Decio Scuri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Decio Scuri
Decio Scuri.jpg
Dati biografici
Nazionalità bandiera Italia
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore
Ritirato  ?
Hall of Fame FIBA Hall of Fame (2007)
Carriera
Carriera da allenatore
1936-1939 Italia Italia
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Decio Scuri (Napoli, 18 marzo 1905Roma, 22 aprile 1980) è stato un allenatore di pallacanestro e dirigente sportivo italiano.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

È stato tra i pionieri della pallacanestro italiana ed è stato giocatore, arbitro, allenatore e dirigente, nonché membro della FIBA. Stimato otorinolaringoiatra, dal 1952 al 1970 ha diretto l'Istituto Sordomuti di Napoli e Roma.

Carriera sportiva[modifica | modifica sorgente]

Da giovane, era un cestista dilettante e ha collaborato con la Federazione come arbitro.

Nel 1936 è stato nominato commissario tecnico della nazionale italiana di pallacanestro al fianco dell'allenatore Guido Graziani. Con la nazionale ha avuto l'opportunità di disputate le Olimpiadi di Berlino 1936, arrivando al settimo posto, e gli Europei di Kaunas 1939, in cui ottenne un sesto posto.

Nel 1945 è stato nominato "Reggente" della Delegazione Alta Italia della Federazione Italiana Pallacanestro e nel dopoguerra, dal 1954 al 1965, ne è diventato presidente a tutti gli effetti. Contemporaneamente, tra il 1948 e il 1972, ha ricoperto la carica di presidente della Commissione Tecnica della Federazione Internazionale ed è stato membro del FIBA Central Board.

Nel 1967 il CONI gli ha conferito una Stella d'oro al Merito Sportivo.

Fa parte della FIBA Hall of Fame. A lui era dedicato un torneo nazionale a cui partecipavano le rappresentative giovanili di ogni regione, dal 1982 al 1992[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dal Torneo “Decio Scuri” al Trofeo delle Regioni in FIP. URL consultato il 12 marzo 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Presidente della FIP Successore
Guido Graziani 1945 Enrico Castelli I
Vittorio Muzi Di Dogliola 1954 - 1965 Claudio Coccia II