LaMelo Ball

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
LaMelo Ball
LaMelo Ball (cropped).jpg
LaMelo Ball durante l’NBA All-Star Weekend 2022
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 201 cm
Peso 82 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Playmaker / guardia
Squadra Charlotte Hornets
Carriera
Giovanili
2015-2017Chino Hills High School
2018-2019Spire Institute
Squadre di club
2017-2018Prienai8 (52)
2019-2020Illawarra Hawks12 (204)
2020-Charlotte Hornets126 (2 311)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 1º novembre 2021

LaMelo LaFrance Ball (Anaheim, 22 agosto 2001) è un cestista statunitense, professionista in NBA nei Charlotte Hornets.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

LaMelo Ball è figlio di LaVar e Tina Ball, entrambi ex giocatori di basket a livello universitario. LaVar, così come Tina, ha infatti giocato per la Washington State University e per la California State University, Los Angeles.[1] LaVar ha anche giocato a football americano come professionista con i London Monarchs, squadra militante nella World League of American Football e associata ai New York Jets.

Ha due fratelli a loro volta cestisti, Lonzo, giocatore dei Chicago Bulls, e LiAngelo.

Inizi e high school[modifica | modifica wikitesto]

LaMelo ha iniziato a giocare a basket all'età di quattro anni insieme ai fratelli Lonzo e LiAngelo.[2] Una volta cresciuto, il trio ha giocato in varie squadre allenate dal padre. Durante l'infanzia LaMelo ha giocato principalmente contro avversari più grandi di lui e nel 2013, l'età di 12 anni, ha messo a segno durante la Summer League della sua high school 29 punti contro avversari di 16 e 17 anni. La sezione dedicata agli sport liceale di USA Today ha comparato l'abilità di LaMelo nel dominare il gioco anche contro avversari più grandi a quella di LeBron James.[3]

Nel giugno del 2015 si iscrive alla Chino Hills High School in California sotto la guida del coach Steve Baik. Nel team erano inoltre già presenti i fratelli Lonzo e LiAngelo e il cugino Andre.[4] Il 16 giugno 2015, nella sua gara di debutto, mette a segno 27 punti contro la John Muir High School.[5] Nel marzo del 2016 la sua squadra vince la CIF Southern Section Open Division, battendo la Sierra Canyon School grazie anche ai 26 punti messi a referto da LaMelo.[6] Nello stesso mese la squadra si classifica come testa di serie per la fase finale del campionato statale. Il 27 marzo il team vince il torneo statale dopo la vittoria contro la De La Salle High School. LaMelo chiude il suo primo anno con una media di 16.4 punti e 3.8 assist, vincendo il premio Max Preps National Freshman of the Year (assegnato al miglior giocatore liceale al primo anno) insieme al compagno Onyeka Okongwu.[7][8]

Nel suo secondo anno, dopo la partenza del fratello Lonzo, iscrittosi alla UCLA University, LaMelo diventa il leader indiscusso della squadra. Il 30 novembre 2016 segna 31 punti contro la Rancho Christian High School, mentre il fratello LiAngelo ne mette a referto ben 72. Il 5 febbraio 2017 LaMelo viene sconfitto per la prima volta nella sua carriera liceale dalla Oak Hill Academy, fermando a 60 la striscia di vittorie consecutive della Chino Hills High School.[9] Nella gara successiva LaMelo mette a segno 92 punti nella vittoria per 146 a 123 contro la Los Osos High School, mentre il fratello LiAngelo era fermo a causa di un infortunio alla caviglia.[10] Nonostante il numero di punti messi a segno, la prestazione di LaMelo viene ampiamente criticata, a causa dell'elevato numero di tiri da metà campo tentati e dei mancati rientri in difesa.

Il 2 ottobre 2017 LaMelo lascia Chino Hills, con l'intenzione di venir cresciuto dal padre, contrariato per la nomina di Dennis Latimore come allenatore della squadra.[11]

Nell'ottobre del 2018, dopo l'esperienza professionale in Lituania, torna a giocare all'high school, allo Spire Institute di Geneva, Ohio.[12][13] Debutta il 10 novembre, realizzando una doppia doppia da 20 punti, 13 assist e 5 rimbalzi.[14] Ball trascina la squadra fino alla finale, e viene nominato MVP della stagione.[15] A causa della precedente esperienza professionale viene dichiarato ineleggibile per il McDonald's All-American Game.[16]

Carriera professionistica[modifica | modifica wikitesto]

Vytautas Prienai (2018)[modifica | modifica wikitesto]

L'11 dicembre 2017 LaMelo, insieme al fratello LiAngelo, firma un contratto con la squadra lituana del Vytautas Prienai, diventando il più giovane americano di sempre a firmare un contratto da cestista professionista.[17] Il 4 gennaio 2018 atterra all'aeroporto di Vilnius con il fratello LiAngelo e il giorno seguente partecipa al suo primo allenamento con la nuova squadra e alla conferenza stampa della sua presentazione, durante la quale dichiara il suo entusiasmo per l'inizio della nuova avventura in Europa. Il 9 gennaio esordisce con la propria squadra durante la Big Baller Challenge, competizione creata e voluta dal padre LaVar, mettendo a referto 10 punti, 9 assist e 2 rimbalzi. In seguito, realizza una tripla doppia segnando 40 punti, e aiuta la squadra a vincere il torneo. Esordisce anche nella LKL, campionato lituano, ma senza riuscire a portare a casa dei punti.[18] Il 25 aprile il padre LaVar decide di risolvere il contratto dei figli citando come motivazioni principali la mancanza di spazio per LaMelo e incomprensioni con l'allenatore della squadra.[19][20] Ball termina il campionato con le medie di 6,5 punti e 2,4 assist, con il 26,8% dal campo in 12 minuti di utilizzo a partita.[21]

Los Angeles Ballers (2018)[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 giugno 2018, Lamelo firma il contratto con i Los Angeles Ballers, squadra della Junior Basketball Association creata proprio dal padre LaVar, rendendolo il giocatore principale della lega.[22][23] Trascina, insieme al fratello LiAngelo, i Los Angeles Ballers al primo titolo della competizione, vinto in finale contro i Seattle Ballers.[24] Chiude la stagione con una tripla doppia da 39,6 punti, 14,6 rimbalzi e 11,5 assist di media a partita, venendo convocato per l'All Star Game.[25]

Illawara Hawks (2019-2020)[modifica | modifica wikitesto]

Ball con gli Illawarra Hawks nel 2019

Ball prosegue la sua carriera nel campionato professionistico australiano, firmando un contratto di due anni con gli Illawarra Hawks all'interno del programma NBL Next Stars, volto a sviluppare talenti per la NBA. Ball conduce un'ottima stagione, che lo vede eletto miglior rookie della lega (battendo di 5 voti Kouat Noi), terminando con 17 punti, 7,4 rimbalzi e 6,8 assist di media in 12 partite di campionato.[26] Al termine della stagione, chiusa anticipatamente a causa di un infortunio al piede occorso in allenamento,[27][28] si rende eleggibile per il Draft NBA 2020.[29]

NBA[modifica | modifica wikitesto]

Charlotte Hornets (2020-)[modifica | modifica wikitesto]

L'avvio, la frattura al polso e il premio di rookie dell'anno (2020-2021)[modifica | modifica wikitesto]

Ball viene selezionato il 18 novembre 2020 nel Draft NBA 2020 dagli Charlotte Hornets con la terza scelta assoluta. Lonzo (2° scelta assoluta nel 2017) e LaMelo diventano dunque la prima e unica coppia di fratelli a venire selezionati entrambi nella top 3 del Draft NBA.[30] Il 9 gennaio 2021, all'età di 19 anni e 140 giorni, diventa il più giovane giocatore di sempre a realizzare una tripla doppia, superando il precedente record di Markelle Fultz.[31] Viste le ottime prestazioni, Ball viene nominato Rookie del mese dell'Eastern Conference per i mesi di dicembre e gennaio, tenendo le medie di 12,2 punti, 5,9 rimbalzi e 6,2 assist nelle sue prime 21 partite.[32] Il 1 febbraio gioca la prima partita da titolare, chiudendo con 14 punti, 5 rimbalzi e 7 assist nella vittoria contro Miami. Nella sconfitta contro gli Utah Jazz del 6 febbraio 2021 segna il suo massimo in carriera di 34 punti totali. Impiegato stabilmente da titolare, viene nominato nuovamente Rookie del mese dopo aver tenuto le medie di 20,1 punti, 6,2 rimbalzi e 6,7 assist,[33] venendo anche convocato per il suo primo Rising Stars Challenge, non giocatosi a causa della pandemia da COVID-19.[34] Il 20 marzo subisce, nella sconfitta contro i Los Angeles Clippers, la frattura del polso destro.[35] Nonostante le previsioni iniziali parlassero di stagione finita, la frattura si rimargina completamente, consentendo il ritorno in campo di Ball.[36] A fine anno conquista il NBA Rookie of the Year Award.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
  PG Partite giocate   PT  Partite da titolare  MP  Minuti a partita
 TC%  Percentuale tiri dal campo a segno  3P%  Percentuale tiri da tre punti a segno  TL%  Percentuale tiri liberi a segno
 RP  Rimbalzi a partita  AP  Assist a partita  PRP  Palle rubate a partita
 SP  Stoppate a partita  PP  Punti a partita  Grassetto  Career high

NBA[modifica | modifica wikitesto]

Regular season[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra PG PT MP TC% 3P% TL% RP AP PRP SP PP
2020-2021 Charlotte Hornets 51 31 28,8 43,6 35,2 75,8 5,9 6,1 1,6 0,4 15,7
2021-2022 Charlotte Hornets 75 75 32,3 42,9 38,9 87,2 6,7 7,6 1,6 0,4 20,1
Carriera 126 106 30,9 43,1 37,8 82,6 6,4 7,0 1,6 0,4 18,3
All-Star 1 0 22,4 63,6 50,0 - 3,0 3,0 3,0 0,0 18,0

Massimi in carriera[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra[modifica | modifica wikitesto]

Los Angeles Ballers: 2018

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

High school[modifica | modifica wikitesto]

  • MaxPreps Freshman of the Year (2016)
  • MaxPreps Freshman All-American First Team (2016)
  • MaxPreps Sophomore All-American First Team (2017)
  • Grind Session MVP (2019)

JBL[modifica | modifica wikitesto]

  • JBA All-Star (2018)

NBL[modifica | modifica wikitesto]

  • NBL Rookie of the Year (2020)

NBA[modifica | modifica wikitesto]

2021

Record[modifica | modifica wikitesto]

NBL[modifica | modifica wikitesto]

  • Secondo giocatore più giovane di sempre a realizzare una tripla doppia nella storia della NBL.[38]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) The Architect: Father of the Ball brothers speaks about growth of Chino Hills - MaxPreps, su MaxPreps.com, 26 marzo 2016. URL consultato il 4 marzo 2021.
  2. ^ (EN) Chris Palmer, The extraordinary life of LaMelo Ball, su The Undefeated, 8 marzo 2018. URL consultato il 4 marzo 2021.
  3. ^ http://usatodayhss.com/2014/phenomenology-lamelo-ball-might-be-the-most-dominant-hoops-prodigy-since-you-know-who
  4. ^ (EN) Facebook, Twitter, Show more sharing options, Facebook, Twitter, LinkedIn, Column: It's Ball in the family at Chino Hills basketball, su Los Angeles Times, 26 aprile 2015. URL consultato il 4 marzo 2021.
  5. ^ (EN) Facebook, Twitter, Show more sharing options, Facebook, Twitter, LinkedIn, Boys' basketball: LaMelo Ball, 13, makes quite a debut for Chino Hills, su Los Angeles Times, 17 giugno 2015. URL consultato il 4 marzo 2021.
  6. ^ (EN) Facebook, Twitter, Show more sharing options, Facebook, Twitter, LinkedIn, Column: Chino Hills defeats Sierra Canyon, 105-83, for first section title, su Los Angeles Times, 6 marzo 2016. URL consultato il 4 marzo 2021.
  7. ^ (EN) Think Lonzo Ball is great? Meet his two UCLA-bound brothers, su ESPN.com, 14 dicembre 2016. URL consultato il 4 marzo 2021.
  8. ^ (EN) 2015-16 MaxPreps Boys Basketball Freshman All-American Team - MaxPreps, su MaxPreps.com, 21 aprile 2016. URL consultato il 4 marzo 2021.
  9. ^ (EN) Oak Hill Academy stops Chino Hills win streak at 60 games - MaxPreps, su MaxPreps.com, 4 febbraio 2017. URL consultato il 4 marzo 2021.
  10. ^ https://sport.sky.it/nba/2017/02/08/incredibile-lamelo-ball-fratello-lonzo-92-punti-ucla.html
  11. ^ https://www.latimes.com/sports/highschool/la-sp-high-school-sports-updates-lavar-ball-to-pull-lamelo-from-chino-1506983851-htmlstory.html, su latimes.com. URL consultato il 4 marzo 2021 (archiviato dall'url originale il 2 luglio 2019).
  12. ^ (EN) LaMelo Ball is Returning To High School, Plans To Enroll at SPIRE Institute in Ohio, su SLAM, 4 marzo 2019. URL consultato il 4 marzo 2021.
  13. ^ (EN) LaMelo Ball to enroll, play at Ohio high school, su ESPN.com, 6 novembre 2018. URL consultato il 4 marzo 2021.
  14. ^ (EN) Adam Zagoria, LaMelo Ball goes for 20 points, 13 assists in Spire debut, Rocket Watts drops 38, su Zagsblog, 11 novembre 2018. URL consultato il 4 marzo 2021.
  15. ^ (EN) Kyle Newport, LaMelo Ball Named Grind Session MVP, Drops 18 in Win vs. Our Saviour Lutheran, su Bleacher Report. URL consultato il 4 marzo 2021.
  16. ^ (EN) LaMelo Ball Ineligible for McDonald's All-American Game, Officials Say, su TMZ. URL consultato il 4 marzo 2021.
  17. ^ (EN) LiAngelo and LaMelo Ball sign professional basketball contracts with Lithuanian club, su Daily News, 12 dicembre 2017. URL consultato il 4 marzo 2021.
  18. ^ http://www.basketinside.com/europe-basketball/news-europe-basketball/liangelo-e-lamelo-vicinissimi-ai-lituani-del-prienu-vytautas/
  19. ^ (EN) Source: Ball brothers return home due to injuries, su ESPN.com, 25 aprile 2018. URL consultato il 4 marzo 2021.
  20. ^ https://www.washingtonpost.com/news/early-lead/wp/2018/04/25/lavar-ball-is-pulling-sons-liangelo-and-lamelo-out-of-lithuania-before-season-ends/?noredirect=on, su washingtonpost.com.
  21. ^ LaMelo Ball Player Profile, Charlotte Hornets, News, Rumors, NBA Stats, International Stats, Game Logs, Bests, Awards - RealGM, su basketball.realgm.com. URL consultato il 4 marzo 2021.
  22. ^ (EN) LaMelo Ball signs with Los Angeles Ballers as JBA's 'MARQUEE Player', su Lonzo Wire, 12 giugno 2018. URL consultato il 4 marzo 2021.
  23. ^ (EN) LaMelo Ball Will Join The JBA League This Summer, su SLAM, 4 marzo 2018. URL consultato il 4 marzo 2021.
  24. ^ https://lonzowire.usatoday.com/2018/08/12/liangelo-lamelo-ball-lead-los-angeles-ballers-to-first-ever-jba-championship/, su lonzowire.usatoday.com.
  25. ^ https://jbaleague.com/event/jba-all-star-game/, su jbaleague.com. URL consultato il 4 marzo 2021 (archiviato dall'url originale il 2 agosto 2018).
  26. ^ (EN) Bryce Cotton wins MVP, LaMelo Ball takes Rookie of the Year - 2019-20 NBL Awards Recap, su Fox Sports, 16 febbraio 2020. URL consultato il 16 luglio 2021.
  27. ^ (EN) Jenna West, LaMelo Ball Ends NBL Season Ahead of NBA Draft, su Sports Illustrated. URL consultato il 4 marzo 2021.
  28. ^ (EN) The Hawks Official Website, su hawks.com.au. URL consultato il 4 marzo 2021.
  29. ^ (EN) Scott Polacek, LaMelo Ball Leaves NBL's Illawarra Hawks to Prepare for 2020 NBA Draft, su Bleacher Report. URL consultato il 4 marzo 2021.
  30. ^ (EN) Madeline Coleman, Top 3 Pick LaMelo Ball Makes NBA History With Brother Lonzo, su si.com. URL consultato il 10 gennaio 2021.
  31. ^ (EN) LaMelo, 19, youngest ever to post triple-double, su espn.com, 10 gennaio 2021. URL consultato il 10 gennaio 2021.
  32. ^ (EN) LaMelo Ball, Tyrese Haliburton named Kia NBA Rookies of the Month, su nba.com. URL consultato il 4 marzo 2021.
  33. ^ (EN) Tyrese Haliburton, LaMelo Ball named Kia NBA Rookies of the Month, su nba.com. URL consultato il 4 marzo 2021.
  34. ^ (EN) Zion Williamson, Ja Morant lead 2021 Rising Stars roster, su nba.com. URL consultato il 4 marzo 2021.
  35. ^ (EN) Sources: Broken wrist likely ends LaMelo's season, su ESPN.com, 22 marzo 2021. URL consultato il 22 marzo 2021.
  36. ^ Sky Sport, LaMelo Ball, ritorno in campo in 7-10 giorni, su sport.sky.it. URL consultato il 21 aprile 2021.
  37. ^ a b c d e f (EN) basketball.realgm.com, https://basketball.realgm.com/player/LaMelo-Ball/Bests/103892. URL consultato l'8 aprile 2022.
  38. ^ (EN) National Basketball League | NBL, su nbl.com.au. URL consultato il 16 luglio 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]