Michele Kalamera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Michele Kalamera nel 1970

Michele Kalamera, all'anagrafe Michelino Calamera (Conegliano, 12 febbraio 1939Roma, 25 luglio 2023[1]), è stato un doppiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di padre siciliano di origini greche (il nonno paterno era di Patrasso) e di madre veneto-tedesca (nonno materno bavarese),[2] si trasferisce con la famiglia per via della professione del primo, maresciallo dei Carabinieri, arrivando infine da Palmi in Calabria a Roma, dove negli anni sessanta ha frequentato l'Accademia d'arte drammatica "Silvio D'Amico". Conosciuto per il mestiere di doppiatore, è stato anche attore di teatro e nel 1963 ha fondato, insieme a Gigi Proietti, il Teatro Stabile d'Abruzzo dell'Aquila. Ha lavorato inoltre per la radio. Esordisce come doppiatore nel marzo del 1966, diretto da Fede Arnaud nel doppiaggio di Mark Damon nel film Dio, come ti amo!. È noto soprattutto per essere stato il doppiatore ufficiale di Clint Eastwood, scelto per questo lavoro dallo stesso attore statunitense che nel 1976 lo aveva sentito in un provino per il film Il texano dagli occhi di ghiaccio.

Ha doppiato inoltre Steve Martin in molte delle sue interpretazioni; F. Murray Abraham nel ruolo di Antonio Salieri nel primo doppiaggio del film Amadeus di Miloš Forman; Robert Redford in diverse significative interpretazioni (fra cui Il candidato); Martin Landau nel ruolo del comandante John Koenig in Spazio 1999, nella serie televisiva Missione impossibile e nel film Ed Wood, per cui l'attore vinse il premio Oscar al miglior attore nel ruolo di Bela Lugosi; Michael Caine in The Prestige; Robert Duvall ne Il Grinta, Non torno a casa stasera di Francis Ford Coppola e Colors - Colori di guerra.

Attori da lui doppiati più di rado sono stati Christopher Walken, Ben Kingsley, Max von Sydow, Anthony Hopkins, Dennis Farina, Raymond J. Barry, Roger Moore. In televisione è stato la 2ª voce di George Peppard nel ruolo del colonnello John "Hannibal" Smith nella serie A-Team e ha doppiato Jerry Hardin nel ruolo di Gola Profonda in X-Files.

È stato la voce dei personaggi Disney Razoul nei prodotti d'animazione di Aladdin, Baloo in TaleSpin e dell'imperatore Zurg, nonché voce narrante nei cartoni Disney dedicati a Pippo e a Winnie the Pooh, e in altri cartoni animati fra cui Freakazoid; ha doppiato inoltre Sam l'aquila nei lungometraggi I Muppet e Muppets 2 - Ricercati.

Nel maggio 2007 ha vinto il premio "Leggio d'oro voce maschile dell'anno". L'anno successivo partecipa come voce narrante nell'album del cantautore e rapper pugliese Caparezza, Le dimensioni del mio caos.[3]

Il 13 gennaio 2018, in occasione di un festival in cui era stato premiato, annunciò il ritiro dalla professione,[4] continuando tuttavia a doppiare occasionalmente fino al 2021.

È morto a Roma il 25 luglio 2023, all'età di 84 anni. I funerali si sono svolti il 28 luglio nella Chiesa degli artisti a piazza del Popolo a Roma.[5]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Film[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Film d'animazione[modifica | modifica wikitesto]

Cartoni animati[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Programmi televisivi[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Prosa radiofonica Rai[modifica | modifica wikitesto]

  • Ciascuno a suo modo, tre atti di Luigi Pirandello, regia di Orazio Costa[13] (1962)
  • Miguel Manara, sei quadri di Oscar Milosz, regia di Orazio Costa, trasmesso il 5 ottobre 1962.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio Voci nell'ombra 2003 per la Miglior Voce Maschile – Sezione Cinema nel ruolo di Terry McCaleb in Debito di sangue.
  • Gran premio internazionale del doppiaggio 2009 come Miglior doppiatore protagonista nel ruolo di Walt Kowalski in Gran Torino (ex aequo con Massimo Rossi – nel ruolo di Harvey Milk in Milk).
  • Vincitore della XIII Targa "Gualtiero De Angelis" al Festival Voci 2009 a Imperia.
  • Premio Voce maschile dell'anno attribuito dalla giuria all'8ª Gran Galà del Doppiaggio – Romics 2009 nel ruolo di Walt Kowalski in Gran Torino.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Morto Michele Kalamera, il grande “orecchiante” doppiatore di Clint Eastwood, su repubblica.it, 26 luglio 2023.
  2. ^ Filmato audio Intervista a MICHELE KALAMERA (2009), su YouTube, enciclopediadeldoppiaggio, 2 luglio 2011, a 6 min 7 s. URL consultato il 23 dicembre 2021.
  3. ^ Il Palmarès 2007, su leggiodoro.it. URL consultato il 15 aprile 2015 (archiviato dall'url originale l'8 febbraio 2015).
  4. ^ Filmato audio Premio a Michele Kalamera (Clint Eastwood) - Festival "Le Voci Del Cinema" 2018, su YouTube, Doppiatori Italiani, 20 gennaio 2018, a 4 min 44 s. URL consultato il 20 gennaio 2024.
  5. ^ Addio a Michele Kalamera, voce ufficiale di Clint Eastwood e grande doppiatore | Spettacolo.eu, in Spettacolo.eu, 26 luglio 2023. URL consultato il 29 febbraio 2024.
  6. ^ IL MONDO DEI DOPPATORI - ZONA CINEMA: "Dellamorte Dellamore", su Il mondo dei doppiatori, antoniogenna.net. URL consultato l'8 novembre 2023.
  7. ^ Aladdin - La vendetta di Nasira, su Il mondo dei doppiatori. URL consultato il 3 maggio 2021.
  8. ^ Chi è PK, su Il mondo dei doppiatori. URL consultato il 1º Agosto 2021.
  9. ^ Atlantis - L'impero perduto, su Il mondo dei doppiatori. URL consultato il 20 maggio 2021.
  10. ^ Kinect: Disneyland Adventures / Disneyland Adventures, su Il mondo dei doppiatori. URL consultato il 7 ottobre 2021.
  11. ^ Epic Mickey 2 - L'avventura di Topolino e Oswald, su Il mondo dei doppiatori. URL consultato il 24 novembre 2021.
  12. ^ Gli Incredibili - Quando il pericolo chiama, su Il mondo dei doppiatori. URL consultato il 12 giugno 2022.
  13. ^ Orazio Costa Giovangigli, su Carte da Pareti. URL consultato il 23 dicembre 2021 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]