Dar'ja Kasatkina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Daria Kasatkina
Kasatkina RG18 (13) (28110385727).jpg
Nazionalità Russia Russia
Altezza 170 cm
Peso 62 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 195 - 92 (67,94%)
Titoli vinti 2 WTA, 7 ITF
Miglior ranking 10ª (22 ottobre 2018)
Ranking attuale 10ª (22 ottobre 2018)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 3T (2016)
Francia Roland Garros QF (2018)
Regno Unito Wimbledon QF (2018)
Stati Uniti US Open 4T (2017)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici QF (2016)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 42 - 39 (51,85%)
Titoli vinti 1 WTA, 0 ITF
Miglior ranking 43ª (12 settembre 2016)
Ranking attuale 411ª (22 ottobre 2018)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 2T (2016)
Francia Roland Garros 2T (2017)
Regno Unito Wimbledon 3T (2016)
Stati Uniti US Open 3T (2017)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici QF (2016)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 22 ottobre 2018

Dar'ja Sergeevna Kasatkina (Togliatti, 7 maggio 1997) è una tennista russa. In singolare raggiunge la posizione n° 10 il 22 ottobre 2018, mentre in doppio la posizione n° 43 il 12 settembre 2016. Nei tornei Slam vanta come miglior risultato un quarto turno raggiunto all'US Open 2017. Nella sua giovane carriera ha battuto tenniste della top ten come: Venus Williams, Simona Halep, Caroline Wozniacki, Jeļena Ostapenko, Angelique Kerber, Garbiñe Muguruza, Agnieszka Radwańska, Johanna Konta e Roberta Vinci.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

A livello juniores ha vinto il torneo singolare ragazze all'Open di Francia 2014, sconfiggendo Ivana Jorović in finale in tre set.

2017: primo torneo WTA[modifica | modifica wikitesto]

Prende parte al Brisbane International dove, dopo avere superato con un doppio 6-3 Irina-Camelia Begu, perde in una partita complicata contro Garbiñe Muguruza, testa di serie n° 4, per 5-7 6-3 6-7. Nel doppio, in coppia con Irina-Camelia Begu, si spinge fino ai quarti di finale, dove vengono elimanate per 5-10 nel set decisivo contro Bethanie Mattek-Sands/Sania Mirza, teste di serie n° 1. A Sydney sconfigge Tímea Babos (3-6 6-4 6-2), Angelique Kerber (7-6 6-2), per poi perdere nei quarti di finale contro Johanna Konta per 3-6 5-7. In doppio, insieme a Dar'ja Gavrilova, raggiunge i quarti di finale dove sono costrette al ritiro senza scendere in campo. Agli Australian Open è testa di serie n° 23, ma esce di scena a sorpresa contro Peng Shuai che la batte per 0-6 6-7. In doppio non fa meglio, viene sconfitta da Kirsten Flipkens/Sara Errani in coppia con Dar'ja Gavrilova. A St. Petersburg è testa di serie n° 8; supera Belinda Bencic per 6-2 7-5, per poi perdere contro Natal'ja Vichljanceva per 6-7 2-6. A Qatar sconfigge Irina-Camelia Begu per 3-6 6-1 7-5, Angelique Kerber per 6-4 0-6 6-4, per poi perdere contro Mónica Puig per 6-4 5-7 4-6. A Dubai viene subito estromessa da Caroline Wozniacki per 2-6 5-7. Nel doppio ha più fortuna: riesce ad arrivare fino al terzo turno in coppia con Irina-Camelia Begu. Sul territorio statunitense arriva al secondo turno agli Indian Wells, dove viene battuta da Kristýna Plíšková per 0-6 3-6; a Miami viene eliminata subito da Shelby Rogers per 0-6 nel terzo set; a Charleston vince il suo primo torneo WTA superando in ordine: Danka Kovinić (6-1 6-2), Mónica Puig (6-0 6-7 6-2), Dar'ja Gavrilova (6-3 4-6 6-0), Irina-Camelia Begu (6-4 6-1), Laura Siegemund (3-6 6-2 6-1), Jeļena Ostapenko (6-3 6-1). Invece in doppio, in coppia con Dar'ja Gavrilova, viene eliminata al terzo turno per 3-10 nel terzo set. A Stoccarda viene estromessa subito dalla connazionale Elena Vesnina per 6-7 2-6. A Madrid non fa meglio, stavolta viene eliminata da Roberta Vinci per 1-6 6-1 1-6. In doppio, in coppia con Raquel Kops-Jones, viene eliminata al secondo turno. Anche a Roma non va oltre il primo turno a causa di un infortunio su un putenggio a lei favorevole: 6-4 3-4. Al Roland Garros si presenta come testa di serie n° 26 e si spinge fino al terzo turno superando Yanina Wickmayer (7-5 6-4) e Markéta Vondroušová (7-6 6-4); perde contro Simona Halep per 0-6 5-7. In doppio, in coppia con la connazionale Irina Chromačëva, arriva fino al secondo turno. A Wimbledon le viene assegnata la 29° testa di serie. Supera Zheng Saisai per 6-2 6-4, per poi perdere contro Anett Kontaveit per 3-6 2-6. A Montreal non fa meglio; dopo aver sconfitto con un doppio 7-6 Roberta Vinci, perde contro Elina Svitolina per 6-7 4-6. A Cincinnati supera Aljaksandra Sasnovič pr 6-4 6-2, ma nel turno successivo si deve arrendere a Madison Keys (2-6 1-6). In doppio, sempre in coppia con Gavrilova, arriva fino al terzo turno. Al Connecticut Open perde al terzo turno per mano di Elise Mertens (2-6 5-7). All'US Open arriva fino al quarto turno per la prima volta dove è costretta ad arrendersi a Kaia Kanepi (4-6 4-6). A Tokyo si spinge fino al terzo turno, dove viene sconfitta da Angelique Kerber per 6-7 3-6. In doppio, insieme a Gavrilova, arriva fino alla finale senza riuscire a vincere il titolo. Anche a Wuhan arriva al terzo turno dove, dopo aver sconfitto con facilità Simona Halep (6-2 6-1), perde contro Ekaterina Makarova con un doppio 4-6. Al China Open arriva fino ai quarti di finale dove viene sconfitta da Simona Halep per 2-6 1-6. Al Kremlin Cup arriva in finale, dove si arrende a Julia Görges per 1-6 2-6.

2018: ingresso in Top 10[modifica | modifica wikitesto]

Inizia l'anno malamente perdendo al secondo turno nel torneo di Brisbane International contro Kaia Kanepi con un doppio 6-2. Anche a Sydney Open esce al secondo turno, stavolta per mano di Barbora Strýcová, con un risultato di 5-7 6-1 4-6. Agli Australian Open non va meglio: perde nuovamente al secondo turno contro Magda Linette con un punteggio di (4)6-7 2-6. A St. Petersburg si spinge fino alla semifinale dove perde contro Kristina Mladenovic (6-3 2-6 2-6), dopo aver sconfitto nei quarti la testa di serie n° 1, Caroline Wozniacki. Prende parte al Qatar Total Open dove è costretta al ritiro per un dolore al collo contro l'americana CiCi Bellis. A Dubai centra la prima finale dell'anno dove viene sconfitta facilmente da Elina Svitolina per 4-6 0-6. Qui sconfigge Agnieszka Radwańska per 7-5 6-4, Johanna Konta per 4-6 7-6 6-2, Elena Vesnina per 7-6 6-1 e Garbiñe Muguruza per 3-6 7-6 6-1.

Agli Indian Wells centra la seconda finale della stagione superando Kateřina Siniaková per 6-2 5-2, costretta al ritiro, Sloane Stephens per 6-4 6-3, Caroline Wozniacki per 6-4 7-5, Angelique Kerber per 6-0 6-2, Venus Williams per 4-6 6-4 7-5; per poi perdere contro Naomi Ōsaka per 3-6 2-6. Grazie a questo risultato migliora il suo best ranking, arrivando fino alla posizione n° 11.

A Miami viene rimontata al primo turno da Sofia Kenin per 6-3 2-6 2-6. A Charleston raggiunge in quarti venendo estromessa da Julia Görges per 4-6 3-6. A Stoccarda e Praga non va oltre il primo turno perdendo rispettivamente contro Magdaléna Rybáriková e Jasmine Paolini. A Madrid raggiunge i quarti di finale sconfigge avversarie come la n° 3 del mondo, Garbiñe Muguruza, in tre set; viene poi fermata da Petra Kvitová per 4-6 0-6. Negli Internazionali d'Italia raggiunge gli ottavi di finale venendo rimonta dalla futura trionfatrice, Elina Svitolina, in tre set.

Nell'Open di Francia raggiunge per la prima volta i quarti di finale in un torneo Slam. Dopo aver sconfitto la n° 2 del mondo, Caroline Wozniacki, viene sconfitta nettamemte dalla futura finalista Sloane Stephens per 1-6 3-6.

A Birmingham viene fermata al secondo turno da Lesja Curenko, mentre ad Eastbourne raggiunge i quarti di finale perdendo contro Angelique Kerber in tre set.

Nel torneo di Wimbledon raggiunge per la seconda volta in carriera i quarti di finale in uno Slam. Non va oltre per mano della futura campionessa, la sopra citata Kerber.

Sia a Mosca che a Montreal non va oltre il secondo turno perdendo rispettivamente da Tamara Zidanšek e da Marija Šarapova.

Ha vinto il suo primo titolo dell'anno in casa alla Kremlin Cup, sconfiggendo Ons Jabeur in finale per 2-6 7-63 6-4. La vittoria le ha assicurato il debutto nella top ten (10a posizione). Inoltre, Kasatkina si è qualificata per le Finals WTA 2018 di Singapore come riserva, sostituendo Aryna Sabalenka.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (2)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Ori Olimpici (0)
WTA Finals (0)
WTA Elite Trophy (0)
Premier Mandatory (0)
Premier 5 (0)
Premier (2)
International (0)
WTA 125s (0)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 9 aprile 2017 Stati Uniti Volvo Car Open, Charleston Terra verde Lettonia Jeļena Ostapenko 6-3, 6-1
2. 20 ottobre 2018 Russia Kremlin Cup, Mosca Cemento (i) Tunisia Ons Jabeur 2-6, 7-6(3), 6-4

Sconfitte (3)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Argenti Olimpici (0)
WTA Finals (0)
WTA Elite Trophy (0)
Premier Mandatory (1)
Premier 5 (0)
Premier (2)
International (0)
WTA 125s (0)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 21 ottobre 2017 Russia Kremlin Cup, Mosca Cemento (i) Germania Julia Görges 1-6, 2-6
2. 24 febbraio 2018 Emirati Arabi Uniti Dubai Tennis Championships, Dubai Cemento Ucraina Elina Svitolina 4-6, 0-6
3. 18 marzo 2018 Stati Uniti BNP Paribas Open, Indian Wells Cemento Giappone Naomi Ōsaka 3-6, 2-6

Doppio[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (1)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Ori Olimpici (0)
WTA Finals (0)
WTA Elite Trophy (0)
Premier Mandatory (0)
Premier 5 (0)
Premier (1)
International (0)
WTA 125s (0)
N. Data Torneo Superficie Compagna Avversarie in finale Punteggio
1. 23 ottobre 2015 Russia Kremlin Cup, Mosca Cemento (i) Russia Elena Vesnina Romania Irina-Camelia Begu
Romania Monica Niculescu
6-3, 6(7)-7, [10-5]

Sconfitte (2)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Argenti Olimpici (0)
WTA Finals (0)
WTA Elite Trophy (0)
Premier Mandatory (0)
Premier 5 (0)
Premier (2)
International (0)
WTA 125s (0)
N. Data Torneo Superficie Compagna Avversarie in finale Punteggio
1. 21 ottobre 2016 Russia Kremlin Cup, Mosca Cemento (i) Australia Dar'ja Gavrilova Rep. Ceca Andrea Hlaváčková
Rep. Ceca Lucie Hradecká
6-4, 0-6, [7-10]
2. 23 settembre 2017 Giappone Toray Pan Pacific Open, Tokyo Cemento Australia Dar'ja Gavrilova Slovenia Andreja Klepač
Spagna María José Martínez Sánchez
3-6, 2-6

Risultati in progressione[modifica | modifica wikitesto]

Sigla Risultato
V Vincitore
F Finalista
SF Semifinalista
O Oro olimpico
A Argento olimpico
SF Bronzo olimpico
QF Quarti di Finale
4T Quarto turno
3T Terzo turno
2T Secondo turno
1T Primo turno
RR Round Robin
LQ Turno di qualificazione
A Assente
ND Non disputato
Legenda superfici
Cemento
Terra battuta
Erba
Superficie variabile

Singolare nei tornei del Grande Slam[modifica | modifica wikitesto]

Torneo 2015 2016 2017 V--S
Australia Australian Open A 3T 1T 2-2
Francia Open di Francia A 3T 3T 4-2
Regno Unito Wimbledon A 3T 2T 3-2
Stati Uniti US Open 3T 1T 4T 5-3
Totale 2-1 6-4 6-4 14-9

Doppio nei tornei del Grande Slam[modifica | modifica wikitesto]

Torneo 2015 2016 2017 V--S
Australia Australian Open A 2T 1T 1-2
Francia Open di Francia A 1T 2T 1-2
Regno Unito Wimbledon A 3T A 2-1
Stati Uniti US Open A 2T 3T 3-2
Totale 0-0 4-4 3-3 7-7

Doppio misto nei tornei del Grande Slam[modifica | modifica wikitesto]

Nessuna partecipazione

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]