Mr. Magoo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Quincy Magoo
Mr. Magoo.png
Quincy Magoo nei cartoni animati
Nome orig.Quincy Magoo
Lingua orig.Inglese
AutoreJohn Hubley
StudioUnited Productions of America (UPA per brevità)
1ª app.1949
1ª app. inRagtime Bear
Interpretato daLeslie Nielsen (film 1997)
Voci orig.
Voci italiane
SpecieUmana
SessoMaschio
EtniaAmericano

Mr. Magoo è un personaggio immaginario protagonista di una serie di 53 cortometraggi animati prodotti dal 1949 al 1959; venne ideato nel 1949 da John Hubley per la United Productions of America (UPA), uno studio di animazione costituito da disegnatori fuoriusciti dalla Disney.[1] Nel 1960, la UPA cominciò a produrre la serie The Mr. Magoo Show e alcune trasposizioni animate di classici della letteratura come Il cantico di Natale di Mr. Magoo o Biancaneve, dove il personaggio compare in vari ruoli; seguì la serie televisiva "Le avventure di Mr. Magoo"; vennero poi prodotti alcuni lungometraggi animati, un omonimo film live action nel 1997 e una nuova serie televisiva animata nel 2018.[2]

Caratterizzazione del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Quincy Magoo è un ricco pensionato, basso, calvo e molto miope, caratteristica, questa, fondamentale nel caratterizzare il personaggio e alla base degli eventi che lo vedono protagonista, in genere senza che si renda mai conto dei pericoli che corre, dai quali scampa ogni volta incolume grazie a eventi fortuiti. Ha un nipote di nome Waldo e un cane di nome McBarker, (Ciccio nel doppiaggio italiano).

Rappresenta una satira dell'epoca della "caccia alle streghe" durante la stagione del Maccartismo americano, il periodo in cui il timore del comunismo negli Stati Uniti portò ad eccessi repressivi. Simboleggia l'uomo miope che non vede oltre il proprio naso.[1]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

1949[modifica | modifica wikitesto]

1950[modifica | modifica wikitesto]

1951[modifica | modifica wikitesto]

1952[modifica | modifica wikitesto]

1953[modifica | modifica wikitesto]

1954[modifica | modifica wikitesto]

1955[modifica | modifica wikitesto]

1956[modifica | modifica wikitesto]

1957[modifica | modifica wikitesto]

1958[modifica | modifica wikitesto]

1959[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b A chi assomiglia Mr. Magoo?, su Il Post, 1º marzo 2018. URL consultato il 26 giugno 2019.
  2. ^ Irene Rosignoli, Mr Magoo su K2, dal 4 febbraio va in onda la serie animata remake, su Best Movie, 4 febbraio 2019. URL consultato il 26 giugno 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Animazione Portale Animazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di animazione