L'ispettore Barnaby

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
L'ispettore Barnaby
L'ispettore Barnaby.png
Titolo originaleMidsomer Murders
PaeseRegno Unito
Anno1997 – in produzione
Formatoserie TV
Generepoliziesco, giallo, commedia nera
Stagioni23
Episodi132
Durata89-102 min (episodio)
Lingua originaleinglese
Rapporto4:3 (st. 1-7)
16:9 (SDTV) (st. 8-11)
16:9 (HDTV) (st. 12-in corso)
Crediti
SoggettoL'ispettore capo Barnaby di Caroline Graham
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
MontaggioDerek Bain
MusicheJim Parker
ProduttoreBetty Willingale
Produttore esecutivoBrian True-May (ep. 1-89)
Jo Wright (ep. 90-115)
Jonathan Fisher (ep. 116-in corso)
Michele Buck (ep. 116-in corso)
Casa di produzioneBentley Production
Prima visione
Prima TV originale
Dal23 marzo 1997
Alin corso
Rete televisivaITV
Prima TV in italiano
Dalluglio 2003
Alin corso
Rete televisivaLA7 (st. 1-19)
Giallo (st. 20-in corso)

L'ispettore Barnaby (Midsomer Murders) è una serie televisiva britannica prodotta dalla televisione privata ITV e ambientata in Inghilterra, nell'immaginaria contea di Midsomer. Il telefilm è tratto dalla serie di libri gialli di Caroline Graham, adattata originariamente da Anthony Horowitz.

John Nettles ha interpretato Tom Barnaby fino alla stagione 13, quando Neil Dudgeon nei panni di John Barnaby, cugino di Tom, ha assunto il ruolo di protagonista dalla 14.

In Italia è andata in onda su LA7 da luglio 2003 al 18 novembre 2017, per poi passare sul canale Giallo dal 25 novembre 2018. Malgrado nella prima serie, nei titoli di coda, il titolo del telefilm appaia in originale o tradotto come "I misteri di Midsomer", La7 ha deciso di trasmetterlo con il titolo "L'ispettore Barnaby". Nel corso degli anni, le repliche su La7, per esigenze televisive venivano anche tagliate pesantemente.[5]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'ispettore capo Tom Barnaby della polizia di Midsomer, parte della Metropolitan Police Service, e il suo fidato sergente Gavin Troy, poi sostituito da Dan Scott e poi ancora da Ben Jones (quest'ultimo affiancherà, per un periodo, anche il successivo ispettore capo) e con l'aiuto dell'agente Gail Stephens, devono investigare sugli omicidi che avvengono nei villaggi dell'immaginaria contea inglese di Midsomer (da cui il titolo originale in inglese Midsomer Murders, ovvero "Gli omicidi di Midsomer"). Le storie sono ambientate nel presente e hanno una struttura di "giallo classico", in cui l'indagine e le deduzioni prevalgono sull'azione e sulla violenza.

Ogni episodio di solito contiene più di un omicidio, ma il colpevole non è quasi mai un serial killer: molto spesso l'assassino è spinto dalle circostanze a commettere altri crimini per coprire l'omicidio iniziale. In alcuni casi gli omicidi non sono direttamente collegati tra di loro anche se potrebbero esserlo a prima vista, come ad esempio nel secondo episodio della quarta stagione. In altri casi i vari omicidi che si susseguono sono commessi per vendetta verso una famiglia o un gruppo di persone.

Dalla quattordicesima stagione il protagonista diventa John Barnaby, cugino del precedente ispettore capo, affiancato inizialmente dal sergente Ben Jones, sostituito poi da Charlie Nelson e in seguito da Jamie Winter.

Altri personaggi ricorrenti sono il medico legale George Bullard, sostituito in seguito da Kete Wilding, Kam Karimore e Fleur Perkins, e i componenti delle rispettive famiglie degli ispettori, ovvero per Tom la moglie Joyce e la figlia Cully, per John la moglie Sarah, la loro figlioletta Betty e il loro cane Sykes e successivamente Paddy.

Ambientazione[modifica | modifica wikitesto]

Midsomer è una contea inglese fittizia. Il capoluogo della contea è Causton, una città di medie dimensioni, dove vive l'ispettore capo Barnaby e dove si trova il dipartimento di polizia criminale. Gran parte della popolarità della serie deriva dall'incongruenza delle azioni violente in un ambiente pittoresco e pacifico, infatti gli episodi si concentrano su istituzioni, riti e costumi popolarmente considerati caratteristici delle contee rurali inglesi. Vari indizi in diversi episodi suggeriscono che Midsomer potrebbe effettivamente identificarsi nelle aree del Berkshire e del Hampshire settentrionale.

Molti dei villaggi e delle piccole città della contea hanno la parola "Midsomer" nel loro nome; questo è ispirato in parte dalla vera contea di Somerset e divenne una convenzione di denominazione all'interno della serie.

La maggior parte degli episodi si svolge in villaggi rurali con ambientazioni vecchio stile fedeli ai romanzi di Graham, creando un "effetto nostalgia" negli spettatori, soprattutto britannici, in particolare nelle prime stagioni con John Nettles. Sebbene i libri siano ambientati nel presente, i villaggi di campagna sembrano provenire da un'altra epoca, in particolare dagli anni '50 e il micro-mondo poco affollato è parte del fascino dei libri. Negli ultimi anni, la contea di Midsomer è diventata estremamente diversificata e sono presenti molte minoranze etniche: insieme ai caucasici, i villaggi ospitano anche asiatici, afro-caraibici e altri di origine mista.

L'umorismo tipicamente "british" è una caratteristica principale della serie. Ad esempio, quando la moglie di Tom Barnaby propone di lasciare Causton e suggerisce vari villaggi in cui trasferirsi, egli le risponde ricordando gli omicidi particolarmente crudeli che si sono verificati in ogni comunità.

Contrariamente ad altre produzioni europee le vicende personali dei protagonisti sono affrontate solo marginalmente. Inoltre il protagonista non è il classico poliziotto trasandato e solitario ma, al contrario, ha una normale vita familiare e lo si vede spesso rientrare a casa per cena o partecipare a fiere ed eventi locali della contea.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese di Midsomer Murders sono iniziate nell'autunno 1996 e il primo episodio, The Killings at Badger's Drift, è stato trasmesso nel Regno Unito il 23 marzo 1997.

Tratta dai romanzi gialli dell'autrice Caroline Graham, fino alla tredicesima stagione la serie ha per protagonista l'ispettore capo Tom Barnaby, interpretato dall'attore John Nettles.

A partire dalla quattordicesima stagione (2010-2011), Nettles ha lasciato la serie, che è proseguita con un nuovo protagonista. In un'intervista alla BBC del 2019, Nettles ha affermato di aver preso la decisione poiché stava diventando troppo vecchio per interpretare un detective di polizia.[6] Neil Dudgeon è quindi subentrato nel ruolo di John Barnaby, cugino di Tom, in precedenza ispettore di polizia della città di Brighton. Il nuovo personaggio ha fatto la sua apparizione nell'episodio della tredicesima stagione I nemici di Brighton (The Sword of Guillaume). Dudgeon era già apparso nella serie, non nel ruolo del cugino dell'ispettore, bensì come un sospetto giardiniere donnaiolo nell'episodio di apertura della quarta stagione, Il giardino della morte.

La maggior parte degli episodi iniziali è stata scritta da Anthony Horowitz, che, insieme ai produttori originari Betty Willingale e Brian True-May, ha anche creato la serie. Horowitz ha adattato la maggior parte dei primi episodi dalle opere originali di Caroline Graham. Tra gli altri, hanno scritto sceneggiature Peter J. Hammond, David Hoskins, Douglas Watkinson ed Andrew Payne.

Le riprese hanno luogo solitamente nelle contee inglesi di Berkshire, Buckinghamshire, Hertfordshire, Oxfordshire e Surrey. Causton è rappresentata da una serie di città tra cui Thame e Wallingford, nell'Oxfordshire.[7]

Grazie al suo successo, la serie è stata venduta a numerosi paesi in tutto il mondo, tra cui l'Australia, il Belgio, il Botswana, il Canada, la Danimarca, la Finlandia, la Francia, la Germania, l'Ungheria, Israele, l'Italia, molte nazioni dell'America Latina, i Paesi Bassi, la Nuova Zelanda, la Norvegia, la Romania, il Sudafrica, la Spagna, la Svezia e gli Stati Uniti.

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

  • Ispettore Tom Barnaby (stagioni 1-13), interpretato da John Nettles, è il protagonista della serie fino alla tredicesima stagione. Barnaby lavorava per l'MI6, il servizio segreto inglese, prima di entrare in polizia. Uomo paziente e tollerante, il suo stile di indagine è metodico ed equo. È un individuo sagace e perspicace, in grado di riconoscere indizi apparentemente oscuri. La vita sociale di Barnaby ruota attorno a sua moglie Joyce e sua figlia Cully, che spesso hanno una connessione personale con i crimini su cui sta indagando.
  • Joyce Barnaby (stagioni 1-13), interpretata da Jane Wymark, moglie di Tom. È tollerante nei confronti del marito, nonostante sia un maniaco del lavoro. Joyce è una donna accomodante e amichevole a cui piace essere coinvolta nelle attività culturali della comunità. Da tempo nutre il desiderio di trasferirsi da Causton in uno dei pittoreschi villaggi di Midsomer solo per essere scoraggiata dai macabri omicidi che si verificano lì. È nota alla sua famiglia come una cuoca sperimentale ma non sempre di successo, pertanto Tom è spesso visto approfittare di ogni opportunità per mangiare fuori casa. Ha sposato Tom nel 1973 e hanno una figlia, Cully.
  • Cully Barnaby (stagioni 1-13), interpretata da Laura Howard, figlia maggiorenne di Tom, attrice di teatro. Prende il suo nome da un villaggio omonimo in Svizzera, dove è stata concepita durante la luna di miele dei suoi genitori. Giovane curiosa e audace, ha ereditato l'atteggiamento amichevole e lo spirito comunitario dei suoi genitori. All'inizio della serie torna a casa dopo aver frequentato l'Università di Cambridge ed esce con un collega studente di recitazione. Occasionalmente flirta in segreto con Troy e Scott. Spesso accetta lavoretti temporanei nell'area di Midsomer, quando riposa tra uno spettacolo e l'altro, e per questo a volte viene coinvolta personalmente negli omicidi che hanno luogo, come in particolare nell'episodio Cattive notizie. Incontra Simon Dixon e si fidanza con lui dopodiché lo sposa.
  • Patologo George Bullard (stagioni 1-14), interpretato da Barry Jackson. Il patologo di Causton Bullard svolge il suo lavoro con abilità professionale e bonaria personalità. È un buon amico di Tom Barnaby ed è stato un personaggio regolare per tutta la serie (tranne per un breve periodo, quando il suo posto è stato preso dal dottor Dan Peterson, interpretato da Toby Jones). Negli episodi in cui compare, Bullard ha spesso un ruolo importante nella trama perché le informazioni che fornisce alla polizia sono un valido aiuto nella soluzione dei casi.
  • Sgt. Gavin Troy (stagioni 1-6, guest 7 e 11), interpretato da Daniel Casey, co-protagonista della serie, è il primo assistente di Tom Barnaby. Troy è brillante e ambizioso, ed è anche noto per essere un guidatore distratto, condotta che spesso gli fa sfiorare incidenti stradali. Tende a giudicare negativamente le persone in base alla loro età, alla loro provenienza e al loro orientamento sessuale, ma fornisce spesso informazioni preziose al suo superiore per la soluzione dei casi. Troy viene promosso ispettore e trasferito nel Northumbria nel primo episodio della settima stagione, ma riappare nel primo episodio dell'undicesima stagione, per partecipare al matrimonio della figlia di Tom, Cully Barnaby (che una volta ha baciato segretamente).
  • Sgt. Dan Scott (stagioni 7-8), interpretato da John Hopkins. È il secondo assistente di Tom Barnaby ed è un londinese poco entusiasta di essere stato trasferito dalla città alla contea rurale di Midsomer. La sua relazione con l'ispettore all'inizio è conflittuale, soprattutto perché tenta di approcciare tutte le ragazze che incontra - tra cui Cully - ma in seguito i rapporti si addolciscono anche se mai del tutto. Nell'episodio La strega di paglia, Scott sviluppa un interesse amoroso per una ragazza che viene brutalmente assassinata; in questo episodio è evidente la mancanza di simpatia di Barnaby per Scott . L'uscita di scena del sergente dallo spettacolo è stata improvvisa. In La casa nel bosco, Barnaby afferma che Scott è stato chiamato per aiutarlo ma si è rifiutato di venire perché malato, a quel punto l'ispettore invita Ben Jones ad assisterlo in quel caso e questi diventa da quel momento il nuovo vice.
  • Sgt. Ben Jones (stagioni 8-15, guest 19), interpretato da Jason Hughes. Jones è il terzo partner junior di Tom Barnaby. oltre ad essere l'unico ad affiancare entrambi i cugini Barnaby. Alla sua prima apparizione nella serie, Jones è inizialmente un agente di polizia in uniforme e viene promosso a sergente investigativo alla fine dell'episodio. Jones è meno ingenuo di Troy e Scott e possiede una visione dei casi che mancava ai due predecessori. Originario del Galles, mostra anche un certo talento musicale quando viene reclutato per cantare nel coro di Midsomer Worthy. Quando Tom Barnaby va in pensione, Jones è interessato a sostituirlo ed è un po' seccato dal fatto che suo cugino, John Barnaby, venga invece trasferito nella posizione. In realtà, l'incarico non avrebbe potuto essere assegnato perché gli avrebbe richiesto di scavalcare il grado di ispettore. All'inizio della sedicesima stagione viene rivelato che Jones è stato promosso a ispettore e trasferito a Brighton e nella diciannovesima stagione fa un'ulteriore apparizione in un ruolo sotto copertura.
  • Agente Gail Stephens e poi detective (stagioni 10-13), interpretata da Kirsty Dillon. una collega di Tom Barnaby e Jones, che spesso li aiuta nei casi trattati fornendo preziose informazioni con le sue abilità informatiche. Gail è allegra ma emotiva e dopo aver inizialmente prestato servizio come agente di polizia in uniforme, viene nominata detective in borghese. Durante le apparizioni di Gail, è implicito che sia sul punto di avere una relazione con il sergente Jones ma, quando arriva il momento cruciale, questi decide di non volere coinvolgimenti sentimentali con una collega.
  • Ispettore John Barnaby, cugino di Tom (stagioni 14-in corso, guest 13), interpretato da Neil Dudgeon, protagonista della serie a partire dalla quattordicesima stagione. John Barnaby si trasferisce da Brighton, dove era ispettore, a Causton per sostituire suo cugino Tom Barnaby, quando questi va in pensione. Si è laureato in psicologia alla Durham University, cosa che gli vale qualche ironico commento di Jones quando lavorano insieme per la prima volta; nonostante un inizio difficile, i due formano una squadra affiatata. Barnaby vive in un cottage di campagna con la moglie Sarah, la figlia Betty e il loro cane Sykes (poi Paddy). Fa la sua prima apparizione come ospite nell'episodio della tredicesima stagione, I nemici di Brighton.
  • Sarah Barnaby (stagioni 14-in corso), interpretata da Fiona Dolman, moglie di John. Insegnante in una scuola secondaria locale, la sua carriera a tempo pieno non la vede coinvolta molto nei casi di suo marito (a differenza di quanto accadeva a Joyce). Molto affezionati al loro cane Sykes, hanno un matrimonio solido e celebrano il loro quindicesimo anniversario nell'episodio A scuola per omicidio. Durante la sedicesima stagione Sarah è incinta, e nell'ultimo episodio della stagione dà alla luce una figlia, di nome Betty.
  • Sgt. Charlie Nelson (stagioni 16-18), interpretato da Gwilym Lee. Quando Jones viene promosso, in sua sostituzione arriva Charlie Nelson, il primo sergente a non prestare servizio al fianco di Tom Barnaby. Inizialmente inquilino a casa di Kate Wilding, Nelson lascia la serie dopo la diciottesima stagione.
  • Sgt. Jamie Winter (stagioni 19-in corso), interpretato da Nick Hendrix.
  • Patologa Kate Wilding (stagioni 15-17), interpretata da Tamzin Malleson. È la sostituta del dottor George Bullard. Con il suo approccio sicuro, competente e senza fronzoli si guadagna il rispetto degli investigatori. Non è sposata ed è anche professoressa. All'inizio della diciottesima stagione Wilding lascia Midsomer per prendere una cattedra a Brighton.
  • Patologa Kam Karimore (stagioni 18-19), interpretata da Manjinder Virk. Dopo aver sostituito la dottoressa Kate Wilding come patologa, Kam lascia la serie alla fine della diciannovesima stagione, poiché trova un nuovo lavoro a Montreal.
  • Patologa Fleur Perkins (stagioni 20-in corso), interpretata da Annette Badland

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV UK Prima TV Italia
Prima stagione 5 1997-1998 2003
Seconda stagione 4 1999 -
Terza stagione 4 1999-2000 -
Quarta stagione 6 2000-2001 -
Quinta stagione 4 2002 -
Sesta stagione 5 2003 -
Settima stagione 7 2003-2004 -
Ottava stagione 8 2004-2005 -
Nona stagione 8 2005-2006 -
Decima stagione 8 2006-2007 -
Undicesima stagione 7 2008 2008-2009
Dodicesima stagione 7 2009-2010 2009-2010
Tredicesima stagione 8 2010-2011 2010-2011
Quattordicesima stagione 8 2011 2011-2012
Quindicesima stagione 6 2012-2013 2013
Sedicesima stagione 5 2013-2014 2014
Diciassettesima stagione 4 2015 2015
Diciottesima stagione 6 2016 2016-2017
Diciannovesima stagione 6 2016-2017 2017
Ventesima stagione 6 2018 2018
Ventunesima stagione 4 2020 2020
Ventiduesima stagione[8] 6 2021-2022 2021
Ventitreesima stagione[9] 6 inedita inedita

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Composto da Jim Parker, l'iconico tema principale è un valzer a tempo moderato, eseguito principalmente (ma non esclusivamente) su un insolito strumento musicale elettronico, il theremin il cui suono ricorda un fischio basso o una voce umana, molto utilizzato nelle musiche dei film di fantascienza e horror degli anni '50 e '60. La parte theremin è stata interpretata da Celia Sheen (1940–2011).

Dalla quattordicesima serie in poi la colonna sonora è stata modificata in modo che durante i titoli di chiusura una versione standardizzata del tema sia suonata su un violino solista al posto del theremin. Occasionalmente viene utilizzata una versione con un'introduzione più lunga, con un flauto anziché un theremin come strumento principale.

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Nel marzo 2011, il produttore della serie Brian True-May è stato sospeso da All3Media dopo aver espresso opinioni razziste alla rivista televisiva Radio Times, in particolare disse che il programma non aveva personaggi di etnia nera, perché la serie era un "baluardo dell'inglese". Quando è stato contestato il termine "inglese" e se ciò escludesse alcune minoranze etniche, True-May ha risposto: «Be', dovrebbe farlo, e forse non sono politicamente corretto». Successivamente ha affermato che l'intenzione era di fare un programma «che si rivolge ad un certo pubblico, ed ha successo». I commenti di True-May sono stati esaminati dalla società di produzione. È stato reintegrato, dopo essersi scusato "se le sue osservazioni hanno offeso involontariamente qualche spettatore", ma da allora si è dimesso da produttore.[10]

La sostituta di True-May, Jo Wright, ha confermato di essersi impegnata per la diversità sullo schermo quando ha assunto il timone dello spettacolo, dicendo: "Sento fortemente che una serie di gruppi etnici dovrebbe essere rappresentata sullo schermo. E questo si rifletterà in alcuni degli episodi della nuova serie con il casting degli ospiti chiave...una buona sceneggiatura includerà una varietà di personaggi diversi". [11] Dalla quindicesima serie attori asiatici hanno interpretato per la prima volta dei personaggi centrali dello spettacolo, Anche i personaggi di etnia africana iniziarono ad apparire a partire da quella stagione. A partire dalla serie 18, lo spettacolo ha guadagnato un membro asiatico per il suo cast principale: il patologo Kam Karimore, interpretato da Manjinder Virk.[12]

Episodio non girato[modifica | modifica wikitesto]

L'episodio The Blood Point non è mai stato girato, forse a causa di eccessive somiglianze con fatti di cronaca; ne esiste però una sceneggiatura di base[13]. La trama, ambientata a Badger's Drift e riferibile al periodo in cui accanto all'ispettore Barnaby lavorava ancora il sergente Scott, ruota attorno alla storica rivalità che divide le antiche famiglie Melts e Ashmoore. La loro inimicizia ha sempre causato problemi all'intero villaggio, ma la cosa subisce una brusca accelerazione dal momento in cui tanto i Melts quanto gli Ashmoore iniziano a morire e i loro corpi vengono in genere ritrovati nel cimitero, presso le tombe degli avi. Le due famiglie lanciano reciproche accuse, poi sono costrette ad una specie di tregua. Le morti si susseguono, spuntano lettere minatorie e problemi finanziari; si scopre inoltre che i Melts e gli Ashmoore, benché ostili, possiedono forse radici comuni. John Barnaby entra nella storia in maniera indiretta ed è costretto ad agire rapidamente per identificare l'assassino prima che anche la vita della moglie venga minacciata.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nell'edizione svizzera della prima stagione è doppiato da Alarico Salaroli
  2. ^ Nell'edizione svizzera della prima stagione è doppiata da Licia Lombardi
  3. ^ Nell'edizione svizzera della prima stagione è doppiata da Marisa Della Pasqua
  4. ^ Nell'edizione svizzera della prima stagione è doppiato da Marcello Cortese e da Claudio Colombo
  5. ^ AntonioGenna.net presenta: IL MONDO DEI DOPPIATORI - ZONA TELEFILM: "L'ispettore Barnaby", su antoniogenna.net. URL consultato il 19 marzo 2019.
  6. ^ "Midsomer Murders" Fit for Murder (TV Episode 2011) - IMDb. URL consultato il 6 maggio 2022.
  7. ^ Midsomer Murders Locations - Wallingford, Oxfordshire, su midsomermurders.org. URL consultato il 2 settembre 2020.
  8. ^ (EN) I. Heart British TV, Midsomer Murders Season 22: Premiere Date & Where to Watch It, su I Heart British TV. URL consultato il 7 gennaio 2021.
  9. ^ (EN) I. Heart British TV, Midsomer Murders, Season 23: What We Know So Far, su I Heart British TV, 9 marzo 2022. URL consultato il 16 giugno 2022.
  10. ^ (EN) John Plunkett, Midsomer Murders co-creator to step down at end of current series, su the Guardian, 23 marzo 2011. URL consultato il 7 settembre 2018.
  11. ^ (EN) Mirror.co.uk, Midsomer Murders to get it's first black and Asian faces for new series, su mirror, 23 settembre 2011. URL consultato il 30 luglio 2022.
  12. ^ (EN) How Manjinder Virk is shaking up Midsomer Murders, su Radio Times. URL consultato il 30 luglio 2022.
  13. ^ The Blood Point, su midsomermurders.altervista.org. URL consultato il 25 novembre 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN173926435 · LCCN (ENn2004026051
  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione