Lauren Davis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lauren Davis
Davis WM19 (11) (48521880591).jpg
Lauren Davis nel 2019
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 157 cm
Peso 55 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 290 - 201 (59,06%)
Titoli vinti 1 WTA, 8 ITF
Miglior ranking 26ª (22 maggio 2017)
Ranking attuale 62ª (10 febbraio 2020)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 3T (2014, 2016, 2018)
Francia Roland Garros 2T (2012, 2019)
Regno Unito Wimbledon 3T (2014, 2019)
Stati Uniti US Open 2T (2015, 2016, 2019)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 34 - 60 (36,17%)
Titoli vinti 0 WTA, 0 ITF
Miglior ranking 137ª (15 gennaio 2018)
Ranking attuale 295ª (10 febbraio 2020)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 2T (2017, 2020)
Francia Roland Garros 2T (2013, 2020)
Regno Unito Wimbledon 2T (2015)
Stati Uniti US Open 2T (2014)
Doppio misto1
Vittorie/sconfitte 0 - 2 (0,00%)
Titoli vinti 0 WTA
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open
Francia Roland Garros
Regno Unito Wimbledon
Stati Uniti US Open 1T (2014, 2015)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 15 febbraio 2020

Lauren Davis (Gates Mills, 9 ottobre 1993) è una tennista statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

I genitori di Lauren svolgono entrambi professioni sanitarie: la madre Traci è infermiera, mentre il padre Bill è medico cardiologo. Lauren ha affermato che se non fosse diventata tennista avrebbe seguito le orme dei suoi genitori laureandosi in medicina[1]. Ha cominciato a giocare a tennis a nove anni; a sedici anni ha lasciato il suo paese natale per allenarsi all'accademia di Chris Evert[2].

Stile di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Lauren Davis preferisce le superfici dure, in quanto per lei è più facile sviluppare il suo gioco aggressivo; è conosciuta per il suo rovescio aggressivo, la sua velocità e l'abilità nei campi in terra.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Carriera Juniores[modifica | modifica wikitesto]

Lauren Davis ha esordito nel circuito junior agli US Open 2008, dove ha perso al primo turno.

Ha vinto il suo primo torneo juniores al torneo di grado 3 a Philadelphia battendo Brooke Bolender in tre set. Ha concluso il 2009 partecipando agli US Open juniores, raggiungendo i quarti di finale, e al Dunlop Orange Bowl, dove è stata sconfitta al terzo turno.

Nel 2010 perde la finale dell'Easter Bowl, sconfitta da Krista Hardebeck. Arriva in finale anche al Trofeo Bonfiglio dove viene sconfitta da Beatrice Capra. A novembre 2010 vince 18 partite di fila, aggiudicandosi i tornei di Yucatan World Cup, il torneo giovanile Eddie Herr e l'Orange Bowl. Conclude la stagione come numero 3 della classifica juniores.

Ha concluso la propria carriera da juniores agli Australian Open 2011 arrivando al terzo turno.

Carriera Seniores[modifica | modifica wikitesto]

2009-2010[modifica | modifica wikitesto]

La carriera nel circuito ITF inizia nel 2009 al torneo di Atlanta dove raggiunge il secondo turno. Nel doppio debutta invece al torneo di Cleveland con Kyle Mcphillips e raggiunge la semifinale.

Nel 2010 tenta la qualificazione al torneo WTA di Miami, ma perde subito al primo turno. A giugno partecipa al torneo ITF di Mount Pleasant e raggiunge la finale, dove viene battuta da Petra Rampre. In seguito raggiunge il secondo turno al torneo ITF di Atlanta, il primo turno al torneo ITF di Lexington e vince il primo titolo ITF in singolare al torneo di Williamsburg. A fine ottobre replica vincendo il titolo in singolare anche al torneo di Bayamon.

2011[modifica | modifica wikitesto]

L'anno inizia con il debutto in un torneo Slam, gli Australian Open, grazie ad una wild-card. In questa occasione perde al primo turno contro Samantha Stosur. Ad inizio marzo perde al primo turno al torneo WTA di Indian Wells, mentre a Miami e Charleston perde durante le qualificazioni. A metà giugno raggiunge la semifinale al torneo ITF di Cleveland nel doppio con Gabrielle Desimone. La settimana successiva vince il titolo ITF al torneo di Buffalo in singolare. Ad Atlanta raggiunge i quarti di finale in doppio con Annie Mulholland, in singolare invece vince il titolo battendo in finale Alexis King. Al torneo ITF di Lexington si ferma in semifinale in singolare. Partecipa a fine agosto agli US Open perdendo al primo turno in singolare e anche in doppio con Nicole Gibbs. Raggiunge poi i quarti in tre tornei ITF: Redding, Albuquerque e Rock Hill. Chiude l'anno con il primo turno al torneo di Grapevine.

2012[modifica | modifica wikitesto]

Inizia l'anno con la semifinale ottenuta al torneo ITF di Innisbrook. In seguito vince il quinto titolo ITF in singolare al torneo di Plantation e si ferma in finale invece nel torneo di Rancho Santa Fe. Debutta nel circuito WTA con il torneo di Memphis, dove si ferma al primo turno sia in singolare che in doppio. Successivamente ottiene un secondo turno a Indian Wells, mentre non si qualifica per il torneo di Miami. A metà aprile raggiunge la semifinale al torneo ITF di Dothan; medesimo risultato lo ottiene al torneo di Indian Harbour Beach. Si qualifica per il torneo WTA di Strasburgo e al Roland Garros si ferma nel secondo turno. Dopo varie qualificazioni non raggiunte, non riesce ad entrare nel main draw neanche agli US Open. A metà settembre, al torneo WTA di Quebec City, raggiunge i quarti di finale; in seguito perde in finale al torneo ITF di Albuquerque. Al torneo di Las Vegas, invece, vince il titolo in singolare. L'anno si chiude con un primo turno al torneo ITF di New Braunfels.

2013[modifica | modifica wikitesto]

L'anno inizia con la partecipazione nel doppio al torneo di Auckland, dove perde subito in coppia con Stephanie Dubois. In singolare prende parte al torneo di Hobart, dove si ferma nei quarti di finale. Allo slam australiano perde subito al primo turno in singolare, ma dopo vince il titolo ITF di Midland. Dopo i tornei di Memphis, Indian Wells e Miami, raggiunge i quarti al torneo di Monterrey. Sulla terra rossa gioca il torneo di Strasburgo dove si ferma al secondo turno, mentre al Roland Garros si ferma al primo turno in singolare e al secondo turno in doppio con Megan Moulton-Levy. Sull'erba raggiunge il secondo turno a 's-Hertogenbosch, mentre a Wimbledon perde subito al primo turno. Dopo i secondi turni a Toronto e Cincinnati, agli US Open perde al primo turno in singolare e anche in doppio con Grace Min. Nel torneo di Quebec City raggiunge i quarti chiude con il secondo turno a Pechino.

2014[modifica | modifica wikitesto]

Inizia l'anno al torneo di Auckland, dove raggiunge i quarti di finale. Dopo il torneo di Sydney, partecipa agli Australian Open dove si ferma al terzo turno in singolare e al primo turno in doppio con Lourdes Dominguez Lino. Debutta in Fedcup il 9 febbraio 2014 al Public Auditorium di Cleveland, nella sfida dei quarti di finale contro l'Italia, giocando, a risultato acquisito, il doppio in coppia con Madison Keys contro Nastassja Burnett e Alice Matteucci e vincendo la partita 6-2, 6-3[3]. Al torneo di Indian Wells poi raggiunge il quarto turno, mentre a Miami e Charleston si ferma al secondo turno. Al secondo slam stagionale si ferma al primo turno sia in singolare che in doppio con Megan Moulton-Levy. La stagione sull'erba inizia a Birmingham, dove si ferma al terzo turno; a Eastbourne poi raggiunge i quarti e a Wimbledon ottiene il terzo turno in singolare, mentre in doppio perde subito al primo turno con Monica Puig. Sul cemento ottiene un secondo turno a Washington, mentre agli US Open non va oltre il primo turno in singolare, mentre in doppio raggiunge il secondo turno con Renata Voracova. Nel doppio misto perde subito in coppia con Nicholas Monroe. A fine anno raggiunge il secondo turno a Pechino e i quarti di finale ad Osaka.

2015[modifica | modifica wikitesto]

L'anno inizia anche ancora con il torneo di Auckland, dove raggiunge la semifinale. Agli Australian Open raggiunge il secondo turno in singolare, mentre il primo turno in doppio. Dopo i quarti nel doppio al torneo di Acapulco, supera il primo turno al torneo di Indian Wells e poi raggiunge i quarti di finale al torneo di Charleston. Viene convocata nuovamente, sempre contro l'Italia, nei Play-off del World Group 2015, svolto a Brindisi presso il locale circolo tennis: in quella occasione esordisce da singolarista il 18 aprile 2015 contro Sara Errani perdendo per 1-6, 2-6[4]. Al Roland Garros si ferma al primo turno in singolare e anche in doppio. Sull'erba ottiene i quarti al torneo di Nottingham, mentre a Wimbledon raggiunge il secondo turno in singolare e anche in doppio con Kurumi Nara. In seguito si ferma al secondo turno a Washington e in doppio a New Haven raggiunge i quarti con Alison Riske. Nell'ultimo slam si ferma al secondo turno in singolare, mentre al primo turno in doppio misto con Eric Butorac. Chiude l'anno con il primo turno al torneo di Hong Kong.

2016[modifica | modifica wikitesto]

Quest'anno inizia con la mancata qualificazione al torneo di Auckland. Dopo un passo falso anche a Sydney, allo slam di Melbourne perde nel terzo turno in singolare. Il mese di febbraio parte con la semifinale raggiunta in doppio con Grace Min al torneo ITF di Midland; a marzo partecipa al torneo di Indian Wells perdendo al secondo turno. Sempre nel circuito ITF raggiunge una seconda semifinale in doppio con Catherine Bellis al torneo di Indian Harbour Beach. Si qualifica al torneo di Strasburgo e poi prende parte al Roland Garros, dove perde subito al primo turno. Dopo la mancata qualificazione a Wimbledon, a luglio raggiunge la sua prima finale in un torneo WTA, il Citi Open di Washington, venendo sconfitta da Yanina Wickmayer. Non supera poi mai il primo turno fino agli US Open, dove si ferma al secondo turno. A metà settembre raggiunge poi la finale del Bell Challenge, dove viene sconfitta da Océane Dodin. In chiusura d'anno, al torneo di Lussemburgo, raggiunge la semifinale e poi perde in finale al torneo ITF di Poitiers contro Océane Dodin.

2017[modifica | modifica wikitesto]

L'anno inizia molto bene con la vittoria del primo torneo WTA in singolare, l'ASB Classic di Auckland, dopo aver superato in finale Ana Konjuh per 6-3, 6-1[5]. In seguito si ferma al primo turno agli Australian Open in singolare, mentre in doppio non supera il secondo turno in coppia con Megan Moulton-Levy. A febbraio raggiunge i quarti a Doha e poi al successivo torneo di Dubai. A Indian Wells si ferma al quarto turno mentre a Miami non supera il primo turno né in singolare né in doppio. Al torneo marocchino di Rabat raggiunge nuovamente i quarti di finale, mentre nel secondo slam stagionale si ferma al primo turno in singolare e anche in doppio, con Nicole Melichar, perde subito al primo turno. Dopo i quarti in doppio al torneo di Nottingham, anche a Wimbledon non supera il primo turno in entrambe le competizioni. Sul cemento americano non ottiene risultati interessanti e anche agli US Open si ferma al primo turno in singolare e in doppio con Megan Moulton-Levy. Chiude l'anno con un primo turno nei tornei di Pechino e Tianjin.

2018[modifica | modifica wikitesto]

L'anno inizia con il torneo di Auckland dove si ferma al primo turno in entrambe le categorie. La settimana dopo raggiunge la semifinale a Sydney nel doppio con Lara Arrabuarrena. Nel primo slam stagionale perde al terzo turno in singolare, nel doppio invece si ferma al primo turno con Alison Riske. Dopo vari primi turni, a fine giugno non si qualifica al torneo di Wimbledon. Nel successivo torneo di Washington perde in semifinale nel doppio con Kristie Ahn. Anche agli US Open non si qualifica nel singolare. Inoltre partecipa a vari tornei sul cemento dove ottiene svariati primi e secondi turni. A fine ottobre, nel torneo ITF di Tyler non supera i quarti e a novembre al torneo WTA125s di Houston raggiunge la finale, perdendola però contro Shuai Peng.

2019[modifica | modifica wikitesto]

L'anno inizia con il torneo di Auckland, dove si ferma al secondo turno. Agli Australian Open perde nelle qualificazioni in singolare, ma in seguito prende parte al torneo WTA 125s di Newport Beach, dove raggiunge la semifinale in singolare e anche in doppio con Jacqueline Cako. A marzo ottiene un secondo turno ad Indian Wells e Charleston, mentre ad aprile raggiunge la finale al torneo ITF di Dothan. Nel successivo torneo ITF di Charleston approda in finale in doppio con Madison Brengle. Il mese di maggio inizia con la vittoria in singolare al torneo ITF di Bonita Springs; poi al Roland Garros ottiene un secondo turno in singolare. Nel successivo torneo slam di Wimbledon approda al terzo turno, perdendo contro Carla Suárez Navarro. Sul cemento poi raggiunge i quarti a Washington, mentre agli US Open si ferma al secondo turno in singolare e al primo turno in doppio con Maria Sanchez. A settembre poi arriva in semifinale al torneo WTA 125s di New Haven e chiude l'anno con un primo turno a Tianjin.

2020[modifica | modifica wikitesto]

Il nuovo anno inizia con un secondo turno al torneo di Auckland e i quarti al torneo di Hobart. Nel primo slam stagionale perde nel secondo turno in singolare e anche in doppio con Viktorija Golubic.

Statistiche WTA[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (1)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Ori Olimpici (0)
WTA Finals (0)
Premier Mandatory (0)
Premier 5 (0)
Premier (0)
International (1)
WTA 125s (0)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 7 gennaio 2017 Nuova Zelanda ASB Classic, Auckland Cemento Croazia Ana Konjuh 6-3, 6-1

Sconfitte (3)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Argenti Olimpici (0)
WTA Finals (0)
Premier Mandatory (0)
Premier 5 (0)
Premier (0)
International (2)
WTA 125s (1)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 24 luglio 2016 Stati Uniti Citi Open, Washington Cemento Belgio Yanina Wickmayer 4-6, 2-6
2. 18 settembre 2016 Canada Coupe Banque Nationale, Québec Sintetico (i) Francia Océane Dodin 4-6, 3-6
3. 17 novembre 2018 Stati Uniti Oracle Challenger Series - Houston, Houston Cemento Cina Peng Shuai 6-1, 5-7, 4-6

Statistiche ITF[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (8)[modifica | modifica wikitesto]

Torneo $100.000 (2)
Torneo $80.000 (0)
Torneo $75.000 (0)
Torneo $60.000 (0)
Torneo $50.000 (1)
Torneo $25.000 (2)
Torneo $15.000 (0)
Torneo $10.000 (3)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 10 ottobre 2010 Stati Uniti Kingsmill Resort Tournament, Williamsburg Terra verde Lettonia Līga Dekmeijere 6-0, 6-0
2. 31 ottobre 2010 Porto Rico Puerto Rico Women's Challenger, Bayamón Cemento Stati Uniti Madison Keys 7-6(5), 6-4
3. 3 luglio 2011 Stati Uniti Sargent and Collind LLP Women's Championships, Buffalo Terra verde Stati Uniti Nicole Gibbs 5-7, 6-2, 6-4
4. 17 luglio 2011 Stati Uniti Norman Wilkerson Memorial Tournament, Atlanta Cemento Stati Uniti Alexis King 1-6, 6-2, 6-2
5. 22 gennaio 2012 Stati Uniti Plantation Open, Plantation Terra verde Stati Uniti Gail Brodsky 6-4, 6-1
6. 30 settembre 2012 Stati Uniti Party Rock Open, Las Vegas Cemento Stati Uniti Shelby Rogers 6(5)-7, 6-2, 6-2
7. 10 febbraio 2013 Stati Uniti Dow Corning Tennis Classic, Midland Cemento (i) Croazia Ajla Tomljanović 6-3, 2-6, 7-6(2)
8. 12 maggio 2019 Stati Uniti FineMark Women's Pro Tennis Championship, Bonita Springs Terra verde Stati Uniti Ann Li 7-5, 7-5

Sconfitte (5)[modifica | modifica wikitesto]

Torneo $100.000 (1)
Torneo $80.000 (1)
Torneo $75.000 (1)
Torneo $60.000 (0)
Torneo $50.000 (0)
Torneo $25.000 (1)
Torneo $15.000 (0)
Torneo $10.000 (1)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 20 giugno 2010 Stati Uniti Mount Pleasant Womens Pro Classic, Mount Pleasant Terra verde Slovenia Petra Rampre 3-6, 2-6
2. 5 febbraio 2012 Stati Uniti Del Mar Financial Partners Inc. Open, Rancho Santa Fe Cemento Stati Uniti Julia Boserup 0-6, 3-6
3. 23 settembre 2012 Stati Uniti Coleman Vision Tennis Championships, Albuquerque Cemento Stati Uniti Maria Sanchez 1-6, 1-6
4. 30 ottobre 2016 Francia Internationaux Féminins de la Vienne, Poitiers Cemento (i) Francia Océane Dodin 4-6, 2-6
5. 21 aprile 2019 Stati Uniti Hardee's Pro Classic, Dothan Terra verde Slovacchia Kristína Kučová 6-3, 6(9)-7, 2-6

Doppio[modifica | modifica wikitesto]

Sconfitte (1)[modifica | modifica wikitesto]

Torneo $100.000 (1)
Torneo $80.000 (0)
Torneo $75.000 (0)
Torneo $60.000 (0)
Torneo $50.000 (0)
Torneo $25.000 (0)
Torneo $15.000 (0)
Torneo $10.000 (0)
N. Data Torneo Superficie Partner Avversarie Punteggio
1. 5 maggio 2019 Stati Uniti LTP Charleston Pro Tennis, Charleston Terra verde Stati Uniti Madison Brengle Stati Uniti Asia Muhammad
Stati Uniti Taylor Townsend
2-6, 2-6

Risultati in progressione[modifica | modifica wikitesto]

Sigla Risultato
V Vincitore
F Finalista
SF Semifinalista
O Oro olimpico
A Argento olimpico
SF Bronzo olimpico
QF Quarti di Finale
4T Quarto turno
3T Terzo turno
2T Secondo turno
1T Primo turno
RR Round Robin
LQ Turno di qualificazione
A Assente
ND Non disputato
Legenda superfici
Cemento
Terra battuta
Erba
Superficie variabile

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Torneo 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 Titoli V–S
Tornei del Grande Slam
Australian Open A 1T A 1T 3T 2T 3T 1T 3T Q1 2T 0 / 8 8–8
Open di Francia A A 2T 1T 1T 1T 1T 1T A 2T 0 / 7 2–7
Wimbledon A A A 1T 3T 2T Q2 1T Q1 3T 0 / 5 5–5
US Open A 1T Q2 1T 1T 2T 2T 1T Q1 2T 0 / 7 3–7
Vittorie-sconfitte 0–0 0–2 1–1 0–4 4–4 3–4 3–3 0–4 2–1 4–3 0–1 0 / 27 18–27
WTA Premier Mandatory
Indian Wells A 1T 2T 1T 4T 2T 2T 4T 1T 2T 0 / 9 10–9
Miami Q1 Q2 Q1 3T 2T 1T Q1 1T 1T A 0 / 5 3–5
Madrid A A A Q1 1T Q2 A 2T A A 0 / 2 1–2
Pechino A A A 2T 2T Q2 A 1T A 1T 0 / 4 2–4
WTA Premier 5
Dubai A A Premier A A QF A A 0 / 1 3–1
Doha Premier A A A A A QF A A 0 / 1 2–1
Roma A A A Q2 1T Q2 A 2T A A 0 / 2 1–2
Canada A A Q2 2T 1T Q1 A 1T A A 0 / 3 1–3
Cincinnati A A Q1 2T 1T 1T Q1 1T Q1 1T 0 / 5 1–5
Tokyo A A A A P 0 / 0 0–0
Wuhan Non disputato Q1 1T A 2T A 1T 0 / 3 1-3
Carriera 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 No.
Tornei Giocati 0 3 6 18 20 21 10 23 8 14 3 126
Titoli vinti 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 1
Finali raggiunte 0 0 0 0 0 0 2 1 1 0 0 4
Vittorie-sconfitte totali 0–0 0–3 4–6 13–18 21–20 13–21 16–10 20–22 6–8 15–14 4–3 289-200
Ranking di fine anno 437 319 94 72 57 87 62 50 252 62

Doppio[modifica | modifica wikitesto]

Torneo 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 Titoli V–S
Tornei del Grande Slam
Australian Open A A A 1T 1T A 2T 1T A 2T 0 / 5 2–5
Open di Francia A A 2T 1T 1T A 1T A A 0 / 4 1–4
Wimbledon A A A 1T 2T A 1T A A 0 / 3 1–3
US Open 1T A 1T 2T A A 1T A 1T 0 / 5 1–5
Vittorie-sconfitte 0–1 0–0 1–2 1–4 1–3 0–0 1–4 0–1 0–1 1–1 0 / 17 5–17

Doppio misto[modifica | modifica wikitesto]

Torneo 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 Titoli V–S
Tornei del Grande Slam
Australian Open A A A A A A A 0 / 0 0–0
Open di Francia A A A A A A 0 / 0 0–0
Wimbledon A A A A A A 0 / 0 0–0
US Open 1T 1T A A A A 0 / 2 0–2
Vittorie-sconfitte 0–1 0–1 0–0 0–0 0–0 0–0 0–0 0 / 2 0–2

aggiornato a fine Australian Open 2020

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Players- Lauren Davis, su Women's Tennis Association. URL consultato il 6 gennaio 2017.
  2. ^ (EN) On The Rise: Lauren Davis, su Women's Tennis Association. URL consultato il 6 gennaio 2017.
  3. ^ (EN) Fed Cup- The World Cup of Tennis, su fedcup.com. URL consultato il 5 gennaio 2017.
  4. ^ (EN) Fed Cup- The World Cup of Tennis, su fedcup.com. URL consultato il 5 gennaio 2017.
  5. ^ (EN) American Davis Defeats Konjuh, Takes Home First WTA Title In Auckland, su Women's Tennis Association. URL consultato il 7 gennaio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN93063164 · ISNI (EN0000 0000 9536 6531 · LCCN (ENn80086902 · WorldCat Identities (ENlccn-n80086902