Brandon Knight

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Brandon Knight
Brandon Knight shooting.jpg
Knight al tiro con la maglia dei Detroit Pistons
Nome Brandon Emmanuel Knight
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 191 cm
Peso 84 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Playmaker
Squadra Phoenix Suns
Carriera
Giovanili
2006-2010 Pine Crest School
2010-2011 Kentucky Wildcats
Squadre di club
2011-2013 Detroit Pistons 141 (1.846)
2013-2015 Milwaukee Bucks 124 (2.214)
2015- Phoenix Suns 80 (1.379)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 27 Novembre 2016

Brandon Emmanuel Knight (Fort Lauderdale, 2 dicembre 1991) è un cestista statunitense, di ruolo playmaker professionista nella NBA con i Phoenix Suns.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Ha frequentato la Pine Crest School, prima di iscriversi all'Università del Kentucky, dove è rimasto per una stagione

NBA (2011-oggi)[modifica | modifica wikitesto]

Detroit Pistons (2011-2013)[modifica | modifica wikitesto]

Il 23 Giugno 2011 stato selezionato nel draft NBA 2011 dai Detroit Pistons con l'ottava scelta. Diventa abbastanza presto il titolare dei pistoni. L'8 febbraio 2012 è stato convocato per partecipare al Rising Stars Challenge, venendo selezionato dalla squadra Shaq.

A fine anno, viste le buone prestazioni offerte durante la stagione con la canotta dei Pistons, viene inserito nell'NBA All-Rookie First Team.[1]

Il 27 febbraio 2013 segna un career-high di 32 punti nella vittoria contro i Washington Wizards.

Milwaukee Bucks (2013-2015)[modifica | modifica wikitesto]

Brandon Knight (destra) in volo contro Chris Singleton (sinistra)

Il 31 Luglio 2013 viene ceduto ai Milwaukee Bucks insieme a Khris Middleton e V'jačeslav Kravcov in cambio di Brandon Jennings. Ai cervi eredita il posto di Jennings diventando il playmaker titolare della squadra.

Phoenix Suns (2015-oggi)[modifica | modifica wikitesto]

Il 19 Febbraio 2015 viene ceduto ai Phoenix Suns in una trade a tre squadre che oltre alla franchiga dell'Arizona e ai Milwaukee Bucks ha coinvolto anche i Philadelphia 76ers.[2]

Ai Suns, nonostante nel suo ruolo giochi Eric Bledsoe riesce comunque a ritagliarsi spazio giocando 11 partite, di cui 9 ben da titolare (giocando da guardia).

Il 18 Luglio 2015 firma un'estensione contrattuale di 4 anni (in cui guadagnerà 70 milioni di dollari) con i Phoenix Suns.[3]

Il 16 Novembre 2015 registra la sua prima tripla doppia in carriera con 30 punti, 10 rimbalzi e 15 assist nella partita casalinga contro i Los Angeles Lakers. Con questa Knight diventa così il quarto giocatore dal 1973 ad aver raggiunto quelle statistiche al termine di una partita dopo Pete Maravich, Magic Johnson e Russell Westbrook.

Nonostante lui avrebbe dovuto essere il sesto uomo per la presenza nel suo ruolo di Eric Bledsoe, ma causa dell'infortunio di quest'ultimo diventa titolare della squadra. Tuttavia Knight stesso subirà vari infortuni, e a causa di questi Knight disputerà in tutta la stagione solo 52 partite.[4]

A fine anno, nonostante la stagione a livello di squadra sia pessima (penultima davanti ai Los Angeles Lakers dell'ultimo anno di Kobe Bryant nella Western Conference con un record negativo di 23 vittorie e 59 sconfitte), a livello individuale, nonostante gli infortuni, si rivela ottima a livello individuale con una media di 19,4 punti (career-high), 3,9 rimbalzi e 5,1 assist a partita (il suo career high in quanto a rimbalzi è un 5,4 ottenuto in una mezza stagione a Milwaukee prima di passare a Phoenix).

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Brandon Knight è cristiano.[5] [6] Posta spesso su Twitter la scritta "TGBTG" (To God Be The Glory).[7][8][9]

Ha anche due braccialetti che esprimono la sua fede: su uno c'è scritto TGBTG, sull'altro invece Faith (fede tradotto in italiano).[10]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Brandon Knight Named to NBA All-Rookie First Team | THE OFFICIAL SITE OF THE DETROIT PISTONS, su www.nba.com. URL consultato il 26 novembre 2016.
  2. ^ Suns Acquire Brandon Knight in Three-Team Trade | Phoenix Suns, in Phoenix Suns. URL consultato il 26 novembre 2016.
  3. ^ Suns Re-Sign Brandon Knight | Phoenix Suns, in Phoenix Suns. URL consultato il 26 novembre 2016.
  4. ^ Fox Sports, Brandon Knight Injury News & Status Updates, su www.foxsports.com. URL consultato il 26 novembre 2016.
  5. ^ Brandon Knight on Twitter, in Twitter. URL consultato il 26 novembre 2016.
  6. ^ Vaught's Views: Family friend says Knight has his priorities straight, in schurz-centralkentuckynews. URL consultato il 26 novembre 2016.
  7. ^ Brandon Knight on Twitter, in Twitter. URL consultato il 26 novembre 2016.
  8. ^ Brandon Knight on Twitter, in Twitter. URL consultato il 26 novembre 2016.
  9. ^ Brandon Knight on Twitter, in Twitter. URL consultato il 26 novembre 2016.
  10. ^ Brandon Knight on Twitter, in Twitter. URL consultato il 26 novembre 2016.