Alfred Hitchcock presenta (serie televisiva 1955)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alfred Hitchcock presenta
Alfred Hitchcock presenta.png
Titolo originale Alfred Hitchcock Presents
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1955-1962
Formato serie TV
Genere dramma, giallo, melodramma
Stagioni 7
Episodi 268
Durata 26 min. (episodio)
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Rapporto 1.33 : 1
Colore bianco e nero
Audio mono
Crediti
Ideatore Alfred Hitchcock
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Casa di produzione Shamley Productions
Revue Studios
Prima visione
Prima TV Stati Uniti d'America
Dal 2 ottobre 1955
Al 26 giugno 1962
Rete televisiva CBS
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal 17 gennaio 1959
Al
Rete televisiva Rai Uno
« Signore e signori, buonasera »
(Introduzione di tutti gli episodi)

Alfred Hitchcock presenta (Alfred Hitchcock Presents) è una serie televisiva statunitense creata da Alfred Hitchcock. In Italia era conosciuta con il titolo di Hitchcock presenta Hitchcock.

La caricatura di Hitchcock che compare nei titoli è stata realizzata dallo stesso Hitchcock.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La serie non ha una trama lineare, né personaggi fissi, ma tutti gli episodi hanno un elemento in comune: il crimine, che viene perpetrato a volte nelle forme più inimmaginabili e grottesche. Lo stesso Hitchcock ebbe a dire, riguardo alla serie: «Essa riporta il crimine in casa, dove esso risiede».

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV originale Prima TV Italia
Prima stagione 39 1955-1956 1959
Seconda stagione 39 1956-1957
Terza stagione 39 1957-1958 1959
Quarta stagione 36 1958-1959 1961
Quinta stagione 38 1959-1960
Sesta stagione 38 1960-1961
Settima stagione 39 1961-1962

In Italia il canale Rai 1 trasmise la serie in modo discontinuo a partire dal 17 gennaio 1959, iniziando con gli episodi della stagione 3.[1]

Il tema musicale della serie è il brano Marcia funebre per una marionetta del compositore Charles Gounod.

Delle 268 puntate solo 17 sono state dirette da Hitchcock.

Altre serie[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1962 Hitchcock creò un'altra serie televisiva intitolata L'ora di Hitchcock.

La serie ha avuto un rifacimento moderno nel 1985 con l'omonima serie televisiva Alfred Hitchcock presenta.

Cameo[modifica | modifica wikitesto]

Alfred Hitchcock era solito fare delle brevi apparizioni (cameo) nei suoi film. Tuttavia, nello show televisivo Alfred Hitchcock presenta è apparso solo due volte (a parte le introduzioni e le chiusure). Il primo cameo si trova nell'episodio 6 della prima stagione in un quadro autografato in casa del protagonista, il secondo in un episodio del 1958 della terza stagione dal titolo Un salto nel vuoto: al minuto 5:15 dell'episodio, Hitchcock appare sulla copertina di una rivista letta da Mr. Renshaw (Philip Bourneuf).

Guest-stars[modifica | modifica wikitesto]

Molti attori famosi hanno recitato nei vari episodi, alcuni di essi sono: Robert Redford, Oskar Homolka, Barbara Bel Geddes, James Best, Charles Bronson, Everett Sloane, James Coburn, Joseph Cotten, Bette Davis, Robert Duvall, Claude Rains, George Peppard, Tom Ewell, Peter Falk, John Forsythe, Coleen Gray, Peter Lorre, Steve McQueen, Walter Matthau, Ray Milland, Elizabeth Montgomery, Roger Moore, Vincent Price, Patricia Hitchcock, Burt Reynolds, William Shatner, Alan Napier, John Williams, Hazel Court, Hume Cronyn, Martin Balsam, Leslie Nielsen, Anne Francis, Robert Vaughn, E.G. Marshall, Laurence Harvey, Dean Stockwell, Vera Miles, Jack Klugman, Sydney Pollack, Richard Chamberlain, Scatman Crothers, Harry Dean Stanton, Frank Gorshin, Barbara Steele, Patrick Macnee.

Lista delle guest-stars per episodi[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Radiocorriere TV, nº 2, Radiocorriere TV, 1959, p. 66. URL consultato il 10 dicembre 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Elenco delle serie televisive trasmesse in Italia:
0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione