Kawhi Leonard

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kawhi Leonard
1 kawhi leonard 2019 (cropped).jpg
Leonard nel 2019 con la maglia dei Toronto Raptors
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 203 cm
Peso 104 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Ala piccola
Squadra L.A. Clippers
Carriera
Giovanili
Martin Luther King H.S.
2009-2011SDSU Aztecs
Squadre di club
2011-2018San Antonio Spurs407 (6.654)
2018-2019Toronto Raptors60 (1.596)
2019-L.A. Clippers9 (241)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 12 novembre 2019

Kawhi Anthony Leonard (Riverside, 29 giugno 1991) è un cestista statunitense, ala piccola dei Los Angeles Clippers.

Considerato uno dei migliori giocatori attuali dell'NBA,[1][2][3] è diventato campione NBA nelle stagioni 2013-14 con i San Antonio Spurs e nel 2018-19 con i Toronto Raptors, venendo eletto entrambe le volte MVP delle finali.[4][5]

È uno dei tre giocatori nella storia, insieme a Kareem Abdul-Jabbar e LeBron James, a vincere l'MVP nelle finali in due squadre diverse, l'unico in due conference diverse.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Noto per la sua abilità in fase difensiva, è stato insignito per due volte (nel 2015 e nel 2016) del premio NBA Defensive Player of the Year, ma è anche un ottimo realizzatore; la sua capacità di essere decisivo su entrambi i lati del campo ha portato Michael Jordan (a cui è stato paragonato)[3][5] a definirlo il miglior giocatore della Lega nel coniugare attacco e difesa.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

High school[modifica | modifica wikitesto]

Leonard ha frequentato la Martin Luther King High School, nella sua città natale alle porte di Los Angeles. Nel 2009, da senior, è stato nominato Mr. Basketball California[6] e si è collocato alla quarantottesima posizione nella classifica dei migliori giocatori in prospettiva della nazione dalla rivista Rivals.com[7].

College[modifica | modifica wikitesto]

Al primo anno alla San Diego State, Leonard realizza una media di 12,7 punti e di 9,9 rimbalzi a partita[8]. Nel 2010 viene nominato "Mountain West Conference Men's Basketball Tournament MVP"[9].

NBA[modifica | modifica wikitesto]

San Antonio Spurs (2011-2018)[modifica | modifica wikitesto]

Leonard nel 2017 agli Spurs

Leonard viene selezionato come quindicesima scelta assoluta al draft NBA 2011 dagli Indiana Pacers, ma viene ceduto ai San Antonio Spurs in una complessa operazione per portare in Indiana George Hill[10], firmando con gli Spurs subito dopo la fine del lockout[11]. Durante l'assenza, causa infortunio, di Emanuel Ginóbili, Gregg Popovich prova Leonard come suo sostituto nel quintetto base[12]. Lui e il compagno di squadra Tiago Splitter vengono anche selezionati per giocare nel Rising Stars Challenge del 2012 come membri del Team Chuck di Charles Barkley. Successivamente, anche per via dell'ascesa di Danny Green e dell'acquisto di Stephen Jackson, Leonard ha cambiato ruolo, diventando l'ala piccola del quintetto base degli speroni.

Leonard si classifica quarto nella corsa all'NBA Rookie of the Year Award, ricevendo qurantasette voti[13], e viene selezionato per l'All-Rookie First Team.[14] Al termine della stagione, viene scelto per giocare nello USA Men’s Select Team, partecipando a un training camp contro la Nazionale statunitense.[15]

La stagione 2013-14 sarà l'anno della consacrazione per Leonard: grazie infatti alle sue ottime prestazioni in regular season e, soprattutto, nei playoffs, il giocatore conduce gli Spurs al loro quinto titolo. Il 10 giugno 2014, nella terza gara delle finals contro Miami, mette a segno un career high di 29 punti che permette alla sua squadra di vincere per 111-92.[16] Le sue giocate (17.8 punti a partita con il 61% dal campo) e l'ottima marcatura su LeBron James nelle cinque partite contro gli Heat gli permetteranno di essere nominato MVP delle Finals a 22 anni e 350 giorni, diventando il terzo più giovane di sempre a vincere questo titolo dietro ai soli Magic Johnson e il compagno di squadra Tim Duncan.[17]

Al termine di un'ottima stagione 2014-2015, in cui si laurea Defensive Player Of The Year,[18] rinnova con gli Spurs per un periodo di cinque anni, con un contratto da 90 milioni di dollari.[19][20] Vincerà il premio di miglior difensore dell'anno anche nella stagione successiva, arrivando inoltre secondo nella corsa al premio di MVP, dietro Stephen Curry. Il 26 ottobre 2016 all'opening night mette a referto il suo career high di 35 punti,[21] nella vittoria per 129-100 contro i Golden State Warriors, che ritoccherà nella partita contro i Cleveland Cavaliers, segnandone 41.[22]

Toronto Raptors (2018-2019)[modifica | modifica wikitesto]

Il secondo anello (2018-2019)[modifica | modifica wikitesto]

Il 18 luglio 2018, dopo lunghe controversie con la dirigenza di San Antonio legate alla condizione fisica del giocatore (pronto, secondo lo staff medico della squadra, per tornare a giocare, a differenza di quanto ritenuto dal giocatore stesso) Leonard viene scambiato insieme a Danny Green e 5 milioni di dollari, in cambio di DeMar DeRozan, Jakob Pöltl ed una scelta protetta al Draft 2019, diventando così un giocatore dei Toronto Raptors.[23][24][25] Esordisce da titolare il 14 ottobre nella prima partita stagionale dei canadesi vinta per 116-104 contro i Cleveland Cavaliers, finalisti della passata stagione e orfani della loro ex stella LeBron James, realizzando una doppia doppia con 24 punti e 12 rimbalzi.[26] Il 1º gennaio 2019 aggiorna, con 45 punti e una percentuale di tiro del 72,7%, il suo career high nella vittoria ai danni degli Utah Jazz senza mettere a segno alcun tiro da tre punti.[27] Il 24 gennaio viene eletto dal pubblico nel quintetto titolare della Eastern conference per prendere parte all'NBA All-Star Game (terza volta per lui),[28] venendo selezionato nel Team LeBron. Gioca 60 partite con le medie di 26,6 punti, 7,3 rimbalzi e 3,3 assist a partita, trascinando i Raptors al secondo posto della Eastern Conference e venendo incluso nel secondo quintetto All-NBA.

Durante i Playoff i Raptors eliminano i Magic in cinque partite, per poi sconfiggere i 76ers in sette gare con un suo buzzer-beater dall'angolo.[3][29] Nelle finali di Conference i Raptors incontrano i Bucks, trascinati da Giannis Antetokounmpo. Dopo essere andati sotto 0-2, Toronto riesce a vincere quattro partite consecutive (con lo straordinario apporto offensivo e difensivo di Leonard), approdando per la prima volta nella sua storia alle Finali NBA.[30] In finale i Raptors trovano i Golden State Warriors, campioni in carica, privi però della superstar Kevin Durant. Toronto si laurea campione in sei partite, con Leonard che, dopo alcune ottime prestazioni,[5] viene nominato MVP delle Finals per la seconda volta in carriera, diventando il terzo giocatore della storia a vincere il premio con due squadre diverse.[5]

Los Angeles Clippers (2019-)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver incontrato nei primi giorni di free agency i dirigenti dei Toronto Raptors, dei Los Angeles Lakers e dei Los Angeles Clippers, Leonard annuncia la sua intenzione di firmare con quest’ultimi un contratto da tre anni (con opzione sul terzo) da 109 milioni di dollari,[31] dopo essersi assicurati le prestazioni dell’All-Star Paul George, personalmente convinto da Leonard a chiedere il trasferimento ai Clippers.[32]

Il 21 novembre 2019, alla 15ª gara stagionale, la coppia Leonard-George debutta insieme con la maglia dei Los Angeles Clippers. Entrambi i compagni giocano un partita vincente, che si conclude con 17 punti per Leonard, unitamente a 25 punti e 8 assist per George.[33]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
  PG Partite giocate   PT  Partite da titolare  MP  Minuti a partita
 TC%  Percentuale tiri dal campo a segno  3P%  Percentuale tiri da tre punti a segno  TL%  Percentuale tiri liberi a segno
 RP  Rimbalzi a partita  AP  Assist a partita  PRP  Palle rubate a partita
 SP  Stoppate a partita  PP  Punti a partita  Grassetto  Career high

Stagione regolare[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra PG PT MP TC% 3P% TL% RP AP PRP SP PP
2011-12 San Antonio Spurs 64 39 24,0 49,3 37,6 77,3 5,1 1,1 1,3 0,4 7,9
2012-13 San Antonio Spurs 58 57 31,2 49,4 37,4 82,5 6,0 1,6 1,7 0,6 11,9
2013-14 San Antonio Spurs 66 65 29,1 52,2 37,9 80,2 6,2 2,0 1,7 0,8 12,8
2014-15 San Antonio Spurs 64 64 31,8 47,9 34,9 80,2 7,2 2,5 2,3 0,8 16,5
2015-16 San Antonio Spurs 72 72 33,1 50,6 44,3 87,4 6,8 2,6 1,8 1,0 21,2
2016-17 San Antonio Spurs 74 74 33,4 48,5 38,1 88,0 5,8 3,5 1,8 0,7 25,5
2017-18 San Antonio Spurs 9 9 23,3 46,8 31,4 81,6 4,7 2,3 2,0 1,0 16,2
2018-19 Toronto Raptors 60 60 34,0 49,6 37,1 85,4 7,3 3,3 1,8 0,4 26,6
Carriera 467 440 30,8 49,5 38,3 84,8 6,3 2,4 1,8 0,7 17,7
All-Star 3 3 19,7 51,5 31,6 0,0 4,3 2,3 1,0 0,3 13,3

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra PG PT MP TC% 3P% TL% RP AP PRP SP PP
2012 San Antonio Spurs 14 14 27,1 50,0 45,0 81,3 5,9 0,6 1,2 0,4 8,6
2013 San Antonio Spurs 21 21 36,9 54,5 39,0 63,3 9,0 1,0 1,8 0,5 13,5
2014 San Antonio Spurs 23 23 32,0 51,0 41,9 73,6 6,7 1,7 1,7 0,6 14,3
2015 San Antonio Spurs 7 7 35,7 47,7 42,3 77,1 7,4 2,6 1,1 0,6 20,3
2016 San Antonio Spurs 10 10 33,9 50,0 43,6 82,4 6,3 2,8 2,6 1,4 22,5
2017 San Antonio Spurs 12 12 35,8 52,5 45,5 93,1 7,8 4,6 1,7 0,5 27,7
2019 Toronto Raptors 24 24 39,1 49,0 37,9 88,4 9,1 3,9 1,7 0,7 30,5
Carriera 111 111 34,7 50,6 41,1 83,5 7,7 2,4 1,7 0,6 19,5

Record personali[modifica | modifica wikitesto]

Dati aggiornati il 26 novembre 2019[34]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

NBA[modifica | modifica wikitesto]

Squadra[modifica | modifica wikitesto]

San Antonio Spurs: 2014
Toronto Raptors: 2019

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

2014, 2019
First Team: 2015, 2016, 2017
Second Team: 2014, 2019
2014-2015, 2015-2016
First Team: 2016, 2017
Second Team: 2019

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Michael C. Wright, Could Kawhi Leonard score on himself? The GOAT weighs in, in ESPN, 4 agosto 2017. URL consultato il 19 luglio 2018.
  2. ^ Zach Kram, The 15 Facts That Show Why Kawhi Leonard’s Playoff Run Was So Legendary, su The Ringer, 14 giugno 2019. URL consultato il 15 giugno 2019.
  3. ^ a b c (EN) Matt Penn, Kawhi Leonard: NBA experts compare Raptors star to Michael Jordan after EPIC buzzer beater, su Express.co.uk, 14 maggio 2019. URL consultato il 15 giugno 2019.
  4. ^ NBA Finals, Kawhi Leonard nominato MVP: "Tanti dubitavano di me", su sport.sky.it.
  5. ^ a b c d (EN) NBA Finals 2019: Did Kawhi Leonard just have the greatest individual postseason run in NBA history?, su NBA.com India | The official site of the NBA. URL consultato il 15 giugno 2019.
  6. ^ Diamond Leung, SDSU loses Kawhi Leonard and his recruiter, ESPN, 15 aprile 2011. URL consultato il 21 dicembre 2011.
  7. ^ Yahoo Sports: Rivals.com Ranking - Rivals150 for class of 2009
  8. ^ ESPN Mens College Basketball, su espn.go.com.
  9. ^ 2010 Mountain West Conference Men's Basketball Tournament, su goaztecs.cstv.com. URL consultato l'11 maggio 2012 (archiviato dall'url originale l'8 luglio 2011).
  10. ^ NBA Draft trades: Pacers deal Leonard to San Antonio for George Hill, su aol.sportingnews.com.
  11. ^ Kawhi signs with Spurs, su blog.mysanantonio.com.
  12. ^ Kawhi gets first career NBA start tonight, su blog.mysanantonio.com.
  13. ^ Cavaliers' Kyrie Irving named Kia Rookie of the Year, su nba.com (archiviato dall'url originale il 17 maggio 2012).
  14. ^ San Antonio's Kawhi Leonard Named to NBA's All-Rookie First Team, su nba.com.
  15. ^ Kawhi Leonard and DeJuan Blair Chosen to 2012 USA Men's Select Tean, su nba.com.
  16. ^ Spurs at Heat - June 10, 2014 - Game Preview, Play by Play, Scores and Recap on NBA.com, su nba.com. URL consultato il giugno 16, 2014 (archiviato dall'url originale il giugno 13, 2014).
  17. ^ MVP Leonard does it all, espn.go.com, 16 giugno 2014. URL consultato il 16 giugno 2014.
  18. ^ Nba, Kawhi Leonard di San Antonio miglior difensore dell'anno, su gazzetta.it. URL consultato il 23 aprile 2015.
  19. ^ Spurs Re-Sign Kawhi Leonard, su nba.com.
  20. ^ Kawhi Leonard agrees to five-year, $90M deal to remain with Spurs, su espn.com.
  21. ^ (EN) Spurs vs. Warriors - Game Summary - October 25, 2016 - ESPN, su ESPN.com. URL consultato il 4 marzo 2019.
  22. ^ (EN) Daily Facts, Kawhi Leonard Drops Career-High 41 Points in Overtime Victory over Cavaliers, su Bleacher Report. URL consultato il 4 marzo 2019.
  23. ^ (EN) Spurs, Raptors Agree To Kawhi, DeRozan Trade, in NBA, 18 luglio 2018. URL consultato il 19 luglio 2018.
  24. ^ Ora è ufficiale: Kawhi Leonard ceduto ai Raptors, DeMar DeRozan finisce agli Spurs, in Sportando, 18 luglio 2018. URL consultato il 19 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 19 luglio 2018).
  25. ^ (EN) Spurs sending Raptors $5 million in Kawhi Leonard-DeMar DeRozan trade, in Clutch Points, 18 luglio 2018. URL consultato il 21 settembre 2019.
  26. ^ Michele Gibin, Kawhi Leonard: “Sto bene, l’accoglienza del pubblico mi ha dato grande energia”, su nbapassion.com, 18 ottobre 2018. URL consultato il 5 marzo 2019.
  27. ^ ESPN, Kawhi Leonard's career-high 45 points lead Raptors to win vs. Jazz | NBA Highlights, 1º gennaio 2019. URL consultato il 4 marzo 2019.
  28. ^ Josh Kern, Kawhi Leonard to Start in 2019 NBA All-Star Game, su Raptors HQ, 24 gennaio 2019. URL consultato il 4 marzo 2019.
  29. ^ Bleacher Report, Kawhi Leonard Sends Philadelphia 76ers Home With Epic Buzzer-Beater in Game 7, 12 maggio 2019. URL consultato il 15 giugno 2019.
  30. ^ (EN) Bucks vs. Raptors - Game Recap - May 25, 2019 - ESPN, su ESPN.com. URL consultato il 26 maggio 2019.
  31. ^ (EN) Source: Kawhi signs shorter 3-year Clips deal, su ESPN.com, 10 luglio 2019. URL consultato il 10 luglio 2019.
  32. ^ (EN) Clippers acquire Paul George, recruited by Kawhi Leonard, in reported blockbuster deal with Thunder: Trade Grades, su CBSSports.com. URL consultato il 10 luglio 2019.
  33. ^ NBA, il debutto di Kawhi Leonard e Paul George: l'analisi di Crespi e Bonfardeci.VIDEO, su sport.sky.it, 21 novembre 2019 (archiviato il 21 novembre 2019).
  34. ^ Kawhi Leonard Career Bests and Rankings, su basketball.realgm.com. URL consultato il 18 giugno 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN1323150325567210090009 · LCCN (ENn2017048363 · WorldCat Identities (ENn2017-048363