Joakim Noah

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Joakim Noah
Joakim Noah 3.jpg
Noah in azione con la maglia dei Chicago Bulls
Dati biografici
Nome Joakim Simon Noah
Nazionalità Francia Francia
Altezza 211 cm
Peso 105 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centro
Squadra Chicago Bulls
Carriera
Giovanili

2004-2007
The Lawrenceville School
Florida Gators
Squadre di club
2007- Chicago Bulls 543 (5201)
Nazionale
2009-2011 Francia Francia
Palmarès
Wikiproject Europe (small).svg Europei
Argento Lituania 2011
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 25 aprile 2015

Joakim Simon Noah (New York, 25 febbraio 1985) è un cestista statunitense con cittadinanza francese. È figlio dell'ex-tennista francese Yannick Noah e della Miss Svezia 1978, Cécilia Rhode.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Dotato di qualità psicofisiche sopra la media per quanto concerne tenacia e intensità fisica, Noah è un centro moderno, è riuscito negli anni a lavorare sul proprio gioco diventando un giocatore completo. Negli ultimi anni della carriera è sensibilmente migliorata la sua capacità di visione di gioco e passaggio, portandolo ad avere medie di assist (5,4 a partita nella stagione 2013-2014) decisamente inusuali per il ruolo che ricopre. Ottimo ed instancabile difensore, tanto da meritarsi il titolo di NBA Defensive Player of the Year nella stagione 2013-2014, è inoltre estremamente efficace al rimbalzo. Nel complesso, sebbene interprete atipico, è da considerarsi tra i migliori giocatori del mondo in attività in questo ruolo.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Ha giocato in diversi licei di New York e del New Jersey, oltre ad aver partecipato a numerosi tornei di strada, nei quali si è guadagnato il soprannome "The Noble One" ("Il Nobile").

Durante la sua prima stagione nella squadra universitaria dei Florida Gators, ha giocato meno di dieci minuti a partita, con risultati deludenti (meno di 4 punti e meno di 3 rimbalzi a partita). Tuttavia, l'anno seguente ha mostrato un netto miglioramento, con una media di 14 punti e 7 rimbalzi a partita. È stato nominato NCAA Basketball Tournament Most Outstanding Player nel 2006, dopo aver messo a referto 16 punti e 9 rimbalzi nella finale contro gli UCLA Bruins, gara vinta dai Gators 73-57.

L'arrivo ai Chicago Bulls[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 giugno 2007, è stato scelto al primo giro del draft NBA 2007, selezionato dai Chicago Bulls come 9ª scelta assoluta. Ha firmato un contratto di due anni per 3,69 milioni di dollari.

Nel suo anno da rookie, dopo lo scambio che ha portato Ben Wallace a Cleveland, ha giocato stabilmente in quintetto, dando grinta e aggressività alla sua squadra a fronte di statistiche che parlano di 5,5 punti a partita e 5,2 rimbalzi. Le due stagioni successive migliora in tutti i suoi aspetti del gioco, diventando uno dei migliori rimbalzisti della NBA.

Considerato oramai uno dei punti fermi del quintetto base dei Bulls, nel 2010 ha firmato una estensione di 5 anni del contratto che lo lega alla squadra. Nella stagione 2010-2011 è costretto a saltare due mesi di partite a causa di un intervento chirurgico al pollice della mano destra. Fino all'infortunio, che lo ha tenuto lontano dai campi da dicembre 2010 a febbraio 2011, aveva mantenuto medie di 14,2 punti e 11,7 rimbalzi a partita. Nei due mesi di assenza, il suo posto in quintetto è stato stabilmente occupato da Kurt Thomas.

Rientrato dopo l'All-Star Game, Noah ha contribuito al finale di regular season dei Chicago Bulls, che hanno conquistato il miglior record della lega. Le statistiche del centro franco-americano sono scese e Noah ha concluso la stagione con una media di 11,7 punti e 10,4 rimbalzi a partita.

Ha giocato in quintetto tutte le partite di play-off dei Bulls, fino all'eliminazione avvenuta in finale di Conference per mano dei Miami Heat. Noah è stato anche multato di 50.000 dollari per aver rivolto un insulto omofobo ad un tifoso degli Heat durante gara-3 delle finali[1]; il giocatore si era immediatamente scusato per l'accaduto[2].

Il 21 aprile 2014 vince l'NBA Defensive Player of the Year Award.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

NBA[modifica | modifica wikitesto]

Regular Season[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campion. Partite Statistiche tiro Altre statistiche
Pres. Titol. Minuti Tiri da 2 Tiri da 3 Liberi Rimb. Assist Rubate Stopp. Punti
2007-2008 Stati Uniti Chicago Bulls NBA 74 31 1534 177/366 0/1 134/194 416 84 68 64 488
2008-2009 Stati Uniti Chicago Bulls NBA 80 55 1938 207/371 0/1 123/182 606 106 49 110 537
2009-2010 Stati Uniti Chicago Bulls NBA 64 54 1925 262/520 0/0 163/219 704 132 32 100 687
2010-2011 Stati Uniti Chicago Bulls NBA 48 48 1576 211/401 0/1 139/188 498 107 48 72 561
2011-2012 Stati Uniti Chicago Bulls NBA 64 64 1945 249/489 0/1 154/206 629 160 41 92 652
2012-2013 Stati Uniti Chicago Bulls NBA 66 64 2426 303/625 0/5 178/237 733 262 78 141 784
2013-2014 Stati Uniti Chicago Bulls NBA 80 80 2820 380/798 0/2 247/335 900 431 99 121 1007
2014-2015 Stati Uniti Chicago Bulls NBA 67 67 2049 190/425 0/2 105/174 646 312 48 74 485
Totale carriera 543 463 16213 1979/3995 0/13 1243/1735 5132 1594 463 774 5201

Playoffs[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra PG PI MPG FG% 3P% FT% OFF DIF RPG APG PRPG SPG PPG
2009 Chicago 7 7 38,7 51,0 0,0 76,0 4,0 9,1 13,1 2,3 0,9 2,1 10,1
2010 Chicago 5 5 37,6 52,8 0,0 94,7 4,0 9,0 13,0 2,6 1,8 1,4 14,8
2011 Chicago 16 16 33,1 41,1 0,0 72,5 4,3 5,9 10,2 2,5 1,0 2,1 8,7
2012 Chicago 2 2 36,5 78,9 0,0 42,9 3,5 7,0 10,5 4,0 1,0 1,0 16,5
Carriera 30 30 35,4 48,6 0,0 75,5 4,1 7,3 11,4 2,6 1,1 1,9 10,6
Legenda
  PG Partite giocate   PI  Partite iniziate  MPG  Minuti a partita
 FG%   % dal campo  3P%   % da tre punti  FT%   % tiro libero
 OFF  Rimbalzi offensivi a partita  DIF  Rimbalzi difensivi a partita  RPG  Rimbalzi a partita
 APG  Assist a partita  PRPG  Palle rubate a partita  SPG  Stoppate a partita
 PPG  Punti a partita  Grassetto  Career high

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

NCAA[modifica | modifica wikitesto]

Florida Gators: 2006, 2007

NBA[modifica | modifica wikitesto]

2013-2014
2013, 2014
First Team: 2013, 2014

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ huffingtonpost.com
  2. ^ blacksportsonline.com

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]