Michael B. Jordan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Michael B. Jordan al San Diego Comic-Con International nel 2016

Michael Bakari Jordan (Santa Ana, 9 febbraio 1987) è un attore statunitense.

È noto per i suoi ruoli cinematografici come Oscar Grant nel dramma Prossima fermata Fruitvale Station (2013), come pugile Adonis Creed nel film sequel di Rocky, Creed - Nato per combattere (2015) e l'antagonista principale Erik Killmonger in Black Panther (2018), tutti e tre i film sono stati diretti da Ryan Coogler.

I ruoli televisivi di Jordan includono Wallace nella serie HBO The Wire (2002), Reggie Montgomery nella serie ABC La valle dei pini (2003-2006) e Vince Howard nella serie drammatica della NBC Friday Night Lights (2009-2011). Le sue altre interpretazioni includono anche Maurice "Bumps" Wilson in Red Tails (2012), Steve Montgomery in Chronicle (2012), Mikey in Quel momento imbarazzante (2014) e la Torcia Umana in Fantastic 4 - I Fantastici Quattro (2015).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Santa Ana, California, secondo dei tre figli di Donna Davis e Michael A.G. Jordan. Ha una sorella maggiore di nome Jamila e un fratello minore di nome Khalid. Il suo secondo nome in lingua swahili significa "nobile promessa". All'età di due anni si trasferisce con la famiglia a Newark, New Jersey, dove ha frequentato la Newark Arts High School. Dopo aver preso parte a vari spot pubblicitari, all'età di dodici anni debutta come attore ottenendo piccole partecipazione alle serie televisive Cosby e I Soprano, oltre ad ottenere suo primo ruolo cinematografico in Black & White.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Primi lavori (1999-2012)[modifica | modifica wikitesto]

Jordan ha lavorato come modello per bambini per diverse aziende e marchi, prima di decidere di intraprendere la carriera di attore.[2] Ha iniziato la sua carriera come attore professionista nel 1999, quando è apparso per un breve periodo in singoli episodi della serie televisiva Cosby e I Soprano.[3] Il suo primo ruolo nel film principale è stato seguito nel 2001, quando è apparso in Hardball, con Keanu Reeves. Nel 2002, ha ottenuto più attenzione interpretando il ruolo piccolo ma fondamentale di Wallace nella prima stagione di The Wire di HBO. Nel marzo 2003, è entrato nel cast di La valle dei pini interpretando Reggie Montgomery in sostituzione di Chadwick Boseman, un adolescente problematico, fino a giugno 2006, quando Jordan è stato liberato dal suo contratto. Gli altri crediti di Jordan includono le apparizioni come guest guest in CSI: Scena del crimine, Senza traccia e Cold Case - Delitti irrisolti.[4] Successivamente, ha avuto un ruolo da protagonista nel film Blackout e in The Assistants su The-N. Nel 2008, Jordan è apparso nel video musicale " Did You Wrong " di Pleasure P. Nel 2009, ha recitato come ospite in Burn Notice - Duro a morire nell'episodio " Hot Spot ", interpretando un giocatore di football americano del liceo che si è scontrato e viene cacciato da un gangster locale. Nel 2010, è come guest-star in Law & Order: Criminal Intent nell'episodio "Inhumane società" come un pugile coinvolto in un crimine.

Nel 2009, Jordan ha iniziato a recitare nel dramma della NBC Friday Night Lights nel ruolo del quarterback Vince Howard.[5] Ha interpretato il quarterback per due stagioni fino a quando lo spettacolo si è concluso nel 2011. Nel 2010 ha ottenuto un ruolo ricorrente nello show della NBC Parenthood interpretando Alex.[6] Questo segnò la sua seconda collaborazione con lo showrunner Jason Katims, che era responsabile di Friday Night Lights. BuddyTV lo ha classificato al numero 80 nella sua lista di "TV Sexiest Men of 2011".[7] Jordan ha interpretato Jace nel gioco per Xbox 360, Gears of War 3.[8]

Nel 2012, Jordan è apparso nel film Red Tails prodotto da George Lucas[9] e ha interpretato il protagonista Steve Montgomery in Chronicle, un film su tre ragazzi adolescenti che sviluppano abilità sovrumane. Jordan è anche guest-star in un episodio di Casa nel finale di stagione, interpreta un paziente cieco.[10]

Inizio della fama (2013-oggi)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013, Jordan ha recitato come Oscar Grant in Prossima fermata Fruitvale Station, diretto da Ryan Coogler. La sua performance gli ha valso il plauso della critica; il critico cinematografico di The Hollywood Reporter Todd McCarthy ha scritto che gli ricordava "un giovane Denzel Washington ".[11] In seguito al suo ruolo in Prossima fermata Fruitvale Station, Jordan è stato nominato un "attore da osservare" da People e Variety.[12] Time lo ha nominato come una delle 30 persone sotto i 30 anni che stanno cambiando il mondo ed è stato anche nominato uno degli astri del 2013 da Entertainment Weekly e GQ.[13]

Nel 2015, ha interpretato il ruolo di Johnny Storm, la torcia umana, nei Fantastici 4.[14] Il film è stato universalmente stroncato dalla critica, con una percentuale di approvazione del 9% su Rotten Tomatoes, ed è stato un fallimento al botteghino.[15]

Tuttavia, più tardi nel 2015, Jordan ha riscosso successo dalla critica e recensioni positive quando ha interpretato Adonis Creed, il figlio del pugile Apollo Creed nel sequel di Rocky, Creed - Nato per combattere, la sua seconda collaborazione con Coogler, che ha recitato in Sylvester Stallone. Jordan ha preparato il suo ruolo di pugile in Creed - Nato per combattere intraprendendo un anno di rigoroso allenamento fisico e una dieta a basso contenuto di grassi.[16]

Nell'ottobre 2017 è stato annunciato che Jordan è stato scelto per il ruolo di Mark Reese nella prossima serie di supereroi Netflix, Raising Dion.[17]

Michael B. Jordan al Comic Con nel 2017

Nel febbraio 2018, Jordan ha interpretato il villain Erik Killmonger in Black Panter ; questo ha segnato la terza collaborazione di Jordan con Coogler.[18] Jordan ha ricevuto il plauso della critica per la sua interpretazione. Dani Di Placido della rivista Forbes ha affermato che Jordan "ruba lo spettacolo" e Jason Guerrasio di Business Insider ha scritto che "Jordan interpreta un antagonista alimentato dall'odio e dal vuoto, non gli daremo il perché, ma lo consegna anche con una spavalderia che è solo una gioia da guardare... il film si spegne di più nella storia e guarda il divertimento ogni volta che Jordan è sullo schermo. "[19]

Più tardi nel 2018, Jordan ha recitato in Fahrenheit 451 con Michael Shannon e Sofia Boutella. Il film in televisione è stato distribuito su HBO da HBO Films.[20]

Nello stesso anno, Jordan ha ripreso il ruolo di pugile Adonis Creed in Creed II, un sequel di Creed - Nato per combattere (2015) e l'ottavo capitolo della serie di film Rocky. Creed II è stato distribuito negli Stati Uniti da Metro-Goldwyn-Mayer il 21 novembre 2018.[21] Il film ha ricevuto recensioni generalmente positive da parte della critica e guadagnato $35,3 milioni nel suo weekend di apertura, segnando il più grande debutto di sempre per una versione live-action.[22]

Prossimi ruoli[modifica | modifica wikitesto]

Jordan interpreterà Bryan Stevenson in un film biografico intitolato Solo misericordia. Il film dovrebbe uscire nel gennaio 2020.[23] In seguito, reciterà in Senza rimorso, basato sul libro di Tom Clancy, nel ruolo di John Clark, ex Navy SEAL e direttore dell'unità di controterrorismo d'élite Rainbow Six. Il film uscirà il 18 settembre 2020.[24]

È in programma un altro film con Coogler in un film intitolato " Risposta sbagliata" , basato sullo scandalo degli scandali di Atlanta Public Schools.[16] Jordan dovrebbe anche apparire in un secondo remake di The Thomas Crown Affair.[25] Jordan sarà anche il protagonista di Journal for Jordan, che sarà diretto da Denzel Washington, come un soldato che "tenne un diario pieno di intense lezioni di vita per il loro figlio appena nato, Jordan, mentre era all'estero."[26]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Jordan vive a Los Angeles dal 2006.[27] È cresciuto in una famiglia religiosa e si considera "spirituale".[28] A partire dal 2018, vive con i suoi genitori in una casa a Sherman Oaks.[29]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Laura Herzog, 'Creed' star Michael B. Jordan gets key to hometown of Newark, su nj.com, 18 novembre 2015. URL consultato il 27 maggio 2019.
  2. ^ September 2002 | blackfilm.com | features | interviews | on his own : an interview with michael b jordan, su www.blackfilm.com. URL consultato il 27 maggio 2019.
  3. ^ (EN) Steve Politi, Politi: 'Friday Night Lights' is over, but Newark's Michael B. Jordan is just getting started, su nj.com, 15 luglio 2011. URL consultato il 27 maggio 2019.
  4. ^ (EN) Michael B. Jordan from CSI Guest Stars: Celebrity DNA, su E! News. URL consultato il 27 maggio 2019.
  5. ^ (EN) Genevieve Koski, Michael B. Jordan, su TV Club. URL consultato il 27 maggio 2019.
  6. ^ NYLON Video, YOUNG HOLLYWOOD 2010 PREVIEW, 20 aprile 2010. URL consultato il 27 maggio 2019.
  7. ^ (EN) Keck's Exclusives: Friday Night Lights' Quarterback to Romance Parenthood Daughter | TV Guide, su TVGuide.com, 13 agosto 2010. URL consultato il 27 maggio 2019.
  8. ^ (EN) Michael B Jordan replaces Drake as Jace in Gears of War 3, su n4g.com. URL consultato il 27 maggio 2019.
  9. ^ George Lucas Finally Casts Red Tails, su web.archive.org, 19 ottobre 2013. URL consultato il 27 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 19 ottobre 2013).
  10. ^ (EN) 'Friday Night Lights' Actor Lands Guest Role on 'House', su The Hollywood Reporter. URL consultato il 27 maggio 2019.
  11. ^ (EN) Fruitvale: Sundance Review, su The Hollywood Reporter. URL consultato il 27 maggio 2019.
  12. ^ (EN) PEOPLE's Ones to Watch: Andy Samberg, Sam Claflin & More Top This Year's List, su PEOPLE.com. URL consultato il 27 maggio 2019.
  13. ^ (EN) Sarah Begley, These Are the 30 People Under 30 Changing the World, in Time. URL consultato il 27 maggio 2019.
  14. ^ (EN) Michael B. Jordan Signed On For 'Fantastic Four', su Vibe, 21 ottobre 2013. URL consultato il 27 maggio 2019.
  15. ^ (EN) Fantastic Four (2015). URL consultato il 27 maggio 2019.
  16. ^ a b (EN) Cara Buckley, Michael B. Jordan Gives Millennials Their ‘Rocky’ With ‘Creed’, in The New York Times, 28 ottobre 2015. URL consultato il 27 maggio 2019.
  17. ^ (EN) Cynthia Littleton, Cynthia Littleton, Netflix Gives Series Order to Michael B. Jordan’s Sci-Fi Family Drama ‘Raising Dion’, su Variety, 5 ottobre 2017. URL consultato il 27 maggio 2019.
  18. ^ (EN) Michael B. Jordan Joins Marvel's 'Black Panther' (Exclusive), su The Hollywood Reporter. URL consultato il 27 maggio 2019.
  19. ^ Jason Guerrasio, 'Black Panther' is the rare Marvel movie that makes you care about the villain — and Michael B. Jordan delivers an incredible performance, su Business Insider. URL consultato il 27 maggio 2019.
  20. ^ (EN) Patrick Hipes, Patrick Hipes, Michael B. Jordan & Michael Shannon To Topline ‘Fahrenheit 451’ Movie At HBO, su Deadline, 19 aprile 2017. URL consultato il 27 maggio 2019.
  21. ^ (EN) Creed II First Reviews: A Solid, if Predictable, Sequel, su editorial.rottentomatoes.com. URL consultato il 27 maggio 2019.
  22. ^ (EN) Todd Spangler, Todd Spangler, ‘Black Panther’ Star Michael B. Jordan to Lend Voice to Rooster Teeth’s ‘gen:Lock’ Anime-Style Series, su Variety, 21 maggio 2018. URL consultato il 27 maggio 2019.
  23. ^ (EN) Justin Kroll, Justin Kroll, Broad Green Pictures Lands ‘Just Mercy’ With Michael B. Jordan (EXCLUSIVE), su Variety, 24 luglio 2015. URL consultato il 27 maggio 2019.
  24. ^ (EN) Michael B. Jordan's 'Without Remorse' Sets 2020 Release Date, su The Hollywood Reporter. URL consultato il 27 maggio 2019.
  25. ^ (EN) Michael B. Jordan, MGM to Remake 'The Thomas Crown Affair' (Exclusive), su The Hollywood Reporter. URL consultato il 27 maggio 2019.
  26. ^ (EN) Justin Kroll, Justin Kroll, Michael B. Jordan to Star in Denzel Washington’s ‘Journal for Jordan’, su Variety, 21 febbraio 2019. URL consultato il 27 maggio 2019.
  27. ^ (EN) Michael B Jordan explains why he goes for roles written for white characters, su The Independent, 1º gennaio 2016. URL consultato il 27 maggio 2019.
  28. ^ (EN) Michael B. Jordan Answers ESSENCE's Questions on Faith and Spirituality, su Essence. URL consultato il 27 maggio 2019.
  29. ^ The Heartwarming Reason Why Michael B. Jordan Lives with His Parents, su www.flare.com. URL consultato il 27 maggio 2019.
  30. ^ (EN) Awards for 2015 films, National Society of Film Critics, 3 gennaio 2016. URL consultato il 4 gennaio 2016.
  31. ^ (EN) John Nugent, Empire Awards 2016 nominations, Empire, 18 febbraio 2016. URL consultato il 18 febbraio 2016.
  32. ^ (EN) Clayton Davis, SEATTLE FILM CRITICS SURVEY – ‘MAD MAX’ LEADS THE NODS WITH STRONG ‘CAROL’ LOVE, awardscircuit.com, 4 gennaio 2016. URL consultato il 10 gennaio 2016.
  33. ^ (EN) Sasha Stone, The Boston Film Critics Online Name Mad Max: Fury Road the Best Film of 2015, awardsdaily.com, 4 dicembre 2015. URL consultato il 5 dicembre 2015.
  34. ^ (EN) Maane Khatchatourian, ‘Creed,’ ‘Empire,’ ‘Black-ish’ Lead NAACP Image Award Nominations, Variety, 8 dicembre 2015. URL consultato il 9 dicembre 2015.
  35. ^ (EN) Brittney Stephens, Michael B. Jordan's Winning Looks Will Melt You Into a Puddle, popsugar.com, 5 febbraio 2016. URL consultato il 6 febbraio 2016.
  36. ^ (EN) Straight Outta Compton' & Creed Take Top Honors From African-American Film Critics, deadline.com, 7 dicembre 2015. URL consultato il 7 dicembre 2015.
  37. ^ (EN) OFCS 2015 awards nominees announced, flickfilosopher.com, 7 dicembre 2015. URL consultato l'8 dicembre 2015.
  38. ^ a b c (EN) Jason Dietz, Best of 2015: Film Awards & Nominations Scorecard, Metacritic. URL consultato il 16 dicembre 2015.
  39. ^ (EN) Alyssa Sage, Black Film Critics Circle Name ‘Creed’ Top Film of the Year, Variety, 21 dicembre 2015. URL consultato il 22 dicembre 2015.
  40. ^ (EN) 2015 Awards, Georgia Film Critics, 8 gennaio 2016. URL consultato il 9 gennaio 2016.
  41. ^ Marita Toniolo, Mtv Movie Awards: Star Wars e Deadpool guidano le nomination, Best Movie, 8 marzo 2016. URL consultato l'8 marzo 2016.
  42. ^ Pierre Hombrebueno, È Batman v Superman contro Captain America: Civil War ai Teen Choice Awards 2016, Best Movie, 25 maggio 2016. URL consultato il 25 maggio 2016.
  43. ^ (EN) Dave McNary, ‘Black Panther,’ ‘Walking Dead’ Rule Saturn Awards Nominations, in Variety, 15 marzo 2018. URL consultato il 17 marzo 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN258469427 · ISNI (EN0000 0003 7972 5911 · LCCN (ENno2012065564 · GND (DE1025232445 · BNF (FRcb166149282 (data) · WorldCat Identities (ENno2012-065564