Basil l'investigatopo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Basil l'investigatopo
Ratigan.JPG
Rattigan in una scena del film
Titolo originaleBasil The Great Mouse Detective
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1986
Durata72 min
Rapporto1,78:1
Genereanimazione, avventura, giallo
RegiaRon Clements, John Musker, Burny Mattinson, David Michener
SoggettoPaul Galdone, Eve Titus (romanzo)
SceneggiaturaRon Clements, Vance Gerry, Steve Hulett, Burny Mattinson, David Michener, Bruce Morris, John Musker, Matthew O'Callaghan, Melvin Shaw, Peter Young
ProduttoreBurny Mattinson
Casa di produzioneWalt Disney Feature Animation
Distribuzione in italianoUIP
MontaggioJames Melton, Roy M. Brewer Jr.
Effetti specialiTed Kierscey, Kelvin Yasuda, Mark Dindal, Patricia Peraza, Dave Bossert
MusicheHenry Mancini
ScenografiaDan Hansen, Karen Keller, Michael Peraza Jr., David Dunnet, Gil DiCicco, Ed Ghertner
Art directorGuy Vasilovich, Jim Coleman
AnimatoriMark Henn, Glen Keane, Rob Minkoff, Hendel Butoy, Matthew O'Callaghan, Andreas Deja, Sandra Borgmeyer, Kathy Zielinski, David Block, David Pruiksma, Barry Temple, Phil Nibbelink, Phillip Young, Steven E. Gordon, Doug Krohn, Shawn Keller, Jay Jackson, Mike Gabriel, Ron Husband, Rick Farmiloe, Ed Gombert, Ruben Aquino, Cyndee Whitney, Joseph Lanzisero
SfondiDonald A. Towns, Lisa L. Keene, John Emerson, Brian Sebern, Michael Humphries, Tia Kratter, Andrew Phillipson, Philip Phillipson
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Basil l'investigatopo (The Great Mouse Detective) è un film d'animazione del 1986, parodia della saga di Sherlock Holmes, e diretto da Ron Clements e John Musker. È considerato il 26º classico Disney secondo il canone ufficiale.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ambientato a Londra nel 1897, il film si apre con Hiram Flaversham, un topo giocattolaio di origini scozzesi che festeggia il compleanno di sua figlia, la dolce Olivia, e le mostra il regalo di compleanno. All'improvviso, però, Vampirello, un misterioso pipistrello con un'ala spezzata e una gamba di legno, irrompe nel loro piccolo negozio situato sotto una casa, rapendo il padre mentre la piccola Olivia si nasconde. La topina, sola e disperata, va dunque alla ricerca di Basil di Baker Street (parodia di Sherlock Holmes), un rinomato topo investigatore e poliziotto, affinché possa aiutarla a trovare il padre. Sulla strada Olivia si imbatte fortunatamente in un medico, David Q. Topson (parodia del Dottor Watson), che stava cercando casa a Londra, ma decide di aiutare la piccola e insieme vanno alla casa di Basil.

Nel frattempo, Vampirello porta Hiram al cospetto del suo padrone, il diabolico ratto Professor Rattigan, (parodia del Professor James Moriarty), grande criminale e nemesi di Basil; questi spiega di averlo rapito per farsi costruire da lui un automa ad orologeria che abbia l'aspetto di Maustarda, la Regina dei topi, così da ingannare il suo regno, divenire Re e conquistare l'Impero britannico. Intanto Topson e Olivia giungono a casa di Basil, il quale vive nel sottosuolo della casa dell'investigatore Sherlock Holmes e del suo fedele aiutante, il Dottor Watson. Si intuisce il simpatico parallelismo tra uomini e topi, con questi che vivono di nascosto dagli umani, infestando i sotterranei delle loro abitazioni, esercitando nella loro società la stessa professione degli uomini loro "padroni di casa" (anche la regina Maustarda, infatti, vive nel sottosuolo del Buckingam Palace e, come la regina Vittoria per gli umani, regna sui topi d'Inghilterra).

Basil all'inizio è riluttante ad accettare il caso, ma quando Olivia gli parla di Vampirello, si rende conto che seguendo il caso potrebbe risalire al suo acerrimo nemico Rattigan e al suo covo. Grazie al berretto del pipistrello, ritrovato sulla strada, il detective Basil, il dottor Topson e Olivia rintracciano Vampirello grazie a Ugo, il cane di Sherlock Holmes (dotato di un infallibile olfatto). Vampirello si è intanto intrufolato in un negozio di giocattoli, intento a rubare degli utensili, gli ingranaggi dei balocchi e le uniformi reali dei soldatini di piombo; inoltre, intende anche rapire Olivia, che Rattigan vuole usare come mezzo di persuasione per indurre Flaversham ad eseguire i suoi ordini. Durante una colluttazione con Basil, Vampirello riesce nel suo intento con vari ingegnosi trucchetti e, rapita la topina, fa ritorno al covo di Rattigan soddisfatto.

Nonostante la rabbia di Basil, Topson trova la lista delle cose da rubare di Vampirello, e dopo aver compiuto delle analisi chimiche, scopre che il rifugio di Rattigan è in una zona sulla riva del Tamigi. Vestitisi da marinai, Basil e Topson entrano in incognito all'interno della locanda "Trappola del Topo", dove localizzano Vampirello e, nascondendosi, lo seguono al quartier generale di Rattigan. Ma il diabolico professore, fidandosi delle grandi doti investigative di Basil, li aspetta con un'imboscata: entrambi vengono così catturati e legati a una trappola mortale, che scatterà al termine di una canzone. Rattigan e i suoi scagnozzi vanno quindi al Buckingham Palace, dove rapiscono e immobilizzano la Regina dei topi, pronta a essere data in pasto a Lucrezia, la feroce gatta di Rattigan, e la sostituiscono con l'automa, che Flaversham sarà costretto a usare per eleggere Rattigan come Re d'Inghilterra. Intanto, Basil riesce a scoprire il punto debole della trappola e a così liberarsi con Topson e Olivia. I tre arrivano in tempo al palazzo e salvano la Regina, mentre Lucrezia è scacciata da Ugo e, nella fuga da questi, entra per errore nella tenuta dei cani reali, finendo probabilmente sbranata.

Basil mette fuori gioco gli scagnozzi di Rattigan, libera Hiram che si ricongiunge con la figlia e smaschera il malvagio ratto. Questi però riprende Olivia nella confusione della folla inferocita, dalla quale fugge con Vampirello; due provano quindi a fuggire sul loro mini-dirigibile, e Basil, Topson e Hiram li inseguono tramite una mini-mongolfiera con una bandiera britannica e dei palloncini (per far uscire ogni tanto l'aria e muovere velocemente il mezzo). Nell'inseguimento, Rattigan, per "alleggerire il carico", getta Vampirello dal dirigibile (il pipistrello, non potendo volare a causa della sua ala spezzata, precipita e annega nel Tamigi). Dopo il rocambolesco inseguimento, Basil riesce a buttarsi sul dirigibile, e Rattigan, distratto, lo fa schiantare contro la torre del Big Ben. Una volta al suo interno, Basil riesce a salvare Olivia dalle grinfie di Rattigan, riportandola da Hiram. Fuori di sé dalla collera, Rattigan fa uscire fuori la sua natura violenta di ratto, e attacca Basil (palese riferimento allo scontro finale tra Sherlock Holmes e Moriarty alle cascate di Reichenbach, descritto nel racconto L'ultima avventura), dove alla fine Rattigan ha la peggio e muore precipitando dalla torre.

Alla fine, Basil e Topson vengono ringraziati pubblicamente dalla Regina dei topi in persona mentre Olivia e il padre Hiram partono in treno. Poco dopo, anche Topson decide di andare via dall'abitazione di Basil per trovare la propria, visto che il caso è chiuso. Proprio quando sta per andare, una cliente si presenta alla porta di Baker Street per chiedergli disperatamente aiuto. Basil e Topson decidono dunque di restare uniti e iniziano ad indagare al nuovo caso insieme.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Basil di Baker Street: protagonista della storia, abita proprio sotto la casa del celebre Sherlock Holmes, con il quale ha molto in comune e pratica la sua medesima professione. È un detective affascinante, intelligente, perspicace, astuto, coraggioso, geniale nel campo della scienza (soprattutto chimica e fisica), abilissimo nei travestimenti e nel suonare il violino, scattante e pieno di energia, anche se orgoglioso e socialmente inetto, ed è alla continua ricerca del professor Rattigan, suo acerrimo nemico. Si fa spesso aiutare da Ugo, il cane di Sherlock Holmes. A causa del suo orgoglio finisce in una trappola di Rattigan, ma infine avrà modo di riscattarsi; alla fine si affeziona alla piccola Olivia e diventa socio di Topson. Deve il suo nome a quello dell'attore Basil Rathbone, diventato celebre per aver interpretato il ruolo di Sherlock Holmes.
  • Dottor David Q. Topson (Major Dr. David Q. Dawson): è un chirurgo tornato a Londra dopo aver prestato servizio militare in Afghanistan, ed è un topo molto corpulento, educato e dal cuore d'oro. Grazie a Basil, scoprirà delle qualità che non sapeva di avere. È concepito come parodia del dottor John Watson, il collega e amico di Sherlock. Alla fine diventa socio di Basil, vivendo con lui. Topson è anche il narratore della storia, come lo è Watson nelle avventure di Sherlock Holmes.
  • Olivia Flaversham: è una bambina dolce e molto legata al padre, un abile giocattolaio, ed è chiaramente orfana di madre (in quanto afferma di non averla). Nel corso del film fa subito amicizia con Topson e Ugo, ed è anche molto affezionata a Basil, nonostante questi sbagli continuamente a pronunciare il suo cognome.
  • Hiram Flaversham: è il padre di Olivia e un giocattolaio. Viene rapito da Vampirello per conto di Rattigan per costruire una grossa bambola meccanica a forma della Regina. Il suo nome non viene mai menzionato nel film.
  • Professor Rattigan (Professor Ratigan): è l'antagonista principale del film, ed è un ratto, anche se pretende di essere considerato un topo, che possiede una gatta domestica di nome Lucrezia. Arrogante, borioso e spietato, è il più grande criminale di Londra, acerrimo nemico di Basil ed intelligente circa quanto lui, ed è effettivamente basato sul Professor Moriarty, nemesi dell'Holmes originale. Per quasi tutto il film, veste completi di foggia raffinata, beve champagne rosé, parla con linguaggio forbito e raffinato e mostra un'educazione impeccabile, ma durante lo scontro finale con Basil dentro il Big Ben, accecato dalla collera, cede alla pazzia e scatena la sua vera natura di ratto feroce e violento. Muore precipitando dal Big Ben per il rintocco delle dieci, in una parodia de L'ultima avventura di Sherlock Holmes, in cui il Professor Moriarty precipitava dalle cascate Reichenbach.
  • Vampirello (Fidget): antagonista secondario del film, è il braccio destro di Rattigan, ed è un pipistrello sadico, astuto e grezzo, con un'ala spezzata (impossibilitato al volo per questo) e una gamba di legno. Viene ucciso dal suo stesso capo che lo getta nel fiume Tamigi, mentre stanno volando sul loro dirigibile, nel finale del film. Per il suo aspetto e il suo modo di fare è molto simile ad un gremlin dell'omonimo film del 1984.
  • Regina Maustarda (Queen Mousetoria): è la Regina dei topi, ed è effettiva equivalente di Vittoria, Regina d'Inghilterra. Viene catturata, legata e imbavagliata dagli scagnozzi di Rattigan verso il finale e sostituita da un automa somigliante a lei in tutto e per tutto, con l'intento di dare il potere al diabolico professore, ma il suo piano viene sventato da Basil e Topson. Nel finale la regina premia Basil e Topson per il loro coraggio.
  • Sig.ra Placidia (Mrs. Judson): si tratta della governante di Basil, che mal tollera i vezzi dell'investigatore.
  • Ugo (Toby): è il cane di Sherlock Holmes, probabilmente un Basset Hound, che aiuta Basil nelle sue investigazioni. Si affeziona ad Olivia ma prova una grande diffidenza per Topson, contro il quale gli ringhia sempre, probabilmente perché sente la sua paura per lui. Dà il suo contributo alla salvezza della Regina dei topi mettendo in fuga la gatta Lucrezia dopo lo smascheramento di Rattigan.
  • Lucrezia (Felicia): è la grassa, feroce e famelica gatta persiana di Rattigan che divora tutti gli scagnozzi che irritano il suo padrone, come Bartolomiao, per averlo chiamato "ratto". Viene inseguita da Ugo nel finale e tenta di seminarlo salendo su un muro, ma finisce nel territorio dei cani reali, probabilmente finendone sbranata.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Fu prodotto dalla Walt Disney Feature Animation e distribuito nei cinema statunitensi per la prima volta il 2 luglio 1986 dalla Walt Disney Pictures e dalla Buena Vista Distribution. Il film fu diretto da Burny Mattison, David Michener e la squadra di John Musker e Ron Clements, che più tardi diressero insieme anche La sirenetta, Aladdin, Hercules, La principessa e il ranocchio e Il pianeta del tesoro. Può essere inoltre considerato, particolare importante, uno dei primi film d'animazione Disney (assieme a Taron e la pentola magica, uscito un anno prima ma in produzione in contemporanea con Basil) ad integrare e a fare uso della Computer grafica (CGI), utilizzata per realizzare gli interni del Big Ben. Questo, insieme ad altri elementi come la presenza marcata di canzoni e il buon successo di critica e pubblico, può classificare il film come punto di transizione fra la "vecchia" generazione di classici Disney e quella del Rinascimento.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Basil l'investigatopo è stato accolto con recensioni positive e fu un modesto successo finanziario, superiore al precedente classico Disney Taron e la pentola magica.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Su Rotten Tomatoes ha ricevuto una valutazione di gradimento dell'80%, con una media di 7,12/10 sulla base di 25 recensioni; il consenso del sito web recita: "Basil l'investigatopo potrebbe non classificarsi con i grandi classici Disney, ma è una visione piacevole e divertente con alcune immagini oscure alla moda"[1]. Su Metacritic ha un punteggio medio pari a 73/100 sulla base di 13 recensioni, indicando "recensioni generalmente favorevoli"[2].

Critici come Gene Siskel e Roger Ebert hanno apprezzato con entusiasmo il film; quest'ultimo ha elogiato l'animazione e paragonato il film a quelli dell'età d'oro della Disney[3]. La recensione del film di Nina Darnron, del New York Times, ha scritto che "gli eroi sono attraenti, il cattivo [Rattigan] ha quello speciale talento Disney e la sceneggiatura è arguta e non eccessivamente sentimentale". Johanna Steinmetz, del Chicago Sun-Times, ha valutato positivamente il film, scrivendo "Questo film è carino, più gradevole di Bianca e Bernie e Red e Toby. La chiave per una buona animazione Disney è il carattere e l'espressione del viso, e Basil l'investigatopo abbonda in entrambi"[4].

Botteghino[modifica | modifica wikitesto]

A fronte di un budget di oltre $ 14 milioni, il film ha incassato circa $ 50 milioni in tutto il mondo durante la sua uscita iniziale. Il suo successo poco costoso dopo le prestazioni insufficienti del suo predecessore, Taron e la pentola magica, ha dato alla nuova gestione della Disney fiducia nella fattibilità del loro reparto di animazione, sebbene l'incasso sia stato inferiore a Fievel sbarca in America.

Il film ha avuto una seconda edizione nelle sale il 14 febbraio 1992, incassando $ 13,288,756[5]. Grazie a ciò Basil l'investigatopo ha avuto un incasso nordamericano totale di $ 38,625,550 nelle sue due edizioni[6].

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Uscita al cinema[modifica | modifica wikitesto]

Paese Titolo Data di uscita Lingua
Italia Basil l'investigatopo 18 settembre 1987 Italiano

Edizioni Home video[modifica | modifica wikitesto]

VHS[modifica | modifica wikitesto]

In Italia il film è uscito in VHS il 1º aprile 1993 da Walt Disney Home video.

DVD[modifica | modifica wikitesto]

La prima edizione in DVD del film è uscita il 18 aprile 2003. La seconda edizione in DVD del film è uscita il 12 novembre del 2010 in edizione speciale. Quest'edizione comprende tutti i contenuti speciali della precedente più alcuni nuovi.

Differenze con il libro[modifica | modifica wikitesto]

  • Basil, il protagonista, presenta alcune differenze tra il film e la serie letteraria, tra cui i suoi sbalzi d'umore presenti nel film e assenti nei libri.
  • Nella serie letteraria, Rattigan ha come nome Padraic, ed è un topo; nel film è invece un ratto, anche se nega di esserlo.
  • Nel film, Vampirello muore annegato nel Tamigi, ma sopravvive invece nei libri. Il come non viene mai spiegato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Basil l'investigatopo, su Rotten Tomatoes.
  2. ^ (EN) Basil l'investigatopo, su Metacritic.
  3. ^ (EN) Basil l'investigatopo, su rogerebert.com. URL consultato il 24 ottobre 2020.
  4. ^ Basil l'investigatopo, su chicagotribune.com. URL consultato il 24 ottobre 2020.
  5. ^ Basil l'investigatopo (1992 ristampa), su Rotten Tomatoes. URL consultato il 24 ottobre 2020.
  6. ^ Basil l'investigatopo, su Rotten Tomatoes. URL consultato il 24 ottobre 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]