TNT (rete televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
TNT
TNT Logo 2016.svg
Paese Stati Uniti Stati Uniti
Slogan Boom
Data di lancio 3 ottobre 1988
Formato 480i (SDTV)
1080i (HDTV)
Editore Turner Broadcasting System (Time Warner)
Sito tntdrama.com
Diffusione
Satellite
DirecTV Canale 245 (SD/HD)
Canale 1245 (VOD)
Dish Network Canale 138 (SD/HD)
Canale 9420 (HDTV)
Dish Network Mexico Canale 602 (970 HD)
C-Band Galaxy 14-Canale 17
SKY México Messico e America Centrale/Brasile Canale 415/60
Digital+ Spagna Canale 45
D-Smart Turchia Canale 21
Sky Deutschland Germania Canale 130
Kabel Deutschland Germania Canale 320 e 928
Via cavo
Verizon FiOS Canale 51 (SD)
Canale 551 (HD)

TNT (sigla di Turner Network Television) è un canale televisivo a pagamento via cavo statunitense creato dal magnate delle telecomunicazioni Ted Turner. Di proprietà della Turner Broadcasting System, una divisione della Time Warner. Lo scopo originario del canale era quello di trasmettere gli spillover del canale gemello TBS trasmettendo film classici e programmi Tv; tuttavia, dal giugno 2001, la programmazione del canale consiste nelle serie televisive e lungometraggi incentrati sul dramma, insieme ad alcuni eventi sportivi professionali (come le partite di basket della National Basketball Association e di golf del Professional Golfer Association of America).

A partire da gennaio 2016, TNT è disponibile per 92,9 milioni di famiglie nel mercato interno americano.[1]

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Il primo programma trasmesso da TNT fu il film Via col vento il 3 ottobre 1988. Ad oggi, su TNT vengono trasmesse le partite della NBA e gare del circuito NASCAR, oltre a diverse serie televisive e programmi del passato. In passato vi hanno trovato spazio anche le partite della NFL (nel periodo 1990 - 1997) e WCW Monday Nitro, il programma dagli indici di ascolto più alti su una TV via cavo. Trasmette anche in chiaro.

Programmazione[modifica | modifica wikitesto]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

La TNT Sports principalmente consiste nel trasmettere le parite della NBA e della NASCAR on TNT. La NBA on TNT (con in studio Ernie Johnson, Kenny Smith, e Charles Barkley) trasmette la NBA dal 1988 in associazione con la sua consociata TBS. Mentre la NASCAR è arrivata su TNT a partire dal 2001, prima trasmessa su TBS poi su TNT. Dal 2001 al 2006, è stato diviso con NBC e con Fox il pacchetto televisivo; invece, a partire dal 2007, la TNT trasmette solo 6 gare estive denominate NASCAR on TNT SummerSeries. Attualmente TNT ha anche i diritti di due major di golf: il The Open Championship ed il PGA Championship.

TNT potrebbe trasmettere anche la MLB, ma a partire dall'ottobre 2007 ci fu un conflitto con la TBS, che trasmette la partita della domenica alle 13:00 Eastern time al posto della TNT.

TNT ha trasmesso nel 2001 la Bank of America 500 (una gara NASCAR ) presa dalla NBC perché essa aveva l'Operation Enduring Freedom.

TNT HD[modifica | modifica wikitesto]

TNT HD è una tv via-cavo di proprietà della Time Warner che trasmette 24/7. TNT HD è una televisione in alta definizione che manda in onda, in contemporanea, i programmi di TNT, inclusi gli eventi sportivi in diretta, le serie TV, gli speciali e i telegiornali. TNT HD è criticata perché trasmette ancora in 4:3 e non in 16:9 come fanno molte altre televisioni in HD, infatti da molti telespettatori è stata soprannominata stretch-o-vision; Tutto ciò consiste che alcuni oggetti sono spostati molto a destra nello schermo, in poche parole vuol dire che, per esempio, il logo della TNT stessa viene tagliato quasi tutto dallo schermo perché non entra nell'aspect ratio.

Film in widescreen[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito una lista di film che TNT HD trasmette in widescreen (non in stretch-o-vision):

Lista di programmi originali[modifica | modifica wikitesto]

Loghi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cable Network Coverage Area Household Universe Estimates: January 2016 | Broadcasting & Cable, su www.broadcastingcable.com. URL consultato il 20 dicembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione