Acido dipicolinico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Acido dipicolinico
Dipicolinic acid.png
Nome IUPAC
acido piridina-2,6-dicarbossilico
Abbreviazioni
DPA
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C7H5NO4
Massa molecolare (u) 167,1189
Numero CAS [499-83-2]
PubChem 10367
Proprietà chimico-fisiche
Temperatura di fusione 248-250 °C (521,15 - 523,15 K)
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
irritante

attenzione

Frasi H 315 - 319 - 335
Consigli P 302+352 - 305+351+338 [1]

L'acido dipicolinico è un acido bicarbossilico. La sua struttura è assimilabile a quella di una piridina sostituita nelle posizioni 2 e 6 da due gruppi carbossilici.

L'acido dipicolinico e il suo sale di calcio sono uno dei componenti delle spore batteriche.[2][3]

All'interno degli organismi micotici il complesso tra DPA e ioni Ca2+ rende il citoplasma molto più viscoso rallentando i movimenti interni. [2][4][5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ scheda dell'acido piridin-2,6-dicarbossilico su IFA-GESTIS
  2. ^ a b Sliemandagger, TA., Nicholson, WL. (2001). Role of Dipicolinic Acid in Survival of Bacillus subtilis Spores Exposed to Artificial and Solar UV Radiation. Applied and Environmental Microbiology 67(3). 1274-1279
  3. ^ Sci-Tech Dictionary. McGraw-Hill Dictionary of Scientific and Technical Terms, McGraw-Hill Companies, Inc.
  4. ^ Madigan, M., J Martinko, J. Parker (2003). Brock Biology of Microorganisms, 10th edition. Pearson Education, Inc., ISBN 981-247-118-9.
  5. ^ Prescott, L. (1993). Microbiology, Wm. C. Brown Publishers, ISBN 0-697-01372-3.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia