Il mio amico Arnold

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il mio amico Arnold
Il mio amico Arnold.png
Titolo originale Diff'rent Strokes
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1978-1986
Formato serie TV
Genere sitcom
Stagioni 8 Modifica su Wikidata
Episodi 189 Modifica su Wikidata
Durata 25 min
Lingua originale Inglese
Rapporto 4:3
Crediti
Ideatore Jeff Harris, Bernie Kukoff
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Produttore Embassy Television/Norman Lear/Tandem Productions
Prima visione
Prima TV originale
Dal 3 novembre 1978
Al 7 marzo 1986
Rete televisiva NBC (le prime sette stagioni), ABC (ultima stagione)
Prima TV in italiano
Data 1980
Rete televisiva Reti locali (prime due stagioni)
Canale 5, (dal 1982, repliche ed episodi successivi)
Opere audiovisive correlate
Spin-off L'albero delle mele

« Che cavolo stai dicendo, Willis?! »

(il tormentone di Arnold)

Il mio amico Arnold (Diff'rent Strokes) è una situation comedy statunitense prodotta dalla Tandem Productions e trasmessa in 189 episodi autoconclusivi divisi in 8 stagioni, nel periodo fra il 1978 e il 1986: dal 3 novembre 1978 fino al 4 maggio 1985 dalla NBC, dal 27 settembre 1985 al 7 marzo 1986 dalla ABC.

In Italia è andata in onda a partire dal 1980 su televisioni private locali (le prime due stagioni e parte della terza, anche sotto il titolo Harlem contro Manhattan) e successivamente trasmessa, a livello nazionale, da Canale 5 e Italia 1. Viene poi replicata su Fox Retro (rete satellitare Sky) e su Boing, K2 e Frisbee (digitale terrestre).

La serie rese famosi gli attori Gary Coleman, Todd Bridges e Dana Plato e divenne nota per gli episodi speciali, nei quali gravi problemi come il razzismo, l'uso di droghe e abusi sessuali sui bambini furono trattati in modo drammatico. La vita di queste stelle è stata successivamente afflitta da problemi legali e tossicodipendenze.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La serie narra le storie di due fratelli afroamericani, Arnold (Gary Coleman) e Willis Jackson (Todd Bridges), rispettivamente di 8 e 13 anni, che vengono adottati da un ricco uomo d'affari, Philip Drummond (Conrad Bain), che così facendo li toglie dalla miseria di Harlem e li porta a vivere nella ricchezza di Manhattan. Questa era stata infatti l'ultima volontà della madre dei due ragazzi, governante del signor Drummond, poco prima di morire per un tumore. Su questo filone si alterneranno negli anni diverse situazioni, sia comiche che drammatiche, rendendo questa serie un successo a livello internazionale per vari anni. Durante la prima stagione e la prima metà della seconda stagione, Charlotte Rae interpretava la governante dei Drummond, la signora Garrett (che poi ebbe un suo show di successo, L'albero delle mele). Arnold e Willis vennero adottati legalmente dopo circa un anno, in un drammatico episodio speciale della durata di un'ora. Da questo momento in poi il signor Drummond diventa ufficialmente loro padre. I due bambini vivevano in un attico con Drummond, la figlia Kimberly (Dana Plato), e la loro governante.

C'erano tre governanti durante la trasmissione dello show: Edna Garrett (Charlotte Rae), Adelaide Brubaker (Nedra Volz), e Pearl Gallagher (Mary Jo Catlett).

Stagioni 1-4[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima stagione Charlotte Rae appare in ogni episodio come Edna Garrett ma lascia la serie durante la seconda stagione per recitare nel suo spin-off, L'albero delle mele. Dopo la partenza della Rae, Nedra Volz ha assunto il ruolo della governante, Adelaide Brubaker. Anche se non faceva parte del cast fisso e non era presente nella sigla iniziale, la Volz appare come un frequente personaggio semi-regolare.

Stagioni 5-6[modifica | modifica wikitesto]

Nella quinta stagione Mary Jo Catlett veste i panni di Pearl Gallagher, l'ultima delle tre governanti, come personaggio regolare. Pearl appare in quasi tutti gli episodi fino alla stagione finale. A metà della sesta stagione, Dana Plato rimase incinta e si avvicinò ai produttori dello show per includere la sua gravidanza. Inizialmente gli sceneggiatori decisero di aggiungerla, ma così non fu a causa di alcune pubblicità particolari a cui la Plato aveva lavorato, arrivando a licenziarla dalla serie.

Kimberly fu fatta uscire di scena con la spiegazione che si era trasferita a Parigi a studiare per un paio d'anni. La Plato non è più un membro del cast fisso nelle ultime due stagioni della serie ma fece diverse apparizioni da guest star.

Allo stesso tempo gli ascolti cominciarono a diminuire così vennero aggiunti nuovi personaggi per creare nuove trame. Dixie Carter e Danny Cooksey entrarono nella serie rispettivamente come la divorziata istruttrice televisiva di aerobica, Margaret "Maggie" McKinney, e suo figlio Sam.

Phillip si propose a Maggie e si sposò. Diversi personaggi del passato hanno partecipato alla cerimonia di nozze, tra cui: Dudley, la zia Sofia, Adelaide e la signora Garrett.

Stagione 7[modifica | modifica wikitesto]

Nella settima stagione la Carter e Cooksey vennero aggiunti alla sigla iniziale e molte nuove trame vennero esplorate. Gli spettatori avevano avuto modo di vedere Philip felicemente sposato; la Plato non era più un membro del cast principale, a causa della sua gravidanza nella vita reale. I produttori ritennero che la gravidanza non era accettabile così fu tranquillamente cacciata dallo show apparendo di tanto in tanto come ospite speciale. Inoltre, poiché vi era un nuovo viso in casa (Sam), Arnold ora aveva il suo piccolo compagno ed era felice di essere un "grande fratello", dato che Willis era finito in secondo piano da tempo, e questo nuovo duo fraterno fu protagonista di molte storie. Nella serie Todd Bridges faceva ancora parte del cast principale ma si assentò in diversi episodi. Inoltre, le storyline incentrate sulla vita scolastica di Arnold (trattate raramente nelle stagioni precedenti) vennero approfondite molto di più. Gli ascolti non migliorarono come la NBC sperava. Dixie Carter se ne andò alla fine della settima stagione venendo sostituita da Mary Ann Mobley nell'ottava stagione.

Il cast della sitcom accoglie la first lady Nancy Reagan, guest star nel 1983

Stagione 8[modifica | modifica wikitesto]

Nella primavera del 1985, la NBC cancellò la serie a causa dei bassi ascolti. La ABC acquistò la serie in modo da produrre un'ottava stagione. Gary Coleman voleva che la serie venisse cancellata ma il suo contratto lo obbligò a girare un'altra stagione. Mary Ann Mobley sostitui Dixie Carter nel ruolo di Maggie McKinney Drummond. La Mobley, che in precedenza aveva interpretato un possibile interesse amoroso del signor Drummond nella seconda stagione (nell'episodio Il prediletto della maestra), era in origine una contendente per il ruolo, ma non fu scelta a causa della evidente disparità di età tra lei e Conrad Bain. Tuttavia, i produttori più tardi ebbero ripensamenti su Dixie Carter (nel frattempo entrata nel cast di Quattro donne in Carriera) e decisero di assumere la Mobley per il ruolo di Maggie. Inoltre, la Carter e Gary Coleman si scontravano spesso sul set. Furono attuati molti cambiamenti per questa stagione. Il set venne rinnovato insieme alla sigla iniziale. Inoltre, Arnold ora è uno studente di scuola superiore (scelta voluta da Coleman che desiderava che il suo personaggio fosse più vicino alla sua e coinvolto in trame più sostanziali). La serie fu definitivamente conclusa senza un preciso finale, come invece accade nella maggior parte delle sitcom. È probabile che la decisione di sopprimerla dal palinsesto sia stata presa dopo il termine dell'ultima stagione.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Personaggio Attore/Attrice Voce italiana Periodo
Sig. Drummond Conrad Bain Emilio Cigoli (st. 1)

Giuseppe Fortis (st. 2)

Enrico Luzi (ep. 3x1-3x2, 3x4-3x11)

Dario Penne (ep. 3x3, 3x12-3x22)

Michele Kalamera (st. 4)

Mauro Bosco (st. 5-8)

1978-1986
Arnold Jackson Gary Coleman Fabrizio Manfredi
Willis Jackson Todd Bridges Riccardo Rossi (st. 1-4)

Fabio Boccanera (st. 5-7)

Oreste Baldini (st. 8)

Kimberly Drummond Dana Plato Laura Lenghi (st. 1-5)

Francesca Guadagno (st. 6-8)

1978–1984, 1985–1986 ricorrente
Edna Garrett Charlotte Rae Flora Carosello 1978–1979
Adelaide Brubaker Nedra Volz 1980–1982
Charlene DuPrey Janet Jackson ? 1980–1984 ricorrente
Sophia Drummond Dody Goodman ? 1981–1982 ricorrente
Dudley Ramsey Shavar Ross ? 1980–1986 ricorrente
Ted Ramsey Le Tari ? 1980-1984 ricorrente
Pearl Gallagher Mary Jo Catlett Franca Lumachi 1982–1986
Maggie McKinney Drummond Dixie Carter Alba Cardilli 1984–1985
Maggie McKinney Drummond Mary Ann Mobley ? 1985–1986
Sam McKinney Danny Cooksey 1984–1986
Charlene Janet Jackson ? occasionale

Phillip Drummond è l'unico personaggio ad apparire in ogni episodio della serie. Arnold Jackson è assente in cinque episodi: due della quarta stagione, First Day Blues e La squadra, e tre della settima stagione, I ginnasti, Sam Adopts a Grandparent e Baseball Blues.

Personaggi di supporto[modifica | modifica wikitesto]

Oltre la famiglia Drummond c'erano numerosi personaggi di supporto visti nel corso degli anni. La sorella di Philip, Sophia Drummond (Dody Goodman) è stata più volte vista nella quarta stagione, il cui sogno più grande è sempre stato quello di vedere il fratello di nuovo sposato. Dudley Ramsey (Shavar Ross) era il migliore amico di Arnold, con cui ha condiviso molti memorabili episodi d'infanzia. Ted Ramsey (Le Tari) era il padre adottivo di Dudley, visto di tanto in tanto.

Nella terza stagione, Janet Jackson interpretava la fidanzata di Willis, Charlene Duprey. Era un personaggio ricorrente fino alla sesta stagione, quando Charlene e Willis decisero di lasciarsi decidendo, però, di rimanere amici.

Altri compagni di classe e vari amici di Arnold furono visti nel corso del tempo: Robbie Jason (Steven Mond), Lisa Hayes (Nikki Swasey), la signorina Chung (Rosalind Chao), Charlie (Jason Hervey).

Un personaggio spesso citato ma mai fatto apparire è stato "Il Gufo", un famigerato bullo della scuola di Arnold.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 24 1978-1979 1980
Seconda stagione 26 1979-1980 1980-1981
Terza stagione 22 1980-1981 1981-1982
Quarta stagione 26 1981-1982 1982-1983
Quinta stagione 24 1982-1983 1983-1985
Sesta stagione 23 1983-1984 1985-1986
Settima stagione 24 1984-1985 1986-1987
Ottava stagione 18 1985-1986 1987-1988

In Italia risultano inediti i seguenti episodi:

  • 1x20 e 1x21 The Trip (pubblicato con i sottotitoli nella edizione italiana dei DVD)
  • 2x11 e 2x12 Thanksgiving Crossover
  • 3x04 Substitute Mother
  • 3x16 Where There's Hope
  • 3x18 Drummond's Fair Lady
  • 3x20 Almost American
  • 3x22 The Athlete
  • 5x23 Romeo and Juliet
  • 5x24 My Fair Larry

Nei DVD italiani e nella trasmissione su Fox Retro è stato inspiegabilmente passato in originale l'episodio 1x22 Garrett's Girls con i sottotitoli. L'episodio in questione risultava invece essere già stato trasmesso doppiato in tutti i passaggi televisivi precedenti delle TV locali e dei canali Mediaset.

Spin-off[modifica | modifica wikitesto]

L'albero delle mele (1979-1988) è uno spin-off di Arnold con l'ex governante dei Drummond protagonista, la signora Edna Garrett (Charlotte Rae), che accetta un lavoro come istitutrice per un dormitorio della scuola femminile Eastland, frequentata da Kimberly. Nell'ultimo episodio della prima stagione (che serviva da pilota per la nuova serie) Kimberly porta la signora Garrett alla sua scuola per farle cucire dei costumi. Appena arrivata, Edna incontra le compagne di classe di Kimberly e le viene offerto il lavoro di sorvegliante del dormitorio. La Garrett declina l'offerta in questo episodio ma, probabilmente, avrà dei ripensamenti e cambierà idea. Il cast de Il mio amico Arnold appare nel primo episodio dello spin-off (a un certo punto il signor Drummond chiede alla signora Garrett di tornare, mentre quest'ultima specifica che, non appena Eastland troverà una sostituta, ella potrà riprendere il suo vecchio lavoro). Inizialmente, i produttori rassicurarono Charlotte Rae che, in caso lo spin-off fosse stato cancellato, ella avrebbe potuto tornare tranquillamente nella serie originaria con lo stesso ruolo. La nuova serie, con la seconda stagione, fu accolta molto bene dal pubblico tanto da durare nove stagioni e finire nel 1988 (mentre Arnold chiuderà nel 1986). Il successo ha portato a diversi crossover tra le due serie negli anni successivi.

L'edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

Le prime due stagioni della serie furono trasmesse in Italia con il titolo Harlem contro Manhattan. Il titolo Il mio amico Arnold, (ridotto poi semplicemente in Arnold), fu dato solo successivamente, nel passaggio della serie a Canale 5, allo scopo di dare peso maggiore al personaggio interpretato da Coleman, che sicuramente era il più noto della serie e aveva indirettamente portato il pubblico a ribattezzare la serie con il nome di questo protagonista.

Il più noto doppiatore fra quelli utilizzati nel doppiaggio è Fabrizio Manfredi, che ha prestato, per l'intero ciclo, la voce ad Arnold. Coetaneo di Gary Coleman, Manfredi ha prestato la voce a parecchi personaggi della televisione e del cinema e fu ospite, insieme allo stesso Coleman, a una puntata di Pentatlon, un gioco a quiz scritto e presentato da Mike Bongiorno. Altri doppiatori di rilievo impiegati nella serie furono Michele Kalamera (Sig. Drummond), Riccardo Rossi (Willis, st.1-2), Monica Gravina (Maggie), Ilaria Stagni (Kimberly) e Fabio Boccanera (Willis, st.6-8).

In Italia, la sitcom è stata trasmessa dal 1980 al 1982 su varie TV locali (solo le prime due stagioni e alcune puntate della terza), mentre dal marzo 1982 viene acquistata da Mediaset e trasmessa su Canale5 (anche le stagioni successive), alternandosi con Italia1. L'intera serie viene replicata frequentemente nel corso degli anni 2000 dalle reti Mediaset. Nel 2007 il telefilm viene trasmesso da Boing (sul digitale terrestre) fino al 2009, anno in cui inizia ad essere messo in onda da Fox Retrò (sul satellite). Dall'autunno 2011 viene trasmesso contemporaneamente su K2, CanalOne e Frisbee ogni sera alle ore 22:00 fino al 2012.

Il doppiatore della seconda stagione di Philip Drummond (Conrad Bain) é Giuseppe Fortis (Emilio Cigoli era morto da poco). A partire dalla seconda stagione, Arnold e Willis chiamano Philip Drummond "papà" e non più, come nella prima stagione Sig. Drummond.

Sigle[modifica | modifica wikitesto]

Le sigle utilizzate per il telefilm sono in totale 3.

La sigla del primo ciclo dal titolo Arnold è cantata da Nico Fidenco con il coro "I nostri figli" e fu un grande successo discografico nel 1980, pubblicato su dischi RCA. Viene utilizzata durante la trasmissione sulle reti private dal 1980 fino al 1982. A partire dal 7 marzo 1982 fu riutilizzata la sigla originale su Canale 5, fatta esclusione in un breve periodo, fra il novembre 1983 e il marzo 1984, quando fu sostituita da un brano inglese chiamato Shake Your Body, interpretato da LJ Sedlar ed inciso su 45 giri Five Records. I video delle sigle sono stati lasciati conformi agli originali, fino ai passaggi televisivi effettuati da Italia 1 nel 1987, in cui le immagini sono state uniformate con un collage di episodi prelevati da alcune puntate. Nel passaggio della serie su Rete 4 negli anni '90, questa sigla è stata trasmessa in versione accorciata. Nei passaggi successivi su Fox Retro le immagini delle sigle originali, sia iniziali che finali, sono state ripristinate. Su K2, CanalOne e Frisbee, però, non sempre la sigla finale veniva trasmessa.

Guest star[modifica | modifica wikitesto]

Molti attori e personaggi famosi hanno interpretato dei ruoli nel telefilm, la più famosa è Nancy Reagan, moglie di Ronald Reagan (presidente degli Stati Uniti in carica al momento delle riprese), nel ruolo di se stessa a favore della causa per la prevenzione all'abuso di droga: la Just Say No.

Altre guest star sono state: Kareem Abdul-Jabbar, Lou Albano, Muhammad Ali, Martine Allard, John Astin, Hoyt Axton, Shari Belafonte, Ray Bolger, Milton Berle, Andrew Dice Clay, Clarence Clemons, Mindy Cohn, Dabney Coleman, Abb Dickson, Krista Errickson, Kim Fields, Jami Gertz, Clarence Gilyard, Robin Givens, Joanna Gleason, Regi Green, Dorothy Hamill, David Hasselhoff, Janet Jackson, Reggie Jackson, Rachel Jacobs, Anne-Marie Johnson, Ed "Too Tall" Jones, Gordon Jump, Jayne Kennedy (Miss Ohio), Joey Lawrence, Ron Masak, Whitman Mayo, Kari Michaelson, Mary Ann Mobley, Soleil-Moon Frye, Howard Morton, La Wanda Page, Lance Parrish (ricevitore dei Detroit Tigers), Tyren Perry, Julie Piekarski, Kim Richards, Jack Riley, Molly Ringwald, McLean Stevenson, Mr. T, Jacob Vargas, Melanie Watson, Lisa Whelchel, Forest Whitaker, Donna Wilkes, Spice Williams, la squadra americana di ginnastica delle Olimpiadi del 1984, l'automobile KITT.[1]

Crossover[modifica | modifica wikitesto]

I personaggi di Arnold e del signor Drummond, sempre interpretati da Gary Coleman e Conrad Bain, compariranno nell'episodio finale della serie Willy il principe di Bel Air manifestando interesse per l'appartamento di Willy come possibili compratori. In questo episodio Arnold modifica per l'occasione il suo tormentone in "Che cavolo stai dicendo, Willy?", rivolto al protagonista della serie.

Documentari[modifica | modifica wikitesto]

Due documentari non ufficiali sono stati prodotti sulla serie:

  • Nel 2000, la Fox ha trasmesso un film per la televisione della durata di un'ora, After Diff'rent Strokes: When the Laughter Stopped. Il film, interpretato da attori sconosciuti, si è concentrato sulla vita di Dana Plato dopo lo show fino alla sua morte. Il vero Todd Bridges in un cameo interpreta uno spacciatore che vende droga al giovane Todd Bridges.[2]
  • Il 4 settembre 2006, la NBC ha trasmesso il film per la televisione Behind the Camera: The Unauthorized Story of Diff'rent Strokes, in italiano la vera storia di Arnold. Il film racconta l'ascesa e il declino dei tre giovani attori, inframmezzando la storia con le interviste a Gary Coleman e Todd Bridges. Nel finale i due interpretano brevemente se stessi in piedi vicino alla tomba di Dana Plato.

La serie in DVD[modifica | modifica wikitesto]

  • Negli Stati Uniti d'America sono stati immessi sul mercato i DVD del telefilm.
  • In Italia è uscita solo la prima stagione, composta da 24 episodi (23 settembre 2008).Gli episodi 20, 21 e 24 sono in inglese con i sottotitoli in italiano. La serie è distribuita da "Sony Pictures Home Entertaiment".

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • L'impostazione originale della serie era diversa da quella che è andata in onda. La serie era intitolata 45 minuti da Harlem, doveva essere trasmessa sulla ABC, era ambientata a Long Island, non era presente il fratello maggiore e la governante doveva essere più giovane e attraente. La società di produzione perse poi interesse e questa soluzione venne scartata.
  • Edna Garrett viene continuamente chiamata "Signora Garrett" dai ragazzi e dal signor Drummond. Ciò non accade con le due governanti successive ad Edna, che vengono chiamate "Adelaide" e "Pearl". Una cosa molto simile accade anche nello spin-off L'albero delle mele.
  • Nelle prime stagioni, il cognome Drummond viene italianizzato, adottando più tardi la pronuncia originale.
  • In aggiunta allo spin-off L'albero delle mele, i personaggi della serie fecero apparizioni crossover anche in Hello, Larry (inedita in Italia), in Il mio amico Ricky, in Storie incredibili e in Willy, il principe di Bel-Air.
  • Gary Coleman e Kim Fields sono coetanei, anche se Tootie viene descritta più grande di Arnold.
  • Nonostante la defunta moglie del signor Drummond nonché madre di Kimberly venga più volte menzionata, il suo nome non è mai stato rivelato.
  • Gli amici di Arnold, Dudley Johnson e Robbie Jayson, prendono il nome da due degli autori dello show.
  • La camera da letto di Kimberly non è mai stata vista, mentre quella del signor Drummond molto raramente.
  • Todd Bridges frequentò per un periodo la sua fidanzata della serie Janet Jackson. Egli ha anche ammesso di avere una cotta per Dana Plato nella sua autobiografia. Anche Kim Fields era interessata a lui.
  • Con la morte di Mary Ann Mobley, Todd Bridges, Charlotte Rae, Mary Jo Catlett e Danny Cooksey sono gli ultimi membri del cast superstiti.
  • Il tormentone della serie, "Che cavolo stai dicendo, Willis?" (in originale "Whatchu talkin 'bout, Willis?), era inizialmente doppiato in Italia con frasi come "Di che stai parlando?" oppure "Che stai dicendo?".

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione