Connie Hawkins

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Connie Hawkins
Dati biografici
Nome Cornelius L. Hawkins
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 205 cm
Peso 96 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Ala grande / centro
Ritirato 1976
Hall of Fame Naismith Hall of Fame (1992)
Carriera
Giovanili
Boys High School
Iowa Hawkeyes Iowa Hawkeyes
Squadre di club
1961-1963 Pittsburgh Rens Pittsburgh Rens 94
1963-1967 Harlem Globetr. Harlem Globetr.
1967-1968 Pittsburgh Pipers Pittsburgh Pipers 70 (1875)
1968-1969 Minnesota Pipers Minnesota Pipers 47 (1420)
1969-1973 Phoenix Suns Phoenix Suns 311 (6368)
1973-1975 Los Angeles Lakers Los Angeles Lakers 114 (1255)
1975-1976 Atlanta Hawks Atlanta Hawks 74 (610)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 
(EN)
« He was Julius before Julius. He was Elgin before Elgin. He was Michael before Michael. He was simply the greatest individual player I have ever seen »
(IT)
« È stato Elgin prima di Elgin, Julius prima di Julius, Michael prima di Michael. È stato semplicemente a livello individuale, il più grande giocatore che io abbia mai visto »
(Larry Brown, all'epoca coach dei Philadelphia 76ers[1])

Cornelius L. "Connie" Hawkins (New York, 17 luglio 1942) è un ex cestista statunitense, professionista nella ABL, nella ABA e nella NBA.

Cestista americano degli anni '70, cresciuto in uno dei quartieri più disagiati di Brooklyn, è considerato uno dei più grandi giocatori di basket di tutti i tempi.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Prima della carriera da professionista in tutte e tre le leghe americane professionistiche (ABL, ABA e NBA), Connie "The Hawk" è stata una leggenda dei playground newyorkesi, ossia del basket di strada ai tempi in cui al Rucker Park si sfidavano Earl "The Goat" Manigault, Lew Alcindor (il futuro Kareem Abdul-Jabbar), Julius Erving e molti altri. Per quattro anni, dal 1963 al 1967, ha giocato anche negli Harlem Globetrotters.

Fenomeno al college e sui playgrond newyorkesi, vince con la sua squadra il Public School Championships nel 1959 e viene ingaggiato dalla University of Iowa. Qui il coinvolgimento in uno scandalo di scommesse gli costa l'espulsione da Iowa e l'ostracismo della NBA.

Viene quindi ingaggiato allora dalla lega minore ABL, dai Pittsburgh Rens, vincendo il titolo di MVP.

Fallita la ABL, Hawkins approda agli Harlem Globetrotters dove gioca per quattro anni dal 1963 al 1967.

Passa quindi alla neonata American Basketball Association (ABA) dove gioca con i Pittsburgh Pipers vincendo nuovamente il titolo di MVP e il primo titolo ABA.

Finalmente approda nella NBA con i Phoenix Suns, che grazie al suo apporto conquistano i playoff.

A ventisette anni disputa anche il primo dei suoi All Star Game.

Nel 1973-74 viene ceduto ai Los Angeles Lakers e un anno e mezzo dopo agli Atlanta Hawks dove conclude la sua carriera.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

  • MVP nel campionato e nei play-off ABA del 1967-68
  • È stato nominato nel ABA's All-Time team (migliore squadra della lega ABA di tutti i tempi).
  • Ha giocato in 4 NBA All-Star Game.
  • Ha ottenuto la nomination nella All-NBA First Team nella stagione 1969-70.
  • I Phoenix Suns hanno ritirato la sua maglia con il numero 42.
  • Nel 1992 il suo nome è stato incluso nella Naismith Memorial Basketball Hall of Fame

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Articolo dal New Pittsburgh Courier 24 agosto 2005

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]