Bob Pettit

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bob Pettit
Bob Pettit 1962.jpeg
Pettit con la maglia dei St. Louis Hawks
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 206 cm
Peso 109 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Ala grande
Allenatore
Ritirato 1965 - giocatore
1962 - allenatore
Hall of fame Naismith Hall of Fame (1971)
Carriera
Giovanili
Baton Rouge High School
1950-1954LSU Tigers
Squadre di club
1954-1955Milwaukee Hawks 72
1955-1965St. Louis Hawks 720
Carriera da allenatore
1962St. Louis Hawks4-2
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Robert Lee "Bob" Pettit jr. (Baton Rouge, 12 dicembre 1932) è un ex cestista e allenatore di pallacanestro statunitense, professionista nella NBA.

Rivoluzionò completamente il ruolo di ala grande, pur spostandosi alle volte nella posizione di centro, rimanendone tuttora uno dei più grandi interpreti mai visti. Fu eletto nella Basketball Hall of Fame nel 1970, campione NBA nel 1958, MVP della stagione nel 1956 e nel 1959, rookie dell'anno 1955.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

High school e college[modifica | modifica wikitesto]

Bob Pettit frequentò la Baton Rouge High School, dove venne escluso dal team di pallacanestro fino al suo anno da junior; nonostante ciò continuò ad allenarsi costantemente, come è capitato frequentemente alle grandi stelle, nel cortile di casa propria. Quando finalmente fu ammesso nella squadra, ne divenne in poco tempo il principale punto di riferimento e, nel suo ultimo anno, la guidò con buona parte del merito alla vittoria del titolo statale (la prima nella storia della scuola).

Si iscrisse, grazie ad una borsa di studio, al locale College di Louisiana State, riscuotendo numerosi successi in termini individuali: in tre anni fu selezionato altrettante volte per la squadra della Southern Conference e due per la All-American; inoltre concluse il triennio con una media di 27,8 punti e 14,6 rimbalzi, ben più elevate nella sua ultima stagione.

NBA[modifica | modifica wikitesto]

Al draft NBA 1954 Pettit fu la seconda scelta assoluta per mano degli Hawks, franchigia con la quale sarebbe rimasto legato fino al ritiro, che a quel tempo si trovava a Milwaukee. Pettit era, secondo l'opinione degli addetti ai lavori del tempo, troppo inadatto a giocare nella NBA ma nella stagione d'esordio si comportò in maniera eccellente tanto da meritarsi il titolo di Rookie of the Year e la convocazione per l'NBA All-Star Game.

Oltre che per le spiccatissima abilità, Pettit si mise in luce, ancor di più negli anni seguenti, per la determinazione di gioco e per l'enorme impegno impiegato in ogni partita, dando tutto sul campo anche in allenamento. Nel 1956, a fronte di 25,7 punti (1° della lega) e 16,2 rimbalzi (2°), fu vincitore del Most Valuable Player Award, nel primo anno della sua istituzione. Bob si aggiudicò l'ambitissimo premio anche nella stagione 1958-59 quando guidò nuovamente la classifica dei marcatori con 29,2 punti e fu secondo in quella dei rimbalzi con 16,4 a partita. Nel 1962 valicò per l'unica volta nella sua carriera la media di 30 punti a partita, 31,1 per la precisione, mentre l'anno prima aveva di poco superato (20,3) la ben più difficile barriera dei 20 rimbalzi a partita. A fine carriera, Pettit è stato l'unico ad aver segnato almeno 20 punti di media in ognuna delle sue stagioni NBA (eguagliato in seguito solo da Michael Jordan) oltre ad aver costantemente oltrepassato i 12 rimbalzi per partita.

Nel 1957 gli Hawks avevano raggiunto per la prima volta le finali, opposti ai Boston Celtics, in possesso del miglior record della stagione. Combattuta sul filo della tensione fino all'ultimo minuto, la serie si risolse con una vittoria dei Celtics in gara 7 per 125 a 123 dopo due tempi supplementari. Pettit partecipò alla sfortunata causa dei St. Louis con 29,8 punti e 16,8 rimbalzi nel corso dei playoff. L'anno successivo per Bob si ripresentò l'occasione della rivincita e alle Finals si ripropose la sfida tra Hawks e Celtics. In gara 3 Bill Russell, già dominante sebbene al suo secondo anno NBA, si infortunò seriamente ad una gamba abbandonando la serie. Con la decisiva assenza di Russell, Pettit ebbe vita facile sotto canestro e, con una sensazionale prestazione da 50 punti nell'ultima partita, chiuse la serie per 4-2. Gli Hawks raggiunsero le Finals nuovamente nel 1960 e nel 1961: in entrambe le occasioni, i rivali di Boston li respinsero rispettivamente per 4-3 e 4-1.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

  • In carriera ha fatto segnare 26,4 punti (sesto), 16,2 rimbalzi (terzo) e 3 assist a partita nel corso di 792 partite. In totale ha raccolto 20.880 punti e 12.849 rimbalzi.
  • È stato il primo giocatore NBA a totalizzare più di 20.000 punti in carriera.
  • Ai play-off, in 88 partite disputate, le sue medie sono state di 25,5 punti e 14,8 rimbalzi.
  • Nel 1958 ha stabilito il record di 50 punti segnati in una partita delle finali (in seguito battuto da Elgin Baylor).
  • Assieme a Kobe Bryant è l'unico giocatore nella storia ad aver realizzato almeno 40 punti in una singola partita contra ognuna delle squadre affiliate alla NBA.
  • Detiene tuttora il record di rimbalzi in un All-Star Game: 27 nell'edizione del 1962.
  • Massimo di punti: 57 vs Detroit Pistons (18 febbraio 1961)
  • Massimo di assist: 7, due volte

Regular season[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campion. Partite Statistiche tiro Altre statistiche
Pres. Titol. Minuti Tiri da 2 Tiri da 3 Liberi Rimb. Assist Rubate Stopp. Punti
1954-1955 Stati Uniti Milwaukee Hawks NBA 72 2659 520/1279 426/567 994 229 1466
1955-1956 Stati Uniti St. Louis Hawks NBA 72 2794 646/1507 557/757 1164 189 1849
1956-1957 Stati Uniti St. Louis Hawks NBA 71 2491 613/1477 529/684 1037 133 1755
1957-1958 Stati Uniti St. Louis Hawks NBA 70 2528 581/1418 557/744 1216 157 1719
1958-1959 Stati Uniti St. Louis Hawks NBA 72 2873 719/1640 667/879 1182 221 2105
1959-1960 Stati Uniti St. Louis Hawks NBA 72 2896 669/1526 544/722 1221 257 1882
1960-1961 Stati Uniti St. Louis Hawks NBA 76 3027 769/1720 582/804 1540 262 2120
1961-1962 Stati Uniti St. Louis Hawks NBA 78 3282 867/1928 695/901 1459 289 2429
1962-1963 Stati Uniti St. Louis Hawks NBA 79 3090 778/1746 685/885 1191 245 2241
1963-1964 Stati Uniti St. Louis Hawks NBA 80 3296 791/1708 608/771 1224 259 2190
1964-1965 Stati Uniti St. Louis Hawks NBA 50 1754 396/923 332/405 621 128 1124
Totale carriera 792 30690 7349/16872 43,6% 6182/8119 76,1% 12849 2369 20880

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campion. Partite Statistiche tiro Altre statistiche
Pres. Titol. Minuti Tiri da 2 Tiri da 3 Liberi Rimb. Assist Rubate Stopp. Punti
1956 Stati Uniti St. Louis Hawks NBA 8 274 47/128 59/70 84 18 153
1957 Stati Uniti St. Louis Hawks NBA 10 430 98/237 102/133 168 25 298
1958 Stati Uniti St. Louis Hawks NBA 11 430 90/230 86/118 181 20 266
1959 Stati Uniti St. Louis Hawks NBA 6 257 58/137 51/65 75 14 167
1960 Stati Uniti St. Louis Hawks NBA 14 576 129/292 107/142 221 52 365
1961 Stati Uniti St. Louis Hawks NBA 12 526 117/284 109/144 211 38 343
1963 Stati Uniti St. Louis Hawks NBA 11 463 119/259 112/144 166 33 350
1964 Stati Uniti St. Louis Hawks NBA 12 494 93/226 66/79 174 33 252
1965 Stati Uniti St. Louis Hawks NBA 4 95 15/41 16/20 24 8 46
Totale carriera 88 3545 766/1834 41,8% 708/915 77,4% 1304 241 2240

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

St. Louis Hawks: 1958
  • Ha ricevuto 11 convocazioni per l'NBA All-Star Game (una in ogni stagione disputata). Fu eletto MVP dell'incontro in 4 occasioni (1956, 1958, 1959 e 1962)
  • In 11 stagioni è stato incluso per 10 volte nel All NBA-First Team ed 1 nel All NBA-Second Team.
  • Ha vinto il premio di Most Valuable Player nel 1956 e 1959.
  • È stato inserito nella Hall of Fame della pallacanestro nel 1971.
  • Il suo nome è nella lista dei 50 più grandi nella storia della NBA diramata dalla lega nel suo cinquantenario.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]