Yo-yo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Yo-Yo.
Illustrazione dal brevetto americano del 1866

Lo yo-yo, anche conosciuto in Italia come rocchetto, è un giocattolo nonché un attrezzo di giocoleria. Consiste in due coppette unite da un asse centrale o da un cuscinetto a sfera in metallo e un cordino di cotone o fibre sintetiche come nylon e poliestere, avvolto attorno all'asse.

Lasciando cadere il corpo rigido, ma tenendo fermo un capo del cordino, per effetto della gravità, le coppette scendono accumulando energia cinetica rotazionale e traslazionale. La particolarità dello yo-yo è che l'energia cinetica rotazionale è di un paio d'ordini di grandezza più grande di quella traslazionale. Quando il filo è completamente svolto si può non fare nulla e viene dissipata solo totalmente l'energia cinetica traslazionale, ma lo yo-yo continua a ruotare grazie all'energia rotazionale, se è libero, attorno al perno centrale (questo modo di operare viene detto "sleeper" dagli esperti del gioco). Se non è libero di ruotare attorno al perno, semplicemente il cordino è fissato sul perno, o viene applicata una opportuna tensione sul filo, che in parte compensa la poca energia perduta e in parte permette all'attrito di bloccare il filo sul perno, lo yo-yo può risalire lungo il filo fino a riavvolgersi completamente. Quindi è un apparente moto perpetuo. Ovviamente il lavoro della tensione del filo compensa la poca energia cinetica traslazionale dissipata nella parte finale di discesa.

Esistono vari tipi di yo-yo:

  • classico - il cordino è fissato al perno centrale;
  • moderno - il cordino è libero sul perno, ciò gli consente di rimanere a girare con l'energia ottenuta dal primo lancio senza tornare in mano (sleeper).

Lo yo-yo moderno si differenzia in altri due tipi:

  • a frizione automatica - sfrutta al meglio l'energia rotazionale per far tornare su lo yo-yo con il minimo sforzo al punto di partenza;
  • a cuscinetti a sfera - un piccolo cuscinetto permette innumerevoli evoluzioni (trick) grazie a sleeper lunghissimi. In questo caso si sfrutta la conservazione del momento angolare con i suoi effetti molto scenografici.

Tipi e modelli di yo-yo si differenziano tra loro per le svariate forme delle coppette e i diversi materiali con cui sono costruiti.

In alcune competizioni, come nel "World Yoyo Contest" (WYYC), i vari stili di gioco sono:

  • 1A (o A), in cui l'esecutore deve tenere lo yo-yo con il cordino legato al proprio dito
  • 2A (o AA), in cui l'esecutore usa due yo-yo con i cordini legati alle proprie dita, uno yo-yo è tenuto nella mano destra, uno nella sinistra.
  • 3A (o AAA), in cui l'esecutore tiene uno yo-yo con il cordino legato all'asse o al cuscinetto, ma non è legato a un dito.
  • 4A (o AAAA), in cui l'esecutore tiene uno yo-yo non attaccato al cordino, e quest'ultimo non è legato neanche al dito.
  • 5A (o AAAAA), in cui l'esecutore tiene uno yo-yo con il cordino legato all'asse o al cuscinetto, ma non è legato al dito, e viene attaccato al cordino, dalla parte opposta allo yoyo, un piccolo oggetto che funge da contrappeso.

Il giocoliere sceglie lo yo-yo in base alle evoluzioni che intende fare e al suo livello di preparazione.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]