Alfred Hitchcock presenta (serie televisiva 1985)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alfred Hitchcock presenta
Alfred Hitchcock presenta (1985).JPG
Titolo originaleAlfred Hitchcock Presents
PaeseStati Uniti d'America
Anno1985-1989
Formatoserie TV
Generegiallo
Stagioni4
Episodi76 + 4 nel pilot
Durata22 min (episodio)
Lingua originaleinglese
Rapporto4:3
Crediti
IdeatoreAlfred Hitchcock
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Casa di produzioneMichael Sloan Productions
Universal TV
Prima visione
Prima TV originale
Dal29 settembre 1985
Al22 luglio 1989
Rete televisivaNBC (st.1)
USA Network (st.2-4)
Prima TV in italiano
Data3 ottobre 1986
Rete televisivaRai Uno

« Signore e signori, buonasera »

(Introduzione di tutti gli episodi)

Alfred Hitchcock presenta (Alfred Hitchcock Presents) è una serie televisiva statunitense andata in onda dal 1985 al 1989 che riprende, aggiornandola, la serie classica creata da Alfred Hitchcock esattamente trent'anni prima (Alfred Hitchcock presenta del 1955). Il regista morì prima della messa in onda.

La serie fu preceduta da un pilot formato da 4 episodi, tutti remake della serie classica. Ogni segmento era introdotto da un filmato colorizzato di Alfred Hitchcock, tratto dalla serie originale.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 22 1985-1986 1986-1987
Seconda stagione 13 1987
Terza stagione 21 1988
Quarta stagione 20 1988-1989

In Italia la serie fu trasmessa inizialmente a partire dal 3 ottobre 1986 sul canale Rai 1.[1]

Guest-stars[modifica | modifica wikitesto]

Molti attori famosi hanno recitato nei vari episodi, alcuni di essi sono: John Huston, Ned Beatty, Kim Novak, Tippi Hedren, Melanie Griffith, Annette O'Toole, Martin Sheen, Marion Ross, Robert Loggia, Yaphet Kotto, George Lazenby, Tom Atkins, Karen Allen, Mark Hamill, Michael Ironside, Pamela Sue Martin, Kathleen Quinlan, Melissa Sue Anderson, E.G. Marshall, John Saxon, Ronny Cox, Burt Young, Erik Estrada, Martin Landau, Eli Wallach.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Radiocorriere TV, nº 39, Radiocorriere TV, 1986, p. 89. URL consultato il 15 dicembre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione