Kawhi Leonard

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kawhi Leonard
Leonard in azione con la maglia di San Diego State
Leonard in azione con la maglia di San Diego State
Nome Kawhi Anthony Leonard
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 201 cm
Peso 102 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Ala piccola
Squadra San Antonio Spurs
Carriera
Giovanili

2009-2011
Martin Luther King H.S.
San Diego St. Aztecs S. Diego St. Aztecs
Squadre di club
2011- San Antonio Spurs 252 (3.097)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 16 aprile 2015

Kawhi Anthony Leonard (Riverside, 29 giugno 1991) è un cestista statunitense, professionista nella NBA con i San Antonio Spurs.

Leonard ha frequentato la Martin Luther King High School, nella sua città natale. Nel 2009, da senior, è stato nominato Mr. Basketball California[1] e si è collocato alla quarantottesima posizione nella classifica dei migliori giocatori in prospettiva della nazione dalla rivista Rivals.com[2].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

College[modifica | modifica wikitesto]

Al primo anno alla San Diego State, Leonard realizza una media di 12,7 punti e di 9,9 rimbalzi a partita[3]. Nel 2010 viene nominato "Mountain West Conference Men's Basketball Tournament MVP"[4].

NBA[modifica | modifica wikitesto]

Stagione da rookie (2011-12)[modifica | modifica wikitesto]

Leonard viene selezionato come quindicesima scelta assoluta al draft NBA 2011 dagli Indiana Pacers, ma viene ceduto ai San Antonio Spurs in una complessa operazione per portare in Indiana George Hill[5], firmando con gli Spurs subito dopo la fine del lockout[6]. Durante l'assenza, causa infortunio, di Manu Ginóbili, Gregg Popovich prova Leonard come suo sostituto nel quintetto base[7]. Lui e il compagno di squadra Tiago Splitter vengono anche selezionati per giocare nel Rising Stars Challenge del 2012 come membri del Team Chuck di Charles Barkley. Successivamente, anche per via dell'ascesa di Danny Green e dell'acquisto di Stephen Jackson, Leonard ha cambiato ruolo, diventando l'ala piccola del quintetto base degli speroni. Leonard si è classificato quarto al NBA Rookie of the Year Award, ricevendo qurantasette voti[8], ed è stato selezionato per l'All-Rookie First Team della stagione 2011-2012[9].

2012-13[modifica | modifica wikitesto]

Al termine della stagione, Leonard e il compagno di squadra DeJuan Blair furono scelti per giocare nella squadra maschile della nazionale USA, che includeva anche Kyrie Irving, John Wall e Paul George tra gli altri, allenandosi con i vincitori della medaglia d'oro, il Dream Team formato da giocatori del calibro di LeBron James, Kobe Bryant, Kevin Durant, Carmelo Anthony e Chris Paul[10]. Il 26 ottobre 2012 gli Spurs prolungarono il suo contratto e quello di Cory Joseph fino alla stagione 2013-14[11]. All'inizio della stagione, Leonard ha sofferto di tendinite al ginocchio, che lo ha tenuto fuori per circa un mese[12]. L'11 febbraio 2013, in una serata in cui Tim Duncan, Tony Parker e Manu Ginobili erano fuori per infortunio e Stephen Jackson era indisponibile per ragioni personali, Leonard guidò gli Spurs alla vittoria per 103-89 contro i Chicago Bulls, segnando 26 punti. Due giorni dopo, nella partita contro i Cleveland Cavaliers, segnò la tripla decisiva a pochi secondi dal termine, portando il punteggio sul 96-95 per gli Spurs[13].

2013-14[modifica | modifica wikitesto]

La stagione 2013-14 sarà l'anno della consacrazione: grazie infatti alle sue ottime prestazioni in regular season e, soprattutto, nei playoffs, Leonard conduce gli Spurs al loro quinto titolo. Il 10 giugno 2014, nella terza gara delle finals contro Miami, mette a segno un career high di 29 punti che permette alla sua squadra di vincere per 111-92[14]. Le sue giocate e l'ottima marcatura su LeBron James nelle cinque partite contro gli Heat gli permetteranno di essere nominato MVP delle Finals a 22 anni e 350 giorni, mantenendo una media di 17.8 punti a partita con il 61% dal campo, diventando il terzo più giovane di sempre a vincere questo titolo dietro ai soli Magic Johnson e Tim Duncan[15].

2014-15[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver saltato le ultime sei gare di preseason e la prima partita di regular season contro i Dallas Mavericks per un'infezione all'occhio destro causata da congiuntivite, Leonard fa il suo debutto stagionale il 31 ottobre 2014 contro i Phoenix Suns, nonostante soffra di offuscamento alla vista. Il 10 novembre 2014, segna 26 punti (record stagionale) nella vittoria degli Spurs per 89-85 contro i Los Angeles Clippers. Il 22 dicembre, Leonard si sottopone a un'iniezione terapeutica per un infortunio alla mano destra, restando fuori a tempo indeterminato. Il 16 gennaio 2015, dopo aver saltato 15 partite, torna all'azione con 20 punti, 4 rimbalzi, 5 assist e 3 palle rubate nella vittoria degli Spurs per 110-96 sui Portland Trail Blazers. Il 23 Aprile viene nominato Defensive Player Of The Year.[16]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Regular season[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
  PG Partite giocate   PI  Partite iniziate  MPG  Minuti a partita
 FG%   % dal campo  3P%   % da tre punti  FT%   % tiro libero
 OFF  Rimbalzi offensivi a partita  DIF  Rimbalzi difensivi a partita  RPG  Rimbalzi a partita
 APG  Assist a partita  PRPG  Palle rubate a partita  SPG  Stoppate a partita
 PPG  Punti a partita  Grassetto  Career high
Anno Squadra PG PI MPG FG% 3P% FT% RPG APG PRPG SPG PPG
2011-12 San Antonio 64 39 24,0 49,3 37,6 77,3 5,1 1,1 1,3 0,4 7,9
2012-13 San Antonio 58 57 31,2 49,4 37,4 82,5 6,0 1,6 1,7 0,6 11,9
2013-14 San Antonio 66 65 29,1 52,2 37,9 80,2 6,2 2 1,7 0,8 12,8
Carriera 188 161 28,1 50,3 37,6 80 5,8 1,6 1,6 0,6 10,9

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra PG PI MPG FG% 3P% FT% RPG APG PRPG SPG PPG
2011-12 San Antonio 14 14 27,1 50,0 45,0 81,3 5,9 0,6 1,2 0,4 8,6
2012-13 San Antonio 21 21 36,9 54,5 39,0 63,3 9,0 1,0 1,8 0,5 13,5
2013-14 San Antonio 23 23 32,0 51,0 41,9 73,6 6,7 1,7 1,7 0,6 14,3
Carriera 58 58 32,6 52,2 41,6 70,8 7,4 1,2 1,6 0,5 12,6

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

NBA[modifica | modifica wikitesto]

Squadra[modifica | modifica wikitesto]

San Antonio Spurs: 2014

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

2014
First Team: 2015
Second Team: 2014
2014-2015

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Il padre di Kawhi, Mark Leonard, è stato assassinato a Compton in un autolavaggio nel gennaio 2008[17]; il colpevole non è ancora stato identificato[18][19]. La perdita del padre ha inciso molto su Kawhi e sul suo carattere.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]