Stephan James

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stephan James

Stephan James (Toronto, 16 dicembre 1993) è un attore canadese.

Noto pe il ruolo da protagonista nel film Race - Il colore della vittoria, ha recitato inoltre nei film Selma e Se la strada potesse parlare, entrambi candidati agli Oscar.[1] Ha ottenuto il plauso della critica recitando nelle serie Homecoming e #FreeRayshawne, ricevendo candidature ai Golden Globe e Primetime Emmy Awards.[2]

Biografia e carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Toronto, Ontario, da genitori di origine giamaicana, è il fratello minore dell'attore Shamier Anderson.[3][4]

Dopo aver conseguito il diploma al Jarvis Collegiate Institute nel 2011,[3] inizia a interpretare alcuni ruoli come attore non protagonista nelle serie televisive Degrassi: The Next Generation, How to Be Indie e Clue.[5][6] Recita inoltre nei film televisivi La mia babysitter è un vampiro, al fianco di Vanessa Morgan e Matthew Knight, e in 12 volte Natale.[7] Nel 2012 entra a far parte del cast di The L.A. Complex ed ottiene il primo ingaggio per un film sul grande schermo in Home Again,[8] ruolo che viene riconosciuto con la prima candidatura dell'attore ai Canadian Screen Awards come miglior attore non protagonista.[9]

Tra il 2013 e il 2014 prende parte a numerosi progetti cinematografici, tra cui Sorelle assassine, Lost After Dark e Il tempo di vincere, diretto da Thomas Carter. Nello stesso periodo esce nella sale Selma - La strada per la libertà, che vede James recitare al fianco di Oprah Winfrey, David Oyelowo, Tessa Thompson e Tom Wilkinson.[10] Il film, nominato ai Premi Oscar e Golden Globe,[11] fa ottenere all'attore nomine ai Critics' Choice Awards e Black Reel Awards.[12][13]

Nel 2015 recita nei film Across the Line e Unveiled e nella serie televisiva The Book of Negroes.[14] L'anno successivo James viene scelto nel ruolo di protagonista in Race - Il colore della vittoria,[15] ruolo che gli vale il Canadian Screen Awards come miglior attore e una nomina ai NAACP Image Award.[16][17] Nel 2017 è tra gli attori protagonisti della miniserie televisiva Shots Fired della Fox.[18]

Nel 2018 torna a recitare sul grande schermo in Se la strada potesse parlare, film diretto da Barry Jenkins e candidato ai Premi Oscar, ottenendo il plauso della critica e numerose nomine, tra cui come miglior attore ai NAACP Image Award.[19][20] Dallo stesso anno entra a far parte del cast della serie Homecoming per Amazon Video, diretto e prodotto da Julia Roberts, recitando al fianco di Janelle Monáe. Grazie alla sua performance ottiene una nomina ai Golden Globe come miglior attore in una serie drammatica.[21] Tra il 2019 e il 2020 è presente nel cast City of Crime, diretto da Brian Kirk, e recita nella miniserie #FreeRayshawne, ruolo che gli fa ottenere una nomina ai Primetime Emmy Awards come miglior attore in una serie drammatica.[22]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Black Reel Awards
  • 2015 – Candidatura per il miglior attore esordiente per Selma[13]
  • 2017 – Candidatura per il miglior attore in un film TV/miniserie per Shots Fired[23]
  • 2019 – Candidatura per il miglior attore per Se la strada potesse parlare[24]
Canadian Screen Awards
  • 2013 – Candidatura per il miglior attore non protagonista per Home Again[9]
  • 2017 – Miglior attore per Race - Il colore della vittoria[16]

Critics' Choice Awards

  • 2015 – Candidatura per il miglior cast per Selma[12]
Golden Globe
  • 2019 – Candidatura per il miglior performance in una serie dramamtica per Homecoming[21]
NAACP Image Award
  • 2017 – Candidatura per il miglior attore per Race - Il colore della vittoria[17]
  • 2019 – Candidatura per il miglior attore per Se la strada potesse parlare[25]
  • 2019 – Candidatura per il miglior attore in una serie drammatica per #FreeRayshawne[24]
Primetime Emmy Awards
  • 2020 – Candidatura per il miglior attore in una serie dramamtica per #FreeRayshawn[22]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Matt Donnelly, Matt Donnelly, Why Stephan James Is Poised for Hollywood’s A-List, su Variety, 6 agosto 2019. URL consultato il 19 aprile 2021.
  2. ^ (EN) Stephan James, su Forbes. URL consultato il 19 aprile 2021.
  3. ^ a b (EN) Race actor Stephan James on the fast track to fame, su thestar.com, 20 febbraio 2016. URL consultato il 19 aprile 2021.
  4. ^ (EN) Get to Know 'Race' Star Stephan James, su Essence. URL consultato il 19 aprile 2021.
  5. ^ (EN) Cassandra Szklarski, Toronto brothers Stephan James and Shamier Anderson on balancing home and Hollywood, su CTVNews, 7 settembre 2019. URL consultato il 19 aprile 2021.
  6. ^ Stephan James on Why It's Wrong to Call "Race" Timely, su Time. URL consultato il 19 aprile 2021.
  7. ^ Disney Channel Kicks Off Summer With "My Babysitter's a Vampire" | Fanlala.com, su web.archive.org, 10 giugno 2011. URL consultato il 19 aprile 2021 (archiviato dall'url originale il 10 giugno 2011).
  8. ^ Home Again: A very Canadian take on life and deportation. URL consultato il 19 aprile 2021.
  9. ^ a b (EN) Brian D. Johnson January 15, 2013, Introducing the Canadian Screen Awards, and their 2013 nominees, su Macleans.ca, 15 gennaio 2013. URL consultato il 19 aprile 2021.
  10. ^ (EN) 'Star Wars' Hero John Boyega to Be Replaced by 'Selma' Actor in Jesse Owens Biopic (Exclusive), su TheWrap, 28 maggio 2014. URL consultato il 19 aprile 2021.
  11. ^ (EN) Scott Mendelson, Why Ava DuVernay's 'Selma' Oscar Snub Matters, su Forbes. URL consultato il 19 aprile 2021.
  12. ^ a b (EN) Variety Staff, Variety Staff, Critics Choice Awards Winners, su Variety, 16 gennaio 2015. URL consultato il 19 aprile 2021.
  13. ^ a b Black Reel Awards: Selma Ties the Record - Movie Mom, su web.archive.org, 21 febbraio 2015. URL consultato il 19 aprile 2021 (archiviato dall'url originale il 21 febbraio 2015).
  14. ^ 5 Questions with Stephan James of Selma, su Scene Creek, 6 maggio 2015. URL consultato il 19 aprile 2021.
  15. ^ (EN) Mike Fleming Jr, Mike Fleming Jr, Focus Features First To Start Line On Crowded Field Of Jesse Owens Biopics, su Deadline, 16 luglio 2014. URL consultato il 19 aprile 2021.
  16. ^ a b (FR) Juste la fin du monde remporte six prix aux Écrans canadiens, su Le Soleil, 12 marzo 2017. URL consultato il 19 aprile 2021.
  17. ^ a b (EN) Beyoncé Leads the Pack of 2017 NAACP Image Awards Nominees, su EW.com. URL consultato il 19 aprile 2021.
  18. ^ (EN) Canadian Stephan James stars in Shots Fired, su thestar.com, 21 marzo 2017. URL consultato il 19 aprile 2021.
  19. ^ (EN) Justin Kroll, Justin Kroll, Barry Jenkins’ New Film Casts ‘Shots Fired’ Star Stephan James (EXCLUSIVE), su Variety, 29 agosto 2017. URL consultato il 19 aprile 2021.
  20. ^ (EN) Barry Jenkins' James Baldwin Adaptation Casts 'Shots Fired' Star, su The Hollywood Reporter, 29 agosto 2017. URL consultato il 19 aprile 2021.
  21. ^ a b (EN) Brooks Barnes, ‘Bohemian Rhapsody’ and ‘Green Book’ Share Spotlight at the Golden Globes, in The New York Times, 6 gennaio 2019. URL consultato il 19 aprile 2021.
  22. ^ a b (EN) Benjamin Lee, Game of Thrones takes best drama as Fleabag wins big at Emmys – as it happened, in The Guardian, 23 settembre 2019. URL consultato il 19 aprile 2021.
  23. ^ (EN) 17th Annual Black Reel Awards Nominations, su The Black Reel Awards, 14 dicembre 2016. URL consultato il 19 aprile 2021.
  24. ^ a b (EN) Haley Bosselman, Haley Bosselman, NAACP Image Awards 2021: The Complete Televised Winners List, su Variety, 28 marzo 2021. URL consultato il 19 aprile 2021.
  25. ^ (EN) Variety Staff, Variety Staff, ‘Straight Outta Compton,’ ‘Empire,’ Michael B. Jordan Top NAACP Image Awards, su Variety, 6 febbraio 2016. URL consultato il 19 aprile 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN316390937 · ISNI (EN0000 0004 5002 4879 · LCCN (ENno2015067317 · GND (DE1084650428 · BNF (FRcb17846592n (data) · BNE (ESXX5656772 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2015067317