Il mio amico Arnold

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il mio amico Arnold
Il mio amico Arnold.png
Titolo originaleDiff'rent Strokes
PaeseStati Uniti d'America
Anno1978-1986
Formatoserie TV
Generesitcom
Stagioni8
Episodi189
Durata25 min
Lingua originaleInglese
Rapporto4:3
Crediti
IdeatoreJeff Harris e Bernie Kukoff
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
ProduttoreTandem Productions
Prima visione
Prima TV originale
Dal3 novembre 1978
Al7 marzo 1986
Rete televisivaNBC (s. 1-7)
ABC (s. 8)
Prima TV in italiano
Data1980
Rete televisivaReti locali (s. 1-2)
Canale 5 (dal 1982)
Opere audiovisive correlate
Spin-offL'albero delle mele

«Che cavolo stai dicendo, Willis?»

(Il tormentone di Arnold)

Il mio amico Arnold (Diff'rent Strokes) è una serie televisiva statunitense trasmessa originariamente dal 3 novembre 1978 al 4 maggio 1985 sulla NBC e dal 27 settembre 1985 al 7 marzo 1986 sulla ABC. È stata ideata da Bernie Kukoff e Jeff Harris e prodotta dalla Tandem Productions.[1]

In Italia è andata in onda a partire dal 1980 su televisioni private locali e successivamente a livello nazionale su Canale 5 e Italia 1. Le repliche sono state trasmesse su Fox Retro e su altri canali del digitale terrestre.

Dalla serie è nata la celebre sitcom L'albero delle mele, spin-off che vede protagonista Charlotte Rae nel ruolo della signora Edna Garrett.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La serie narra le storie di due fratelli afroamericani, Arnold e Willis Jackson, rispettivamente di 8 e 13 anni, che vengono adottati da un ricco uomo d'affari, Philip Drummond, abbandonando così la miseria di Harlem e approdando nella ricca Manhattan. Questa era stata infatti l'ultima volontà della madre dei due bambini, precedente governante del signor Drummond, poco prima di morire. Su questo filone si alterneranno negli anni diverse situazioni, sia comiche sia drammatiche, rendendo questa serie un successo a livello internazionale per vari anni. Arnold e Willis vengono adottati legalmente dopo circa un anno, in un drammatico episodio speciale in due parti. Da questo momento il signor Drummond diventa ufficialmente loro padre. Altri personaggi degni di nota sono la figlia biologica di Drummond, Kimberly, e la nuova governante, Edna Garrett. Con il passare dei mesi la signora Garrett va via per lavorare alla scuola di Kimberly e viene sostituita prima da Adelaide Brubaker e poi da Pearl Gallagher. Tempo dopo il signor Drummond sposa Maggie McKinney, un'insegnante di aerobica già madre del piccolo Sam mentre Kimberly si trasferisce a Parigi per studiare.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Personaggi de Il mio amico Arnold.

Conrad Bain è l'unico attore ad apparire in tutti gli episodi.[2]

Personaggi ricorrenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso degli anni sono stati introdotti diversi personaggi secondari. La zia Sophia (Dody Goodman), la sorella maggiore del signor Drummond, è spesso apparsa tra la terza e la quarta stagione. Dudley Ramsey (Shavar Ross) è il migliore amico di Arnold e compare di frequente con Robbie Jayson (Steven Mond), Lisa Hayes (Nikki Swasey) e Ricky (Bobby Jacoby). Janet Jackson ha ricoperto il ruolo della fidanzata di Willis, Charlene Duprey, dalla terza alla sesta stagione. Vernon (Anthony Thompkins) e Charles (Tony Williams) sono i vecchi amici di Harlem di Willis. Altri personaggi apparsi in più episodi sono Ted Ramsey (Le Tari), il padre adottivo di Dudley, Tom Bishop (Robert Rockwell), l'avvocato del signor Drummond, Michelle (Dana Kimmell), la migliore amica di Kimberly e la signorina Chung (Rosalind Chao), l'insegnante di Arnold e dei suoi amici. Kathy Gordon (Melanie Watson), una ragazza costretta su una sedia a rotelle, è apparsa diverse volte insieme alla madre, Dorothy Gordon (Joan Welles). Nella settima stagione arrivano in scena Wes McKinney (Hoyt Axton), l'ex marito di Maggie e padre di Sam, e Carmella Robinson (Martine Allard), una vicina italiana dei Drummond. Con il trasferimento alla ABC viene introdotto un altro compagno di Arnold, Charlie (Jason Hervey). Un personaggio spesso menzionato ma mai apparso è Il Gufo, un famigerato bullo della scuola di Arnold introdotto nell'episodio 1x10 Il combattimento, menzionato innumerevoli volte nella serie e sconfitto definitivamente nella settima stagione. Anche le compagne di scuola di Kimberly, coprotagoniste dello spin-off, sono apparse in alcuni episodi delle prime stagioni.[2]

Guest stars[modifica | modifica wikitesto]

Molti attori e attrici sono apparsi in più episodi, ogni volta con una parte diversa. Tra i personaggi famosi apparsi in uno specifico ruolo si segnalano: Irene Tedrow, Elinor Donahue, Dabney Coleman, James Cromwell, Reggie Jackson, James Hong, Grant Wilson, Melora Hardin, Clarence Gilyard, Joey Lawrence, Andrew Dice Clay, Kareem Abdul-Jabbar, Jami Gertz, Milton Berle, John Astin, Ray Bolger, Anne-Marie Johnson, Ron Masak, Forest Whitaker e Clarence Clemons.

Cameo[modifica | modifica wikitesto]

Molte personalità celebri hanno fatto un cameo nella serie, la più nota delle quali è sicuramente Nancy Reagan, moglie dell'allora presidente Ronald Reagan, apparsa per pubblicizzare la sua campagna contro l'abuso di droga, la Just Say No. Altri sono: Meadowlark Lemon, Muhammad Ali, Ed "Too Tall" Jones, Dorothy Hamill, Mr. T, David Hasselhoff, l'automobile KITT, Hervé Villechaize, la squadra americana di ginnastica delle Olimpiadi del 1984 e Lance Parrish.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

La serie è composta da un totale di 189 episodi divisi in otto stagioni.

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 24 1978-1979 1980
Seconda stagione 26 1979-1980 1980-1981
Terza stagione 22 1980-1981 1981-1982
Quarta stagione 26 1981-1982 1982-1983
Quinta stagione 24 1982-1983 1983-1985
Sesta stagione 24 1983-1984 1985-1986
Settima stagione 24 1984-1985 1986-1987
Ottava stagione 19 1985-1986 1987-1988

Ideazione e sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Creazione[modifica | modifica wikitesto]

La serie, la quale inizialmente doveva intitolarsi 45 Minutes from Harlem, è stata originariamente ideata per Conrad Bain, coprotagonista di Maude a cui era stato promesso uno show tutto suo, e per l'attore bambino Gary Coleman, il quale aveva catturato l'interesse dei produttori ed era apparso come guest star in I Jefferson e Good Times.[2] Con l'avanzare dello sviluppo al cast si sono aggiunti il fratello maggiore del personaggio di Coleman, la figlia del personaggio di Bain e una governante, interpretati rispettivamente da Todd Bridges, Dana Plato e Charlotte Rae. Il titolo alla fine è diventato Diff'rent Strokes, ispirato alla frase "Different strokes for different folks", resa popolare dal pugile Muhammad Ali nel 1966. I primi episodi affrontano tutte le tipiche situazioni di una famiglia ma, con il passare delle stagioni, sono stati trattati anche argomenti più seri come l'abuso di droghe, l'alcolismo, l'autostop e i suoi rischi e la violenza sui minori.

Stagioni 1-4[modifica | modifica wikitesto]

La prima stagione tratta principalmente la vita quotidiana dei Drummond. Dana Plato, sebbene appaia nella sigla iniziale, non è presente in tutti gli episodi e viene specificato che il suo personaggio è in collegio per tutta la settimana. Kimberly sarà più presente verso la fine della stagione. Viene citato per la prima volta il misterioso personaggio del Gufo, un bullo della scuola di Arnold menzionato innumerevoli volte e fulcro di numerosi episodi futuri. Charlotte Rae appare in tutti gli episodi ma lascerà il cast durante la seconda stagione per dare vita allo spin-off L'albero delle mele. La NBC, all'epoca in difficoltà, riteneva che uno spin-off avrebbe giovato alla rete e, vista la grande popolarità che il personaggio della signora Garrett stava ottenendo, alla Rae è stata proposta una nuova serie incentrata sulla governante di casa Drummond, L'albero delle mele, ambientata nel collegio femminile dove è iscritta Kimberly. I produttori ritenevano che la Rae avesse la giusta esperienza per mandare avanti uno show tutto suo e che l'assenza della signora Garrett, non essendo un personaggio centrale, non avrebbe intaccato il successo di Arnold. Dopo la partenza della Rae Nedra Volz si aggiunge al cast con il ruolo della seconda governante, Adelaide Brubaker. A differenza della signora Garrett il personaggio di Adelaide non è presente nella sigla iniziale e non appare in tutti gli episodi. Altri personaggi ricorrenti introdotti tra la seconda e la quarta stagione sono Dudley e Robbie, i migliori amici di Arnold interpretati da Shavar Ross e Steven Mond, la fidanzata di Willis interpretata da Janet Jackson e la sorella del signor Drummond di Dody Goodman.

Stagioni 5-7[modifica | modifica wikitesto]

A partire dalla quinta stagione Mary Jo Catlett veste i panni di Pearl Gallagher, l'ultima delle tre governanti. Pearl appare in quasi tutti gli episodi fino al termine della serie. La sesta stagione vede un grande stravolgimento. Per combattere un calo degli ascolti sono stati aggiunti nuovi personaggi. Dixie Carter entra nel cast per interpretare Maggie McKinney, nuovo personaggio femminile della serie per la quale il signor Drummond perde la testa. Insieme alla Carter entra in scena anche Danny Cooksey con il ruolo di Sam McKinney, il figlio avuto dalla donna durante il precedente matrimonio. Il signor Drummond ha chiesto a Maggie di sposarsi ed ella ha accettato. Diversi personaggi apparsi nelle prime stagioni, tra cui la signora Garrett, Adelaide e la zia Sophia, hanno partecipato alla cerimonia nuziale.[2] Contemporaneamente Dana Plato ha scoperto di essere incinta e gli autori dello show, credendo non fosse opportuno includere una gravidanza anche per Kimberly Drummond, hanno licenziato l'attrice. Kimberly è stata fatta uscire di scena con la spiegazione che si era trasferita a Parigi per studiare. La Plato non sarà più un membro del cast principale nelle ultime due stagioni ma parteciperà a qualche episodio in qualità di guest star. Con l'inizio della settima stagione la Carter e Cooksey vengono aggiunti alla sigla iniziale. Dato che Willis era finito in secondo piano da tempo Arnold riveste il ruolo del fratello maggiore e il duo composto da lui e Sam sarà al centro di molte storie. Todd Bridges faceva ancora parte del cast principale ma si è assentato in diversi episodi. Inoltre le trame incentrate sulla vita scolastica di Arnold, trattate occasionalmente nelle stagioni precedenti, sono state trattate molto più frequentemente. Gli ascolti non sono migliorati e Dixie Carter ha lasciato la serie alla fine della stagione.[2]

Stagione 8[modifica | modifica wikitesto]

Nella primavera del 1985 la NBC ha cancellato la sitcom a causa dei bassi ascolti. La ABC quindi si è fatta avanti per produrre un'ottava stagione. Gary Coleman voleva che non fossero realizzati ulteriori episodi ma è stato persuaso a firmare per un'altra stagione.[2] Mary Ann Mobley ha preso il posto di Dixie Carter per il ruolo di Maggie. La Mobley, che in precedenza aveva interpretato un possibile interesse amoroso del signor Drummond nell'episodio della seconda stagione 2x23 Il prediletto della maestra, era in origine una contendente per il ruolo ma non è stata scelta a causa della evidente disparità di età tra lei e Conrad Bain, nonostante fosse più grande di Dixie Carter di qualche mese. I produttori più tardi hanno avuto dei ripensamenti sulla Carter, spesso protagonista di diversi litigi con Coleman sul set e ormai impegnata con Quattro donne in carriera, e hanno deciso di assumere la Mobley. Sono stati attuati diversi cambiamenti per questa stagione. Il set e la sigla iniziale sono stati rinnovati e Arnold ora è uno studente delle superiori, trama voluta con grande insistenza di Coleman, il quale desiderava che il suo personaggio fosse più vicino alla sua età e coinvolto in trame più sostanziali.

Cancellazione[modifica | modifica wikitesto]

La serie è stata cancellata definitivamente e conclusa senza un preciso finale nel marzo del 1986, dopo soli diciannove episodi sulla ABC. È probabile che la decisione di sopprimerla dal palinsesto sia stata presa dopo la realizzazione dell'ultimo episodio della stagione. Secondo Todd Bridges lo show non è andato avanti a causa di alcune trattative non andate a buon fine tra la rete e gli agenti di Gary Coleman, secondo quest'ultimo per gli scarsi ascolti registrati.[2] A seguito della cancellazione della serie Coleman, Bridges e la Plato hanno avuto difficoltà nell'ottenere altri ruoli. Tutti e tre hanno affrontato vari problemi legali. Bridges e la Plato hanno avuto anche problemi di tossicodipendenza. Con la morte di Charlotte Rae nel 2018 Todd Bridges è attualmente l'ultimo membro superstite del cast originario.[2]

Spin-off[modifica | modifica wikitesto]

L'albero delle mele[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: L'albero delle mele.

L'albero delle mele (1979-1988) è uno spin-off de Il mio amico Arnold con protagonista la prima governante dei Drummond, la signora Edna Garrett (Charlotte Rae), la quale ha accettato un lavoro come istitutrice per un dormitorio dell'Eastland School, la scuola frequentata da Kimberly. Nell'ultimo episodio della prima stagione, backdoor pilot per la nuova serie, Kimberly accompagna la signora Garrett alla sua scuola per farle cucire dei costumi. Appena arrivata Edna incontra le ragazze del dormitorio e, dopo avere fatto un ottimo lavoro, le viene offerto il posto di istitutrice. La Garrett declina l'offerta in questo episodio ma avrà forse avuto dei ripensamenti in un secondo momento e avrà cambiato idea. Il cast di Arnold appare nel primo episodio dello spin-off. Qui il signor Drummond chiede alla signora Garrett di tornare a Manhattan ed Edna riferisce che riprenderà il suo vecchio lavoro non appena Eastland troverà una sostituta. I produttori hanno rassicurato Charlotte Rae che, in caso lo spin-off fosse stato cancellato, ella sarebbe potuta tornare tranquillamente nella serie originaria con lo stesso ruolo. La nuova serie, con la seconda stagione, è stata accolta molto bene dal pubblico tanto da durare nove stagioni e finire nel 1988, mentre Arnold chiuderà nel 1986. Il successo ha portato a diversi crossover tra le due sitcom negli anni seguenti.[2]

Almost American[modifica | modifica wikitesto]

Il ventesimo episodio della terza stagione è un backdoor pilot per una serie spin-off incentrata su un gruppo di studenti immigrati. L'episodio non è mai stato trasmesso in Italia e la serie mai realizzata.[3]

Crossover con altre serie[modifica | modifica wikitesto]

L'albero delle mele[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: L'albero delle mele.

Con la nascita de L'albero delle mele e la partenza della signora Garrett, i membri della famiglia Drummond sono apparsi in alcuni episodi dello spin-off. Essi sono:

  • 1x01 La scuola delle ragazze (La famiglia Drummond va a trovare la signora Garrett)
  • 2x01 La nuova ragazza: Parte 1 (Arnold va a trovare la signora Garrett)
  • 2x13 Comprato e venduto (Willis va a trovare la signora Garrett)

Hello, Larry[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Hello, Larry.

In un episodio della prima stagione e in due della seconda i Drummond interagiscono con la famiglia Alder, protagonista della serie Hello, Larry. I produttori, a causa degli scarsi ascolti, hanno voluto sfruttare il successo di Arnold per permettere a Hello, Larry di accrescere la sua popolarità. Nella serie viene detto che Philip e Larry erano stati compagni nell'Esercito e che l'azienda di Drummond ha comprato l'emittente radiofonica di Portland dove Larry lavora. Questi episodi in due parti non hanno avuto gli esiti sperati e lo show è stato cancellato nel 1980, alla fine della seconda stagione. La seconda parte dei crossover, trasmessa come episodi di Hello, Larry, è stata poi inserita nei DVD della serie. Essi sono:

  • 1x21 Il viaggio: Parte 2
  • 2x04 Lo show: Parte 2
  • 2x12 Thanksgiving Crossover: Part 2

Il mio amico Ricky[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Il mio amico Ricky.

Nella serie Il mio amico Ricky Arnold compare nell'episodio 1x07 The Great Computer Caper. Il signor Drummond viene soltanto menzionato.

Storie incredibili[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Storie incredibili (serie televisiva 1985).

In Storie incredibili, nell'episodio 1x10 Il telecomando, Arnold e altri personaggi televisivi diventano reali grazie a un particolare telecomando.

Willy, il principe di Bel-Air[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Willy, il principe di Bel-Air.

In Willy, il principe di Bel-Air, il signor Drummond e Arnold, sempre interpretati da Bain e Coleman, compaiono brevemente come possibili acquirenti della casa degli zii di Willy nell'episodio 6x24 L'appartamento che non c'é: Parte 2, l'ultimo capitolo della serie. Arnold modifica per l'occasione il suo tormentone in "Che cavolo stai dicendo, Willy?". Willis viene soltanto menzionato.

Sigla statunitense[modifica | modifica wikitesto]

La colonna sonora Diff'rent Strokes è stata composta da Al Burton, Gloria Loring e l'allora suo marito Alan Thicke, i quali comporranno anche la sigla dello spin-off L'albero delle mele, e cantata da Thicke. Le prime sette stagioni condividono lo stesso testo sia per la sigla iniziale sia per quella finale, leggermente abbreviata. L'ottava stagione adatta la vecchia sigla in chiave rock mentre quella finale adotta il sottofondo musicale dell'apertura.[2]

Testo
Sigla iniziale Sigla finale
Now the world don't move to the beat of just one drum.

What might be right for you may not be right for some.

A man is born, he's a man of means.

Then along come two, they got nothing but their jeans.

But they got...diff'rent strokes it takes, diff'rent strokes

It takes, diff'rent strokes to move the world.

Everybody's got a special kind of story,

Everybody finds a way to shine.

We don't matter that you got not alot, so what?

They'll have theirs and you'll have yours and I'll have mine

And together we'll be fine .... cause it takes

Diff'rent strokes to move the world.

Yes it does,

It takes, diff'rent strokes to move the world.

Now the world don't move to the beat of just one drum.

What might be right for you may not be right for some.

A man is born, he's a man of means.

Then along come two, they got nothing but their jeans.

But they got...diff'rent strokes it takes, diff'rent strokes

It takes, diff'rent strokes to move the world.

Yes it does,

It takes, diff'rent strokes to move the world.

Ascolti e programmazione[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Periodo Giorno di messa in onda Fascia oraria Classifica ascolti
Stagione 1 1978-1979 Venerdì 20:00 #27 (19.9)[4]
Stagione 2 1979-1980 Mercoledì 21:00 #26 (20.3)[4]
Stagione 3 1980-1981 Mercoledì 21:00 #17 (20.7)[4]
Stagione 4 1981-1982 Giovedì 21:00 #36 (13.5)[4]
Stagione 5 1982-1983 Sabato 20:00 #32 (18.2)[4]
Stagione 6 1983-1984 Sabato 20:00 #40 (9.8)[4]
Stagione 7 1984-1985 Sabato 20:00 #43 (8.3)[4]
Stagione 8 1985-1986 Venerdì 21:00 #75 (4.9)[4]

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

Titolo[modifica | modifica wikitesto]

Le prime due stagioni e parte della terza sono state trasmesse in Italia con il titolo Harlem contro Manhattan. Il titolo Il mio amico Arnold, ridotto poi semplicemente in Arnold, è stato dato solo successivamente con il passaggio a Mediaset allo scopo di dare peso maggiore al personaggio interpretato da Coleman, sicuramente il più noto della serie e che aveva indirettamente portato il pubblico a ribattezzare lo show con il suo nome.

Sigla[modifica | modifica wikitesto]

La sigla dal titolo Arnold, utilizzata durante la trasmissione sulle reti locali dal 1980 al 1982, è stata incisa da Nico Fidenco con il coro I nostri figli e si è rivelata un grande successo discografico. A partire dal 1982 è stata ripristinata la sigla originale su Canale 5, fatta esclusione per un breve periodo, tra novembre del 1983 e marzo del 1984, quando è stata temporaneamente sostituita da un brano inglese intitolato Shake Your Body interpretato da Ljubomir Sedlar. Sono state riprese le immagini della sigla iniziale originale a eccezione dei periodi di trasmissione su Rete 4 e Italia 1 verso la fine degli anni novanta, dove sono stati utilizzati collage di immagini di episodi diversi. Nei passaggi successivi su Fox Retro sono state ripristinate sia le immagini sia le sigle iniziali e finali originali. Non sempre la sigla finale è stata trasmessa.

Episodi inediti[modifica | modifica wikitesto]

In Italia risultano inediti i seguenti episodi:

  • 2x11 Thanksgiving Crossover: Part 1
  • 2x12 Thanksgiving Crossover: Part 2
  • 3x04 Substitute Mother
  • 3x16 Where There's Hope
  • 3x18 Drummond's Fair Lady
  • 3x20 Almost American
  • 3x22 The Athlete
  • 5x23 Romeo and Juliet
  • 5x24 My Fair Larry

Edizione home-video[modifica | modifica wikitesto]

Negli Stati Uniti è stata pubblicata da Sony Pictures Home Entertaiment e da Shout! Factory l'intera serie su DVD. In Italia è uscita solo la prima stagione il 23 settembre 2008. Nonostante fosse già stato trasmesso doppiato in tutti i passaggi televisivi precedenti, nei DVD italiani è stato inspiegabilmente passato in originale e sottotitolato l'episodio 1x24 Le compagne di scuola.

Documentari[modifica | modifica wikitesto]

Sono stati realizzati due documentari non ufficiali sulla serie:

  • nel 2000 la Fox ha trasmesso un film per la televisione della durata di un'ora, After Diff'rent Strokes: When the Laughter Stopped. Il film, interpretato da attori sconosciuti, si concentra sulla vita di Dana Plato dopo lo show fino alla sua morte. Todd Bridges interpreta uno spacciatore che vende droga alla sua giovane controparte fittizia.
  • nel 2006 la NBC ha trasmesso il film per la televisione La vera storia di Arnold (Behind the Camera: The Unauthorized Story of Diff'rent Strokes). Il film racconta l'ascesa e il declino dei tre giovani attori inframmezzando la storia con interviste a Gary Coleman e Todd Bridges. Nel finale i due vengono brevemente inquadrati in piedi vicino alla tomba di Dana Plato. In Italia è stato trasmesso su Canale 5 il 7 marzo 2007.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Premi vinti[modifica | modifica wikitesto]

Young Artist Awards[modifica | modifica wikitesto]

Nominations[modifica | modifica wikitesto]

Young Artist Awards[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior serie televisiva con attori giovani (1979) - Il mio amico Arnold
  • Miglior giovane attore in una serie televisiva (1979) - Gary Coleman
  • Miglior serie televisiva per il divertimento in famiglia (1980) - Il mio amico Arnold
  • Miglior giovane attore in una serie televisiva (1980) - Gary Coleman
  • Miglior giovane attrice in una serie televisiva (1980) - Dana Plato
  • Miglior serie televisiva per il divertimento in famiglia (1981) - Il mio amico Arnold
  • Miglior giovane comico (1981) - Gary Coleman
  • Miglior giovane attore in una serie comedy (1982) - Todd Bridges
  • Miglior giovane guest star in una serie televisiva (1982) - Shavar Ross
  • Miglior giovane attore in una serie comedy (1983) - Gary Coleman
  • Miglior giovane attore in una serie comedy (1983) - Todd Bridges
  • Miglior giovane attrice in una serie comedy (1983) - Dana Plato
  • Miglior giovane attore in una serie comedy (1983) - Shavar Ross
  • Miglior giovane guest star in una serie comedy (1983) - Andre Fox
  • Miglior giovane attore non protagonista in una serie comedy (1984) - Danny Cooksey
  • Miglior giovane attore protagonista in una serie televisiva (1985) - Danny Cooksey
  • Miglior giovane guest star in una serie televisiva (1985) - Donald Thompson
  • Miglior performance di un giovane attore protagonista di una serie comedy (1986) - Danny Cooksey
  • Miglior performance di un giovane guest star in una serie televisiva (1986) - Bobby Jacoby
  • Miglior performance di un giovane attore in una serie televisiva longeva (1986) - Jason Hervey

TV Land Awards[modifica | modifica wikitesto]

  • Papà single dell'anno (2003) - Conrad Bain
  • Miglior relazione animale-essere umano (2003) - Gary Coleman
  • Miglior guest star femminile in una comedy nel ruolo di sé stessa (2003) - Nancy Reagan
  • Miglior tormentone televisivo (2003) - <<Che cavolo stai dicendo, Willis?>>
  • Famiglia non tradizionale per antonomasia (2003) - Famiglia Drummond
  • Famiglia non tradizionale per antonomasia (2004) - Famiglia Drummond
  • Miglior tormentone televisivo (2005) - <<Che cavolo stai dicendo, Willis?>>
  • Miglior decorazione del set (2005) - Casa Drummond
  • Miglior cameo (2007) - Nancy Reagan

NAACP Image Awards[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior serie comedy (1979) - Il mio amico Arnold
  • Miglior attore in una serie comedy (1979) - Gary Coleman
  • Miglior attore in una serie comedy (1979) - Todd Bridges
  • Miglior sceneggiatura di una serie comedy (1983) - Il mio amico Arnold (episodio 5x09 Ricordi)

Humanitas Prize[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior sceneggiatura per un episodio di 30 minuti - Blake Hunter (episodio 5x17 L'uomo delle biciclette: Parte 2)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Diff'rent Strokes. URL consultato il 12 maggio 2019.
  2. ^ a b c d e f g h i j Diff'rent Strokes (TV Series 1978–1986) - IMDb. URL consultato il 12 maggio 2019.
  3. ^ Almost American. URL consultato il 12 maggio 2019.
  4. ^ a b c d e f g h Diff'rent Strokes: Did You Know?, su www.sitcomsonline.com. URL consultato il 28 marzo 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione