Giuseppe Ciotta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giuseppe Ciotta (Ascoli Satriano, 13 novembre 1947Torino, 12 marzo 1977) è stato un poliziotto italiano, brigadiere di P.S in forza all'Antiterrorismo del Piemonte..

Era addetto alla sorveglianza esterna del Politecnico, dell'Istituto Galileo Ferraris e della Facoltà di architettura.

Fu ucciso in un attentato da Enrico Galmozzi, membro della organizzazione terroristica Brigate Comuniste Combattenti - Prima Linea. Alle 8 del mattino del 12 marzo 1977 usciva di casa in Via Gorizia. Mentre si apprestava a salire sulla sua auto tre terroristi si avvicinavano, uno sfondava il finestrino e lo uccideva con tre colpi di pistola. Lasciava la moglie e la figlia di due anni.

Presso il cimitero di Ad Ascoli Satriano (FG), luogo natio del Brigadiere Ciotta, la salma riposa alle spalle della locale cappella, quindi in un punto strategico, perché ogni visitatore possa riverirlo.

A maggio 2004, su proposta del Ministro dell'Interno Giuseppe Pisanu, è stato insignito della Medaglia d'Oro al Merito Civile.
A maggio 2010, su proposta del Ministro dell'Interno Roberto Maroni, è stato insignito della Medaglia d'Oro "Vittime del terrorismo".

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie