Oprah Winfrey

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Oprah Gail Winfrey (Kosciusko, 29 gennaio 1954) è una conduttrice televisiva, attrice e filantropa statunitense.

Considerata tra le donne più potenti al mondo, la Winfrey è conosciuta soprattutto per il suo talk show The Oprah Winfrey Show, che è stato il programma più quotato del suo genere nella storia ed è andato in onda dal 1986 al 2011. Soprannominata la "Regina di tutti i media", è stata classificata come il più ricco individuo afro-americano del ventesimo secolo e il più grande filantropo nero nella storia americana. Nel 2013 ha ricevuto la Medaglia Presidenziale della Libertà dal presidente Barack Obama e dottorati honoris causa dalle prestigiose università Duke e Harvard.

È attiva anche come attrice e produttrice cinematografica: nel 1985 debutta come attrice nel film cult Il colore viola, interpretazione per cui riceve la candidatura all'Oscar alla miglior attrice non protagonista, mentre nel 2012 le viene conferito l'Oscar Premio umanitario Jean Hersholt per il suo contributo nelle cause umanitarie. Nel 2013 è stata la co-protagonista nel film The Butler - Un maggiordomo alla Casa Bianca, la cui interpretazione le fa ottenere la candidatura al Premio BAFTA come migliore attrice non protagonista e agli Screen Actors Guild Award. Altri suoi film includono Beloved (1998) e Selma - La strada per la libertà (2014), di cui è anche produttrice.

Carriera televisiva[modifica | modifica wikitesto]

Fin dagli inizi della sua carriera, quando leggeva le notizie dei telegiornali, Oprah Winfrey ha dimostrato un forte carisma comunicativo. Nel 1986 il suo talk show The Oprah Winfrey Show (poi abbreviato in Oprah) debutta sulle reti nazionali: inizialmente pensato con un taglio tradizionale fu presto trasformato dalla forte personalità della conduttrice in un'occasione per richiamare l'attenzione del pubblico verso i problemi sociali. La trasmissione ha vinto infatti ben nove GLAAD Media Awards come miglior talk show per aver affrontato temi LGBT. Oprah affronta inoltre direttamente temi e argomenti che la toccano da vicino come violenza sessuale, droga e problemi familiari.

In molti casi gli argomenti o i casi trattati nel corso delle puntate dello show diventano fenomeni di moda o argomento di pubblico dibattito come per esempio accade con i libri presentati nel corso della trasmissione, che diventano istantaneamente dei campioni di vendita. Non è raro che la posizione di Oprah venga presa troppo sul serio: ai tempi dello scandalo della mucca pazza, dopo aver dichiarato che non avrebbe più mangiato un hamburger in vita sua, fu infatti accusata da alcuni allevatori di aver condizionato il mercato della carne. Il giudice la dichiarò non colpevole in quanto non poteva essere considerata in grado di arrecare il danno di cui era accusata. Il successo del programma è ancora tale, ma nel novembre 2009 Oprah annuncia ai suoi telespettatori che la stagione successiva dello show sarebbe stata l'ultima, dopo venticinque anni. La puntata finale è stata trasmessa il 9 settembre 2011[1].

A ottobre 2011 la rivista statunitense Forbes pubblica l'Entertainment's Highest Earning Women, classifica delle donne che hanno guadagnato di più nell'ultimo anno, all'interno della quale la Winfrey viene posizionata al primo posto grazie ad un bottino di 290 milioni di dollari.[2] La prossima mossa della Winfrey sarà quella di passare completamente al suo canale via cavo OWN e, probabilmente, lanciare un nuovo talk show.

Oltre alla televisione[modifica | modifica wikitesto]

Oprah Winfrey avrebbe dovuto chiamarsi "Orpah", ma i suoi familiari e amici non conoscevano la pronuncia corretta del nome e finirono per chiamarla "Oprah".[3] La Winfrey è anche un'imprenditrice: ha infatti fondato un'organizzazione, la The Angel Network, a favore dell'assistenza ai poveri, una casa editrice e una rete televisiva. È, inoltre, presidente di una casa di produzione televisiva. Ha recitato nel film Il colore viola per cui ha ricevuto la nomination al Premio Oscar come migliore attrice non protagonista.

Il suo idolo, la sua amica e la sua fonte di ispirazione è stata Diana Ross, sin dai tempi delle Supremes. In seguito a una promessa fatta a Nelson Mandela ha investito 40 milioni di dollari per aprire una scuola per ragazze povere in Sudafrica, la "Oprah Winfrey Leadership Academy for Girls", che sorge nella cittadina di Henley-on-Klip, a sud di Johannesburg. All'Academy di Oprah Winfrey sono pervenute oltre tremila richieste di iscrizione, alla fine sono state ammesse 152 ragazze fra gli 11 e i 12 anni (ma il college può ospitarne fino a 450). Per passare la selezione bisognava dimostrare di avere le giuste potenzialità e soprattutto un bilancio familiare non superiore a 787 dollari al mese.

Nel 2006 l'attrice comica Debra Wilson compare nei panni di Oprah nel film Scary Movie 4, portando in scena una "remake" del famosissimo show che vedeva ospite Tom Cruise. All'inizio del 2007, la rivista Forbes l'ha dichiarata donna dello spettacolo più ricca del mondo[4], con un patrimonio di un miliardo e 500 milioni di dollari. Nel 2010 sempre Forbes l'ha dichiarata la seconda donna più potente del mondo dopo Michelle Obama e prima di Angela Merkel e Hillary Clinton. Nel 2011 viene posizionata al 14º posto e nel 2012 sale all'11°. Nella categoria di Forbes del 2012 è la seconda delle celebrità più potenti al mondo dopo Jennifer Lopez e prima di Rihanna e Lady Gaga.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attrice[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrice[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze statunitensi[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia Presidenziale della Libertà - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia Presidenziale della Libertà
— 2013

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Dama dell'Ordine del Sorriso (Polonia) - nastrino per uniforme ordinaria Dama dell'Ordine del Sorriso (Polonia)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lacrime di Oprah in diretta TV: «Il mio show è ormai al tramonto»
  2. ^ Entertainment's Highest-Earning Women - Forbes
  3. ^ (EN) Oprah Winfrey Interview, Academy of Achievement. URL consultato il 7 dicembre 2011.
  4. ^ Le donne più ricche del mondo secondo Forbes

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN27226716 · LCCN: (ENn86057994 · ISNI: (EN0000 0001 1489 1842 · GND: (DE119248387 · BNF: (FRcb13529332g (data)