Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Bolt - Un eroe a quattro zampe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bolt - Un eroe a quattro zampe
Bolt (Disney) nel deserto.png
Bolt in una scena del film
Titolo originale Bolt
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 2008
Durata 96 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85:1
Genere animazione, avventura, commedia
Regia Chris Williams, Byron Howard
Sceneggiatura Dan Fogelman, Chris Williams
Produttore Clark Spencer
Produttore esecutivo John Lasseter
Casa di produzione Walt Disney Animation Studios
Distribuzione (Italia) Walt Disney Studios Motion Pictures
Storyboard Paul Briggs
Art director Paul A. Felix
Character design Chen-Yi Chang, Sang-Jin Kim, Joseph C. Moshier, Raffaello Vecchione
Animatori Doug Bennett, Mark Anthony Austin, Lino DiSalvo, Renato Dos Anjos, Clay Kaytis, Mark Mitchell, Wayne Unten
Montaggio Tim Mertens
Effetti speciali John Murrah
Musiche John Powell
Scenografia Terry Moews
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Bolt - Un eroe a quattro zampe (Bolt) è un film del 2008 diretto da Chris Williams e Byron Howard. È un film animato al computer, prodotto dai Walt Disney Animation Studios e uscito negli Stati Uniti il 17 novembre 2008, distribuito dalla Walt Disney Studios Motion Pictures. È il 48º Classico Disney, e il debutto alla regia di Williams (che aveva lavorato in precedenza su Mulan e Le follie dell'imperatore) e Howard (che aveva lavorato in precedenza su Lilo & Stitch e Koda, fratello orso). La trama del film è incentrata su un cagnolino bianco di nome Bolt che, dopo aver trascorso tutta la sua vita sul set di una serie televisiva, pensa di avere dei super poteri. Quando crede che la sua padroncina, Penny, sia stata rapita, si mette in viaggio attraverso il paese per "salvarla".

Come con i precedenti film Disney in CGI Chicken Little - Amici per le penne e I Robinson - Una famiglia spaziale, Bolt venne distribuito anche in Disney Digital 3-D nelle sale attrezzate per esso. Il film venne nominato per una serie di premi, uno dei quali fu l'Oscar al miglior film d'animazione, che venne però vinto da WALL•E.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Penny è una ragazzina di 12 anni che vive ad Hollywood con la madre. Da alcuni anni Penny e il suo cane Bolt sono i protagonisti di una serie in cui Bolt, dotato di superpoteri, protegge la sua padroncina dal malvagio dottor Calico, che vuole rapirla per convincere il padre, tenuto prigioniero, a servirlo; Calico viene sconfitto alla fine di ogni episodio. Bolt, però, è inconsapevole di essere un attore e, fuori dagli studios, crede ancora di avere i superpoteri. Un giorno, dopo aver terminato di girare una puntata, il regista discute con Mindy Parker, la rappresentante del network, la quale rivela che il lieto fine ormai annoia il pubblico. Intima, così, al regista di fare cambiamenti.

Il giorno dopo il regista, per accontentare Mindy, decide di girare una puntata con un finale aperto. Infatti, alla fine di quell'episodio, Penny viene rapita da Calico. Bolt, credendo che il rapimento sia reale, scappa dagli studios per cercare Penny e viene accidentalmente portato a New York.

Una volta lì, Bolt comincia a cercare Penny e chiede informazioni ad alcuni piccioni. Questi gli fanno credere di conoscere qualcuno che lavori per Calico e lo portano da Mittens, una gatta cinica che sfrutta i piccioni costringendoli a portarle del cibo in cambio della sua protezione, della quale si vogliono liberare. In realtà lei non sa niente, ma finge di essere una spia di Calico dopo che Bolt minaccia di gettarla da un cavalcavia. Vedendo che la medaglietta di Bolt porta il nome di Hollywood, Mittens lo indirizza là e chiede in cambio di essere liberata, ma lui la costringe a seguirlo, così i due prendono un passaggio su un camion diretto a Hollywood.

Giunti in Ohio, una scatola cade addosso a Bolt e delle noccioline di polistirolo si rovesciano su di lui, facendogli credere che fossero armi create da Calico per indebolirlo; impaurito, si getta dal camion in corsa assieme a Mittens. Bolt prova i primi morsi della fame e, non sapendo cosa significhino, accusa Mittens di averlo avvelenato, ma lei lo porta dove è certa di trovare del cibo, cioè in un parcheggio per camper e roulotte di turisti.

In quell'occasione incontrano Rhino, un criceto chiuso in una palla di plastica trasparente, fan di Bolt al punto da essere convinto che abbia davvero dei superpoteri. Rhino si unisce al gruppo e convince il cane a prendere un passaggio su un treno. I tre si lanciano quindi da un ponte per atterrare su un treno in corsa, e proprio in quell'occasione Rhino svela a Mittens di aver visto Bolt compiere più volte atti straordinari in televisione. A quel punto Mittens intuisce la verità: Bolt è l'inconsapevole attore di uno show televisivo. Dopo una rocambolesca discesa dal treno Mittens rivela a Bolt la verità, ma lui rifiuta di crederci. Bolt e Mittens vengono quindi catturati da un accalappiacani, mentre Rhino, rimasto libero, cerca di raggiungerli per liberarli.

Bolt e Mittens cercano disperatamente di liberarsi, ma invano. Arriva finalmente Rhino, che apre lo sportello della gabbia in cui Bolt è rinchiuso, e il viaggio può riprendere.

Dopo essere saliti su un altro camion, Bolt si deprime ancora, credendo di essere inutile, ma Mittens lo conforta. Arrivati a Las Vegas, Mittens decide di fare una sorpresa a Bolt preparando due cucce, una per lei stessa, l'altra per lui, ma il cane vuole tornare da Penny. Di fronte all'insistenza di Bolt, che continua a essere sicuro che la sua padroncina gli voglia bene, Mittens rimane a Las Vegas, mentre Bolt parte da solo per Hollywood.

Nel frattempo nel teatro di posa il sosia di Bolt ribalta accidentalmente una torcia e in breve l'intero teatro prende fuoco; tutta la troupe si mette in salvo, tranne Penny, bloccata all'interno. Mittens intanto raggiunge Bolt, rivelandogli la verità, ma il cane si accorge delle grida disperate di Penny e i due accorrono per salvarla.

Arrivati nel piazzale del teatro, si imbattono in Rhino che, nel tentativo di creare un passaggio tra i calcinacci, rischia di rimanere schiacciato ma viene salvato da Mittens. Bolt riesce ad entrare, ma il pertugio crolla; Bolt riesce a raggiungere Penny ma i due non trovano una via di fuga. Si fermano davanti a un condotto d'aerazione, e vengono quindi messi in salvo dai vigili del fuoco; Bolt dimostra così che non sono i poteri a fare di qualcuno un eroe.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Bolt: è il protagonista del suo telefilm ed è cresciuto sul set, dove pensa che tutto quello che succede nella serie sia reale e che lui sia stato geneticamente modificato e dotato di superpoteri. È un cane coraggioso, altruista e dolce, sebbene sia piuttosto ottuso.
  • Mittens: è una gatta di strada che vive nei vicoli di New York. Mittens è stata presa "prigioniera" da Bolt per aiutarlo a tornare a casa, pensando che fosse un gatto del suo nemico televisivo, il dottor Calico.
  • Rhino: è un criceto follemente appassionato di Bolt. È dolce, spensierato, scapestrato e goffo. Quando incontra Bolt si unisce subito a lui e a Mittens per arrivare a Hollywood. Dentro la sua palla di plexiglas rotolante, Rhino ben presto diventerà il braccio destro di Bolt.
  • Penny: è una ragazzina di 12 anni ed è la padroncina di Bolt nella serie TV e nella realtà. È una ragazza molto dolce e sincera.
  • Dottor Calico: è il principale antagonista della serie TV di Bolt. Nella serie è un uomo crudele, arrogante, egoista e vanitoso. Ordina ai suoi soldati di rapire Penny, ma questi falliscono sempre.
  • Regista: è il creatore della serie TV di Bolt. È un uomo cinico e presuntuoso. È convinto che Bolt gli appartenga e per questo farà tutto ciò che può per fargli pensare che sia tutto vero.
  • Agente di Penny: è il principale antagonista del film, sebbene non venga esplicitato. È un uomo vanitoso, egoista e avido. Tenta in ogni modo di convincere Penny a fare quello che lui vuole che faccia, riuscendoci sempre.
  • Madre di Penny: è la sola parente che Penny ha. Anche lei vuole bene a Bolt, anche se non quanto gliene vuole Penny. Vuole molto bene a sua figlia, ma è costretta ad accettare le condizioni imposte dal Regista e dall'Agente di Penny.
  • Mindy Parker: è una segretaria del Network. Del suo carattere si sa solo che è autoritaria e riservata. Si dimostra gentile con Penny, sebbene non sia chiaro se lo sia davvero o se finga.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Logo originale

Il film fu messo in produzione con il titolo American dog, da una storia di Chris Sanders (l'autore del film Lilo & Stitch) che lo avrebbe dovuto anche curare e dirigere. A dicembre 2006 il neo-direttore creativo della Disney John Lasseter decise di togliere il film dalla supervisione di Sanders, il quale poco tempo dopo abbandonò il suo impiego presso la Disney. Il film fu così affidato all'esordiente Chris Williams, la storia di Sanders fu completamente rivisitata ed anche il titolo venne cambiato[1].

Il primo trailer del film è stato distribuito il 27 giugno 2008 in occasione dell'uscita americana di WALL•E.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Nell'edizione italiana, la canzone Barking at the Moon (diventata Una nuova vita) è interpretata da Gabriella Scalise. È inoltre presente la canzone I Thought I Lost You, interpretata da John Travolta e Miley Cyrus (Bolt e Penny nella versione originale del film). Un terzo brano, Dog Face Boy, scritto dai Motörhead, doveva entrare a far parte del film, ma è stato rimosso. Le musiche sono state composte da John Powell.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha ottenuto un discreto successo tra il pubblico incassando 309,979,994 di dollari.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film non è stato eccessivamente apprezzato dalla critica. Sebbene abbia avuto un voto 6,3/10 (più che positivo), esso è stato ritenuto troppo simile al film The Truman Show per la trama e per il modo in cui il protagonista vive all'inizio del film.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggio[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Super Rhino.

Il cortometraggio Super Rhino, con protagonista il personaggio del criceto Rhino, è stato inserito nell'edizione DVD e BD del film.[2]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Per avere un'idea dei luoghi in cui il trio avrebbe viaggiato, i produttori hanno visitato varie parti degli USA, tra cui gli Stati di New York, Ohio, Kentucky e Virginia Occidentale.[3]
  • In russo, il nome Bolt è stato trasformato in Volt per evitare confusione con una parola ritenuta volgare.
  • Questa è la seconda volta che Raoul Bova presta la sua voce ad un eroe di un film Disney, avendolo già fatto nel 1997 per Hercules.
  • È il secondo film Disney su un cane supereroe, dopo il film live-action Underdog - Storia di un vero supereroe.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Jim Hill Media: Toon Tuesday : How Disney is fixing "American Dog", jimhillmedia.com, 13-02-2007.
  2. ^ (EN) Bolt Blu-ray/DVD/Digital Copy Combo Coming March 22, Comingsoon.net, 21/01/2009. URL consultato il 13/02/2009.
  3. ^ mydogspace.com - Le migliori risorse e informazioni sul tema: mydogspace. Questa pagina è in vendita!

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN194775961 · GND: (DE7657033-2