.it. URL consultato il 6 dic 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]