NBA All-Star Weekend 2016

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
NBA All-Star Weekend 2016
2016 NBA All-Star Game logo.jpg
Dettagli evento
OrganizzatoreNBA
Periododal 12 febbraio 2016
al 14 febbraio 2016
CittàToronto
Impianto di giocoAir Canada Centre
All-Star Game
East
173
West
196
Spettatori18.298
MVPRussell Westbrook
Slam Dunk ContestZach LaVine
Three-point ShootoutKlay Thompson
Skills ChallengeKarl-Anthony Towns
  ← ed. precedente ed. successiva →  

L'NBA All-Star Weekend 2016 si è disputato presso l'Air Canada Centre di Toronto da venerdì 12 febbraio a domenica 14 febbraio 2016. La manifestazione ha previsto vari eventi cestistici, e si è concluso con il 65º All-Star Game della NBA. Per la prima volta questa manifestazione si è giocata fuori dagli Stati Uniti d'America.

Venerdì[modifica | modifica wikitesto]

All-Star Celebrity Game[modifica | modifica wikitesto]

Il primo evento del weekend è l'All-Star Celebrity Game, per ragioni di sponsorizzazione noto come "Sprint NBA All-Star Celebrity Game". L'evento prevede una partita tra squadre di miste, composte da personaggi dello spettacolo ed ex giocatori NBA. Per questa edizione, la prima in Canada, si sono affrontati, il team USA, guidato dall'attore Kevin Hart, composto dagli attori Anthony Anderson, Bryshere Y. Gray, Michael B. Jordan, Nick Cannon e Jason Sudeikis, dagli ex giocatori Chauncey Billups e Muggsy Bogues, dalla giocatrice WNBA Elena Delle Donne, e dal proprietario dei Milwaukee Bucks Marc Lasry; contro il team Canada guidato dal rapper Drake, composto dagli attori Stephan James e Kris Wu, dal cantante Win Butler, dal tennista Milos Raonic, dai personaggi televisivi Johnathan e Drew Scott, dagli ex giocatori Rick Fox e Tracy McGrady e dalla giocatrice WNBA Natalie Achonwa.

NBA Rising Stars Challenge[modifica | modifica wikitesto]

Il secondo evento del venerdì è l'NBA Rising Stars Challenge, una sfida tra due squadre miste di rookies e sophomores della stagione NBA 2015-2016. I giocatori sono stati selezionati dai vice allenatori delle squadre NBA. Le due rose sono state divise tra i giocatori statunitensi, guidati da Larry Drew, vice-allenatore dei Cleveland Cavaliers; e quelli provenienti dal resto del mondo allenati da Ettore Messina, vice-allenatore degli San Antonio Spurs. MVP della partita è stato eletto Zach LaVine, dei Minnesota Timberwolves[1].

Toronto
12 febbraio 2015, ore 9:00 pm ET
Team World154 – 157
(79-88)
referto
Team USAAir Canada Centre (18.298 spett.)
Arbitri: Stati Uniti J.T. Orr
Stati Uniti Scott Twardoski
Stati Uniti Ben Taylor

Team World[modifica | modifica wikitesto]

Team World

Giocatore Anno Squadra MIN FG 3FG FT RO RD RIM AST FP RUB PER ST PT
Canada Andrew Wiggins S Minnesota Timberwolves 29:42 13-15 0-2 3-4 1 1 2 5 2 0 1 0 29
Lettonia Kristaps Porziņģis R New York Knicks 27:39 12-16 5-8 1-2 0 5 5 4 1 0 2 1 30
Serbia Nikola Jokić R Denver Nuggets 16:53 6-10 0-0 0-0 8 0 8 4 1 0 1 0 12
Croazia Bojan Bogdanović S Brooklyn Nets 15:51 2-6 2-6 0-0 0 2 2 2 1 1 1 0 6
RD del Congo Emmanuel Mudiay R Denver Nuggets 25:01 12-20 5-10 1-2 1 2 3 10 2 3 5 1 30
Riserve
Croazia Mario Hezonja R Orlando Magic 23:31 8-19 3-9 0-0 2 8 10 7 0 2 4 1 19
Canada Dwight Powell S Dallas Mavericks 16:01 6-9 0-0 0-0 5 6 11 2 1 2 1 0 12
Brasile Raul Togni Neto R Utah Jazz 17:59 1-1 0-0 0-0 0 1 1 9 0 0 1 0 2
Svizzera Clint Capela S Houston Rockets 15:07 6-9 0-1 0-0 2 5 7 1 0 1 2 0 12
Canada Trey Lyles[2] R Utah Jazz 12:16 1-6 0-2 0-0 0 2 2 1 1 0 1 0 2
Totale 200 67-111 15-38 5-8 19 32 51 45 9 9 19 3 154
All. Italia Ettore Messina San Antonio Spurs

Team USA[modifica | modifica wikitesto]

Team USA

Giocatore Anno Squadra MIN FG 3FG FT RO RD RIM AST FP RUB PER ST PT
Stati Uniti Zach LaVine S Minnesota Timberwolves 23:40 13-20 2-3 2-2 4 3 7 4 0 1 1 0 30
Stati Uniti Jabari Parker S Milwaukee Bucks 23:40 6-10 0-2 0-0 0 1 1 5 0 1 2 1 12
Stati Uniti Karl-Anthony Towns R Minnesota Timberwolves 21:40 8-15 0-3 2-2 3 4 7 4 0 0 0 0 18
Stati Uniti Jordan Clarkson S Los Angeles Lakers 23:40 8-20 5-14 4-4 1 4 5 5 0 4 2 0 25
Stati Uniti Marcus Smart S Boston Celtics 21:40 1-8 1-5 0-0 2 2 4 5 0 1 0 0 3
Riserve
Stati Uniti D'Angelo Russell R Los Angeles Lakers 16:20 9-15 4-7 0-0 0 1 1 7 0 2 2 0 22
Stati Uniti Devin Booker[3] R Phoenix Suns 18:20 9-13 5-8 0-1 1 0 1 0 2 1 0 0 23
Stati Uniti Elfrid Payton S Orlando Magic 16:20 0-2 0-1 0-0 0 1 1 0 0 1 1 0 0
Stati Uniti Jahlil Okafor R Philadelphia 76ers 17:57 6-7 1-1 0-0 2 2 4 3 3 1 1 0 13
Stati Uniti Rodney Hood S Utah Jazz 16:43 5-6 1-2 0-0 0 3 3 3 0 1 2 0 11
Totale 200 65-116 19-46 8-9 13 21 34 36 5 13 11 1 157
All. Stati Uniti Larry Drew Cleveland Cavaliers

Sabato[modifica | modifica wikitesto]

Durante l'NBA All-Star Saturday Night si disputano: lo Skills Challenge, il Three-Point Contest e lo Slam Dunk Contest.

Skills Challenge[modifica | modifica wikitesto]

Il "Taco Bell Skills Challenge" è una sfida di abilità, disputata tra giocatori NBA in attività.


  Quarti di finale Semifinali Finale
                           
  1  C.J. McCollum O  
8  Jordan Clarkson X  
     C.J. McCollum X  
     Isaiah Thomas O  
4  Isaiah Thomas O
  5  Emmanuel Mudiay X  
       Isaiah Thomas X
     Karl-Anthony Towns O
  3  Draymond Green X  
6  Karl-Anthony Towns O  
     Karl-Anthony Towns O
     DeMarcus Cousins X  
2  DeMarcus Cousins O
  7  Anthony Davis X  


Three-Point Contest[modifica | modifica wikitesto]

Il "Foot Locker Three Point Contest" è la gara tra i migliori tiratori da 3 punti.

Slam Dunk Contest[modifica | modifica wikitesto]

Al "Verizon Slam Dunk" partecipano i migliori schiacciatori del campionato.

Giocatore Squadra 1º t. Fin.
Stati Uniti Zach LaVine Minnesota Timberwolves 99 (50+49) 200 (50+50+50+50)
Stati Uniti Aaron Gordon Orlando Magic 94 (45+49) 197 (50+50+50+47)
Stati Uniti Will Barton Denver Nuggets 75 (44+31) -
Stati Uniti Andre Drummond Detroit Pistons 74 (36+38) -

Domenica[modifica | modifica wikitesto]

All Star Game[modifica | modifica wikitesto]

I roster per l'All Star Game sono stati pubblicati il 21 gennaio 2016 in diretta nazionale sulla televisione americana TNT. Il pubblico poteva votare tramite il sito ufficiale della Lega, tramite i social network o tramite SMS due guardie e tre giocatori lunghi per conference.

Kobe Bryant dei Los Angeles Lakers è stato il giocatore con più voti dell'anno con 1.891.614 voti, aggiudicandosi la sua 18ª partecipazione alla manifestazione piazzandosi davanti l'MVP dell'anno scorso Stephen Curry che ha ottenuto 1.604.325 voti. Gli altri giocatori della NBA Western Conference sono Russell Westbrook e Kevin Durant degli Oklahoma City Thunder, rispettivamente alla loro quinta e settima presenza all'All Star Game e Kawhi Leonard dei San Antonio Spurs che parteciperà a quest'incontro per la prima volta in carriera.[6]

Lebron James dei Cleveland Cavaliers, con 1.089.206 voti, è stato il giocatore più votato della Eastern Conference. Per il nativo di Akron si tratta della 12ª presenza all'All Star Game, proprio come Dwyane Wade dei Miami Heat che con 941.466 voti entra nel quintetto base. Gli altri giocatori sono Kyle Lowry dei Toronto Raptors (seconda presenza), Paul George degli Indiana Pacers (terza presenza) e Carmelo Anthony dei New York Knicks alla sua nona presenza.[6]

Toronto
14 febbraio 2016
Western Conference196 – 173
(40-43, 92-90, 145-136)
referto
Eastern ConferenceAir Canada Centre (18.298 spett.)
Arbitri: Stati Uniti Matt Boland
Stati Uniti Zach Zarba
Stati Uniti Dan Crawford

Western Conference[modifica | modifica wikitesto]

Western Conference

Giocatore Squadra MIN FG 3FG FT RO RD. RIM AST FP RUB PER ST PT
Stati Uniti Kobe Bryant Los Angeles Lakers 25:49 4-11 1-5 1-2 1 5 6 7 1 1 1 0 10
Stati Uniti Kawhi Leonard San Antonio Spurs 25:39 8-15 1-6 0-0 3 3 6 3 0 2 2 0 17
Stati Uniti Kevin Durant Oklahoma City Thunder 22:55 11-18 1-8 0-0 2 3 5 7 0 2 0 0 23
Stati Uniti Stephen Curry Golden State Warriors 28:50 10-18 6-13 0-0 1 4 5 6 1 4 2 0 26
Stati Uniti Russell Westbrook Oklahoma City Thunder 22:11 12-23 7-17 0-0 3 5 8 5 1 5 3 0 31
Riserve
Stati Uniti Klay Thompson Golden State Warriors 21:05 3-11 3-10 0-0 1 1 2 2 0 1 0 0 9
Stati Uniti James Harden Houston Rockets 21:05 8-14 7-12 0-0 0 4 4 3 0 0 1 0 23
Stati Uniti Anthony Davis New Orleans Pelicans 15:19 12-13 0-0 0-0 3 3 6 0 1 1 0 0 24
Stati Uniti Chris Paul Los Angeles Clippers 19:10 5-7 4-6 0-0 0 4 4 16 1 1 4 0 14
Stati Uniti LaMarcus Aldridge San Antonio Spurs 14:13 2-8 0-1 0-0 1 3 4 1 0 1 0 0 4
Stati Uniti Draymond Green Golden State Warriors 12:08 2-6 0-1 0-0 1 4 5 0 1 2 1 0 4
Stati Uniti DeMarcus Cousins Sacramento Kings 11:36 5-5 1-1 0-0 1 3 4 1 2 0 0 0 11
Totale 240 82-149 31-80 1-2 17 42 59 51 8 20 14 0 196
All. Stati Uniti Gregg Popovich San Antonio Spurs

Eastern Conference[modifica | modifica wikitesto]

Eastern Conference

Giocatore Squadra MIN FG 3FG FT RO RD RIM AST FP RUB PER ST PT
Stati Uniti LeBron James Cleveland Cavaliers 20:13 6-13 1-5 0-0 0 4 4 7 0 0 4 0 13
Stati Uniti Paul George Indiana Pacers 26:49 16-26 9-19 0-0 0 5 5 1 0 1 3 0 41
Stati Uniti Carmelo Anthony New York Knicks 22:56 6-11 1-5 0-0 3 3 6 0 2 0 2 1 13
Stati Uniti Dwyane Wade Miami Heat 22:56 4-7 0-1 0-0 1 3 4 6 0 2 3 0 8
Stati Uniti Kyle Lowry Toronto Raptors 28:31 5-13 4-12 0-0 0 5 5 10 2 2 6 1 14
Riserve
Stati Uniti DeMar DeRozan Toronto Raptors 18:54 9-15 0-3 0-1 1 0 1 2 0 1 1 0 18
Stati Uniti John Wall Washington Wizards 19:29 10-14 2-4 0-0 0 3 3 3 0 1 2 0 22
Stati Uniti Paul Millsap Atlanta Hawks 19:04 1-6 1-2 0-0 1 2 3 1 0 0 0 0 3
Stati Uniti Isaiah Thomas Boston Celtics 18:59 4-11 1-5 0-0 3 0 3 1 1 1 1 0 9
Spagna Pau Gasol[7] Chicago Bulls 14:31 3-7 0-1 3-4 1 6 7 1 2 1 1 0 9
Stati Uniti Andre Drummond Detroit Pistons 18:13 8-11 0-1 0-0 5 8 13 0 1 2 1 0 16
Rep. Dominicana Al Horford[8] Atlanta Hawks 09:25 3-3 1-1 0-0 0 3 3 2 0 0 0 0 7
Totale 240 75-137 20-59 3-5 15 42 57 34 8 11 24 2 173
All. Stati Uniti Tyronn Lue Cleveland Cavaliers

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) USA beats World in Rising Stars with LaVine taking MVP, NBA. URL consultato il 13 febbraio 2016.
  2. ^ Trey Lyles sostituisce l'infortunato Nikola Mirotić, sophomore dei Chicago Bulls.
  3. ^ Devin Booker sostituisce l'infortunato Nerlens Noel, sophomore dei Philadelphia 76ers.
  4. ^ Emmanuel Mudiay in sostituzione di Patrick Beverley degli Houston Rockets
  5. ^ C.J. McCollum in sostituzione di Chris Bosh dei Miami Heat
  6. ^ a b (EN) Kobe, Curry highlight 2016 list of All-Star starters, su nba.com. URL consultato il 22 gennaio 2016.
  7. ^ Pau Gasol in sostituzione dell'infortunato Jimmy Butler dei Chicago Bulls
  8. ^ Al Horford in sostituzione dell'infortunato Chris Bosh dei Miami Heat

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pallacanestro Portale Pallacanestro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pallacanestro