Rick Barry

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rick Barry
lang=it
Barry al tiro con la maglia dei Golden State Warriors
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 201 cm
Peso 93 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Ala piccola
Allenatore
Ritirato 1979 - giocatore
2000 - allenatore
Hall of fame Naismith Hall of Fame (1987)
Carriera
Giovanili
?-1961Roselle Park High School
1961-1965Miami Hurricanes
Squadre di club
1965-1967S.F. Warriors 158 (4.834)
1968-1969Oakland Oaks 35 (1.190)
1969-1970Washington Caps 52 (1.442)
1970-1972N.Y. Nets139 (4.252)
1972-1978Golden St. Warriors 484 (11.613)
1978-1979Houston Rockets152 (1.948)
Carriera da allenatore
1993-1994Fort Wayne Fury30-53
1998-1999N.J. Shorecats31-20
2000Florida S. Dragons16-14
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Richard Francis Dennis "Rick" Barry III (Elizabeth, 28 marzo 1944) è un ex cestista e allenatore di pallacanestro statunitense, professionista nell'NBA e, per quattro anni, nell'ABA.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Si iscrisse all'università di Miami dove giocò per tre anni con la strabiliante media di 37,5 punti a partita. venne scelto nei draft del 1965 dai San Francisco Warriors come seconda scelta assoluta. Divenne immediatamente rookie dell'anno con numeri incredibili per un primo anno, ovvero 25,7 punti e 10,6 rimbalzi a partita. Il secondo anno interruppe la striscia di sette campionati consecutivi in cui Wilt Chamberlain era stato capocannoniere della lega, segnando 35,6 punti di media e guidando i Warriors in finale dove però persero per 4-2 dai Philadelphia 76ers.

L'ABA[modifica | modifica wikitesto]

L'anno dopo Barry diede uno shock all'intera NBA accettando l'offerta proveniente dagli Oakland Oaks della concorrente lega della ABA. Il contratto con i Warriors era però vincolante e un intervento del tribunale costrinse Barry a restare fermo un anno. Nel 1969 esordì nell'ABA, giusto in tempo per vincere il titolo ABA. L'anno dopo seguì la franchigia a Washington, mentre nei due anni successivi si trasferì a New York per giocare nei New York Nets.

Il ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Finalmente nel 1972 tornò nell'NBA, sempre nei Warriors. Nel 1975 i Warriors non erano tra i favoriti nei play-off ma dopo aver eliminato i Seattle SuperSonics e i Chicago Bulls arrivarono in finale contro i Washington Bullets che vennero schiantati per 4-0; Barry segnò 36 punti in gara due e 38 in gara tre. Venne quindi nominato MVP della finale. Giocò nei Warriors fino al 1979 per poi passare negli Houston Rockets dove giocò due anni sottotono.

Tecnica e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Barry passò alla storia per il suo famoso modo di tirare i tiri liberi, ovvero a due mani partendo dal basso, che gli valse in carriera una fantastica percentuale del 94,7% nel periodo di militanza a Houston e un generale 89% in carriera. Barry si fece conoscere nell'ambiente per il suo carattere ritenuto da tutti antipatico e arrogante, sempre pronto a litigare con avversari e arbitri. In carriera è stato nominato nel primo quintetto NBA per cinque volte e primo quintetto ABA per quattro volte. Dal 1986 è stato inserito nella Hall of Fame e nel 1997 è stato inserito fra i migliori cinquanta giocatori di tutti i tempi.

Eredità[modifica | modifica wikitesto]

Quattro figli di Barry hanno giocato a basket ad alti livelli, pur non eguagliando il talento del padre.

  • Scooter ha vinto il titolo NCAA a Kansas, giocando poi 20 anni tra CBA e Europa.
  • Jon ha giocato per 14 stagioni nella NBA, sfruttando il suo ottimo tiro dalla lunga distanza per diventare un buon comprimario.
  • Brent ha avuto una carriera degna di nota nella NBA, vincendo anche due titoli con i San Antonio Spurs.
  • Drew ha fatto qualche comparsata nella NBA, giocando 60 partite. In seguito ha fatto qualche apparizione anche in Italia e in Australia.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Golden State Warriors: 1975

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN266716580 · ISNI (EN0000 0003 8283 5126 · LCCN (ENn50020665