Cronologia delle persone uccise durante gli anni di piombo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Questa cronologia delle persone uccise durante gli anni di piombo vuole riassumere gli eventi che hanno portato alla morte violenta di una o più persone per motivazioni politiche nel periodo noto come anni di piombo. Tra le vittime degli anni di piombo vengono quindi citati i civili, gli attivisti e i membri delle forze dell'ordine caduti per mano del terrorismo di diversa matrice, le vittime delle stragi riferiti alla cosiddetta strategia della tensione, i manifestanti morti a causa delle forze dell'ordine e i terroristi uccisi in scontri a fuoco o in carcere.

Il periodo preso in considerazione va dal 1969 (individuato da alcuni storici come inizio degli Anni di piombo[1]) al 1984, anno della Strage del Rapido 904, ultima strage con finalità di destabilizzazione eversiva, avvenuta in Italia.

Altri studiosi concordano nel fissare tra il 1981 e il 1982 la fine degli anni di piombo e precisamente indicano come momento di svolta il 28 gennaio 1982, quando il generale statunitense James Lee Dozier, rapito il 17 dicembre 1981 dalle Brigate Rosse, venne liberato dai reparti speciali italiani[2]. Malgrado ciò anche negli degli anni successivi sono avvenuti episodi che senza dubbio risultano collegabili alle violenze politiche degli anni precedenti.

Per informazioni più dettagliate sui singoli casi elencati si rimanda agli approfondimenti indicati.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Cronologia degli anni di piombo e della strategia della tensione.

1969[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Persone uccise negli anni di piombo (1969).

1970[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Persone uccise negli anni di piombo (1970).

1971[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Persone uccise negli anni di piombo (1971).

1972[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Persone uccise negli anni di piombo (1972).

1973[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Persone uccise negli anni di piombo (1973).

1974[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Persone uccise negli anni di piombo (1974).

1975[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Persone uccise negli anni di piombo (1975).

1976[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Persone uccise negli anni di piombo (1976).

1977[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Persone uccise negli anni di piombo (1977).

1978[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Persone uccise negli anni di piombo (1978).

1979[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Persone uccise negli anni di piombo (1979).

1980[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Persone uccise negli anni di piombo (1980).

1981[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Persone uccise negli anni di piombo (1981).

1982[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Persone uccise per violenza politica (1982).

1983[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Persone uccise per violenza politica (1983).

1984[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Persone uccise per violenza politica (1984).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Cervi e Montanelli, L'Italia degli anni di piombo,
  2. ^ Per approfondimenti sulle scansioni cronologiche si rimanda alla voce Anni di piombo.
  3. ^ Le circostanze della morte di Pinelli, ufficialmente attribuita ad un malore, non hanno convinto una parte dell'opinione pubblica che ha avanzato il sospetto che Pinelli sia stato assassinato e che le indagini siano state condotte con metodi poco ortodossi ed in modo non imparziale.
  4. ^ Le ipotesi sulle cause della morte di Feltrinelli, dovuta all'esplosione di un ordigno ai piedi di un traliccio dell'alta tensione, sono diverse. Mentre alcuni sostengono stesse preparando un'azione di sabotaggio, altri sostengono che sia stato un omicidio
  5. ^ Serantini muore in circostanze non chiarite durante un interrogatorio in carcere

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]