Winnie the Pooh alla ricerca di Christopher Robin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Winnie the Pooh alla ricerca di Christopher Robin
Winnie the Pooh alla ricerca di Christopher Robin.png
Pooh e i suoi amici in una scena del film
Titolo originale Pooh's Grand Adventure: The Search for Christopher Robin
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1997
Durata 76 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,37:1
Genere animazione, avventura, musicale
Regia Karl Geurs
Soggetto A. A. Milne
Sceneggiatura Karl Geurs, Carter Crocker
Produttore Karl Geurs
Casa di produzione Walt Disney Television Animation
Distribuzione (Italia) Buena Vista Home Entertainment
Storyboard Ryan Anthony, Holly Forsyth, Sharon Forward, Lonnie Lloyd, Marty Warner, Wendell Washer, Phil Weinstein
Character design Ritsuko Notani
Animatori Terence Harrison, Mitch Rochon, Bob Zamboni, Carole Beers, Marsh Lamore, Takeshi Atomura, Shinichi Yoshikawa, Kenichi Tsuchiya, Hirofumi Nakata
Montaggio Christopher K. Gee
Effetti speciali Madoka Yasue
Musiche Carl Johnson
Sfondi Paro Hozumi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Winnie the Pooh alla ricerca di Christopher Robin (Pooh's Grand Adventure: The Search for Christopher Robin) è un film del 1997 prodotto e diretto da Karl Geurs. È un film d'animazione direct-to-video, sequel del classico Disney del 1977 Le avventure di Winnie the Pooh. Fu prodotto dalla Walt Disney Television Animation (col contributo della Walt Disney Animation Japan per l'animazione) e distribuito negli Stati Uniti il 5 agosto 1997. È il primo film della serie a non essere direttamente basato sulle storie di A. A. Milne, benché alcuni elementi della trama derivino dal quinto e dal decimo capitolo de La strada di Puh.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ultimo giorno d'estate, Christopher Robin dice al suo amico Winnie the Pooh di doverlo avvertire di una cosa non molto piacevole, però non riesce a dirgli di cosa si tratta, e dopo aver giocato con lui lo lascia consigliandogli di ricordarsi di essere "più coraggioso di quanto crede, più forte di quanto sembra e più intelligente di quanto pensa", ma l'assonnato Pooh non capisce chiaramente. La mattina seguente, il primo giorno d'autunno, Pooh trova davanti all'uscio un vaso di miele con un biglietto attaccato, che sporca del miele contenuto nel vaso mentre lo mangia e che non riesce a leggere essendo analfabeta. Dopo aver cercato invano Christopher Robin per farselo leggere, prova a chiedere aiuto a Pimpi, Tigro, Ih-Oh e Tappo, ma neppure loro riescono a capirci qualcosa, dato che il biglietto è sporco di miele. Allora il gruppo si reca a casa di Uffa perché legga il biglietto. Il gufo cerca di togliere il miele dal foglio con una pinzetta e interpreta il messaggio come una richiesta d'aiuto da parte di Christopher Robin, che sarebbe stato portato contro il suo volere in un luogo lontano e pericoloso chiamato "Ascuolà", nome con cui è nota una rupe dove risiederebbero esseri mostruosi, tra cui un terribile "Teschiosauro". Uffa disegna al gruppo una mappa, per aiutarli nel loro viaggio nell'"Ignoto" del Bosco dei Cento Acri, al salvataggio di Christopher Robin.

Durante il loro viaggio, mentre pensano di essere seguiti dal Teschiosauro a causa di alcuni strani rumori, i cinque amici iniziano a capire quanto sono impotenti nel mondo esterno senza Christopher Robin. Pimpi, Tigro e Tappo arrivano a credere di non avere, rispettivamente, il coraggio, la forza e l'intelligenza per andare avanti; ogni volta Pooh cerca di confortarli con i consigli di Christopher Robin, ma non riesce a ricordarli esattamente. Quando alla fine Tappo (che aveva preso a Pooh la mappa, in quanto pensava di avere un maggiore senso dell'orientamento e di essere più adatto ad essere il capo del gruppo) ammette di non avere idea di dove stanno andando, il gruppo si rifugia in una grotta vicina. Al mattino, vengono svegliati dalle urla di terrore di Pimpi e si rendono conto di aver trascorso la notte nella loro destinazione. Mentre cercano Christopher Robin nella grotta, Pooh e i suoi amici vengono terrorizzati da un forte rumore, che credono provenire dal presunto Teschiosauro, e quando Pooh cade e rimane incastrato tra i cristalli, i suoi amici credono che sia stato ucciso. Poco dopo trovano l'Occhio del Teschio, in cui Christopher Robin è rimasto presumibilmente intrappolato, e superando le loro paure e dubbi si dirigono verso di esso. Dopo aver visto il coraggio dei suoi amici, Pooh riesce a liberarsi, ma scivola giù per una roccia e rimane intrappolato in un pozzo profondo, senza possibilità di fuga, in compagnia solo del suo piccolo vaso di miele. Mentre è lì, reso triste dal pensiero di doverci rimanere per sempre, si rende conto che Christopher Robin è con lui nel suo cuore anche quando non sono insieme, proprio come aveva promesso. Quando Pimpi, Tappo, Tigro e Ih-Oh entrano nell'occhio, si trovano davanti proprio Christopher Robin, che era andato a cercarli. Egli spiega che in realtà era a scuola, quindi Uffa aveva letto male il messaggio a causa del miele di cui era sporco, e che i ruggiti del Teschiosauro erano in realtà i rumori della pancia di Pooh.

Dopo che Christopher Robin salva Pooh dal pozzo (calandovi un enorme vaso di miele, nel quale Pooh entra e viene tirato su), i sei escono dalla grotta e ritornano a casa. Pooh, Pimpi, Tappo, Tigro e Ih-Oh scoprono che in realtà la grotta e gli altri posti che avevano attraversato non sono affatto grandi e spaventosi come sembravano quando Christopher Robin non era con loro. Quella sera, Christopher Robin dice a Pooh che dovrà tornare a scuola il giorno successivo, ma l'orsetto dichiara che sarà sempre lì in sua attesa, e i due guardano felicemente il tramonto.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

Il doppiaggio italiano fu eseguito dalla Royfilm e diretto da Leslie La Penna su dialoghi di Giorgio Tausani, mentre la parte musicale è a cura di Ermavilo. Nei dialoghi italiani è stato inventato il nome del luogo in cui si dirigono Pooh e i suoi amici, che in originale si chiama Skull ("Teschio") ed è basato su un gioco di parole con "school". Sono stati invece tradotti letteralmente gli errori che commette Pooh citando i consigli di Christopher Robin, ed essi perdono senso poiché si reggono a loro volta su giochi di parole con la frase detta dal bambino.

Edizioni home video[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu distribuito in VHS il 5 agosto 1997 in America del Nord e a marzo dell'anno successivo in Italia. L'edizione DVD uscì invece in Italia il 30 maggio 2001, distribuita dalla Warner Home Video, ed è priva di contenuti speciali.[1] Lo stesso DVD fu ristampato dalla Disney il 27 giugno 2002[2] e nuovamente dieci anni dopo nella collana Winnie the Pooh: La collezione.[3]

L'11 aprile 2006 il film fu distribuito in DVD in America del Nord. Questa edizione è molto differente da quella uscita in Italia, a partire dal fatto che il film è presentato in formato widescreen 1,66:1. Inoltre, come extra sono inclusi il gioco interattivo Pooh and Friends: Adventures in the 100 Acre Wood, il dietro le quinte musicale Pooh's Symphony e il cortometraggio Troppo vento per Winny-Puh.[4]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Winnie the Pooh alla ricerca di Christopher Robin fu accolto in modo controverso dalla critica. Il sito Rotten Tomatoes ha raccolto otto recensioni di cui tre positive, con un voto medio di 4,5.[5] George Blooston di Entertainment Weekly diede al film una C, definendolo "sciropposo" e criticandone l'assenza di "spirito adulto e psicologia infantile" che avrebbero fatto de Le avventure di Winnie the Pooh un classico.[6]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 1998 - Annie Awards
    • Candidato per il miglior film direct-to-video
    • Candidato per la miglior recitazione maschile a Paul Winchell
    • Candidato per la miglior colonna sonora a Carl Johnson
    • Candidato per la miglior sceneggiatura a Karl Geurs e Carter Crocker
    • Candidato per la miglior regia a Karl Geurs

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Il film diede origine a una serie di sequel de Le avventure di Winnie the Pooh, il secondo dei quali fu Winnie the Pooh: Tempo di regali (1999). Precedentemente erano stati trasmessi gli special televisivi A Winnie the Pooh Thanksgiving (1998) e Winnie the Pooh: L'avventura di San Valentino (1999).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Winnie the Pooh alla ricerca di... DVD, su dvdweb.it. URL consultato il 6 maggio 2016.
  2. ^ Winnie The Pooh - Alla Ricerca Di Cristopher Robin, su amazon.it, Amazon.com. URL consultato il 6 maggio 2016.
  3. ^ Winnie The Pooh - Alla Ricerca Di Cristopher Robin, su amazon.it, Amazon.com. URL consultato il 6 maggio 2016.
  4. ^ (EN) Pooh's Grand Adventure: The Search for Christopher Robin DVD Review, su dvdizzy.com. URL consultato il 6 maggio 2016.
  5. ^ (EN) Winnie the Pooh alla ricerca di Christopher Robin, in Rotten Tomatoes, Flixster Inc. Modifica su Wikidata
  6. ^ (EN) George Blooston, Pooh's Grand Adventure: The Search for Christopher Robin, in Entertainment Weekly, 8 agosto 1997. URL consultato il 6 maggio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]