Eurovision Song Contest 1997

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da ESC 1997)
Jump to navigation Jump to search
Eurovision Song Contest 1997
EdizioneXLII (42ª)
PeriodoFinale
3 maggio 1997
SedeThe Point, Dublino, Irlanda Irlanda
PresentatoreRonan Keating
Carrie Crowley
Trasmissione TVRTÉ in Eurovisione
Partecipanti25
Paesi debuttanti-
RitiriBelgio Belgio
Finlandia Finlandia
Romania Romania
Slovacchia Slovacchia
RitorniDanimarca Danimarca
Germania Germania
Ungheria Ungheria
Italia Italia
Russia Russia
VincitoreRegno Unito Regno Unito (5°)
con la canzone:
Love Shine a Light
SecondoIrlanda Irlanda
TerzoTurchia Turchia
Cronologia
19961998

     Paesi partecipanti

     Paesi che hanno partecipato in passato ma non hanno partecipato nel 1997

Il quarantaduesimo Concorso Eurovisione della Canzone si è svolto al Point Theatre di Dublino, in Irlanda, il 3 maggio 1997.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il concorso fu ospitato per la settima volta in Irlanda. La RTÉ finì quasi in bancarotta a causa degli alti costi; questo non fu una sorpresa dopo aver visto la moderna e gigantesca scenografia. Quell'anno fu introdotto il televoto in Austria, Germania, Regno Unito, Svezia e Svizzera. Islanda ottenne 16 dei suoi 18 punti proprio da questi cinque paesi. L'Irlanda ottenne il maggior numero di voti nei paesi che usavano il televoto, ma il "Gran Premio dell'Eurovisione" fu vinto dal Regno Unito con Love Shine a Light eseguita da Katrina and the Waves, che si trasformò in un successo internazionale. La Rai, in seguito a pressioni delle case discografiche, ritorna all'Eurovision con il brano Fiumi di parole dei Jalisse a rappresentare l'Italia, arriveranno quarti. Da questo momento in poi la RAI non parteciperà più alla manifestazione sino all'edizione del 2011.

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

# Paese Lingua Artista Canzone Traduzione Posizione Punti
01 Cipro Cipro Greco Hara & Andreas Konstantinou "Mana Mou" (Μάνα μου) Madrepatria 5 98
02 Turchia Turchia Turco Şebnem Paker & Grup Etnic "Dinle" Ascolta 3 121
03 Norvegia Norvegia Norvegese Tor Endresen "San Francisco" 24 0
04 Austria Austria Tedesco Bettina Soriat "One Step" Un passo 21 12
05 Irlanda Irlanda Inglese Marc Roberts "Mysterious Woman" Donna misteriosa 2 157
06 Slovenia Slovenia Sloveno Tanja Ribič "Zbudi se" Risvegliati 10 60
07 Svizzera Svizzera Italiano Barbara Berta "Dentro di me" - 22 5
08 Paesi Bassi Paesi Bassi Olandese Mrs. Einstein "Niemand heeft nog tijd" Nessuno ha più tempo 22 5
09 Italia Italia Italiano Jalisse "Fiumi di parole" - 4 114
10 Spagna Spagna Spagnolo Marcos Llunas "Sin rencor" Senza rancore 6 96
11 Germania Germania Tedesco Bianca Shomburg "Zeit" Tempo 18 22
12 Polonia Polonia Polacco Anna Maria Jopek "Ale jestem" Ma io sono 11 54
13 Estonia Estonia Estone Maarja-Liis Ilus "Keelatud maa" La terra proibita 8 82
14 Flag of Bosnia and Herzegovina (1992–1998).svg Bosnia ed Erzegovina Bosniaco Alma Čardžić "Goodbye" Addio 18 22
15 Portogallo Portogallo Portoghese Célia Lawson "Antes do adeus" Prima dell'addio 24 0
16 Svezia Svezia Svedese Blond "Bara hon älskar mig" Se solo lei mi amasse 14 36
17 Grecia Grecia Greco Marianna Zorba "Horepse" Danza 12 39
18 Malta Malta Inglese Debbie Scerri "Let Me Fly" Lasciami volare 9 66
19 Ungheria Ungheria Ungherese V.I.P. "Miért kell, hogy elmenj?" Dove devi andare? 12 39
20 Russia Russia Russo Alla Pugacheva "Primadonna" (Примадонна) 15 33
21 Danimarca Danimarca Danese Thomas Lægård "Stemmen i mit liv" La voce nella mia vita 16 25
22 Francia Francia Francese Fanny "Sentiments songes" Sentimenti bugiardi 7 95
23 Croazia Croazia Croato E.N.I. "Probudi me" Svegliami 17 24
24 Regno Unito Regno Unito Inglese Katrina & The Waves "Love Shine a Light" Amore, fai splendere una luce 1 227
25 Islanda Islanda Islandese Paul Oscar "Minn hinsti dans" La mia danza finale 20 18

Ritorni artistici[modifica | modifica wikitesto]

Artista Paese Edizione precedente
Alma Čardžić Flag of Bosnia and Herzegovina (1992–1998).svg Bosnia ed Erzegovina 1994
Maarja-Liis Ilus Estonia Estonia 1996
Şebnem Paker Turchia Turchia 1996

Struttura di voto[modifica | modifica wikitesto]

Ogni paese premia con dodici, dieci, otto e dal sette all'uno, punti per le proprie dieci canzoni preferite.

Orchestra[modifica | modifica wikitesto]

Diretta dai maestri: Ray Agius (Malta), Don Airey (Regno Unito), Sinan Alimanovic (Bosnia ed Erzegovina), Dick Bakker (Paesi Bassi), Levent Çoker (Turchia), Pietro Damiani (Svizzera), Krzesimir Debski (Polonia), Régis Dupré (Francia), Lucio Fabbri (Italia), Jan Glæsel (Danimarca), Rutger Gunnarson (Russia), Curt-Eric Holmqvist (Svezia), Thilo Krassman (Portogallo), Szymon Kuran (Islanda), Geir Langslet (Norvegia), Stavros Lantsias (Cipro), Tarmo Leinatamm (Estonia), Anacreon Papageorgiou (Grecia), Mojmir Sepe (Slovenia), Peter Wolf (Ungheria) e Toni Xucla (Spagna). Le canzoni austriache, irlandesi, tedesche e croate non hanno utilizzato l'accompagnamento orchestrale.

Sistema di relegazione (1993-1997)[modifica | modifica wikitesto]

Per l'edizione del 98, l'EBU utilizzò un sistema di relegazione, basato per ogni paese, sulla media dei loro punti negli ultimi cinque anni (il totale dei punti fu diviso per il numero di volte che il paese aveva partecipato). Su 25 paesi, solo ai 18 con la media punti più alta venne permesso di partecipare all'edizione successiva, ad accezione del Regno Unito, qualificata di diritto in quanto paese ospitante.

Posizione Nazione Media dei punti
- Regno Unito Regno Unito 121,4
1 Irlanda Irlanda 155,2
2 Norvegia Norvegia 91,6
3 Francia Francia 80,4
4 Italia Italia[1] 79,5
5 Malta Malta 75,2
6 Svezia Svezia 74,6
7 Polonia Polonia 66,5
8 Cipro Cipro 63,4
9 Spagna Spagna 61,4
10 Estonia Estonia 59,33
11 Ungheria Ungheria 54,67
Posizione Nazione Media dei punti
12 Croazia Croazia 54,2
13 Turchia Turchia 52,25
14 Grecia Grecia 50,2
15 Svizzera Svizzera 47,5
16 Portogallo Portogallo 46
17 Paesi Bassi Paesi Bassi 44,75
18 Slovenia Slovenia 42,25
19 Germania Germania[1] 42,25
20 Danimarca Danimarca 42
21 Russia Russia 40
22 Austria Austria 39,6
23 Islanda Islanda 38,2
24 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina 23

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dopo il ritiro dell'Italia, il suo posto venne preso dalla Germania.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]