Il ritorno di Mary Poppins

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il ritorno di Mary Poppins
MaryPoppinsReturnsEnsemble.png
Una scena del film
Titolo originaleMary Poppins Returns
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2018
Durata130 min
Generefantastico, musicale, commedia
RegiaRob Marshall
Soggettodal libro di P. L. Travers
storia di David Magee, Rob Marshall, John DeLuca
SceneggiaturaDavid Magee
ProduttoreJohn DeLuca, Rob Marshall, Marc Platt
Produttore esecutivoCallum McDougall
Casa di produzioneWalt Disney Pictures, Marc Platt Productions, Lucamar Productions
Distribuzione (Italia)Walt Disney Studios Motion Pictures
FotografiaDion Beebe
MontaggioWyatt Smith
Effetti specialiMatt Johnson
MusicheMarc Shaiman
ScenografiaJohn Myhre
CostumiSandy Powell
TruccoPeter King
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Il ritorno di Mary Poppins (Mary Poppins Returns) è un film del 2018 diretto da Rob Marshall.

Il film, sequel del classico Mary Poppins del 1964, è l'adattamento cinematografico del libro del 1935 Mary Poppins ritorna, scritto da P. L. Travers.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

(EN)

«Everything is possible, even the impossible»

(IT)

«Tutto è possibile, perfino l'impossibile.»

(Mary Poppins)

Londra, 1935, nel pieno della Grande depressione. Michael Banks è ormai un uomo adulto con una famiglia tutta sua e ha accettato un impiego temporaneo presso la banca in cui lavorarono anche suo padre e suo nonno. Michael vive con i suoi tre figli Annabel, John e Georgie al numero 17 di Viale dei Ciliegi, ma sono tempi duri. A causa della Grande depressione il denaro scarseggia; la famiglia sta tentando di superare la recente morte di Kate, la moglie di Michael, e nonostante gli sforzi della loro inefficiente ma volenterosa domestica Ellen, la casa è malmessa e in un costante stato di caos. Jane tenta di aiutare suo fratello Michael quando può, ma ha ereditato da sua madre l'entusiasmo per l’attivismo e combatte per i diritti dei lavoratori, un compito che la tiene sempre occupata. Con la dura realtà del periodo e il peso del recente lutto che gravano sulla famiglia, i bambini sono costretti ad assumere responsabilità da adulti e di conseguenza stanno crescendo troppo rapidamente. A causa di questa situazione, la gioia e il fanciullesco senso della meraviglia sono assenti dalle loro vite. Mentre il rapporto di Michael con i suoi figli continua a peggiorare, il signor Wilkins, il direttore della banca, avvia le procedure per il pignoramento della casa dei Banks, mandando ancora più in crisi l'ormai stremato Michael.

Fortunatamente il vento inizia a cambiare e, aggrappata al vecchio aquilone di Michael, Mary Poppins torna nelle loro vite, senza essere invecchiata di un giorno. Nonostante Michael e Jane ormai credano che le loro vecchie scorribande siano frutto della loro immaginazione, Mary riassume il suo vecchio impiego di tata e accompagna i piccoli Banks in una serie di bizzarre avventure insieme al suo amico di vecchia data Jack, un lampionaio affascinante e ottimista.

Si trovano così a fare un'escursione in fondo al mare attraverso la loro vasca da bagno; successivamente assistono a uno spettacolo musicale di animali danzatori all'interno del disegno impresso su un vaso di porcellana, dove devono anche fronteggiare un perfido lupo che vuole impossessarsi dei loro beni; infine fanno la conoscenza della cugina Topsy, un'eccentrica antiquaria in grado di riparare qualsiasi cosa, ma che ogni secondo mercoledì del mese soffre del totale capovolgimento del suo mondo. Nel corso di queste avventure i bambini scopriranno l'importanza di pensare al di fuori degli schemi, e capiranno che la loro mamma continua a vivere nei loro ricordi e in quello che sono diventati. Anche Michael pian piano si rende conto che l'amore dei propri figli è il tesoro più prezioso del mondo, e comincia finalmente a reagire a tutte le tristezze che lo hanno afflitto.

L'ultimo giorno utile per opporsi al pignoramento sta per scadere, e i Banks si apprestano a lasciare con serenità la loro casa. Tuttavia, proprio all'ultimo momento, Michael scopre che i suoi figli hanno utilizzato il contratto azionistico di suo padre per rattoppare il suo vecchio aquilone. Inizia così una corsa contro il tempo: Michael e Jane corrono da Wilkins per portargli il contratto, mentre Jack e i suoi amici lampionai tentano di riportare indietro le lancette del Big Ben per concedere loro cinque minuti di tempo in più. Tuttavia ciò riesce solo grazie all'intervento diretto di Mary, che vola col suo magico ombrello fino al quadrante dell'orologio e riporta indietro il tempo. Wilkins tenta di opporsi ancora, ma in quella interviene suo zio, Mr. Dawes junior, che lo rimprovera per il modo gretto con cui ha gestito la banca e lo licenzia, prima di restituire ai Banks la loro amata casa.

Giorni dopo la famiglia Banks, ormai riunita e felice, va a fare una passeggiata nel parco: qui incontrano una misteriosa venditrice di palloncini magici, che ne offre uno a Michael. L'uomo, che ha riacquistato la gioia di vivere che aveva da bambino, dopo aver preso il suo palloncino si libra in aria, seguito da Jane, dai suoi figli e da tutti i loro amici. Michael e Jane comprendono dunque che anche le avventure vissute in passato in compagnia di Mary Poppins erano in realtà vere; quando i Banks tornano a casa, una folata di vento spalanca la porta e i due comprendono che è arrivato il momento per la magica tata di tornare a casa.

Mary Poppins apre dunque il suo ombrello e, portata in alto dal vento, si appresta a tornare nella sua casa tra le nuvole, non prima di aver rivolto un sorriso pieno di mesta allegria ai suoi amici.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film sono iniziate il 10 febbraio 2017 agli Shepperton Studios[1] e terminate nel luglio dello stesso anno.

Il budget del film è stato di 130 milioni di dollari.[2]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La colonna sonora del film, rilasciata dal 7 dicembre 2018 e in formato fisico dal 14 dicembre, è stata curata da Marc Shaiman,[3] mentre le canzoni sono state composte da Shaiman e Scott Wittman.[4]

Richard M. Sherman, già compositore del primo film insieme al fratello Robert, ha ricoperto il ruolo di consulente musicale.[4]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il teaser trailer del film in lingua originale viene diffuso il 4 marzo 2018,[5] seguito l'8 marzo da quello italiano.[6] Il trailer in lingua originale viene diffuso il 17 settembre seguito il 19 settembre da quello in italiano.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola, inizialmente programmata per il 25 dicembre 2018,[7] è stata distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 19 dicembre dello stesso anno,[8] mentre in Italia dal 20 dicembre.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Al 13 gennaio 2019 il film ha incassato 287,8 milioni di dollari in tutto il mondo.[9]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Sull'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes il film riceve il 77% delle recensioni professionali positive con un voto medio di 7,3 su 10 basato su 245 critiche,[10] mentre su Metacritic ottiene un punteggio di 65 su 100 basato su 53 recensioni.[11]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Silas Lesnick, Mary Poppins Returns Begins Production!, comingsoon.net, 10 febbraio 2017. URL consultato il 5 marzo 2018.
  2. ^ (EN) Benjamin Svetkey, Making of 'Mary Poppins Returns': How Rob Marshall Returned Disney's "Guarded Jewel" to the Big Screen, The Hollywood Reporter, 7 dicembre 2018. URL consultato il 13 dicembre 2018.
  3. ^ Mary Poppins Returns: dal 7 dicembre la colonna sonora del film TRACKLIST, webl0g.net, 27 novembre 2018. URL consultato il 30 novembre 2018.
  4. ^ a b (EN) Mary Poppins Returns (PDF), Walt Disney Pictures. URL consultato il 31 dicembre 2018.
  5. ^ Filmato audio Disney Movie Trailers, Mary Poppins Returns Official Teaser Trailer, su YouTube, 4 marzo 2018. URL consultato il 5 marzo 2018.
  6. ^ Filmato audio Disney IT, Il Ritorno di Mary Poppins - Teaser Trailer Ufficiale Italiano, su YouTube, 8 marzo 2018. URL consultato l'8 marzo 2018.
  7. ^ (EN) Pamela McClintock, Disney's 'Mary Poppins Returns' Gets December 2018 Release Date, The Hollywood Reporter, 31 maggio 2016. URL consultato il 5 marzo 2018.
  8. ^ (EN) Spencer Perry, Disney Movie Release Dates: Poppins Moves Up, Jungle Cruise Delayed, comingsoon.net, 10 luglio 2018. URL consultato il 10 luglio 2018.
  9. ^ (EN) Il ritorno di Mary Poppins, su Box Office Mojo. URL consultato il 13 gennaio 2019. Modifica su Wikidata
  10. ^ (EN) Il ritorno di Mary Poppins, in Rotten Tomatoes, Flixster Inc. URL consultato il 25 dicembre 2018. Modifica su Wikidata
  11. ^ (EN) Il ritorno di Mary Poppins, su Metacritic, CBS Interactive Inc. URL consultato il 25 dicembre 2018. Modifica su Wikidata
  12. ^ Karin Ebnet, Golden Globe 2019, tutte le nomination, Best Movie, 6 dicembre 2018. URL consultato il 6 dicembre 2018.
  13. ^ (EN) AFI Awards 2018 Movies: ‘Black Panther’, ‘A Star Is Born’ & More; ‘Roma’ Scores Special Honor, deadline.com. URL consultato il 4 dicembre 2018.
  14. ^ Pierre Hombrebueno, National Board of Review 2018: trionfano Green Book e A Star is Born, Best Movie, 27 novembre 2018. URL consultato il 28 novembre 2018.
  15. ^ (EN) Annie Awards Fourty Six, Annie Award. URL consultato il 4 dicembre 2018.
  16. ^ Andrea Francesco Berni, Oscar 2019: le nomination dei premi dei sindacati WGA, ASC, ADG e ACE, badtaste.it, 7 gennaio 2019. URL consultato l'8 gennaio 2019.
  17. ^ Pierre Hombrebueno, BAFTA 2019: tutte le candidature agli Oscar britannici. Dogman è nominato come Miglior Film Straniero, Best Movie, 9 gennaio 2019. URL consultato il 9 gennaio 2019.
  18. ^ Andrea Francesco Berni, BAFTA 2019: La Favorita domina le nomination agli Oscar inglesi, badtaste.it, 9 gennaio 2019. URL consultato il 9 gennaio 2019.
  19. ^ (EN) 2019 CRITICS CHOICE AWARDS NOMINATIONS: THE FULL LIST, Rotten Tomatoes, 10 dicembre 2018. URL consultato l'11 dicembre 2018.
  20. ^ (EN) 2018 NOMINEES, pressacademy.com. URL consultato il 2 dicembre 2018.
  21. ^ Pierre Hombrebueno, Svelate le candidature ai SAG Awards 2019, i premi degli attori hollywoodiani, Best Movie, 12 dicembre 2018. URL consultato il 12 dicembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]