Jeļena Ostapenko

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jeļena Ostapenko
Jelena Ostapenko RG17 cropped.jpg
Jeļena Ostapenko vincitrice al Roland Garros 2017
Nazionalità Lettonia Lettonia
Altezza 177 cm
Peso 68 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 165 – 85 (66,00%)
Titoli vinti 1 WTA, 7 ITF
Miglior ranking 12ª (12 giugno 2017)
Ranking attuale 12ª (16 luglio 2017)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 3T (2017)
Francia Roland Garros V (2017)
Regno Unito Wimbledon QF (2017)
Stati Uniti US Open 2T (2015)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici 1T (2016)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 67 – 47 (58,77%)
Titoli vinti 2 WTA, 8 ITF
Miglior ranking 32ª (19 giugno 2017)
Ranking attuale 32ª (3 luglio 2017)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 1T (2016, 2017)
Francia Roland Garros 1T (2016, 2017)
Regno Unito Wimbledon 3T (2016)
Stati Uniti US Open 2T (2016)
Doppio misto1
Vittorie/sconfitte 4 – 2 (66,67%)
Titoli vinti 0
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open
Francia Roland Garros 1T (2017)
Regno Unito Wimbledon SF (2016)
Stati Uniti US Open 1T (2016)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 3 luglio 2017

Jeļena Ostapenko (Riga, 8 giugno 1997) è una tennista lettone.

Il 10 giugno 2017 ha conquistato il suo primo titolo in carriera, il Roland Garros.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Tennista amante delle superfici veloci, prima di assumere un coach professionista è stata allenata dalla madre. Il padre, Yevgeny, è un ex calciatore di ruolo portiere.

Junior[modifica | modifica wikitesto]

Ha partecipato nel 2011 alla 47ª edizione del Torneo Avvenire, vincendo in finale contro Ivana Jorović.

A livello giovanile ha raggiunto i quarti di finale agli Australian Open 2014 e ha vinto il Torneo di Wimbledon dello stesso anno, ad agosto ha ottenuto la quinta posizione mondiale.[1]

Professionista[modifica | modifica wikitesto]

2014[modifica | modifica wikitesto]

Nel circuito ITF ha vinto sei titoli in singolare e sette nel doppio. In Fed Cup ha giocato quattordici match con la squadra lettone vincendone nove.[2]

2015: la prima finale WTA[modifica | modifica wikitesto]

Jelena Ostapenko comincia l'anno disputando l'ITF da 25 000 $ di Andrézieux-Bouthéon, in Francia, dove non va oltre il 2º turno. Nell'ITF di Kreuzlingen raggiunge la semifinale, arrendendosi alla qualificata Rebecca Šramková. Alla fine di febbraio trionfa all'ITF di San Pietroburgo, partendo dalle qualificazioni. A Quanzhou arriva in finale ma perde da Elizaveta Kuličkova. Partecipa alle qualificazioni del torneo WTA di Praga, ma viene sconfitta all'ultimo turno da Olga Govortsova per 5-7 6-4 1-6. A Trnava 2 (ITF 100 000 $) giunge in semifinale, perdendo da Danka Kovinić. Partecipa alle qualificazioni del French Open, venendo sconfitta da Vera Duševina in tre parziali. A 's-Hertogenbosch partecipa alle quali e, dopo aver battuto Catilin Whoriskey e Ysaline Bonaventure, si arrende a Jessica Pegula (6-4 al terzo). Dopo aver disputato l'ITF di Ilkley, le viene offerta la possibità, attraverso una wild-card, di partecipare al torneo di Wimbledon. Al primo turno si trova di fronte la numero 9 del mondo Carla Suárez Navarro e, dopo una prestazione incredibile, la lettone si impone in 2 set netti, per 6-2 6-0, avendo accesso così al secondo turno. In questa occasione perde 6-4 7-5 da Kiki Mladenovic. Dopo aver giocato 2 ITF (dove non è andata oltre il primo e il secondo turno) tenta la qualificazione al WTA di Istanbul. Batte Nadiia Kichenok e Melis Sezer ed entra nel main-draw. Al primo turno è costretta però ad arrendersi a Kirsten Flipkens, per 6-2 6-0. Dopodiché partecipa alle qualificazioni dello US Open. Sconfiggendo Kuwata (7-6(7) 6-4), Glushko (2-6 6-0 6-4) e Bellis (6-3 6-2) entra nel tabellone principale e, al primo turno, estromette Annika Beck in tre set ma al secondo si arrende a Sara Errani, nonostante la lettone avesse vinto il primo set 6-0. La settimana successiva gioca il torneo di Quebec City. Dopo due primi turni complicatissimi, ai quarti lascia un game a Paula Kania. In semifinale elimina la lucky loser Naomi Broady 6-4 6-2, raggiungendo la prima finale WTA della carriera. In finale trova Annika Beck, che Jelena aveva battuto qualche settimana prima nello slam americano. In questo caso, però, l'esito è diverso e la tennista di Riga perde con un doppio 6-2.

2017: primo titolo al Roland Garros[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 giugno 2017, a venti anni e due giorni, batte in finale al Roland Garros la tennista rumena Simona Halep in tre set 4-6 6-4 6-3, conquistando il suo primo titolo Slam nonché primo titolo assoluto in carriera. È la prima tennista a vincere il Roland Garros senza essere testa di serie.

Statistiche WTA[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (1)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (1)
Ori Olimpici (0)
WTA Championships (0)
Premier Mandatory (0)
Premier 5 (0)
Premier (0)
International (0)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 10 giugno 2017 Francia Roland Garros, Parigi Terra rossa Romania Simona Halep 4-6, 6-4, 6-3

Sconfitte in finale (3)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Ori Olimpici (0)
WTA Championships (0)
Premier Mandatory (0)
Premier 5 (1)
Premier (1)
International (1)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 20 settembre 2015 Canada Coupe Banque Nationale, Québec Sintetico (i) Germania Annika Beck 2-6, 2-6
2. 27 febbraio 2016 Qatar Qatar Ladies Open, Doha Cemento Spagna Carla Suárez Navarro 6-1, 4-6, 4-6
3. 9 aprile 2017 Stati Uniti Volvo Car Open, Charleston Terra verde Russia Daria Kasatkina 3-6, 1-6

Doppio[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (2)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Ori Olimpici (0)
WTA Championships (0)
Premier Mandatory (0)
Premier 5 (0)
Premier (2)
International (0)
N. Data Torneo Superficie Compagna Avversarie in finale Punteggio
1. 5 febbraio 2017 Russia St. Petersburg Ladies Trophy, San Pietroburgo Cemento (i) Polonia Alicja Rosolska Croazia Darija Jurak
Svizzera Xenia Knoll
3-6, 6-2, [10-5]
2. 30 aprile 2017 Germania Porsche Tennis Grand Prix, Stoccarda Terra rossa (i) Stati Uniti Raquel Atawo Stati Uniti Abigail Spears
Slovenia Katarina Srebotnik
6-4, 6-4

Statistiche ITF[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (6)[modifica | modifica wikitesto]

Torneo 100 000 $
Torneo 75 000 $
Torneo 50 000 $
Torneo 25 000 $
Torneo 10 000 $ (6)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 4 novembre 2012 Svezia Stoccolma Cemento Svezia Ellen Allgurin 6-1, 6-3
2. 23 febbraio 2013 Svezia Helsingborg Sintetico Svezia Ellen Allgurin 6-2, 7-6(3)
3. 17 novembre 2013 Finlandia Helsinki Cemento Svezia Susanne Celik 7-5, 4-6, 7-5
4. 13 aprile 2014 Italia Santa Margherita Di Pula Terra battuta Francia Jade Suvrijn 7-6(4), 6-1
5. 21 aprile 2014 Italia Santa Margherita di Pula Terra battuta Spagna Yvonne Cavalle-Reimers 6-2, 7-5
6. 28 aprile 2014 Italia Santa Margherita di Pula Terra battuta Italia Alice Balducci 4-6, 7-6(1), 6-3

Risultati in progressione[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
 V   F  SF QF T# RR Q#  A  ND

(V) Torneo vinto; raggiunto (F) finale, (SF) semifinale, (QF) quarti di finale, (T#) turni 4, 3, 2, 1; (RR) round - robin; (Q#) Turno di qualificazione; (A) assente dal torneo; (ND) torneo non disputato.

Singolare nei tornei del Grande Slam[modifica | modifica wikitesto]

Torneo 2015 2016 2017 V-S
Australia Australian Open A 1T 3T 2-2
Francia Open di Francia Q1 1T V 7-1
Regno Unito Wimbledon 2T 1T QF 5-3
Stati Uniti US Open 2T 1T 1-2
Totale 2-2 0-4 13-2 15-8

Doppio nei tornei del Grande Slam[modifica | modifica wikitesto]

Torneo 2015 2016 2017 V-S
Australia Australian Open A 1T 1T 0-2
Francia Open di Francia A 1T 1T 0-2
Regno Unito Wimbledon A 3T 1T 2-2
Stati Uniti US Open A 2T 1-1
Totale 0-0 3-4 0-3 3-7

Doppio misto nei tornei del Grande Slam[modifica | modifica wikitesto]

Torneo 2015 2016 2017
Australia Australian Open A A A
Francia Open di Francia A A 1T
Regno Unito Wimbledon A SF A
Stati Uniti US Open A 1T

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Profilo ITF Junior, itftennis.com. URL consultato il 10 agosto 2014.
  2. ^ Profilo di Fed Cup, fedcup.com. URL consultato il 10 agosto 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN314818900