Fantasia 2000

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fantasia 2000
Fantasia 2000.jpg
il titolo del film
Titolo originale Fantasia 2000
Paese di produzione USA
Anno 1999
Durata 75 min
Genere animazione, musicale
Regia James Algar ("L'apprendista stregone"),
Gaëtan Brizzi, Paul Brizzi ("L'uccello di fuoco"),
Hendel Butoy ("Pini di Roma" e "Piano Concerto No.2"),
Francis Glebas ("Pomp and Circumstance"),
Eric Goldberg ("Rhapsody in Blue" e "Il Carnevale degli Animali"),
Don Hahn (sequenze parlate),
Pixote Hunt ("Sinfonia n°5"),
Soggetto Hans Christian Andersen ("Il soldatino di stagno")
Sceneggiatura Oliver Thomas, Joe Ranft, Joe Grant (storia)

Elena Driskill ("Morte e rinascita della foresta") Carl Fallberg, Perce Pearce ("L'apprendista stregone")

Irene Mecchi, David Reynolds (sequenze parlate)
Produttore esecutivo Roy Edward Disney
Casa di produzione Walt Disney Feature Animation
Distribuzione (Italia) Walt Disney Pictures
Fotografia Tim Suhrstedt
Montaggio Jessica Ambinder-Rojas, Lois Freeman-Fox, Julia Gray, Craig Paulsen, Gregory F. Plotts
Musiche vedi sotto
Animatori James Baker, Nancy Beiman Bert Klein ("Rhapsody in Blue")

Darrin Butts("Pini di Roma" e "Il soldatino di stagno") Eric Goldberg ("Il Carnevale degli Animali") David Kuhn ("Il soldatino di stagno") Ed Love, George Rowley, Riley Thomson, Marvin Woodward, Preston Blair, Ugo D'Orsi, Les Clark ("L'apprendista stregone") Frank Dietz Doug Bennett Michael Dudok de Wit Christopher Romano Brian Ferguson Chadd Ferron Raúl García Sari Gennis Dave Kupczyk Mark Pudleiner Neil Richmond Michael Stocker Andreas Wessel-Therhorn

Anthony Ho Wong
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani
Episodi
  1. Quinta sinfonia
  2. I pini di Roma
  3. Rhapsody in Blue
  4. Concerto n.2 per pianoforte e orchestra
  5. Il carnevale degli animali
  6. L'apprendista stregone
  7. Pomp and circumstances
  8. L'uccello di fuoco
Premi

Fantasia 2000 è un film d'animazione ad episodi della Disney. Come il film precedente Fantasia del 1940, questa pellicola si pone l'obiettivo di porre la musica al centro dello spettacolo, di trasformare la "musica in immagini". È considerato il 38º classico Disney secondo il canone ufficiale.

È stato ideato e realizzato in occasione del sessantesimo anno di uscita del primo film Fantasia, oltre che per celebrare l'inizio del nuovo millennio.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Questa sequenza mostra variopinte figure astratte, simili ad allegre farfalle e foschi pipistrelli, esplorare un mondo fatto di luci, ombre e colori. I pipistrelli, dopo poco tempo, se ne impossessano, ma le farfalle, con l'aiuto della luce, riescono a scacciarli.

Questa sequenza mostra, inizialmente, una famiglia di affettuose megattere volanti, che giocano nel gelido oceano. Ad un certo punto, il cucciolo rimane intrappolato in un iceberg ma, con l'aiuto della madre, riesce a trovare la via d'uscita. La famiglia si riunisce e, insieme al numeroso branco, vola fino tra le nuvole.

Questa sequenza mostra il frenetico o miserabile tran tran di quattro persone, un ragazzo di colore, appassionato di jazz, un apatico e squattrinato disoccupato, un'indaffarata e vivace ragazzina dai riccioli neri (basata su Eloise, personaggio dei libri di Kay Thompson) e il fantasioso marito dai capelli rossi (basato su John Culhane, autore dei making off di Fantasia e Fantasia 2000) di un'altezzosa, ricca signorotta amante dei cani, in una New York forsennata e affollata, all'epoca della Grande Depressione, con disegni dallo stile dei famosi cartoni animati di Al Hirschfeld. Vi è, inoltre, un delizioso cameo dello stesso Gershwin, che interpreta un eccellente pianista. Alla fine della sequenza i personaggi principali riescono ad avere ciò che desideravano.

Questa sequenza mostra una versione con un finale alternativo della romantica fiaba de Il soldatino di stagno, di Andersen.

Questa sequenza mostra un capannello di aggraziati fenicotteri rosa che cerca, invano, di far danzare con loro un membro del gruppo, che invece si diverte a far piroettare uno yo-yo, con riscontri decisamente comici.

Questa sequenza mostra la sequenza originale del primo Fantasia. Alla fine Topolino, dopo aver salutato il maestro Leopold Stokowski (termine della sequenza originale), corre a salutare l'attuale direttore James Levine.

Questa sequenza mostra l'evento biblico dell'Arca di Noè. Paperino, aiutante di Noè, incaricato di controllare che tutti gli animali si imbarchino, è convinto di aver lasciato a terra proprio la sua amata Paperina, la quale era salita poco prima e, vedendolo scendere per cercarla, pensa a sua volta, sbagliando, che sia stato travolto dalle acque. Sull'arca non riescono a incontrarsi, finché questa non si ferma in cima al monte Ararat. Paperina vede Paperino mentre spazza il lercio ponteggio, e i due, finalmente, si riabbracciano.

Alla fine dell'inverno, un maestoso cervo si reca ad una fonte sacra per svegliare la splendida Dama Primavera, spirito della stagione che porta il suo nome. Ella comincia a far rifiorire la sua foresta sacra, notando però che una montagna non si ricopre di verde. La dea investiga su cosa impedisca al monte di tornare fiorito e, con orrore, scopre che è un vulcano e ne risveglia lo spirito, l'Uccello di Fuoco, il quale, preso da una fame distruttiva, devasta la foresta sacra spargendo lava e fiamme ovunque, arrivando ad ingoiare la Dama stessa. Una volta che il vulcano torna dormiente, il Cervo trova la dea morente e divorata dal senso di colpa per aver causato una tale catastrofe. L'animale le fa segno di salire sulla sua groppa, per infonderle fiducia. Contemplando la landa incenerita, Dama Primavera piange addolorata, ma, appena le sue lacrime bagnano la terra, essa germoglia di nuovo. La fanciulla è nuovamente intrisa di speranza e si muta in una nube di pioggia, poiché lei stessa è nata dalle acque e dalla terra. La pioggia risana la foresta, alberi interi spaccano il terreno, la pelle grigia della dea si tinge di nuovo di verde smeraldo. Più potente che mai, circonda la montagna dello spirito del Vulcano, coprendola di erba, alberi e fiori. Alla fine sorride trionfante e gioiosa, spargendosi in fine polvere dorata e verde e facendosi portare dal vento in tutto il mondo, mentre il Cervo contempla dall'alto di una collina la vittoria della sua amica e protetta.

Comparse[modifica | modifica wikitesto]

Vi sono comparse di famosi attori e show-man, quali Steve Martin, Bette Midler, Penn & Teller, Itzhak Perlman, James Earl Jones, Quincy Jones, Angela Lansbury, i quali hanno avuto a che fare con la Disney, come attori, cantanti e doppiatori.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Edizione home video[modifica | modifica wikitesto]

VHS[modifica | modifica wikitesto]

La videocassetta del film uscì nel dicembre 2000.

DVD[modifica | modifica wikitesto]

Il DVD del film uscì anch'esso nel dicembre 2000, in un'edizione molto semplice. Oltre al film presentava anche il cortometraggio animato Ta ta ti ti zin zin bum e un documentario sulla realizzazione del film.

BLU-RAY[modifica | modifica wikitesto]

Il 24 novembre 2010 il film è stato ripubblicato in Italia su DVD e Blu-ray, sia singolarmente che in un cofanetto assieme a Fantasia. Nei contenuti extra del Blu-ray è presente il cortometraggio Destino, realizzato solo nel 2003 e nato dal progetto di collaborazione tra Walt Disney e Salvador Dalí.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Nel film Fantasia 2000 presta servizio la Chicago Symphony Orchestra, diretta dallo statunitense James Levine, che esegue i seguenti brani musicali:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'esecuzione di questo brano è affidata ai solisti Ralph Grierson (pianoforte) e Jim Kanter (clarinetto) con la partecipazione della britannica Philharmonia Orchestra diretta da Bruce Broughton.
  2. ^ La parte solista per pianoforte è eseguita da Yefim Bronfman
  3. ^ L'orchestrazione dalla composizione originale è realizzata da Bruce Coughlin; i solisti ai due pianoforti sono Gail Niwa e Philip L. Sabransky.
  4. ^ L'interpretazione del brano è tratta direttamente dall'originale Fantasia, con la Philadelphia Orchestra diretta da Leopold Stokowski. Esiste anche una versione discografica presente nel CD della colonna sonora del film eseguita dalla Philharmonia Orchestra diretta da Bruce Broughton.
  5. ^ All'esecuzione del brano partecipa il Chicago Symphony Chorus con il soprano solista Kathleen Battle

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]