Martin Landau

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Martin James Landau (Brooklyn, 20 giugno 1928Los Angeles, 15 luglio 2017) è stato un attore, produttore cinematografico e illustratore statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Landau nacque a Brooklyn, borgo di New York, il 20 giugno del 1928, figlio di Morris di professione meccanico e Selma Landau, ambedue immigrati austriaci di origine ebraica. A 17 anni iniziò a lavorare per il New York Daily News, dove rimase 5 anni come fumettista e illustratore. Tuttavia il sogno del giovane Landau era quello di diventare attore: nel 1951, a 23 anni, esordì con Detective Story in un teatro del Maine.

Nel 1955, assieme ad altri 2.000 partecipanti, si presentò all'audizione per entrare all'Actors Studio, prestigiosa scuola di recitazione fondata e diretta da Lee Strasberg: solo lui e Steve McQueen furono ammessi. Una delle sue prime apparizioni cinematografiche fu in Intrigo internazionale (1959), di Alfred Hitchcock.

Nel 1957 sposò l'attrice Barbara Bain, con cui lavorò nel telefilm Missione Impossibile (Mission: Impossible) dal 1966 al 1969, serie che lo rese noto. Sempre con la moglie dal 1974 al 1977 interpretò la serie televisiva di fantascienza Spazio 1999, anche questa con grande successo, ma la carriera di entrambi gli attori non decollò dopo la fine di quest'ultima serie, anzi si trovò a un punto morto.

Dopo un lungo periodo di ruoli minori, quando aveva ormai sessant'anni la carriera di Landau ebbe una svolta: nel 1988 recitò a fianco di Jeff Bridges in Tucker - Un uomo e il suo sogno di Francis Ford Coppola. L'interpretazione gli procurò la nomination agli Oscar e gli fece vincere un Golden Globe. L'anno successivo recitò in Crimini e misfatti (1989) con Woody Allen. L'Oscar al miglior attore non protagonista giunse nel 1995, premiando la sua interpretazione di un anziano e sofferente Bela Lugosi in Ed Wood (1994), di Tim Burton.

Legato dal 1990 all'attrice Gretchen Becker, nel 1993 Landau divorziò da Barbara Bain, da cui aveva avuto due figlie: Susan (1960, produttrice) e Juliet (1965, attrice). Landau è morto a Westwood il 15 luglio 2017 a 89 anni, dopo un breve ricovero[1].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

1989 - Candidatura per il miglior attore non protagonista per Tucker - Un uomo e il suo sogno
1990 - Candidatura per il miglior attore non protagonista per Crimini e misfatti
1995 - Miglior attore non protagonista per Ed Wood
1968 - Migliore star televisiva maschile per Missione Impossibile
1989 - Miglior attore non protagonista per Tucker - Un uomo e il suo sogno
1995 - Miglior attore non protagonista per Ed Wood
  • Action on Film International Film Festival
2016 - Miglior cast cinematografico per The Red Maple Leaf (condiviso con il resto del cast)
  • American Comedy Awards
1995 - Attore non protagonista più divertente per Ed Wood
1996 - Candidatura per il miglior attore non protagonista per Ed Wood
1994 - Miglior attore non protagonista per Ed Wood
  • CableACE Awards
1991 - Candidatura per il miglior attore in un film o miniserie per Max e Helen
1991 - Candidatura per il miglior attore in un film o miniserie per Codice Trinity: attacco all'alba
1993 - Miglior attore in un film o miniserie per Una sporca eredità
  • California Independent Film Festival
2002 - Premio alla carriera
1989 - Miglior attore non protagonista per Tucker - Un uomo e il suo sogno
1990 - Candidatura per il miglior attore per Crimini e misfatti
1995 - Miglior attore non protagonista per Ed Wood
2009 - Premio alla carriera
1995 - Miglior attore non protagonista per Ed Wood
1990 - Berlinale Kamera
  • Israel Film Festival
2013 - Premio alla carriera
1989 - Miglior attore non protagonista per Tucker - Un uomo e il suo sogno (ex aequo con Tom Cruise per Rain Man - L'uomo della pioggia e Dean Stockwell per Una vedova allegra... ma non troppo)
1994 - Miglior attore non protagonista per Ed Wood
1988 - Candidatura per il miglior attore non protagonista per Tucker - Un uomo e il suo sogno
1989 - Candidatura per il miglior attore non protagonista per Crimini e misfatti
1994 - Miglior attore non protagonista per Ed Wood
  • Method Fest Independent Film Festival
2005 - Premio alla carriera
1995 - Miglior attore non protagonista per Ed Wood
1988 - Candidatura per il miglior attore non protagonista per Tucker - Un uomo e il suo sogno
1994 - Miglior attore non protagonista per Ed Wood
1967 - Candidatura per il miglior attore protagonista in una serie drammatica per Missione Impossibile
1968 - Candidatura per il miglior attore protagonista in una serie drammatica per Missione Impossibile
1969 - Candidatura per il miglior attore protagonista in una serie drammatica per Missione Impossibile
2004 - Candidatura per il miglior attore ospite in una serie drammatica per Senza traccia (episodio Ombre)
2005 - Candidatura per il miglior attore ospite in una serie drammatica per Senza traccia (episodi Malone contro Malone e Lo sconosciuto)
2007 - Candidatura per il miglior attore ospite in una serie comica o commedia per Entourage
  • San Diego World Film Festival
1998 - Premio alla carriera
  • Santa Monica Film Festival & Moxie Awards
2001 - Moxie! Tribute Award
2006 - Mary Pickford Award
1995 - Miglior attore per Ed Wood
1995 - Miglior attore non protagonista cinematografico per Ed Wood
  • Society of Texas Film Critics Awards
1994 - Miglior attore non protagonista per Ed Wood
1995 - Miglior attore non protagonista per Ed Wood

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Martin Landau è stato doppiato da:

Da doppiatore è sostituito da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mike Barnes, Martin Landau, Oscar Winner for Ed Wood, Dies at 89, in The Hollywood Reporter, 16 luglio 2017. URL consultato il 17 luglio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN9909878 · ISNI (EN0000 0001 2120 2558 · Europeana agent/base/148183 · LCCN (ENn85173945 · GND (DE1011246511 · BNF (FRcb12536906x (data) · BNE (ESXX1260673 (data) · NLA (EN61288191 · WorldCat Identities (ENn85-173945