Il padre della sposa (film 1991)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il padre della sposa
Il padre della sposa 1991.png
Una scena del film
Titolo originaleFather of the Bride
Paese di produzioneUSA
Anno1991
Durata100 min
Generecommedia
RegiaCharles Shyer
SoggettoFrances Goodrich, Albert Hackett, Nancy Meyers, Charles Shyer
SceneggiaturaFrances Goodrich, Albert Hackett, Nancy Meyers, Charles Shyer
ProduttoreCarol Baum
Casa di produzioneTouchstone Pictures
FotografiaJohn Lindley
MontaggioRichard Marks
Effetti specialiAllen Hall
MusicheAlan Silvestri
ScenografiaSandy Veneziano
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il padre della sposa (Father of the Bride) è un film del 1991, diretto dal regista Charles Shyer, remake dell'omonimo film del 1950 diretto da Vincente Minnelli.

Nel 1995 venne girato il sequel, Il padre della sposa 2.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

« Innamorarsi è stupendo. Finché non accade a tua figlia »

(Tagline del film)

George Banks è un cittadino americano di classe medio-alta, titolare di un'azienda produttrice di scarpe. La sua vita tranquilla e ordinaria viene sconvolta quando, tornata a casa dopo un dottorato di ricerca post-laurea a Roma, sua figlia ventiduenne Annie sciocca tutti annunciando il suo matrimonio con Bryan McKenzie, esponente di una ricca famiglia. George non riesce a immaginare la sua vita senza la figlia prediletta e comincia così ad assumere atteggiamenti strani ed esagerati, sotto gli occhi esterrefatti di Annie e del futuro genero, della moglie Nina, del figlio minore Matty, e dei futuri consuoceri John e Joanna. La situazione peggiora ancora quando la moglie e la figlia decidono di organizzare il ricevimento in casa, affidando i preparativi delle nozze all'eccentrico coordinatore di matrimoni Franck Eggelhoffer: questi metterà a dura prova i nervi di George con il costo in continua crescita del matrimonio, tanto da farlo arrivare a finire in prigione a causa di una scenata in un supermercato per il costo di una confezione di hot-dog. Rendendosi però conto di aver toccato il fondo, George capisce finalmente che sua figlia è cresciuta e che sia giunto il momento di lasciarla andare.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema