Martina Trevisan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Martina Trevisan
Trevisan WMQ18 (28) (29680365228).jpg
Martina Trevisan nel 2018
Nazionalità Italia Italia
Altezza 166 cm
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 260-152 (63.11%)
Titoli vinti 1 WTA, 10 ITF
Miglior ranking 26° (27 giugno 2022)
Ranking attuale 26° (27 giugno 2022)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 2T (2022)
Francia Roland Garros SF (2022)
Regno Unito Wimbledon 1T (2021, 2022)
Stati Uniti US Open 2T (2021)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 24-22 (52.17%)
Titoli vinti 0 WTA, 2 ITF
Miglior ranking 138ª (14 giugno 2021)
Ranking attuale 540ª (6 giugno 2022)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open QF (2021)
Francia Roland Garros 1T (2021, 2022)
Regno Unito Wimbledon
Stati Uniti US Open
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 6 giugno 2022

Martina Trevisan (Firenze, 3 novembre 1993) è una tennista italiana.

In singolare ha vinto un titolo WTA e, nelle prove del Grande Slam, ha raggiunto le semifinali al Roland Garros nel 2022. A giugno 2022, ha raggiunto il suo best ranking alla posizione 27 della classifica WTA.

In doppio ha disputato i quarti di finale agli Australian Open e anche una finale WTA, in coppia con Elisabetta Cocciaretto, agli Internazionali Femminili di Palermo 2020.

Vanta, inoltre, dodici titoli ITF: dieci vinti in singolare e due in doppio, tutti su terra battuta.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Martina è nata a Firenze il 3 novembre 1993. La madre Monica è una maestra di tennis, il padre Claudio è un ex calciatore che ha giocato anche in Serie B. Ha un fratello e una sorella maggiori, Matteo, ex tennista,[1] e Claudia.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Juniores[modifica | modifica wikitesto]

Mancina, da juniores è stata numero 57 della classifica mondiale, posizione raggiunta il 12 ottobre 2009. Nello stesso anno raggiunge le semifinali in doppio al Roland Garros Juniores e a Wimbledon Juniores e ha vinto il primo titolo ITF in doppio in coppia con Anastasia Grymalska a Pesaro.

Non ha giocato per quattro anni, dalla fine del 2009 al 2014, anche a causa di alcuni infortuni e di problemi legati all'anoressia.[1][2]

2014 - 2016[modifica | modifica wikitesto]

Torna all'attività agonistica nel 2014 conquistando i primi due titoli ITF in singolare a Pula, battendo in finale Cristiana Ferrando e Marie Benoit.

Nel 2015 oltre ad altri due titoli a Pula, conquista il primo ITF da 25.000 dollari a Roma battendo la svizzera Sabino. Sei anni dopo il primo successo torna a conquistare anche un titolo in doppio con Alice Matteucci.

L'anno successivo aggiunge al suo palmares altri due titoli ITF e, partita dalle qualificazioni, si spinge fino alla finale del 100.000 dollari di Biarritz, dove deve arrendersi in tre set a Rebecca Šramková. In poco più di due anni dal rientro risale le classifiche fino alla posizione 236, con la quale archivia la stagione 2016.

2017: debutto in Fed Cup[modifica | modifica wikitesto]

Martina Trevisan nel 2017

A febbraio viene convocata per la prima volta a rappresentare l'Italia in Fed Cup nell'incontro contro la Slovacchia che si è svolto al PalaGalassi di Forlì; debutta il 12 febbraio 2017 nella partita di doppio in coppia con Jasmine Paolini contro Anna Karolína Schmiedlová e Rebecca Šramková. La coppia italiana vincerà la partita per il ritiro delle avversarie avvenuto durante il primo set sul punteggio di 5-2 per l'Italia[3].

Il 22 aprile gioca per la prima volta da singolarista in Fed Cup, nell'incontro tra Italia e Taiwan, vincendo la partita che la vedeva opposta a Lee Ya-hsuan con il punteggio di 2-6, 6-3, 12-10 dopo due ore e 55 minuti di gioco[4]. Martina Trevisan ha definito questa partita la vittoria più sofferta ed emozionante della sua carriera[5].

A maggio, in coppia con Sara Errani, partecipa al torneo di doppio degli Internazionali BNL d'Italia 2017: la coppia batte al primo turno Cristina McHale e Monica Niculescu con il punteggio di 2-6, 6-4, 10-8; al secondo turno Errani e Trevisan sconfiggono Konta e Siegmund per 2-6, 7-6(5), 10-7, ma vengono sconfitte nei quarti di finale da Mirza e Shvedova per 6-4, 6-1.

A giugno arriva in finale al torneo ITF di Grado dove viene sconfitta da Anna Karolína Schmiedlová per 6-2, 2-6, 4-6; il 25 giugno 2017 vince il torneo ITF di Varsavia battendo in finale Olga Ianchuk 6-2, 6-4. Tenta per la prima volta le qualificazioni per Wimbledon ma viene subito eliminata da Polina Monova.

Supera i due turni di qualificazione a Gstaad e debutta nel torneo e nel circuito WTA contro Anett Kontaveit, numero 32 del mondo, che la sconfigge per 6-1, 6-3[6]. Bissa l'accesso nel tabellone principale a Bastad, sempre superando le qualificazioni, ma deve subire un'altra sconfitta, stavolta per opera della Golubic, con il punteggio di 6-4, 6-3. La seconda partecipazione alle qualificazioni di uno Slam è agli US Open dove supera il primo turno contro la Krejsova ma perde al turno successivo da Leslie Kerkhove.

Il 3 settembre raggiunge la finale al torneo ITF di Bagnatica ma viene sconfitta da Melanie Stokke per 7-6(6), 6-3. La settimana successiva si spinge fino alle semifinali nel torneo da 80.000 dollari di Biarritz, perdendo dalla Buzărnescu.

2018[modifica | modifica wikitesto]

Dopo alcuni mesi di stop per infortunio torna in campo a marzo e, dopo un paio di apparizioni a Santa Margherita, tenta senza fortuna le qualificazioni dell'International di Lugano, dove viene superata per 6-2, 6-1 da Marie Bouzková. Sfrutta al meglio la wild card concessa sempre a Santa Margherita ritrovando la via della finale, che però perde in tre set contro Manon Arcangioli.

A maggio 2018, in coppia con Sara Errani, partecipa al torneo di doppio degli Internazionali BNL d'Italia 2018 grazie a una wild card: la coppia italiana batte al primo turno Peng Shuai e Wang Yafan con il punteggio di 7-5, 7-6, ma viene sconfitta al secondo turno dalla coppia Babos e Mladenovic per 6-0, 6-3. Giunge poi al turno decisivo nelle qualificazioni al Roland Garros perdendo contro l'americana Min in tre set dopo avere vinto il primo parziale. La seconda finale stagionale arriva all'ITF da 60.000 dollari di Brescia dove è l'estone Kanepi a impedirgli la vittoria del trofeo.

A Wimbledon vince per la prima volta un match di qualificazione contro la belga Zanevs'ka, ma viene battuta nel secondo turno da Nicole Gibbs. Sempre a luglio torna a conquistare l'accesso a un International superando le qualificazioni prima a Gstaad, dove viene però superata per 6-2, 7-5 dalla testa di serie numero tre del torneo Kužmová, poi a Mosca, dove è l'ucraina Kozlova a batterla per 6-3, 6-4.

Avvia la stagione americana nel ricco ITF di Vancouver (100.000 dollari) dove supera brillantemente le qualificazioni e si spinge poi fino alle semifinali quando viene battuta dalla giapponese Doi in due set. Anche agli US Open sfiora la qualificazioni battendo Karantcheva e Lepchenko; al terzo turno è però Kathinka von Deichmann a impedirle l'accesso al tabellone principale. Si tratta dell'ultimo risultato di rilievo di una stagione che ha visto la fiorentina militare stabilmente tra le prime duecento del mondo e terza italiana nel ranking femminile.

2019[modifica | modifica wikitesto]

Si iscrive alle qualificazioni degli Australian Open, elimina Zarychka e Sharipova e nel terzo turno arriva a un passo dalla vittoria portandosi sul 6-3, 5-4, ma viene rimontata dalla cinese Zhu che prima vince il tie break del secondo set e poi si impone 6-1 nel terzo[7]. Torna a essere convocata per la nazionale di Fed Cup per il match contro la Svizzera, giocando il match di doppio con Sara Errani con l'eliminazione già sancita dallo 0-3 decretato dai singolari precedenti. La coppia italiana si impone su Bacsinszky - Vögele per 7-65, 3-6, [10-5] e permette alla Trevisan di mantenere la personale imbattibilità nel torneo dopo le due vittorie del 2017.

Torna a figurare nel tabellone principale di un torneo WTA ad Acapulco dove, pur battuta nell'ultimo turno di qualificazione dalla belga Bonaventure, viene ripescata e incontra la tedesca Tatjana Maria dalla quale viene battuta per 6-2, 7-61.

Ad aprile conquista l'accesso al torneo di Charleston battendo McNally e Karatančeva, per poi incontrare al primo turno l'ucraina Kičenok, con la quale conquista il primo successo WTA in carriera[8]; al secondo turno è opposta alla numero due del torneo Bertens, con la quale riesce a conquistare solo tre giochi. Schierata come titolare nello spareggio contro la Russia di Fed Cup, pur avendo vinto il primo set viene superata dalla Potapova nel match d'esordio[9] e poi cede il punto decisivo alla Russia perdendo contro la ex numero 13 del mondo Pavljučenkova[10].

A Roma replica, grazie a una wild card, il doppio con Sara Errani perdendo all'esordio contro Klepač - Krunić. Il debutto nelle qualificazioni al Roland Garros è positivo, con la vittoria in tre set contro la Smitková, seguita però dalla sconfitta, sempre in tre set, contro Babos.

La breve stagione sull'erba si limita ai due primi turni di qualificazione a Birmingham (3-6, 4-6 dalla Świątek) e Wimbledon (3-6, 4-6 dalla Ponchet). Tornata sulla terra rossa guadagna la semifinale nel $100.000 di Contrexeville e in seguito incontra per due volte consecutive Cornet al primo turno di Losanna (dove subisce un doppio 4-6) e Palermo (dove cede al terzo set dopo essersi aggiudicata il tie break del primo parziale).

Poco fortunato il tentativo nelle qualificazioni agli US Open, dove viene battuta subito dalla russa Gracheva. In coda di stagione conquista due finali a Santa Margherita di Pula, conquistando nella prima occasione il suo nono titolo in carriera contro l'australiana Mendez, perdendo invece nella seconda contro l'argentina Podoroska. Chiude l'anno intorno alla 150ª posizione, confermando la terza posizione tra le italiane nella classifica WTA.

2020: quarti di finale al Roland Garros, prima finale WTA in doppio e ingresso in Top 100[modifica | modifica wikitesto]

Inizia l'anno conquistando per la prima volta in carriera l'accesso al tabellone principale degli Australian Open: da numero 154 del mondo prende parte alle qualificazioni del primo Slam di stagione riuscendo a battere la ex numero 5 del mondo Eugenie Bouchard al turno decisivo.[11] Nel primo turno cede il passo per 6-2 6-4 a colei che si rivelerà poi essere vincitrice dell'edizione 2020 del Grand Slam Australiano, la statunitense Sofia Kenin. In seguito non supera le qualificazioni nei tornei di Acapulco e Monterrey, sconfitta rispettivamente da Caroline Dolehide e Stefanie Vögele.

Il mondo del tennis viene costretto a uno stop forzato dal 9 marzo al 3 agosto a causa della pandemia di COVID-19. Scende in campo a Palermo, venendo eliminata nel terzo turno delle qualificazioni da Kaja Juvan. In coppia con la connazionale Elisabetta Cocciaretto raggiunge la prima finale WTA in carriera, grazie alle vittorie su Anastasiya Komardina/Varvara Gračëva per 6-1 7-5; Georgina García Pérez/Sara Sorribes Tormo, prime favorite alla conquista del titolo, per 6-3 2-6 [10-5] e Rosalie Van Der Hoek/Bibiane Schoofs, teste di serie numero quattro, per 6-4 6-3. Vengono sconfitte nell'ultimo atto da Tamara Zidanšek e Arantxa Rus, le quali si impongono con il punteggio di 5-7 5-7.

Non accede al tabellone principale nemmeno al Foro Italico negli Internazionali d'Italia, estromessa da Misaki Doi in tre parziali.

Successivamente prende parte al Roland Garros dove accede al main draw in seguito alle vittorie su Sachia Vickery per 4-6 6-2 6-3, Asia Muhammad per 6-3 6-4 e Astra Sharma con un doppio 6-1. Nel primo turno incontra la connazionale Camila Giorgi, la quale si ritira sul punteggio di 5-7 0-3 in favore a Trevisan; estromette in rimonta Cori Gauff per 4-6 6-2 7-5 e Maria Sakkarī, numero ventiquattro del mondo, per 1-6 7-66 6-3, annullando due match point a quest'ultima.[12] In tal modo accede per la prima volta agli ottavi di finale in uno Slam. Qui supera la quinta testa di serie e numero otto del mondo Kiki Bertens con un doppio 6-4, registrando la prima vittoria contro una top 10 in carriera e accedendo per la prima volta ai quarti di finale in un Major, prima italiana a ottenere questo risultato dopo Camila Giorgi a Wimbledon 2018. Inoltre è la nona italiana a raggiungere la seconda settimana del Roland Garros (l'ultima era stata Sara Errani nel 2015) e si assicura l'accesso tra le prime cento del mondo. Nei quarti incontra la rivelazione del torneo e futura campionessa Iga Świątek, perdendo per 3-6 1-6.

2021: prima finale in un WTA 125[modifica | modifica wikitesto]

La toscana inizia la stagione al WTA 500 di Abu Dhabi, dove esce subito per mano di Julija Putinceva (3-6 3-6). In seguito prende parte al Gippsland Trophy di Melbourne: anche in questa circostanza perde al primo turno, contro Petkovic (1-6 6-3 5-7). Anche agli Australian Open viene sconfitta al primo turno, stavolta dalla russa Aleksandrova, per 3-6, 4-6. Più fortunato il debutto a livello Slam in doppio dove concorre insieme ad Aleksandra Krunić: raggiunge infatti i quarti diventando la prima italiana a riuscirci dopo Errani e Vinci nel 2014, garantendosi anche il raggiungimento della migliore classifica in carriera nel ranking mondiale di categoria e il momentaneo primato italiano in doppio.

Dopo l'eliminazione al debutto nelle qualificazioni di Doha perde al turno decisivo di quelle di Dubai ma, grazie al ritiro di Azaranka, viene ripescata e debutta direttamente al secondo turno[13]: qui incontra la francese Garcia, dalla quale viene battuta per 6-2, 6-4;[14] per Trevisan si è trattato del primo incontro in un WTA 1000 nonché del debutto sul veloce nel massimo circuito.

In seguito partecipa al torneo 250 di Monterrey dove viene sconfitta al primo turno da Nina Stojanović per 3-6 2-6. La settimana successiva perde al primo turno di qualificazione di Miami. A Charleston invece viene eliminata al primo turno dalla tunisina Ons Jabeur con un doppio 2-6. Non riesce a qualificarsi nemmeno per il WTA 1000 di Madrid e quindi decide di giocare al torneo 125 di Saint-Malo dove però perde al primo turno. La stessa cosa si ripete agli Internazionali d'Italia a cui aveva preso parte senza passare per le qualificazioni grazie ad una wild card.

Agli Open di Francia vince contro la belga Alison Van Uytvanck con il punteggio di 7-5 4-6 6-4, mentre al secondo torno perde per mano della romena Sorana Cîrstea per 4-6 6-3 4-6, non riuscendo così a difendere i punti conquistati nell'edizione precedente. Al torneo di Bol esce ai quarti di finale, sconfitta dalla tennista romena Irina Bara.

Al torneo 250 di Bad Homburg giocato sull'erba, perde contro la settima testa di serie Sara Sorribes Tormo al primo turno. La stagione sull'erba continua con l'inizio del Torneo di Wimbledon, ma per Trevisan durerà poco vista la sconfitta al primo round per mano di Elena Vesnina con un netto 5-7 1-6.

Alle due sconfitte al primo turno se ne aggiunge una terza, nel torneo ITF da $100.000 di Contréxeville dove viene battuta dalla numero 543 Oksana Selekhmeteva. Successivamente prende parte al Belgrade Ladies Open come quinta testa di serie ma si ferma ai quarti di finale perdendo contro Arantxa Rus.

Ai tornei 250 di Cluj-Napoca e di Cleveland perde al primo turno, rispettivamente contro Kristýna Plíšková e Zhang Shuai. Sarà più fortunata agli US Open dove approda al secondo turno dopo aver sconfitto in due set Coco Vandeweghe con il punteggio di 6-1 7-5. Viene fermata dalla testa di serie numero 11 Belinda Bencic che si impone in due set (6-3 6-1). A settembre conquista la finale del Liqui Moly Open e poi vince il torneo da $80.000 di Valencia. Grazie a questi due risultati si piazza all posizione numero 66 raggiungendo il suo best ranking.

Al torneo di Indian Wells accede al main draw in seguito alle vittorie su Hailey Baptiste per 6-2 6-4 e su Reese Brantmeier per 6-1 6-2. Nel primo turno supera Marie Bouzková in tre ore e 52 minuti: il secondo match più lungo dell'anno, con il punteggio di 6-4 68-7 6-4. Nel secondo turno incontra Anett Kontaveit e al punteggio di 3-6 2-5, con Kontaveit che avrebbe servito per il match, Trevisan è costretta a ritirarsi a causa di un dolore alla gamba che non le permette di giocare.

2022: primo titolo WTA in singolare, semifinale al Roland Garros e Top 30[modifica | modifica wikitesto]

Trevisan inizia l'anno a Melbourne, ma perde al primo turno di qualificazione contro Birrel. Conquista invece l'accesso al main draw degli Australian Open, dopo aver battuto Fetecău, Fourlis e Havarcova[15]. Supera anche il primo turno battendo Nao Hibino in due set (6-2, 6-3) raggiungendo per la prima volta il secondo turno nello Slam australiano; qui viene battuta dalla n.8 del seeding Paula Badosa per 6-0 6-3[16].

Al Rabat Open Trevisan raggiunge per la seconda volta in carriera i quarti di finale in un torneo maggiore (dopo quelli al Roland Garros 2020), imponendosi su You Xiaodi (6-0 6-4) e sulla testa di serie numero 1 e due volte campionessa Slam Garbiñe Muguruza (2-6 6-4 6-1), sconfiggendo per la seconda volta in carriera una top 10. Affronta poi Arantxa Rus, avendo la meglio per 7-64 6-3 ed accedendo alla sua prima semifinale nel circuito maggiore, dove incontra la connazionale Lucia Bronzetti. Il derby italiano si conclude a favore di Trevisan (6-3 6-3), permettendole di raggiungere la prima finale WTA nel circuito maggiore. Si sfida per il titolo con Claire Liu, sulla quale prevale per 6-2 6-1, aggiudicandosi il primo titolo WTA in carriera. Contestualmente migliora il suo posizionamento in classifica registrando un nuovo best ranking alla posizione 59. Si presenta quindi all'Open di Francia dove si sbarazza agevolmente di Harriet Dart per 6-0 6-2, di Magda Linette per 6-3 6-2 e poi di Daria Saville per 6-3 6-4. Agli ottavi riesce a sconfiggere la bielorussa Aljaksandra Sasnovič per 7-610 7-5, approdando per la seconda volta in carriera ai quarti di finale dello Slam parigino. Batte poi la canadese Leylah Annie Fernandez, finalista degli US Open 2021, in tre set (6-2 63-7 6-3) e raggiunge la semifinale: per lei è la prima volta in carriera in un torneo del Grande Slam, e la prima di un’italiana a Parigi da Sara Errani nel 2013 (sconfitta dalla futura vincitrice Serena Williams). Viene fermata da Cori Gauff che vince con lo score di 6-3 6-1. In seguito all’ottimo risultato ottenuto, raggiunge un nuovo best ranking alla posizione numero 27.[17]

Statistiche WTA[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (1)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Ori Olimpici (0)
WTA Finals (0)
WTA Elite Trophy (0)
Dal 2021
WTA 1000 (0)
WTA 500 (0)
WTA 250 (1)
WTA 125 (0)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 21 maggio 2022 Marocco Grand Prix SAR La Princesse Lalla Meryem, Rabat Terra rossa Stati Uniti Claire Liu 6–2, 6–1

Sconfitte (1)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Argenti Olimpici (0)
WTA Finals (0)
WTA Elite Trophy (0)
Dal 2021
WTA 1000 (0)
WTA 500 (0)
WTA 250 (0)
WTA 125 (1)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 12 settembre 2021 Germania Liqui Moly Open, Karlsruhe Terra rossa Egitto Mayar Sherif 3-6, 2-6

Doppio[modifica | modifica wikitesto]

Sconfitte (1)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
Argenti Olimpici (0)
WTA Finals (0)
WTA Elite Trophy (0)
Dal 2009 al 2020 Dal 2021
Premier Mandatory (0) WTA 1000 (0)
Premier 5 (0)
Premier (0) WTA 500 (0)
International (1) WTA 250 (0)
WTA 125 (0)
N. Data Torneo Superficie Compagna Avversarie in finale Punteggio
1. 9 agosto 2020 Italia Internazionali Femminili di Palermo, Palermo Terra rossa Italia Elisabetta Cocciaretto Paesi Bassi Arantxa Rus
Slovenia Tamara Zidanšek
5-7, 5-7

Statistiche ITF[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (10)[modifica | modifica wikitesto]

Torneo $100.000 (0)
Torneo $80.000 (1)
Torneo $75.000 (0)
Torneo $60.000 (0)
Torneo $50.000 (0)
Torneo $25.000 (5)
Torneo $15.000 (0)
Torneo $10.000 (4)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 8 settembre 2014 Italia Forte Village International Tournament, Pula Terra rossa Italia Cristiana Ferrando 6–4, 6-3
2. 15 settembre 2014 Italia Forte Village International Tournament, Pula Terra rossa Belgio Marie Benoît 6–4, 6-3
3. 11 maggio 2015 Italia Forte Village International Tournament, Pula Terra rossa Norvegia Ullrikke Eikeri 6-3. 3-6, 6-1
4. 27 luglio 2015 Italia Trofeo Reale Mutua, Roma Terra rossa Svizzera Lisa Sabino 6–1, 6-3
5. 28 settembre 2015 Italia Forte Village International Tournament, Pula Terra rossa Italia Anastasia Grymalska 7-5, 3-6, 6-1
6. 28 agosto 2016 Italia Trofeo CPZ, Bagnatica Terra rossa Polonia Katarzyna Piter 6–1, 5–7, 7–5
7. 3 ottobre 2016 Italia Forte Village International Tournament, Pula Terra rossa Brasile Beatriz Haddad Maia 6–3, 6–4
8. 25 giugno 2017 Polonia Warsaw Sports Group Open, Varsavia Terra rossa Ucraina Olga Ianchuk 6–2, 6–4
9. 22 settembre 2019 Italia Forte Village International Tournament, Pula Terra rossa Australia Seone Mendez 6–4, 5-7, 7-5
10. 19 settembre 2021 Spagna BBVA Open Internacional de Valencia, Valencia Terra rossa Ungheria Dalma Galfi 4-6, 6-4, 6-0

Sconfitte (8)[modifica | modifica wikitesto]

Torneo $100.000 (1)
Torneo $80.000 (0)
Torneo $75.000 (0)
Torneo $60.000 (1)
Torneo $50.000 (0)
Torneo $25.000 (5)
Torneo $15.000 (0)
Torneo $10.000 (1)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 11 agosto 2014 Austria Innsbruck Open, Innsbruck Terra rossa Croazia Iva Mekovec 6–2, 2–6, 1–6
2. 18 settembre 2016 Francia Open GDF SUEZ de Biarritz, Biarritz Terra rossa Slovacchia Rebecca Šramková 3–6, 6–4, 1–6
3. 4 giugno 2017 Italia Torneo Internazionale Femminile Città di Grado, Grado Terra rossa Slovacchia Anna Karolína Schmiedlová 6-2, 2-6, 4-6
4. 3 settembre 2017 Italia Trofeo CPZ, Bagnatica Terra rossa Norvegia Melanie Stokke 6(6)-7, 3-6
5. 21 aprile 2018 Italia Forte Village International Tournament, Pula Terra rossa Francia Manon Arcangioli 6-2, 2-6, 4-6
6. 10 giugno 2018 Italia Internazionali Femminili di Tennis di Brescia, Brescia Terra rossa Estonia Kaia Kanepi 4-6, 3-6
7. 12 ottobre 2019 Italia Forte Village International Tournament, Pula Terra rossa Argentina Nadia Podoroska 6(5)-7, 1-6
8. 21 novembre 2021 Portogallo Madeira Ladies Open, Funchal Cemento Cina Zheng Qinwen 3-6, 5-7

Doppio[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (2)[modifica | modifica wikitesto]

Torneo $100.000 (0)
Torneo $80.000 (0)
Torneo $75.000 (0)
Torneo $60.000 (0)
Torneo $50.000 (0)
Torneo $25.000 (0)
Torneo $15.000 (0)
Torneo $10.000 (2)
N. Data Torneo Superficie Compagna Avversaria in finale Punteggio
1. 15 agosto 2009 Italia Pesaro Open, Pesaro Terra rossa Italia Anastasia Grymalska Italia Alice Balducci
Italia Federica Di Sarra
6-2, 6-2
2. 13 aprile 2015 Italia Forte Village International Tournament, Pula Terra rossa Italia Alice Matteucci Italia Giorgia Marchetti
Italia Anna Remondina
6-2, 6-3

Sconfitte (1)[modifica | modifica wikitesto]

Torneo $100.000 (0)
Torneo $80.000 (0)
Torneo $75.000 (0)
Torneo $60.000 (0)
Torneo $50.000 (0)
Torneo $25.000 (0)
Torneo $15.000 (0)
Torneo $10.000 (1)
N. Data Torneo Superficie Compagna Avversaria in finale Punteggio
1. 23 marzo 2015 Francia Open du Havre, Le Havre Terra rossa (i) Italia Alice Matteucci Paesi Bassi Erika Vogelsang
Paesi Bassi Mandy Wagemaker
1–6, 6–1, [6–10]

Risultati in progressione[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
 V   F  SF QF #T RR Q#  A  Z# PO  O   F-A  SF-B ND

(V) Torneo vinto; raggiunto (F) finale, (SF) semifinale, (QF) quarti di finale, (#T) turni 4, 3, 2, 1; (RR) round - robin; (Q#) Turno di qualificazione; (A) assente dal torneo; (Z#) Zona gruppo Coppa Davis/Fed Cup (con indicazione numero); (PO) play-off Coppa Davis o Fed Cup; vinto un (O) oro, (F-A) argento o (SF-B) bronzo ai Giochi Olimpici; (ND) torneo non disputato.

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato a seguito degli Open di Francia 2022.

Tornei 2017 2018 2019 2020 2021 2022 V–S V%
Tornei Grande Slam
Australia Australian Open, Melbourne A A Q3 1T 1T 2T 1–3 25%
Francia Open di Francia, Parigi A Q3 Q2 QF 2T SF 10–3 77%
Regno Unito Wimbledon, Londra Q1 Q2 Q1 ND 1T 0–1 0%
Stati Uniti US Open, New York Q2 Q3 Q1 A 2T 1–1 50%
Vittorie-sconfitte 0–0 0–0 0–0 4–2 2–4 6–2 12–8 60%

Vittorie contro giocatrici top-10[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2020 2021 2022 Totale
Vittorie 1 0 1 2
# Giocatrici Rank Evento Superficie Turno Punteggio Rank.
MT
2020
1. Paesi Bassi Kiki Bertens 8 Francia Open di Francia, Parigi Terra battuta 4T 6–4, 6–4 159
2022
2. Spagna Garbiñe Muguruza 10 Marocco Grand Prix SAR La Princesse Lalla Meryem, Rabat Terra battuta 2T 2–6, 6–4, 6–1 85

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Marco Massetani, Martina Trevisan, forse non tutto è perduto - UBITENNIS, in UBITENNIS, 19 settembre 2016. URL consultato il 5 maggio 2017.
  2. ^ Marco Imarisio, Martina Trevisan e la rinascita dopo l’anoressia: «Decisivo chiedere aiuto», su Corriere della Sera, 10 marzo 2020. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  3. ^ (EN) Fed Cup - Draws & Results, su fedcup.com. URL consultato il 27 maggio 2017.
  4. ^ Fed Cup - Draws & Results, su fedcup.com. URL consultato il 5 maggio 2017.
  5. ^ Davide Stoppini, Tennis, Fed Cup: maratona Trevisan, fulmine Errani: è 2-0 su Taiwan, in La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 5 maggio 2017.
  6. ^ WTA Gstaad: Martina Trevisan sconfitta al debutto tra le “grandi”, in Eurosport, 18 luglio 2017. URL consultato il 6 maggio 2018.
  7. ^ Diego Barbiani, Australian Open, qualificazioni: Trevisan, nuova (enorme) delusione • Ok Tennis, su Ok Tennis, 11 gennaio 2019. URL consultato l'11 febbraio 2019.
  8. ^ Tennis, Charleston: la Trevisan passa il turno, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 15 luglio 2019.
  9. ^ Tennis, Fed Cup: Russia-Italia 2-0: Trevisan e Paolini battute, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 15 luglio 2019.
  10. ^ RUSSIA-ITALIA: TREVISAN LOTTA MA VINCE PAVLYUCHENKOVA, su supertennis.tv, 21 aprile 2019. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  11. ^ Martina Trevisan batte la Bouchard e si qualifica per la prima volta ad uno Slam, su ilgiornale.it, 17 gennaio 2020. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  12. ^ Roland Garros – Martina Trevisan non si ferma più, l’azzurra ribalta la Sakkari e approda agli ottavi, su sportfair.it, 2 ottobre 2020.
  13. ^ Dubai, Trevisan ripescata dopo il ritiro di Azarenka, su corrieredellosport.it. URL consultato il 9 marzo 2021.
  14. ^ (FR) Pour Caroline Garcia, « l'essentiel est là » après sa qualification en huitièmes de finale à Dubaï, su L'Équipe. URL consultato il 9 marzo 2021.
  15. ^ Trevisan, altra qualificazione agli Australian Open. Brava Bronzetti!, su La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 12 febbraio 2022.
  16. ^ Aus Open, day 3: Giorgi non delude, fuori Bronzetti e Trevisan, su Federtennis, 19 gennaio 2022. URL consultato il 12 febbraio 2022.
  17. ^ Classifica Wta, dominio Swiatek. Trevisan scala 33 posizioni: è la prima italiana, su tuttosport.com. URL consultato il 6 giugno 2022.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]