Aielli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aielli
comune
Aielli – Stemma Aielli – Bandiera
Il belvedere di Aielli alto
Il belvedere di Aielli alto
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Abruzzo-Stemma.svg Abruzzo
Provincia Provincia dell'Aquila-Stemma.png L'Aquila
Amministrazione
Sindaco Enzo Di Natale (lista civica) dal 01/06/2015
Territorio
Coordinate 42°04′54″N 13°35′29″E / 42.081667°N 13.591389°E42.081667; 13.591389 (Aielli)Coordinate: 42°04′54″N 13°35′29″E / 42.081667°N 13.591389°E42.081667; 13.591389 (Aielli)
Altitudine 1.045 m s.l.m.
Superficie 37,52 km²
Abitanti 1 445[1] (30.11.2014)
Densità 38,51 ab./km²
Frazioni Aielli Stazione
Comuni confinanti Celano, Cerchio, Collarmele, Ovindoli, San Benedetto dei Marsi
Altre informazioni
Cod. postale 67041
Prefisso 0863
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 066002
Cod. catastale A100
Targa AQ
Cl. sismica zona 1 (sismicità alta)
Cl. climatica zona F, 3 116 GG[2]
Nome abitanti aiellesi
Patrono Madonna della Vittoria
Giorno festivo 7 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Aielli
Aielli
Posizione del comune di Aielli all'interno della provincia dell'Aquila
Posizione del comune di Aielli all'interno della provincia dell'Aquila
Sito istituzionale

Aielli è un comune italiano di 1.445 abitanti della provincia dell'Aquila in Abruzzo, nella Marsica. Fa parte della Comunità Montana Valle del Giovenco.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

È uno dei comuni più alti dell'altopiano del Fucino, nella Marsica, è situato a nord dell'ex lago omonimo ed è circondato a settentrione da una catena di monti del gruppo del Sirente. Il suo territorio è inserito attualmente nel parco regionale del Sirente-Velino e questa catena di monti lo separa dalla valle Subequana e dall'altopiano delle Rocche.

Il paese è adagiato su uno sperone roccioso calcareo ed è circondato, sia ad est che ad ovest, da due torrenti che convergono entrambi nell'ex alveo del Lago del Fucino. La sua posizione dominante e facilmente difendibile ne ha fatto nel corso della storia (romana e medievale) un luogo ideale di difesa ed osservazione. Esso è riparato da nord - nord est e nord ovest da una catena di monti (Etra-Secine e S. Pietro) che rendono il clima invernale meno rigido rispetto ai comparti circostanti pari quota, ma è comunque soggetta ai freddi venti orientali specie nei mesi invernali. La stratigrafia rivela che il suolo è in maggior parte di tipo calcareo, in alcune zone montane si trovano facilmente cristalli di gesso (in particolare in località La Sterpata), bitumi (in zona delle Foci), ed elevate quantità di fossili e conchiglie marine calcificate (in località la Liscia).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il primo documento ufficiale, il Catalogus baronum, in cui appare il nome del paese, posseduto da Rainaldo conte di Celano, risale al 1280. Nel XV secolo il borgo era chiamato in latino Agellum, da cui deriva la grafia di Ajelli, trasformatasi in Aielli. Il paese ha seguito le sorti degli altri centri della Marsica lungo tutto il medioevo. Anche Aielli fu duramente colpito dal terremoto che distrusse la Marsica nel 1915. Il paese gravemente danneggiato fu ricostruito leggermente più in basso, data la vicinanza con la stazione ferroviaria. Tuttavia ben presto il borgo antico si è ripopolato tornando a nuova vita. Rappresenta uno dei borghi più interessanti dell'area del parco Sirente-Velino offrendo, grazie alla sua posizione di altura, splendide viste panoramiche sia sul versante del Fucino che su quello del Velino. Per questo motivo Aielli si è guadagnata l'appellativo di Balcone della Marsica[3][4].

Il balcone della Marsica

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Torre delle Stelle[modifica | modifica wikitesto]

La torre delle stelle
  • La torre medioevale è divenuta sede di un importante osservatorio e punto di riferimento astronomico dell'Abruzzo. L'osservatorio è aperto al pubblico e dotato di museo astronomico, denominato Museo del cielo, biblioteca scientifica specializzata e di strumenti di altissimo livello, tra cui un planetario digitale monocanale con immagini ad altissima risoluzione. Si tratta di una struttura unica nel suo genere nel centro Italia[5][6].

Le Gole[modifica | modifica wikitesto]

  • Le Gole di Aielli-Celano, note anche come Gole di Celano, il cui ingresso si trova in territorio di Aielli, in località Bocca di Castelluccio. Separano il massiccio del Sirente dal monte Tino (detto anche "monte Serra") e sono scavate per circa 4 chilometri dal torrente La Foce, per cui nel medioevo erano note come Fauces. Rappresentano il canyon più conosciuto e frequentato dell'appennino centrale. In alcuni punti del percorso le pareti rocciose alte circa 200 metri presentano strettoie di appena 3 metri. Una insenatura nei pressi della pineta, quasi in fondo al percorso, porta alla Fonte degli innamorati, una piccola e suggestiva cascata d'acqua[7].

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa della Santissima Trinità, situata ad Aielli alto la cui fondazione risale al 1362 ad opera di Ruggero II, conte di Celano
  • Chiesa di San Rocco edificata nella prima metà del XVI secolo da Carlo Silverio al cui interno si trovano le statue lignee raffiguranti diversi santi ed un affresco cinquecentesco della Madonna del Buon Consiglio
  • Chiesa di San Giuseppe, monumento religioso del XX secolo situato ad Aielli stazione.
  • Caratteristiche le tre porte d'ingresso del paese denominate Montanara, Jannetella e Terra (detta anche porta Nuova)[8].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[9]


Tradizioni e folclore[modifica | modifica wikitesto]

  • 9 maggio: festa patronale della Madonna della Vittoria ad Aielli alto;
  • 12 agosto festa dei Santi patroni di Aielli alto ed Aielli stazione;
  • terza domenica di agosto: festa dell'Immacolata ad Aielli stazione;
  • ultima domenica di agosto: festa della Croce nei prati di Santa Maria ed escursione sul monte Etra[10].

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Persone legate ad Aielli[modifica | modifica wikitesto]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

Ferrovie[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Stazione di Aielli.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Sul sito del Ministero dell'Interno sono disponibili i dati di tutte le elezioni amministrative di Aielli dal 1985 ad oggi[13].

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
13 giugno 2004 30 marzo 2010 Giuseppe Di Natale lista civica sindaco
31 marzo 2010 31 maggio 2015 Benedetto Di Censo lista civica sindaco
1º giugno 2015 in carica Enzo Di Natale lista civica sindaco

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2014.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Storia di Aielli, TerreMarsicane.
  4. ^ Il risveglio del borgo, TerreMarsicane.
  5. ^ Torre delle Stelle, TorreDelleStelle.it.
  6. ^ Museo del cielo ed osservatorio astronomico "La torre delle stelle", TerreMarsicane.
  7. ^ Le Gole, ParcoSirenteVelino.it.
  8. ^ Il periodo moderno e contemporaneo, Aielli.it.
  9. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.
  10. ^ Feste, fiere e sagre di Aielli, TerreMarsicane.
  11. ^ Fontamara, Cinematografo.it.
  12. ^ Filippo Angelitti: lo scienziato che amò Dante e le stelle, Comune di Aielli.
  13. ^ Archivio storico delle elezioni, Ministero dell'Interno.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]