Michael B. Jordan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Michael B. Jordan al San Diego Comic-Con International nel 2016

Michael Bakari Jordan (Santa Ana, 9 febbraio 1987) è un attore statunitense.

È conosciuto particolarmente per il ruolo di Adonis "Donnie" Creed, figlio di Apollo Creed in Creed - Nato per combattere e Creed II entrambi spin-off della saga di Rocky Balboa.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Santa Ana, California, secondo dei tre figli di Donna Davis e Michael A.G. Jordan. Ha una sorella maggiore di nome Jamila e un fratello minore di nome Khalid. Il suo secondo nome in lingua swahili significa "nobile promessa". All'età di due anni si trasferisce con la famiglia a Newark, New Jersey, dove ha frequentato la Newark Arts High School. Dopo aver preso parte a vari spot pubblicitari, all'età di dodici anni debutta come attore ottenendo piccole partecipazione alle serie televisive Cosby e I Soprano, oltre ad ottenere suo primo ruolo cinematografico in Black & White.

Anni duemila[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001 recita al fianco di Keanu Reeves nel film sportivo Hardball. Nel 2002 ha guadagnato più attenzione interpretando il piccolo ma fondamentale ruolo di Wallace nella prima stagione della serie della HBO The Wire. Nel 2003 entra nel cast della soap opera La valle dei pini, dove fino al 2006 ha ricoperto il ruolo di Reggie Porter Montgomery, ottenendo tre candidature consecutive al NAACP Image Award. Negli anni seguenti è stato guest star di numerose serie televisive, tra cui Senza traccia, Cold Case - Delitti irrisolti, Burn Notice - Duro a morire, Bones e Lie to Me. Dal 2009 partecipa alle ultime due stagioni di Friday Night Lights, nel ruolo del quaterback Vince Howard. Nello stesso periodo ha il ruolo ricorrente di Alex nella serie televisiva Parenthood.

Anni duemiladieci[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2012 recita in Red Tails, diretto da Anthony Hemingway e prodotto da George Lucas, e nel film fantascientifico Chronicle, incentrato su tre adolescenti che sviluppano superpoteri. Nel 2013 è protagonista di Prossima fermata Fruitvale Station, pellicola che racconta la storia vera di Oscar Grant, adolescente ucciso dalla polizia della Bay Area Rapid Transit Distric di Oakland (California), nelle prime ore del 1º gennaio 2009. Per la sua interpretazione di Oscar Grant, Jordan ha ottenuto l'apprezzamento della critica e vari riconoscimenti tra cui un National Board of Review Awards e una candidatura come miglior attore agli Independent Spirit Awards 2014.

Sylvester Stallone, Tessa Thompson e Michael B. Jordan durante la promozione di Creed - Nato per combattere nel 2015.

Nell'agosto 2015 è stato annunciato che sarà il protagonista dell'adattamento cinematografico del fumetto Blood Brothers.[1] Sempre nel 2015 ha recitato nel trailer di Call of Duty: Black Ops III. Nello stesso anno è protagonista del film Creed - Nato per combattere, settimo film della serie cinematografica di Rocky, dove interpreta Adonis Creed, figlio di Apollo Creed,[2] a fianco di Sylvester Stallone e Tessa Thompson. Jordan si è preparato per il ruolo del pugile sottoponendosi a un anno di duri allenamenti e durante le riprese non ha avuto controfigure.[3] Nello stesso anno, ha interpretato la Torcia Umana nel film Fantastic 4 - I Fantastici Quattro.

Nel 2016 ha interpretato Justice Young, nella modalità carriera del videogioco basato sull'NBA, NBA 2K17.

Nel 2018 ha interpretato il villain Erik Killmonger nel film Black Panther, che è parte del Marvel Cinematic Universe. Jordan viene acclamato dalla critica per la sua interpretazione.[4][5] Nello stesso anno veste i panni del protagonista di Fahrenheit 451, sequel televisivo del famoso film di Truffaut. Sempre nello stesso anno riprende i panni di Adonis Creed in Creed II, sequel di Creed - Nato per combattere, nuovamente a fianco di Sylvester Stallone e Tessa Thompson.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Film 2016-2017: Steve Carell al posto di Bruce Willis nel film di Woody Allen - Bryce Dallas Howard in Gold, su Cineblog.it. URL consultato il 30 agosto 2015.
  2. ^ CREED: SILVESTER STALLONE E MICHAEL B. JORDAN PRESENTANO IL RITORNO DI ROCKY SUL RING PIÙ DIFFICILE, su movieplayer.it, 8 gennaio 2016. URL consultato il 18 gennaio 2016.
  3. ^ (EN) Michael B. Jordan Gives Millennials Their 'Rocky' With 'Creed', su nytimes.com. URL consultato il 19 ottobre 2018.
  4. ^ (EN) 'Black Panther' Review: Killmonger Steals The Show, su forbes.com. URL consultato il 19 ottobre 2018.
  5. ^ (EN) 'Black Panther' is the rare Marvel movie that makes you care about the villain — and Michael B. Jordan delivers an incredible performance, su businessinsider.com. URL consultato il 19 ottobre 2018.
  6. ^ (EN) Awards for 2015 films, National Society of Film Critics, 3 gennaio 2016. URL consultato il 4 gennaio 2016.
  7. ^ (EN) John Nugent, Empire Awards 2016 nominations, Empire, 18 febbraio 2016. URL consultato il 18 febbraio 2016.
  8. ^ (EN) Clayton Davis, SEATTLE FILM CRITICS SURVEY – ‘MAD MAX’ LEADS THE NODS WITH STRONG ‘CAROL’ LOVE, awardscircuit.com, 4 gennaio 2016. URL consultato il 10 gennaio 2016.
  9. ^ (EN) Sasha Stone, The Boston Film Critics Online Name Mad Max: Fury Road the Best Film of 2015, awardsdaily.com, 4 dicembre 2015. URL consultato il 5 dicembre 2015.
  10. ^ (EN) Maane Khatchatourian, ‘Creed,’ ‘Empire,’ ‘Black-ish’ Lead NAACP Image Award Nominations, Variety, 8 dicembre 2015. URL consultato il 9 dicembre 2015.
  11. ^ (EN) Brittney Stephens, Michael B. Jordan's Winning Looks Will Melt You Into a Puddle, popsugar.com, 5 febbraio 2016. URL consultato il 6 febbraio 2016.
  12. ^ (EN) Straight Outta Compton' & Creed Take Top Honors From African-American Film Critics, deadline.com, 7 dicembre 2015. URL consultato il 7 dicembre 2015.
  13. ^ (EN) OFCS 2015 awards nominees announced, flickfilosopher.com, 7 dicembre 2015. URL consultato l'8 dicembre 2015.
  14. ^ a b c (EN) Jason Dietz, Best of 2015: Film Awards & Nominations Scorecard, Metacritic. URL consultato il 16 dicembre 2015.
  15. ^ (EN) Alyssa Sage, Black Film Critics Circle Name ‘Creed’ Top Film of the Year, Variety, 21 dicembre 2015. URL consultato il 22 dicembre 2015.
  16. ^ (EN) 2015 Awards, Georgia Film Critics, 8 gennaio 2016. URL consultato il 9 gennaio 2016.
  17. ^ Marita Toniolo, Mtv Movie Awards: Star Wars e Deadpool guidano le nomination, Best Movie, 8 marzo 2016. URL consultato l'8 marzo 2016.
  18. ^ Pierre Hombrebueno, È Batman v Superman contro Captain America: Civil War ai Teen Choice Awards 2016, Best Movie, 25 maggio 2016. URL consultato il 25 maggio 2016.
  19. ^ (EN) Dave McNary, ‘Black Panther,’ ‘Walking Dead’ Rule Saturn Awards Nominations, in Variety, 15 marzo 2018. URL consultato il 17 marzo 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN258469427 · ISNI (EN0000 0003 7972 5911 · LCCN (ENno2012065564 · GND (DE1025232445 · BNF (FRcb166149282 (data)