Donna Vekić

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Donna Vekić
Donna Vekic (28940242637).jpg
Donna Vekic nel 2018
Nazionalità Croazia Croazia
Altezza 179 cm
Peso 64 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 212 - 159 (57,14%)
Titoli vinti 2 WTA - 5 ITF
Miglior ranking 37ª (6 agosto 2018)
Ranking attuale 37ª (6 agosto 2018)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 2T (2013, 2017, 2018)
Francia Roland Garros 3T (2015)
Regno Unito Wimbledon 4T (2018)
Stati Uniti US Open 3T (2017)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 9 - 24 (27,27%)
Titoli vinti 0 WTA - 1 ITF
Miglior ranking 172ª (13 agosto 2018)
Ranking attuale 171ª (13 agosto 2018)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 2T (2015, 2018)
Francia Roland Garros 2T (2018)
Regno Unito Wimbledon 1T (2014, 2016, 2017, 2018)
Stati Uniti US Open 1T (2013, 2014, 2017)
Doppio misto1
Vittorie/sconfitte 1 - 2 (33,33%)
Titoli vinti 0
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 1T (2014)
Francia Roland Garros
Regno Unito Wimbledon 2T (2013)
Stati Uniti US Open
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 30 luglio 2018

Donna Vekić (Osijek, 28 giugno 1996) è una tennista croata.

In carriera ha vinto 2 tornei WTA: uno in Malaysia nel 2014 e uno a Nottingham nel 2017. Ha raggiunto la posizione n° 37 in singolare il 6 agosto 2018, mentre nel doppio la n° 156 il 18 giugno 2018. Vanta un ottavo di finale Slam a Wimbledon 2018. Ha vinto anche 6 tornei ITF, di cui 5 in singolare e 1 in doppio.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Juniores[modifica | modifica wikitesto]

A livello Juniores ha raggiunto la ventunesima posizione in classifica arrivando fino ai quarti di finale a Wimbledon in singolare e fino alle semifinali al Roland Garros nel doppio con Aljaksandra Sasnovič.[1]

Professionismo[modifica | modifica wikitesto]

2012-2015: primo trofeo WTA, terzo turno al Roland Garros e Top 70[modifica | modifica wikitesto]

Tra le professioniste ottiene un importante risultato al Tashkent Open 2012: dopo aver superato le qualificazioni, arriva sino alla finale dove si arrende con un doppio 6-4 a Irina-Camelia Begu. Allora Donna era una 16enne ed era dai tempi del 2006 che una tennista non arrivava in finale così precocemente (fu il caso di Tamira Paszek, la quale vinse il trofeo a Portorose).

Fa il suo esordio nei tornei dello Slam agli Australian Open 2013 dove supera il primo turno sconfiggendo Andrea Hlaváčková ma si arrende al match successivo contro l'ex numero uno al mondo Caroline Wozniacki.

Il 16 giugno 2013 perde la finale del torneo di Birmingham contro la slovacca Daniela Hantuchová in due set. Grazie alla finale raggiunta diventa la tennista più giovane nella Top 100 (63° posizione).

In Fed Cup ha giocato un totale di tre match per la squadra croata vincendone uno.[2]

Riesce a vincere il primo titolo ad aprile 2014 vincendo il torneo di Kuala Lumpur contro la slovacca Dominika Cibulková.[3]

2016: un anno di scarsi successi e uscita dalla Top 100[modifica | modifica wikitesto]

Donna Vekić nel 2016.

Prende parte al torneo di Shenzhen senza andare oltre al primo turno venendo sconfitta dalla 6° testa di serie, Eugenie Bouchard, per 4-6 6-1 5-7. A Sydney viene sconfitta nel primo turno di qualificazioni. All'Australian Open viene estromessa dalla 17enne Naomi Ōsaka per 3-6 2-6. Nel torneo di Taiwan supera in rimonta l'8° testa di serie, Alison Riske, per 4-6 7-6 6-3; per poi venire sconfitta da Anastasija Sevastova per 5-7 6-2 5-7. In Qatar supera le qualificazioni, ma viene sconfitta da Carla Suárez Navarro, 8° testa di serie, per 6-7 4-6. Agli Indians Wells, dopo le qualificazioni, viene eliminata da Cvetana Pironkova per 2-6 5-7. Disputa il torneo di San Antonio, WTA 125K, dove si spinge fino ai quarti di finale estromettendo Aljaksandra Sasnovič e Kiki Bertens; per poi venire fermata nuovamente dalla Pironkova. Con questo risultato entra per la prima nella Top 90, esattamente alla 90° posizione del ranking. A Miami si ferma alle qualificazioni. Si presenta al torneo di Katowice dove non va oltre il primo turno venendo sconfitta agevolmente dalla 9° testa di serie, Kirsten Flipkens, per 1-6 4-6. A Istanbul viene nuovamente sconfitta dalla Flipkens per 6-7 4-6. A Rabat non fa meglio dove si arrende con un doppio 2-6 a Johanna Larsson. Nel Masters di Madrid e agli Internazionali d'Italia non si spinge oltre alle qualificazioni. A Strasburgo e all'Open di Francia viene sconfitta al primo turno rispettivamente da Sloane Stephens (7-5 2-6 2-6) e da Madison Keys (3-6 2-6). A Nottingham viene sconfitta da Tara Moore per 2-6 5-7. A Wimbledon viene estromssa da Venus Williams (6-7 4-6). Nel torneo di Jiangxi viene battuta nettamente per 2-6 2-6 da Liu Fangzhou. A Cincinnati, superate le qualificazioni, estromette Ana Ivanović per 6-4 6-2, ma viene sconfitta dalla 10° testa di serie, Johanna Konta, per 2-6 3-6. All'US Open non riesce a qualificarsi per il tabellone principale. Nel torneo di Tashkent viene sconfitta da Kateryna Kozlova per 1-6 6-7. A Tianjin supera Zhang Kailin per 6-3 nel terzo set, perdendo poi contro la 2° testa di serie, Svetlana Kuznecova, per 5-7 4-6. Vince un torneo ITF in Egitto battendo in finale Sara Sorribes Tormo per 6-2 6-7 6-3. Partecipa al torneo di Limoges dove si spinge fino ai quarti di finale estromettendo Elica Kostova (6-0 6-2) e si rifà su Tara Moore (7-6 2-6 7-5); viene poi sconfitta dalla 1° testa di serie, Caroline Garcia, con il risultato di 1-6 6-4 3-6. In singolare chiude l'anno fuori dalle Top 100, precisamente al 101° posto del ranking mondiale. In doppio crolla insesorabilmente di oltre 600 posizioni arrivando al 1092° posto.

2017: secondo torneo WTA e Top 50[modifica | modifica wikitesto]

Donna Vekić a Wimbledon 2017.

Partecipa al torneo di Brisbane dove viene sorpresa da Asia Muhammad (6-7 1-6). A Sydney, superate le qualificazioni, viene sconfitta da Dar'ja Gavrilova per 6-3 7-6. All'Australian Open raggiunge per la seconda volta dal 2013 il secondo turno estromettendo Lizette Cabrera per 7-5 6-2 e perdendo nettamente contro Caroline Wozniacki per 1-6 3-6. Nel torneo di S. Pietroburgo viene ripescata come lucky loser e supera agevolemte Jeļena Ostapenko con un punteggio di 6-0 6-4, ma viene sconfitta successivamente con un doppio 2-6 da Dominika Cibulková. Nel torneo ungherese estromette Ekaterina Aleksandrova per 6-3 7-5, per perdere poi contro la 3° testa di serie, Julia Görges, per 2-6 2-6. Agli Indians Wells arriva al secondo turno venendo estromessa dalla 4° testa di serie, Simona Halep, per 4-6 1-6. A Miami supera le qualificazioni, ma viene rimonta nel primo turno da Wang Qiang (6-0 4-6 2-6). Nel torneo di Monterrey e Bienna viene estromessa al secondo turno rispettivamente da Alizé Cornet e Kristýna Plíšková. Supera le qualificazioni del Masters di Madrid e di Roma. Nel primo viene battuta da Misaki Doi per 1-6 2-6 al secondo turno; mentre in Italia viene sconfitta in un lungo match da Caroline Garcia (6-7 6-3 6-7). Nell'Open di Francia viene fermata al primo turno da Zhang Shuai per 5-7 4-6.

Vince il suo secondo torneo nel 2017 a Nottingham contro Johanna Konta per 2-6 7-63 7-5. Nella sua corsa al titolo sconfigge: Shelby Rogers, Julia Boserup, Maria Sakkarī e Lucie Šafářová.

A Birmingham si ferma al primo turno contro Alison Riske. Nello Slam a Wimbledon estromette in rimonta per 6-1 nel terzo set Natal'ja Vichljanceva; per poi venire sconfitta da Johanna Konta per 6-7 6-4 8-10 e scoppiare in lacrime nell'abbraccio a rete con la tennista. Con questo risultato la croata arriva per la prima volta in carriera nella Top 50, precisamente al 50° posto del ranking.

A Montreal supera le qualificazioni ed estromette Eugenie Bouchard per 3-6 4-6 prma di essere sconfitta da Angelique Kerber per 4-6 6-7. Supera le qualificazioni anche a Cincinnati dove viene estromessa subito da Natal'ja Vichljanceva, la quale si rifà sulla croata con il punteggio di 3-6 6-2 3-6.

Prende parte all'ultimo Grand Slam della stagione, l'US Open. Qui eliminata nettamente Beatriz Haddad Maia (6-2 6-1) e Peng Shuai (6-0 6-2), prima di venire sconfitta da Anastasija Sevastova per 2-6 3-6. La Vekić raggunge così per la prima il terzo turno nello Slam statunitense.

A Wuhan, Pechino e Tianjin non va oltre il primo turno perdendo rispettivamente contro: Zhang Shuai, Coco Vandeweghe e Beatriz Haddad Maia. Chiude l'anno alla 56° posizione del ranking in singolare e alla 374° posizione in doppio.

2018: sesta finale WTA, primo ottavo di finale Slam e Top 40[modifica | modifica wikitesto]

Donna Vekić dopo la sconfitta in finale contro la Kuznecova a Washington nel 2018.

Inizia la stagione prendendo parte al torneo di Auckland dove è 8° testa di serie, ma viene sconfitta subito da Kirsten Flipkens per 4-6 nel terzo set. A Hobart elimanando Tatjana Maria per 6-4 6-2 e Markéta Vondroušová con un doppio 6-4; viene poi sconfitta nei quarti di finale da Heather Watson per 0-6 4-6. All'Australian Open viene sconfitta da Angelique Kerber nuovamente al secondo turno per 4-6 1-6. A S. Pietroburgo e in Qatar viene estromessa subito da Kateřina Siniaková per 3-6 6-2 4-6 e da Anastasija Sevastova per 3-6 4-6. In Ungheria è 8° testa di serie e viene eliminata nel secondo turno da Ysaline Bonaventure per 4-6 1-6. Agli Indian Wells viene sorpresa da Maria Sakkarī per 4-6 2-6. A Miami fa meglio eliminando Camila Giorgi per 6-0 7-5 e Elena Vesnina per 6-3 64-7 6-1, prima di essere eliminata da Danielle Collins per 4-6 2-6 1-6. A Lugano estromette Alexandra Cadanțu per 0-6 5-7, per poi essere sconfitta in tre set da Mona Barthel. A Istanbul usufruisce del ritiro di Agnieszka Radwańska sul 6-1 2-0 a favore della Vekić ed estromette agevolmente Ajla Tomljanović per 6-1 6-2; viene rimontata nei quarti di finale da Irina-Camelia Begu per 6-3 61-7 1-6. A Madrid sconfigge Georgina García Pérez per 6-2 6-4, prima di venire sconfitta in rimonta dalla n° 3 del mondo, Garbiñe Muguruza, per 6-2 4-6 1-6. Si qualifica per Roma e supera Carla Suárez Navarro per 6-1 6-2, per poi perdere in due tie-breaks contro Madison Keys. Nell'Open di Francia elimina Kateryna Bondarenko per 6-2 6-4, ma viene sconfitta da Marija Šarapova per 5-7 4-6. A Nottingham non riesce a difendere il titolo conquistato l'anno precedente venendo sconfitta proprio dalla sua avversaria in finale, Johanna Konta, in semifinale per 2-6 3-6. A Birmingham viene eliminata dalla 2° testa di serie, Elina Svitolina, per 1-6 6-3 1-6. A Eastbourne viene eliminata nel secondo turno da Barbora Strýcová per 1-6 4-6.

A Wimbledon per la prima volta in carriera raggiunge gli ottavi di finale in uno Slam. Qui elimina Sloane Stephens per 6-1 6-3, Rebecca Peterson per 7-5 6-4 e Yanina Wickmayer per 7-62 6-1. Viene sconfitta negli ottavi di finale da Julia Görges per 3-6 2-6.

Successivamente, a Washington si spinge fino alla sua sesta finale WTA in carriera dove viene sconfitta da Svetlana Kuznecova per 6-4 67-7 2-6. In questo match la croata non sfrutta ben quattro match points, per poi crollare inesorabilmente nel set decisivo. Nel corso del torneo sconfigge: Caroline Dolehide per 6-3 6-4, Fanny Stollár per 6-2 3-6 715-613, Magda Linette per 6-1 7-60 e Zheng Saisai per 7-5 6-3. Grazie a questi ottimi risultati raggiunge la 37° posizione, entrando per la prima volta tra le Top 40.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2015 è legata sentimentalmente al tennista svizzero Stan Wawrinka, ex n° 3 del ranking mondiale.

Statistiche WTA[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (2)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Ori Olimpici (0)
WTA Finals (0)
Premier Mandatory (0)
Premier 5 (0)
Premier (0)
International (2)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 20 aprile 2014 Malaysia Malaysia Classic, Kuala Lumpur Cemento Slovacchia Dominika Cibulková 5-7, 7-5, 7-6(4)
2. 18 giugno 2017 Regno Unito Nottingham Open, Nottingham Erba Regno Unito Johanna Konta 2-6, 7-6(3), 7-5

Sconfitte (4)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Argenti Olimpici (0)
WTA Finals (0)
Premier Mandatory (0)
Premier 5 (0)
Premier (0)
International (4)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 15 settembre 2012 Uzbekistan Tashkent Open, Tashkent Cemento Romania Irina-Camelia Begu 4-6, 4-6
2. 16 giugno 2013 Regno Unito AEGON Classic, Birmingham Erba Slovacchia Daniela Hantuchová 6(5)-7, 4-6
3. 3 ottobre 2015 Uzbekistan Tashkent Open, Tashkent (2) Cemento Giappone Nao Hibino 2-6, 2-6
4. 5 agosto 2018 Stati Uniti Citi Open, Washington Cemento Russia Svetlana Kuznecova 6-4, 6(7)-7, 2-6

Statistiche ITF[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (5)[modifica | modifica wikitesto]

Torneo $100.000 (1)
Torneo $80.000 (0)
Torneo $75.000 (0)
Torneo $60.000 (0)
Torneo $50.000 (1)
Torneo $25.000 (2)
Torneo $15.000 (0)
Torneo $10.000 (1)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 31 agosto 2011 Regno Unito AEGON Pro Series Chiswick, Chiswick Cemento Australia Bojana Bobusic 3–6, 6–3, 6–3
2. 25 marzo 2012 India QNet ITF Open, Bangalore Cemento Cile Andrea Koch Benvenuto 6–2, 6–4
3. 14 maggio 2012 Uzbekistan ITF Women's Circuit Fergana, Fergana Cemento Ucraina Nadiia Kichenok 6–2, 6–2
4. 22 aprile 2013 Turchia Lale Cup, Istanbul Cemento Russia Elizaveta Kulichkova 6–4, 7–6(4)
5. 23 ottobre 2016 Egitto Soho Square Ladies Tournament, Sharm el-Sheikh Cemento Spagna Sara Sorribes Tormo 6–2, 6(7)–7, 6–3

Sconfitte (8)[modifica | modifica wikitesto]

Torneo $100.000 (1)
Torneo $80.000 (0)
Torneo $75.000 (0)
Torneo $60.000 (0)
Torneo $50.000 (0)
Torneo $25.000 (5)
Torneo $15.000 (0)
Torneo $10.000 (2)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 24 aprile 2011 Croazia Gariful Hvar Open, Hvar Terra Bosnia ed Erzegovina Ema Burgić 5–7, 6(2)–7
2. 21 agosto 2011 Belgio Westend Ladies Tennis Cup, Westende Cemento Cina Lu Jiajing 4–6, 6(4)–7
3. 23 ottobre 2011 Nigeria Governor's Cup Lagos, Lagos Cemento Ucraina Elina Svitolina 4–6, 3–6
4. 30 ottobre 2011 Nigeria Governor's Cup Lagos, Lagos Cemento Belgio Tamaryn Hendler 4–6, 5–7
5. 22 aprile 2012 Uzbekistan Namangan Women's Tournament, Namangan Cemento Russia Olga Puchkova 6–3, 3–6, 2–6
6. 16 luglio 2012 Brasile Credicard Citi Mastercard Tennis Cup, Campos do Jordão Cemento Argentina María Irigoyen 5–7, 0–6
7. 23 luglio 2012 Regno Unito AEGON Pro Series Wrexham, Wrexham Cemento Germania Carina Witthöft 2–6, 7–6(4), 2–6
8. 24 settembre 2016 Russia Kivenappa Ladies Cup, San Pietroburgo Cemento (i) Russia Natalia Vikhlyantseva 1–6, 2–6

Doppio[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (1)[modifica | modifica wikitesto]

Torneo $100.000 (0)
Torneo $80.000 (0)
Torneo $75.000 (0)
Torneo $60.000 (0)
Torneo $50.000 (0)
Torneo $25.000 (0)
Torneo $15.000 (0)
Torneo $10.000 (1)
N. Data Torneo Superficie Compagna Avversarie in finale Punteggio
1. 21 agosto 2011 Belgio Westend Ladies Tennis Cup, Westende Cemento Regno Unito Alexandra Walker Belgio Anouk Delefortrie
Belgio Déborah Kerfs
6–4, 6–3

Risultati in progressione[modifica | modifica wikitesto]

Sigla Risultato
V Vincitore
F Finalista
SF Semifinalista
O Oro olimpico
A Argento olimpico
SF Bronzo olimpico
QF Quarti di Finale
4T Quarto turno
3T Terzo turno
2T Secondo turno
1T Primo turno
RR Round Robin
LQ Turno di qualificazione
A Assente
ND Non disputato
Legenda superfici
Cemento
Terra battuta
Erba
Superficie variabile

Singolare nei tornei del Grande Slam[modifica | modifica wikitesto]

Torneo 2013 2014 2015 2016 2017 V--S
Australia Australian Open 2T 1T 1T 1T 2T 2-5
Francia Open di Francia 1T 1T 3T 1T 1T 2-5
Regno Unito Wimbledon 1T 2T Q2 1T 4T 1-3
Stati Uniti US Open 2T 1T Q2 Q3 1-2
Totale 2-4 1-4 2-2 0-3 1-2 6-15

Doppio nei tornei del Grande Slam[modifica | modifica wikitesto]

Torneo 2013 2014 2015 2016 2017 V--S
Australia Australian Open A 1T 2T A A 1-2
Francia Open di Francia A 1T A A 1T 0-2
Regno Unito Wimbledon A 1T A 1T 0-2
Stati Uniti US Open 1T 1T A A 0-2
Totale 0-1 0-4 1-1 0-1 0-1 1-8

Doppio misto nei tornei del Grande Slam[modifica | modifica wikitesto]

Torneo 2013 2014 2015 2016 2017
Australia Australian Open A 1T A A A
Francia Open di Francia A A A A A
Regno Unito Wimbledon 2T A A A
Stati Uniti US Open A A A A

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ itftennis.com, Donna Vekić Junior Profile, su itftennis.com. URL consultato il 14 settembre 2012.
  2. ^ fedcup.com, Donna Vekić FedCup Profile, su fedcup.com. URL consultato il 14 settembre 2012.
  3. ^ WTA Kuala Lumpur, primo titolo per Donna Vekic, ubitennis.com, 20 aprile 2014. URL consultato il 20 aprile 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]