Encanto (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Encanto
EncantoDisney.png
Mirabel in una scena del film
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2021
Durata102 minuti
Genereanimazione, commedia, musicale, drammatico, fantastico
RegiaByron Howard, Jared Bush
co-regista Charise Castro Smith
SoggettoCent'anni di solitudine di Gabriel Garcia Marquez, Byron Howard, Charise Castro Smith e Lin-Manuel Miranda
SceneggiaturaJared Bush, Charise Castro Smith, Lin-Manuel Miranda
ProduttoreClark Spencer, Yvett Merino Flores
Produttore esecutivoJennifer Lee
Casa di produzioneWalt Disney Pictures, Walt Disney Animation Studios
Distribuzione in italianoThe Walt Disney Company Italia
MontaggioTim Mertens
MusicheGermain Franco, Lin-Manuel Miranda (canzoni)
Doppiatori originali
Doppiatori italiani
Encanto logo.jpg
Logo ufficiale del film

Encanto è un film d'animazione del 2021 diretto da Byron Howard e Jared Bush insieme a Charise Castro Smith.

La pellicola, 60° classico Disney, ha ottenuto un notevole consenso internazionale, venendo premiata con l'Oscar al miglior film d'animazione, il Golden Globe per il miglior film d'animazione e il BAFTA al miglior film d'animazione nel 2022.

Nonostante un incasso globale modesto, dovuto al fatto di essere uscito nel corso della pandemia di COVID-19, il film ha ottenuto un enorme successo di pubblico dopo la sua distribuzione sulla piattaforma di streaming Disney+.[1] La sua colonna sonora ha raggiunto una diffusione virale[2] e la canzone We don't talk about Bruno, in italiano Non si nomina Bruno, è diventata il brano con il maggior numero di settimane trascorse in cima alla classifica americana nella storia dei Walt Disney Animation Studios.[3]

Il film ha ottenuto il plauso della critica[4] e ha alimentato un ampio dibattito fra gli psicologi riguardo al suo modo brillante di trattare tematiche delicate quali il trauma generazionale, la salute mentale e la pressione delle aspettative sociali.[5][6][7]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Colombia. Durante un attacco da alcuni assalitori, la giovane Alma Madrigal è costretta a fuggire dal suo villaggio e perde il marito Pedro, sacrificatosi per proteggere la famiglia, ma riesce a salvare i suoi tre figli gemelli neonati Julieta, Pepa e Bruno. Il sacrificio di Pedro dà vita ad un miracolo, un Encanto, che incanta una candela accesa tra le mani della donna, creando una magia dalla quale ha origine un gruppo di alte montagne che circondano un piccolo villaggio, nel quale i Madrigal e le persone fuggite con loro trovano rifugio, ed una casa animata per la famiglia, che vive di vita propria e viene soprannominata Casita.

Con il passare del tempo la famiglia si allarga e Alma, una volta diventata nonna, inizia ad essere chiamata Abuela. In tutti i membri della famiglia Madrigal, all'età di cinque anni, prende vita un dono magico, un vero e proprio superpotere, che chiamano "talento" e promettono di usare per il bene del paese; tutti tranne Mirabel, la figlia minore di Julieta, alla quale non accade nulla. Poco dopo Bruno, che ha il dono di vedere il futuro, scompare misteriosamente senza far più ritorno: questo porta la famiglia e l'intero villaggio a ripudiarlo e a smettere di parlarne, come se non fosse mai esistito.

Dieci anni dopo, una Mirabel ormai quindicenne cerca di aiutare la famiglia rendendosi utile come può, nel tentativo di sopperire al suo mancato dono magico, soprattutto nel giorno della celebrazione del quinto compleanno e della nascita del superpotere di Antonio, il suo cugino più piccolo, a cui è molto legata. Il bambino è agitato e impaurito all'idea che la stessa sorte di Mirabel possa toccare anche a lui, soprattutto vedendo quanto la cugina ne soffra ancora, ma lei lo tranquillizza e gli sta accanto al momento della cerimonia, durante la quale tutto va per il verso giusto, con grande sollievo della famiglia e del villaggio. Antonio ottiene il dono di comunicare con gli animali e Mirabel è felicissima per lui, tuttavia non può fare a meno di rattristarsi ricordando la sua fallimentare cerimonia, al punto da desiderare che ci sia stato un errore e sperare in un miracolo tardivo che assegni un dono magico anche a lei.

Allontanatasi dai festeggiamenti, Mirabel si accorge che nella casa stanno apparendo delle crepe e che la fiamma perenne della candela incantata sta tremando, come se fosse sul punto di spegnersi. Allarmata, corre dai familiari per avvisarli, ma quando tutti accorrono a controllare non sembra essere successo nulla, quindi la famiglia pensa che la ragazza si stia facendo prendere dall'ansia, provata dalla celebrazione che le ricorda la sua assenza di poteri. Più tardi Mirabel scopre che Abuela in realtà le ha creduto, sentendola parlare di nascosto rivolgendosi al defunto marito, e comprende che anche lei è preoccupata. Decisa ad indagare, la mattina seguente la ragazza chiede alla cugina Dolores se abbia sentito qualcosa di sospetto durante la notte: Dolores dice che Luisa, sorella maggiore di Mirabel, è stata molto inquieta e insonne. Mirabel parla con Luisa e lei, agitata, le rivela di percepire un'enorme pressione psicologica su di sé a causa del proprio dono e delle aspettative che ne conseguono, ammettendo anche di sentirsi sempre più debole e vacillante, come se il suo dono stesse sparendo. Luisa consiglia inoltre di visitare la torre della casa in cui viveva Bruno, chiusa e proibita da anni alla famiglia, per cercare di saperne di più sul perché la magia che circonda la famiglia si stia deteriorando. Mirabel si avventura così nella stanza dello zio scomparso, scoprendo che si tratta di una gigantesca grotta di sabbia in cui trova i frammenti di una visione avuta da Bruno tempo prima, nella quale si vede la stessa Mirabel davanti a casa Madrigal distrutta: questo la porta a credere, con sgomento, di essere la causa di quanto sta succedendo.

La sera stessa ha luogo una cena a cui prende parte Mariano Guzmán, un affascinante giovane del villaggio il quale vorrebbe chiedere la mano di Isabela, sorella maggiore di Mirabel e Luisa. Dolores, che poco prima ha sentito Mirabel confidarsi con il padre Agustín riguardo al ritrovamento della visione, non riesce a trattenersi dal rivelare ciò a tutta la famiglia: la casa comincia a creparsi nuovamente e i poteri dei Madrigal perdono il controllo, rovinando il momento e provocando la rabbia di Isabela nei confronti della sorella minore. Mentre Mirabel tenta di scusarsi, la sua attenzione viene attirata da un gruppo di topolini che stanno portando via i frammenti della visione infilandosi sotto un quadro nel muro; andata a controllare, scopre che dietro al quadro si trova l'ingresso a un passaggio segreto e trova Bruno nascosto tra le mura della casa. Mirabel scopre quindi che in realtà lo zio non ha mai abbandonato la casa, e non si è più fatto vedere perché convinto che il suo dono non portasse a nulla di buono. Mirabel capisce che, siccome le visioni sono qualcosa di mutevole e poco chiaro, è possibile che non tutto sia perduto, quindi chiede allo zio di guardare di nuovo nel futuro per aiutarla a capire come fare a sistemare la situazione. I due vengono scoperti e aiutati da Antonio, che offre loro la sua stanza per svolgere il rituale: la nuova visione di Bruno mostra che, apparentemente, la magia e la casa potranno essere salvate, a quanto pare, tramite un abbraccio tra Mirabel e Isabela.

Mirabel non crede di riuscire ad avere un momento di dolcezza con la sorella, visto il rapporto tra loro due, ma decide di scusarsi con Isabela che, furiosa, le rivela sfogandosi di sentirsi oppressa dal ruolo di ragazza bella e di successo. Nell'impeto di rabbia, Isabela si accorge che il suo dono può essere sfruttato diversamente, creando piante di ogni tipo; quando si riappacifica con Mirabel, le crepe nella casa scompaiono. Abuela scopre quanto sta succedendo e rimprovera a Mirabel di essere la causa di tutti i danni della loro famiglia, portando la nipote, esasperata e rattristata, a risponderle e ad accusarla di essere lei la causa di tutti i problemi. A quelle parole Casita comincia a sgretolarsi; tutti i presenti vengono allontanati e Bruno riesce ad uscire sfondando la parete, ma Mirabel resta dentro nel tentativo di salvare la candela magica. Casita, prima di crollare del tutto, protegge Mirabel un'ultima volta coprendola con due persiane per evitarle di essere colpita dalle macerie; alla fine la fiamma si spegne e sia la casa che la famiglia perdono totalmente i propri poteri. La famiglia è devastata dalla perdita della casa e Mirabel, distrutta dal dolore, scappa oltre le montagne nate dall'Encanto, rifugiandosi lungo il fiume.

Mentre tutti i familiari la cercano, è Abuela a ritrovare la nipote, nello stesso posto in cui perse il marito, ammettendo di essere la vera causa della rovina della famiglia e del miracolo, in quanto ha dimenticato la cosa più importante: il legame che unisce tutti i Madrigal. Poco dopo sopraggiunge Bruno, che viene riaccettato dalla madre e dal resto della famiglia. I Madrigal, più uniti che mai, ritornano quindi al villaggio e ricostruiscono a mano la casa, con l'aiuto dei compaesani. A lavoro concluso Mirabel, incoraggiata dai parenti, inserisce la maniglia nella porta d'ingresso di Casita: con stupore di tutti, la magia ritorna, mostrando raffigurata sulla porta la famiglia Madrigal al completo e restituendo alla casa ed ai componenti della famiglia i propri poteri.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Mirabel Madrigal: la protagonista del film, è una giovane che ha 15 anni e, a differenza della maggior parte dei suoi familiari, non ha ricevuto nessun superpotere speciale all'età di 5 anni, motivo per cui viene descritta come "imperfetta e stramba", pur essendo una ragazzina profondamente emotiva e incredibilmente empatica. Pur portando dentro di sé un vuoto, causato dalla mancanza di un talento, rimane ugualmente legata alla sua famiglia, eliminando le divergenze con la sorella Isabela (le due non avevano un rapporto positivo perché erano invidiose l'una dell'altra, in quanto Mirabel era invidiosa di Isabela per il suo potere magico ed il suo essere amata da tutti, invece Isabela era invidiosa di Mirabel perché essa, non avendo poteri, non veniva tartassata dalle aspettative dei familiari) e la nonna Alma (la quale si scusa con lei dopo averla raggiunta nel luogo dove suo marito Pedro è stato crudelmente assassinato). Alla fine, grazie a lei, la magia e Casita ritornano in vita e salvano l'intera famiglia. Il suo strumento musicale è l'inseparabile fisarmonica che rappresenta il dono magico della musica.
  • Alma "Abuela" Madrigal: matriarca della famiglia, madre di Julieta, Pepa e Bruno e nonna di Mirabel, Isabela, Luisa, Dolores, Camilo e Antonio ("abuela" in spagnolo significa "nonna"). Non possiede alcun dono magico ma è la custode della magia della casa, rappresentata da una candela dalla fiamma perenne. All'inizio si preoccupa solo che i suoi familiari si distinguano per i loro doni magici e si comporta in modo brusco ed insensibile, in particolare con Mirabel, con la quale ha un rapporto piuttosto difficile. In seguito capirà di aver sbagliato e si renderà conto che, in una famiglia, le cose più importanti sono un amore ed un'unione che non devono mai estinguersi; è probabile che la sua eccessiva austerità sia dovuta al dolore che ha provato vedendo morire suo marito.
  • Bruno Madrigal: zio di Mirabel, Isabela, Luisa, Dolores, Camilo e Antonio e fratello gemello di Julieta e Pepa, è l'unico dei tre figli di Abuela a non essere sposato. Ha il dono di vedere nel futuro, che gli ha dato una pessima fama, facendolo etichettare come iettatore fallito e rendendolo inizialmente la pecora nera della famiglia. Inizialmente ripudiato dai parenti e dai compaesani, che lo credono scomparso e addirittura si rifiutano di nominarlo, in seguito si scopre che è sempre rimasto nascosto in Casa Madrigal per proteggere Mirabel; alla fine viene nuovamente accolto calorosamente da sua madre e dalle sue sorelle, dimostrando che comunque è ancora amato dalla sua famiglia. È rappresentato come un uomo silenzioso e solitario ma dal cuore d'oro.
  • Pepa Madrigal: la zia di Mirabel, Isabela e Luisa, moglie di Félix e madre di Dolores, Camilo e Antonio. È molto irascibile ed "eccessivamente emotiva"; il suo potere è quello di influenzare il tempo atmosferico tramite i cambiamenti del suo stato d'animo, facendo comparire nubi temporalesche e pioggia quando è di cattivo umore e rendendo il cielo soleggiato e terso quando si sente bene.
  • Isabela Madrigal: la sorella maggiore di Mirabel e Luisa, ha 21 anni ed è stata la prima nipote di Abuela, che la considera "perfetta" e "un successo". È molto bella ed è in grado di far crescere meravigliose piante e fiori ovunque voglia. Al principio è una giovane vanesia e presuntuosa, ma poi cambia positivamente dopo aver discusso con Mirabel, ed entrambe imparano a volersi bene in modo reciproco. Pur essendo la rappresentazione della "figlia d'oro", Isabela non apprezza le aspettative che la famiglia ripone su di lei e vorrebbe essere semplicemente sé stessa; pur essendo stata promessa in sposa a Mariano Guzmán, non lo ha mai amato e lo avrebbe sposato solo per compiacere la nonna e i parenti.
  • Julieta Madrigal: è la madre di Mirabel, Isabela e Luisa, zia di Dolores, Camilo e Antonio e figlia di Abuela, ha il potere di cucinare del cibo che, se mangiato, guarisce qualsiasi ferita fisica o malattia. Dolce e paziente, si ritrova spesso a curare lo sbadato marito Agustín ed ama immensamente sua figlia Mirabel.
  • Luisa Madrigal: ha 19 anni ed è la sorella di mezzo di Mirabel e Isabela. Il suo dono è la capacità di portare "tutto il peso senza mai lamentarsi", ossia una forza sovrumana, che la rende capace di sollevare e spostare qualsiasi cosa, anche edifici ed animali. È sempre pronta ad assistere chiunque, nonostante anche lei si senta oppressa dalle aspettative degli altri; quando la magia della famiglia Madrigal inizia a venire meno, uno dei primi segnali di ciò è la diminuzione della sua forza fisica. Ha un bel rapporto con Mirabel, verso la quale mostra un atteggiamento protettivo.
  • Dolores Madrigal: la figlia maggiore di Pepa e Félix e sorella di Camilo e Antonio. Ha 21 anni ed è nata pochi mesi dopo Isabela. Conosce "i segreti di tutti" per via del suo talento, un udito molto amplificato, che le permette di ascoltare qualsiasi suono, rumore e conversazione, anche di piccolissima entità ed a lunghissime distanze da lei. Il suo difetto più grave è quello di non saper tenere i segreti che sente, ad eccezione della presenza di Bruno in Casa Madrigal, di cui solo lei si era accorta, riuscendo a sentirlo. Dolores rivela inoltre di essere segretamente innamorata di Mariano, in origine promesso sposo di sua cugina Isabela; alla fine, dopo aver esternato i suoi sentimenti, Mariano stesso la ricambia.
  • Camilo Madrigal: ha 15 anni ed è il figlio di mezzo di Pepa e Félix e fratello di Dolores e Antonio. Poco più grande di Mirabel, il suo dono è dovuto al fatto che "ancora non sa bene chi sia" e lo rende in grado di cambiare il suo aspetto fisico, rendendosi identico a qualunque persona abbia visto almeno una volta. È un ragazzo molto vivace, allegro e che ama fare scherzi, apparendo fisicamente come i suoi parenti e sostituendosi a loro.
  • Antonio Madrigal: figlio minore di Pepa e Félix, ha 5 anni ed è il fratello di Dolores e Camilo. Bambino riservato e dolce, è molto affezionato alla cugina Mirabel, che ritiene un esempio e considera come una sorella maggiore. È il più piccolo della famiglia e l’ultimo a ricevere il suo dono, l'abilità di comunicare con gli animali, che da sempre sono una sua grande passione.
  • Agustín Madrigal: il padre di Mirabel, Isabela e Luisa e il marito di Julieta. È un uomo goffo, maldestro e particolarmente incline a farsi male o mettersi nei guai, ma è comunque molto amorevole con Mirabel (dato che anche lui, come sua figlia, non possiede poteri magici, probabilmente non essendo un consanguineo dei Madrigal); dopo l'inconveniente con Mariano Guzmàn, risponde duramente ad Abuela dicendo di aver pensato al bene di Mirabel, in quanto era al corrente della visione di Bruno e non lo ha mai rivelato.
  • Félix Madrigal: zio di Mirabel, Isabela e Luisa, marito di Pepa e padre di Dolores, Camilo e Antonio, è sempre in grado di rasserenare la moglie quando necessario ed è sempre pronto a divertirsi, diventando sempre la vera e propria "anima della festa" di famiglia; anche lui, al pari di Mirabel, Agustín ed Abuela, non ha nessun talento magico, forse perché non ha legami di sangue con i Madrigal.
  • Mariano Guzmán: inizialmente è il fidanzato di Isabela e desidera chiederla in sposa, ma alla fine si metterà insieme a Dolores, che lo ha amato fin dall'inizio. È un giovane non solo molto affascinante ma anche gentile, educato e dai sentimenti profondi e desidera fortemente trovare una compagna con cui sposarsi e formare una famiglia.
  • Pedro Madrigal: defunto marito di Abuela, si sacrificò lasciandosi uccidere dagli invasori del suo vecchio villaggio per difendere la moglie, i tre figli appena nati e i compaesani. Il suo sacrificio dà vita al miracolo della famiglia.
  • Casa Madrigal: soprannominata Casita dai suoi abitanti, è la dimora dei Madrigal, sorta magicamente insieme al villaggio di cui fa parte durante il miracolo della candela. Animata in tutte le sue parti, dotata di vita propria e capace di modificare la sua struttura e la posizione degli oggetti al suo interno in base a ciò che chi la abita desidera e le chiede, è un personaggio a tutti gli effetti, partecipa attivamente alle vicende della famiglia e sembra addirittura avere delle preferenze tra i membri della stessa, tra cui la stessa Mirabel, in quanto prima di essere distrutta completamente usa le sue energie per salvare la protagonista. Verrà poi ricostruita a mano dai Madrigal con l'aiuto della gente del villaggio e riprenderà il suo comportamento magico grazie a Mirabel.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Pre-produzione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2016, poco dopo il rilascio del film d'animazione Oceania, il compositore Lin-Manuel Miranda dichiarò di essere stato contattato da John Lasseter, allora direttore creativo dei Walt Disney Animation Studios, per un possibile coinvolgimento nel nuovo film di Byron Howard, co-regista di Zootropolis, uscito nello stesso anno.[8] Insieme hanno discusso della loro esperienza comune di avere grandi famiglie allargate e hanno deciso di fare un musical su una di queste con una dozzina di personaggi protagonisti.[9] Lo stesso Miranda suggerì che la musica latinoamericana potesse "catturare al meglio" la complessità dei rapporti familiari. I due registi, Howard e Jared Bush, hanno iniziato a discutere a lungo della cultura latinoamericana con Juan Rendon e Natalie Osma, due autori colombiani, i quali hanno più volte attinto alle loro esperienze personali nelle loro discussioni, il che ha indotto Howard, Bush e Miranda a concentrare le loro ricerche su quel paese.[10] Successivamente, Rendon e Osma entrarono a far parte della "Colombia Cultural Trust" della Disney.[11]

Nel 2018, Howard, Bush e Miranda fecero un viaggio di ricerca in Colombia.[11] Man mano che il film diventava sempre più complesso, Howard e Bush si resero conto di aver bisogno di un terzo regista e sceneggiatore, per sviluppare meglio la storia e le dinamiche familiari sfruttando al meglio il genere del realismo magico, e scelsero Charise Castro-Smith per la sua esperienza nel settore.

Animazione[modifica | modifica wikitesto]

Encanto è stato il "film più difficile" fino ad oggi per i capi dell'animazione Renato dos Anjos e Kira Lehtomaki, che si sono ritrovati a dover sviluppare una dozzina di personaggi tutti ugualmente rilevanti, al contrario di altri film d'animazione (che presentano principalmente due o tre personaggi principali su un ampio cast).[12] Miranda ha scritto appositamente il brano d'apertura "La famiglia Madrigal" (The Family Madrigal), per dimostrare ai produttori che era possibile presentare al pubblico in modo efficiente una famiglia così numerosa e con le sue dinamiche interne.[9]

Gli animatori sono stati sfidati dai registi a rendere Mirabel distintamente diversa da tutte le precedenti eroine Disney, facendo di lei un personaggio intelligente e capace, ma anche goffo e divertente.[12] Il team ha perciò approfondito il ruolo della musica, della danza e del ritmo come elementi fondamentali della vita quotidiana in Colombia.[13] Di conseguenza, Encanto è stato il primo film di animazione Disney ad avere coreografi coinvolti nel processo di sviluppo dall'inizio alla fine; essi hanno lavorato a stretto contatto con il team di produzione per sviluppare canzoni, personaggi e storie.[12][13] Oltre 800 persone, di cui 108 animatrici, sono state coinvolte nella produzione di Encanto.[14]

A causa della pandemia di COVID-19, molti membri della troupe hanno lavorato in collaborazione ma a distanza per oltre un anno e non si sono incontrati di persona fino a quando la Disney non ha organizzato una proiezione all'aperto della versione finale del film.[14]

Casting[modifica | modifica wikitesto]

La Disney ha scelto una rosa di attori di origini colombiane, ma che avessero in qualche modo già lavorato negli USA: Stephanie Beatriz, il cui padre è colombiano, John Leguizamo (nato a Bogotá) e Wilmer Valderrama, che ha trascorso la sua infanzia in Colombia, da dove viene sua madre.[15]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Uno sneak peek è stato mostrato online il 10 dicembre 2020.[16] Un poster provvisorio è stato diffuso il 7 luglio 2021,[17] mentre il giorno successivo è uscito il teaser trailer.[18][19] Il 29 settembre 2021 è stato pubblicato il trailer ufficiale del film in lingua inglese[20] e l'11 ottobre successivo in italiano.[21]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato presentato in anteprima mondiale al teatro El Capitan di Los Angeles il 3 novembre 2021, per poi essere proiettato presso il Teatro de Cristobal Colón di Bogotà il successivo 23 novembre.

Encanto è stato distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi e italiane il 24 novembre 2021. Per far fronte alla pandemia di COVID-19, dal 24 dicembre 2021 il film è stato reso disponibile a livello internazionale con l'abbonamento base sulla piattaforma di streaming on demand Disney+.

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

La direzione del doppiaggio è di Massimiliano Manfredi e i dialoghi italiani sono curati da Roberto Morville per conto della Iyuno - SDI Group[22]. Le canzoni sono adattate in italiano da Lorena Brancucci, la direzione musicale invece è affidata alla sorella Virginia Brancucci.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Encanto (Original Motion Picture Soundtrack).
  1. La famiglia Madrigal (The Family Madrigal)
  2. Un miracolo (Waiting On A Miracle)
  3. La pressione sale (Surface Pressure)
  4. Non si nomina Bruno (We Don't Talk About Bruno)
  5. Cos'altro farò? (What Else Can I Do?)
  6. Dos oruguitas
  7. Tutti voi (All of You)
  8. Colombia, mi encanto
  9. Oruguitas innamorate (Two Oruguitas)

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Il film, con un budget di 120 milioni di dollari, ha incassato oltre 250 milioni in tutto il mondo.[23]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato accolto in maniera generalmente positiva dalla critica. Sull'aggregatore Rotten Tomatoes ha ottenuto il 91% delle recensioni positive con una media voto di 7.5,[24] mentre su Metacritic ha ottenuto un punteggio metascore di 75 su 100, basato su 41 recensioni.[25]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Travis Clark, 'Encanto' became a word-of-mouth hit on Disney+ after playing in theaters, and it shows animated movies are essential to the company's streaming goals, su Business Insider. URL consultato il 20 marzo 2022.
  2. ^ (EN) 'Encanto' soundtrack tops Billboard albums chart for a seventh week, proving it's still stuck in everyone's heads, su NBC News. URL consultato il 20 marzo 2022.
  3. ^ (EN) Gary Trust, Gary Trust, ‘We Don’t Talk About Bruno,’ From ‘Encanto,’ Leads Billboard Hot 100 For Fifth Week, su Billboard, 28 febbraio 2022. URL consultato il 20 marzo 2022.
  4. ^ (EN) Encanto. URL consultato il 20 marzo 2022.
  5. ^ (EN) How 'Encanto' Captures the Experiences of Being Autistic In A Neurotypical Family, su Collider, 29 dicembre 2021. URL consultato il 20 marzo 2022.
  6. ^ (EN) Marijo Villano, Therapist Thoughts: Disney's Encanto and Generational Trauma, su Cultured Space, 22 gennaio 2022. URL consultato il 20 marzo 2022.
  7. ^ Catherine E. Shoichet CNN, Why therapists ARE talking about Bruno -- and all the other 'Encanto' characters, su CNN. URL consultato il 20 marzo 2022.
  8. ^ (EN) Kyle Buchanan, Lin-Manuel Miranda Reveals He’s Making a Secret Disney Film, su Vulture. URL consultato il 22 febbraio 2022.
  9. ^ a b (EN) How Lin-Manuel Miranda became a go-to songwriter for Disney, in Washington Post. URL consultato il 22 febbraio 2022.
  10. ^ (EN) 'Encanto' is Disney's first Latino musical. How the filmmakers got Colombia right, su Los Angeles Times, 29 novembre 2021. URL consultato il 22 febbraio 2022.
  11. ^ a b (EN) Condé Nast, On Location: The Colombian Towns, Architecture, and Music that Inspired Disney’s Encanto, su Condé Nast Traveler, 24 novembre 2021. URL consultato il 22 febbraio 2022.
  12. ^ a b c (EN) How Choreography and Color Helped Shape the Vibrant Characters of ‘Encanto’, su Animation World Network. URL consultato il 22 febbraio 2022.
  13. ^ a b (EN) Step into Choreomation, su Keyframe, 7 dicembre 2021. URL consultato il 22 febbraio 2022.
  14. ^ a b (EN) Leslie Renken, This Bartonville native is living his dream career with Disney's new 'Encanto' movie, su Peoria Journal Star. URL consultato il 22 febbraio 2022.
  15. ^ (EN) Steve Chagollan, Steve Chagollan, Raising Our Voices: How Three Latinas Helped Make Authentic Magic in ‘Encanto’, su The Hollywood Reporter, 1º dicembre 2021. URL consultato il 22 febbraio 2022.
  16. ^ Filmato audio (EN) IGN, Disney's Encanto: Official First Look Trailer (2021), su YouTube, 10 dicembre 2020. URL consultato l'8 luglio 2021.
  17. ^ (EN) Mirko D'Alessio, Encanto: ecco il poster del nuovo film Disney diretto dai registi di Zootropolis, su BadTaste, 7 luglio 2021. URL consultato l'8 luglio 2021.
  18. ^ Filmato audio Disney IT, Encanto - Teaser Trailer, su YouTube, 8 luglio 2021. URL consultato l'8 luglio 2021.
  19. ^ Filmato audio (EN) Walt Disney Animation Studios, Encanto | Official Teaser Trailer, su YouTube, 8 luglio 2021. URL consultato l'8 luglio 2021.
  20. ^ Encanto, il nuovo trailer del prossimo film di Disney Animation, su Imperoland, 29 settembre 2021. URL consultato l'11 ottobre 2021.
  21. ^ Encanto - Trailer Italiano Ufficiale. URL consultato l'11 ottobre 2021.
  22. ^ Encanto, su antoniogenna.net. URL consultato il 6 gennaio 2022.
  23. ^ Encanto, su boxofficemojo.com. URL consultato il 6 gennaio 2022.
  24. ^ (EN) Encanto, su Rotten Tomatoes, Fandango Media, LLC. URL consultato il 6 gennaio 2022. Modifica su Wikidata
  25. ^ (EN) Encanto, su Metacritic, Red Ventures. URL consultato il 6 gennaio 2022. Modifica su Wikidata

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]