Željko Obradović

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Željko Obradović
Željko Obradović (Fenerbahçe 2017).jpg
Želimir Obradović nel 2017
Nome Želimir Obradović
Желимир Обрадовић
Nazionalità Jugoslavia Jugoslavia
bandiera Jugoslavia
Serbia e Montenegro Serbia e Montenegro
Serbia Serbia
Altezza 180 cm
Peso 78 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex playmaker)
Squadra Fenerbahçe
Ritirato 1991 - giocatore
Carriera
Squadre di club
1980-1984Borac Čačak
1984-1991Partizan Belgrado
Nazionale
1988-1990Jugoslavia Jugoslavia
Carriera da allenatore
1991-1993Partizan Belgrado
1993-1994Joventut Badalona
1994-1997Real Madrid
1995Jugoslavia Jugoslavia (vice)
1996-2000Jugoslavia Jugoslavia
1997-1999Pall. Treviso36-16
1999-2012Panathīnaïkos
2004-2005Serbia e Montenegro Serbia e Montenegro
2013-2015Fenerbahçe Ülker
2015-Fenerbahçe
Palmarès
Jugoslavia Jugoslavia
Olympic flag.svg Olimpiadi
Argento Seul 1988
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Oro Argentina 1990
Fictional Logo for Goodwill Games.svg Goodwill Games
Oro Seattle 1990
Jugoslavia Jugoslavia
Olympic flag.svg Olimpiadi
Argento Atlanta 1996
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Oro Grecia 1998
Wikiproject Europe (small).svg Europei
Oro Spagna 1997
Bronzo Francia 1999
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 giugno 2016

Želimir "Željko" Obradović, in serbo Желимир "Жељко" Обрадовић? (Čačak, 9 marzo 1960), è un ex cestista e allenatore di pallacanestro jugoslavo, dal 2006 serbo.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Obradović giocava nella posizione di playmaker. Arriva al Partizan Belgrado all'età di 26 anni, dove assieme a Vlade Divac e Žarko Paspalj e altri, vinse il campionato jugoslavo nel 1986-87, arriva alle final four nella Coppa dei Campioni del 1988 e vinse la Coppa Korać nel 1989.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Come membro della Nazionale jugoslava di pallacanestro ha vinto la medaglia d'argento alle Olimpiadi del 1988 e quella d'oro al campionato mondiale del 1990.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Obradović nel 2007

Quando la sua carriera era al massimo, subì un grave contaccolpo poiché in Iugoslavia venne condannato ad un anno di prigione per aver causato la morte in un incidente stradale. Želimir, dopo aver scontato la pena, ritornò a giocare e già negli ultimi giorni da giocatore allenò le squadre giovanili del Partizan. Si ritirò dal basket giocato nel 1991.

Obradović è considerato l'allenatore più vincente in Europa. Ciò è pienamente confermato dalla grande collezione di titoli nella sua carriera da coach: nove campionati europei e due Saporta Cup, in diverse squadre. Vinse anche titoli europei e mondiali con la nazionale di pallacanestro della Iugoslavia, della quale fu coach dal 1996 al 2000.

In Italia ha allenato la Benetton Pallacanestro Treviso dal 1997 al 1999 vincendo una supercoppa italiana nel 1997 e la Saporta Cup nel 1999. Dopo l'esperienza trevigiana costruisce la sua leggenda alla guida del Panathinaikos B.C.. Legando il suo nome a volti di primo piano del basket europeo (Dimitris Diamantidis, Fragiskos Alvertis, Sarunas Jasikevicius) conquista 11 titoli nazionali e 5 EuroLeague, diventando il più vincente coach del basket internazionale. Nell'estate 2012 chiude il suo ciclo prendendosi un anno sabbatico.

Nel luglio 2013 diventa allenatore del Fenerbahçe. Nella prima stagione non ottiene i risultati sperati in Europa mancando l'accesso ai playoff, ma ottiene il primo titolo turco battendo in finale il Galatasaray, assente in gara-7 per protesta contro la federazione. Nel 2014-2015 guida i gialloblù alle prime Final Four di EuroLeague della loro storia: battuto in semifinale dal Real Madrid (poi campione), si ferma al penultimo atto anche in patria, battuto dal sorprendente Pinar Karsiyaka di Bobby Dixon. Nel 2015-2016 centra la finale di EuroLeague, poi vinta dal Cska all'overtime, e conquista il suo secondo titolo turco, battendo 4-2 in finale l'Anadolu Efes. Nel 2016-2017 torna sul trono d'Europa vincendo la nona Eurolega della sua carriera nella final four di Istanbul, dominando 84-64 l'Olympiakos.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Partizan Belgrado: 1986-1987
Partizan Belgrado: 1989
Partizan Belgrado: 1988-1989

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizione nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Partizan Belgrado: 1991-1992
Partizan Belgrado: 1992
Panathinaikos Atene: 1999-2000, 2000-01, 2002-03, 2003-04, 2004-05, 2005-06, 2006-07, 2007-08, 2008-09, 2009-10, 2010-11
Panathinaikos Atene: 2003, 2005, 2006, 2007, 2008, 2009, 2012
Pallacanestro Treviso: 1997
Fenerbahçe: 2013-14, 2015-16, 2016-17
Fenerbahçe: 2016
Fenerbahçe: 2013, 2016, 2017

Competizione internazionale[modifica | modifica wikitesto]

Partizan Belgrado: 1991-92
Joventut Badalona: 1993-94
Real Madrid: 1994-95
Panathinaikos Atene: 1999-2000, 2001-02, 2006-07, 2008-09, 2010-11
Fenerbahçe: 2016-17
Real Madrid: 1996-1997
Pallacanestro Treviso: 1998-99

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Per la Iugoslavia[modifica | modifica wikitesto]
Atlanta 1996
Spagna 1997
Grecia 1998
Francia 1999

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Panathinaikos: 2006-2007, 2010-2011
Fenerbahce: 2016-2017

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]