NBA All-Star Weekend 2018

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: NBA All-Star Weekend.

NBA All-Star Weekend 2018
NBA All-Star 2018.png
Dettagli evento
OrganizzatoreNBA
Periododal 16 febbraio
al 18 febbraio
CittàLos Angeles
Impianto di giocoStaples Center
All-Star Game
Team LeBron
148
Team Stephen
145
Spettatori17.801
MVPLeBron James
Slam Dunk ContestDonovan Mitchell
Three-point ShootoutDevin Booker
Skills ChallengeSpencer Dinwiddie
  ← ed. precedente ed. successiva →  

L'NBA All-Star Weekend 2018 si è tenuto allo Staples Center di Los Angeles, casa dei Los Angeles Lakers e dei Los Angeles Clippers, dal 16 al 18 febbraio 2018. Annunciato il 16 marzo 2016, è stata la sesta volta che questo evento si è svolto nella città californiana, la prima dal 2011. La manifestazione è stata caratterizzata da vari eventi cestistici e si è conclusa con il 67° All-Star Game della NBA.

Cambio del format[modifica | modifica wikitesto]

Ad ottobre 2017, l'NBA ha annunciato che l'evento sarà proposto in una nuova modalità rispetto alla tradizionale Eastern Conference contro Western Conference. Questa nuova modalità sarà simile ad un draft-style (formati usati da NHL All-Star Game 2011 - 2015 e NFL Pro Bowl 2014 - 2016). I capitani dei due team verranno determinati dai giocatori più votati nelle rispettive Conference. Inoltre ognuna delle due squadre sceglierà un ente caritatevole a cui devolvere la vincita in beneficenza. Il team vincente riceverà 100.000 dollari per ogni giocatore e il team perdente 25.000 dollari per ciascun giocatore.

Draft[modifica | modifica wikitesto]

LeBron James e Stephen Curry sono stati eletti capitani delle due squadre che si affronteranno, in quanto hanno ricevuto più voti nelle rispettive East ed West Conference. James ha il diritto di iniziare il turno nella scelta dei giocatori per il suo team (Team LeBron), in quanto ha ricevuto in assoluto più voti. Quindi sarà il turno di Curry nello scegliere un giocatore per il suo team (Team Stephen). L'insieme iniziale del draft è di 8 giocatori (per un totale di 10 contando James e Curry) tra i più votati e 14 riserve (7 giocatori da ciascuna Conference). Inoltre Curry ha il diritto di scelta per il colore della maglia della sua squadra in quanto l'evento è ospitato nella Western Conference (Los Angeles).

Venerdì[modifica | modifica wikitesto]

NBA All-Star Weekend Celebrity Game[modifica | modifica wikitesto]

L'NBA All-Star Celebrity Game si disputerà il 16 febbraio al Los Angeles Convention Center.[1][2] Dal momento che l'All-Star Weekend si svolge a Los Angeles, la partita verrà giocata da due squadre che rappresentano i due team NBA della città, i Los Angeles Lakers (Team Lakers) ed i Los Angeles Clippers (Team Clippers) al posto del tipico West vs. East come nelle edizioni precedenti.

Team Lakers
Giocatore
Sterling Brim Personalità televisiva/Attore
Nick Cannon (10) Personalità televisiva/Attore/Rapper
Terence Crawford Pugile
Rachel DeMita (2) Personalità televisiva
Jerry Ferrara Attore
Marc Lasry (3) Proprietario dei Milwaukee Bucks
Tracy McGrady (2) Ex-giocatore NBA
Caleb McLaughlin (2) Attore
Candace Parker (2) Giocatrice WNBA
Nate Robinson Ex-giocatore NBA
Drew Scott (3) Attore
Kris Wu (3) Cantante/Attore
Justin Bieber (3) Cantante/Attore
Allenatore: Rachel Nichols (Conduttrice ESPN)
Assistente: Tracy McGrady
Assistente: Michael B. Jordan (Attore)
Team Clippers
Giocatore
Anthony Anderson (4) Attore
Brandon Armstrong (2) Social media star, ex-giocatore di D-League
Miles Brown Attore
Win Butler (4) Musicista
Common (7) Rapper/Attore
Andre De Grasse Velocista olimpico
Stefanie Dolson Giocatrice WNBA
Jamie Foxx Attore/Comico/Cantante
Paul Pierce Ex-giocatore NBA
Dascha Polanco Attrice
Bubba Watson Golfista
Jason Williams (2) Ex-giocatore NBA
Quavo Rapper
Allenatore: Katie Nolan (Conduttrice ESPN)
Assistente: Paul Pierce
Assistente: Common

NBA Rising Stars Challenge[modifica | modifica wikitesto]

Il secondo evento del venerdì è l'NBA Rising Stars Challenge, una sfida tra due squadre miste di rookies e sophomores della stagione NBA 2017-2018. I giocatori sono stati selezionati dai vice allenatori delle squadre NBA.

Los Angeles
16 febbraio 2018
Team World Newworldmap.svg155 – 124
(40-32; 78-59; 118-88)
referto
Stati Uniti Team USAStaples Center (19.060 spett.)
Arbitri: Stati Uniti Lauren Holtkamp
Stati Uniti Dedric Taylor
Stati Uniti Tyler Ford

Sabato[modifica | modifica wikitesto]

Durante l'NBA All-Star Saturday Night si disputano: lo Skills Challenge, il Three-Point Contest e lo Slam Dunk Contest.

Skills Challenge[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: NBA Skills Challenge.
Ruolo Giocatore Squadra Altezza Peso
PG Stati Uniti Spencer Dinwiddie Brooklyn Nets 198 91
C Camerun Joel Embiid Philadelphia 76ers 213 113
AC Rep. Dominicana Al Horford Boston Celtics 208 111
AG Finlandia Lauri Markkanen Chicago Bulls 213 104
G Stati Uniti Donovan Mitchell No sign.svg[7] Utah Jazz 190 97
G Canada Jamal Murray Denver Nuggets 193 94
AG Lettonia Kristaps Porziņģis Cruz Roja.svg[9] N.Y. Knicks 221 109
PG Stati Uniti Lou Williams L.A. Clippers 185 79
G Bahamas Buddy Hield[10] Sacramento Kings 193 97
C Stati Uniti Andre Drummond Detroit Pistons 213 127

Three-Point Contest[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: NBA Three-point Shootout.
Ruolo Giocatore Squadra Altezza Peso Primo round Ultimo round
G Devin Booker Phoenix Suns 198 93 19 28
GA Klay Thompson Golden St. Warriors 201 93 19 25
A Tobias Harris L.A. Clippers 206 103 18 17
G Wayne Ellington Miami Heat 193 91 17
G Bradley Beal Wash. Wizards 196 94 15
G Eric Gordon Houston Rockets 193 97 12
P Kyle Lowry Toronto Raptors 183 93 11
GA Paul George Oklahoma Thunder 206 100 9

Slam Dunk Contest[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: NBA Slam Dunk Contest.
Ruolo Giocatore Squadra Altezza Peso Primo round Ultimo round
A Aaron Gordon Cruz Roja.svg[11] Orlando Magic 206 102
AG Larry Nance Jr. Cleveland Cavaliers 206 107 93 (44+49) 96 (46+50)
G Victor Oladipo Indiana Pacers 193 95 71 (31+40)
P Dennis Smith Jr. Dallas Mavericks 191 88 89 (39+50)
G Donovan Mitchell[12] Utah Jazz 190 97 98 (48+50) 98 (50+48)

Domenica[modifica | modifica wikitesto]

All-Star Game[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Le due squadre verranno allenate da due allenatori delle rispettive conference. Steve Kerr, allenatore dei Golden State Warriors e Brad Stevens, allenatore dei Boston Celtics, non potevano esser scelti in quanto erano gli allenatori nell'edizione precedente.[13] Mike D'Antoni, allenatore degli Houston Rockets, è stato scelto per guidare il Team Stephen.[14] Dwane Casey, allenatore dei Toronto Raptors, è stato invece scelto per guidare il Team LeBron.[15]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

I giocatori presenti all'All-Star Game vengono selezionati tramite una procedura di voto. Il quintetto titolare viene scelto non solo dal voto dei fans ma anche dai media e dai giocatori NBA stessi. Il voto dei tifosi incide per il 50%, mentre il voto dei giocatori NBA e dei media si divide in parte uguali per il 50% rimasto. Le due guardie e i tre giocatori d'area che ricevono il maggior numero di voti, vengono scelti come titolari.[16] Gli allenatori invece votano per le riserve delle rispettive conference, senza poter votare i giocatori della propria squadra. Ogni allenatore seleziona due guardie, tre giocatori d'area e due wild cards, con ciascun giocatore selezionato in ordine di preferenza all'interno di ciascuna categoria. Se un giocatore può giocare in più posizioni, gli allenatori sono incoraggiati a scegliere in quale ruolo il giocatore in questione "porterebbe maggior vantaggio alla squadra All-Star".

Il quintetto titolare dell'All-Star Game è stato annunciato il 18 gennaio 2018.[17] Kyrie Irving dei Boston Celtics e DeMar DeRozan dei Toronto Raptors sono stati scelti come titolari di scorta, venendo scelti rispettivamente per la quinta e quarta volta all'All-Star Game. LeBron James è stato scelto come titolare per la quattordicesima volta, superando così Dirk Nowitzki nella classifica dei giocatori scelti più volte attualmente in attività. Insieme a LeBron, ci saranno anche Joel Embiid dei Philadelphia 76ers, alla sua prima chiamata in assoluto e Giannīs Antetokounmpo dei Milwaukee Bucks, alla sua seconda chiamata.

Stephen Curry dei Golden State Warriors e James Harden degli Houston Rockets sono stati scelti come titolari, guadagnandosi così rispettivamente la quinta e sesta chiamata all'All-Star Game. Insieme a loro, sono stati scelti Kevin Durant dei Golden State Warriors, alla sua nona chiamata, DeMarcus Cousins ed Anthony Davis dei New Orleans Pelicans alla loro quarta e quinta selezione.[17]

Le riserve dell'All-Star Game sono state rivelate il 23 gennaio 2018.[18] Le riserve della Western Conference includono Russell Westbrook degli Oklahoma City Thunder alla sua settima apparizione, Klay Thompson e Draymond Green dei Golden State Warriors alla loro rispettiva quarta e terza chiamata, LaMarcus Aldridge dei San Antonio Spurs alla sua sesta apparizione, Damian Lillard dei Portland Trail Blazers, terza chiamata, insieme a Karl-Anthony Towns e Jimmy Butler dei Minnesota Timberwolves alla loro prima e quarta chiamata.

Le riserve della Western Conference invece sono composte da Kyle Lowry dei Toronto Raptors alla sua quadra scelta, Al Horford dei Boston Celtics alla sua quinta apparizione, John Wall e Bradley Beal dei Washington Wizards alla rispettiva quinta e prima apparizione, Victor Oladipo degli Indiana Pacers anche lui alla sua prima chiamata, Kevin Love dei Cleveland Cavaliers alla quinta apparizione e Kristaps Porziņģis dei New York Knicks alla sua prima chiamata.

Draft[modifica | modifica wikitesto]

LeBron James e Stephen Curry sono stati scelti come capitani delle due squadra, avendo ricevuto più voti rispettivamente nella Eastern e nella Western Conference. James ha ottenuto la prima scelta assoluta, in quanto giocatore più votato in generale, mentre a Curry è stata data la scelta della maglia, in quanto la Western Conference ha lo status di squadra casalinga. In totale nel draft vengono scelti altri otto titolari e quattordici riserve (sette per ogni conference).[17] Il 25 gennaio 2018 LeBron James e Stephen Curry hanno creato le squadre tramite il draft, il quale non è stato trasmesso in TV per diverse ragioni.[19] Il Commissioner NBA Adam Silver invece avrà il potere di scelta dei sostituti dei giocatori che non possono partecipare all'All-Star Game, scegliendo un giocatore della stessa conference del giocatore rimpiazzato. Se il giocatore che dev'essere rimpiazzato è uno dei cinque titolari, sarà invece l'allenatore della squadra a scegliere il nuovo titolare.[13]


Los Angeles
18 febbraio 2018
Team LeBron148 – 145
(31-42; 76-78 ; 109-112)
referto
Team StephenStaples Center (17.801 spett.)
Arbitri: Stati Uniti James Capers
Stati Uniti Gary Zielinski
Stati Uniti Tony Brown

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) NBA All-Star Celebrity Game 2018 presented by Ruffles, NBA, 7 febbraio 2018. URL consultato l'8 febbraio 2018.
  2. ^ (EN) ESPN, NBA announce 2018 NBA All-Star Celebrity Game Presented By Ruffles players and coaches, NBA, 7 febbraio 2018. URL consultato l'8 febbraio 2018.
  3. ^ a b (EN) Philadelphia 76ers' Ben Simmons, Los Angeles Lakers' Lonzo Ball highlight 2018 Mtn Dew Kickstart Rising Stars rosters, NBA, 24 gennaio 2018. URL consultato il 7 febbraio 2018.
  4. ^ (EN) Hawks' Taurean Prince replacing Bucks' Malcolm Brogdon in Mtn Dew Kickstart Rising Stars, NBA, 2 febbraio 2018. URL consultato il 7 febbraio 2018.
  5. ^ Sostituisce l'infortunato Malcolm Brogdon[4]
  6. ^ a b c d (EN) Utah Jazz rookie Donovan Mitchell to replace Aaron Gordon in 2018 Verizon Slam Dunk, NBA, 5 febbraio 2018. URL consultato il 7 febbraio 2018.
  7. ^ Donovan Mitchell è stato rimosso dalla competizione in quanto sostituto di Aaron Gordon nello Slam Dunk Contest.[6]
  8. ^ a b (EN) New York Knicks' Kristaps Porzingis suffers torn ACL in left knee, NBA, 6 febbraio 2018. URL consultato il 7 febbraio 2018.
  9. ^ Kristaps Porziņģis non può partecipare a causa della rottura del crociato.[8]
  10. ^ Buddy Hield è stato scelto come sostituto di Donovan Mitchell.[6]
  11. ^ Aaron Gordon non può partecipare a causa di un infortunio all'anca.[6]
  12. ^ Donovan Mitchell è stato scelto come sostituto di Aaron Gordon.[6]
  13. ^ a b c d e f (EN) Choosing sides: James, Curry draft rosters for Team LeBron vs. Team Stephen, NBA, 25 gennaio 2018. URL consultato il 7 febbraio 2018.
  14. ^ a b (EN) Houston Rockets' coach Mike D'Antoni to coach Team Stephen in All-Star Game, NBA, 26 gennaio 2018. URL consultato il 7 febbraio 2018.
  15. ^ a b (EN) Toronto Raptors' Dwane Casey to coach Team LeBron in All-Star Game, NBA, 28 gennaio 2018. URL consultato il 7 febbraio 2018.
  16. ^ (EN) NBA makes major changes to All-Star voting format, USA Today, 19 dicembre 2016. URL consultato il 7 febbraio 2018.
  17. ^ a b c (EN) Sekou Smith, LeBron James, Steph Curry named captains as All-Star starters are revealed, NBA, 18 gennaio 2018. URL consultato il 7 febbraio 2018.
  18. ^ (EN) Sekou Smith, Warriors nab four spots, while Wizards, Raptors backcourts selected as All-Star reserves are revealed, NBA, 23 gennaio 2018. URL consultato il 7 febbraio 2018.
  19. ^ (EN) NBA All-Star Draft Wasn't Televised Because of the Players Association, Sport Illustrated, 25 gennaio 2018. URL consultato il 7 febbraio 2018.
  20. ^ (EN) New Orleans Pelicans center DeMarcus Cousins (Achilles) out for season, NBA, 26 gennaio 2018. URL consultato il 7 febbraio 2018.
  21. ^ DeMarcus Cousins non può partecipare a causa della rottura del tendine d'Achille[20]
  22. ^ (EN) Kevin Love suffers broken left hand, reportedly could miss 6-8 weeks, NBA, 30 gennaio 2018. URL consultato il 7 febbraio 2018.
  23. ^ Kevin Love non può partecipare a causa della rottura della mano sinistra.[22]
  24. ^ Kristaps Porziņģis non può partecipare a causa della rottura del crociato.[8]
  25. ^ (EN) Washington Wizards' John Wall to have left knee surgery, NBA, 30 gennaio 2018. URL consultato il 7 febbraio 2018.
  26. ^ John Wall non può partecipare a causa di un infortunio al ginocchio.[25]
  27. ^ (EN) Paul George to replace Demarcus Cousins on Team LeBron in 2018 NBA All-Star Game, NBA, 27 gennaio 2018. URL consultato il 7 febbraio 2018.
  28. ^ Paul George è stato scelto come sostituto di DeMarcus Cousins.[27]
  29. ^ (EN) Detroit Pistons' Andre Drummond to replace Washington Wizards' John Wall in 2018 NBA All-Star Game, NBA, 30 gennaio 2018. URL consultato il 7 febbraio 2018.
  30. ^ Andre Drummond è stato scelto come sostituto di John Wall.[29]
  31. ^ (EN) Heat's Goran Dragic selected as All-Star replacement, NBA, 1º febbraio 2018. URL consultato il 7 febbraio 2018.
  32. ^ Goran Dragić è stato scelto come sostituto di Kevin Love.[31]
  33. ^ (EN) Hornets' Kemba Walker replaces Kristaps Porzingis on Team LeBron for All-Star 2018, NBA, 8 febbraio 2018. URL consultato il 12 febbraio 2018.
  34. ^ Kemba Walker è stato scelto come sostituto di Kristaps Porziņģis.[33]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]